martedì 15 marzo 2016

Zootropolis

Regia: Byron Howard, Rich Moore, Jared Bush
Origine: USA
Anno:
2016
Durata: 108'






La trama (con parole mie): in un universo abitato da animali antropomorfi ormai integrati in una società civile che non prevede più scontri tra predatori e prede la giovane figlia di conigli coltivatori di carote Judy Hopps sogna, contro ogni previsione, di diventare una poliziotta nella grande città di Zootropolis.
Divenuta adulta e superate tutte le prove dell'Accademia, la sognatrice recluta diviene il primo coniglio ad entrare a tutti gli effetti a far parte delle forze dell'ordine: peccato, però, che la sua natura la confini al ruolo di ausiliario del traffico, fino a quando l'incontro con il truffatore Nick Wilde, una volpe che vive di espedienti, non porterà i due insoliti alleati a fare fronte comune in modo da risolvere un caso non solo spinoso e di grande difficoltà, ma pronto a sconvolgere l'intera geografia politica della città.
Riuscirà Judy a dimostrare che essere un coniglio non è un limite, ma una risorsa?







Negherei l'evidenza se affermassi di non essere profondamente legato allo spirito dei Classici Disney d'animazione: fin da bambino, con le centinaia di visioni di Robin Hood e La spada nella roccia, ricordo quanto il mondo creato dal pioniere Walt fu, di fatto, il mio primo traghettatore nel meraviglioso universo della settima arte che ancora oggi amo così tanto.
Negli anni, poi, i cari, vecchi cartoni animati hanno finito per regalare al sottoscritto molte soddisfazioni anche in termini adulti ed autoriali, dalle geniali trovate dello Studio Ghibli e della Pixar a chicche come Persepolis, Valzer con Bashir o il recente Anomalisa: senza dubbio, però, l'arrivo del Fordino a rendere migliori le vite mia e di Julez ha riportato indietro nel tempo di una trentina d'anni il Saloon, permettendoci di scorprire o riscoprire la magia del lato più naif dell'animazione, quello che per primo fece innamorare un certo non ancora vecchio cowboy nel pieno degli anni ottanta.
Zootropolis, ultimo pargolo della grande D, ottimamente recensito e forte di incassi notevoli soprattutto in patria, è giunto da queste parti principalmente spinto dalla passione per gli animali del più piccolo del clan, che quando si tratta di predatori, pennuti - celebre il suo recente adagio "Sono timido ai pappagalli!" -, pesci, panda e qualunque creatura voli, nuoti, corra e zompetti su questa terra non vede l'ora di perdersi in nuove avventure, senza che si creassero, ad ogni modo, aspettative particolarmente alte: il risultato, invece, è senza dubbio degno di nota, e pronto ad essere inserito nel novero delle iniziative Disney extra Pixar migliori degli ultimi anni - cose come Ralph Spaccatutto, Bolt e Big Hero 6, per intenderci -, una favola magari non particolarmente originale ma intelligente, attenta a quella che è la società attuale - interessante la riflessione didattica sulle diversità filtrata attraverso le differenze tra predatori e non -, coloratissima e confezionata alla perfezione, che ha tenuto incollati allo schermo i Ford tutti senza distinzione di età, credo cinematografico o gusti a tavola - in questo caso, la parte del carnivoro senza ritegno è ancora saldamente nelle mie mani -.
Gli autori, oltre a poter contare su un comparto tecnico solidissimo, firmano una sceneggiatura dal ritmo indiavolato pronta a ricordare i film sul riscatto degli outsiders tipici degli anni ottanta, azzeccano alla grande i personaggi - dall'entusiasta Judy all'irresistibile Nick, vero punto forte della pellicola, fino a Big Ben ed ai comprimari pronti a mostrare il bello delle differenze anche nel mondo animale, tradotte nei quartieri così diversi l'uno dall'altro di Zootropolis -, spassose citazioni - da urlo quella di Breaking Bad - ed una vicenda in grado di tenere inchiodati alla poltrona grandi e piccoli, i primi per nostalgia o curiosità rispetto ai particolari ed i secondi per l'entusiasmo generato dall'indagine assolutamente inaspettata che vede i due protagonisti cementare il loro rapporto e finire per dimostrare le proprie doti al mondo che li conosce - e giudica - solo in quanto coniglio e volpe.
Una bella lezione, dunque, tradotta in modo che non si trasformi, comunque, in un sogno da inseguire a tutti i costi: Judy - così come Nick - fanno delle proprie debolezze dei punti di forza, senza strafare nei campi in cui di certo non vanno al massimo come andrebbero se fossero tigri, o coccodrilli, o rinoceronti.
Un assunto certo non nuovo in casa Ford e per il Fordino, che ha costruito il suo primo mito sull'outsider per eccellenza Po - che presto tornerà anche qui al Saloon -, come non nuovo è l'impianto di Zootropolis, che comunque consegna all'audience una bella storia, un "cast" perfetto ed un incedere che tanti film di fiction e pallose esibizioni tecniche d'autore non si sognano neppure di avere.
Per un "cartone animato buonista" targato Disney destinato, chissà, a diventare un Classico del suo genere che qualcuno tra una trentina d'anni ricorderà aprendo un post su un titolo che sarà uscito per allora, direi che è un grande risultato.
Perchè in fondo, prede o predatori, sappiamo tutti quello che vogliamo.
Uscire dalla sala soddisfatti.
E Zootropolis soddisfa, eccome.





MrFord






"I won't give up, no I won't give in 
till I reach the end and then I'll start again 
no I won't leave, I wanna try everything
I wanna try even though I could fail
I won't give up, no I won't give in 
til I reach the end and then I'll start again
no I won't leave, I wanna try everything
I wanna try even though I could fail."
Shakira - "Try everything" - 





29 commenti:

  1. Non vedo l'ora di vederlo <3 sembra carinissimo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' molto, molto carino. Recuperalo!

      Elimina
    2. Visto ieri sera,piaciuto molto ma secondo me verso la metà ha un calo di ritmo pesante...meno male che poi si ripiglia!I personaggi sono fantastici :)
      Stranamente per un film disney,niente fazzoletti(credo sìa un record,per la sottoscritta!)

      Elimina
    3. Secondo me non è da fazzoletti, è molto fresco! :)
      Ottima trovata della Disney!

      Elimina
    4. Tutti i Disney per me hanno il momento fazzoletto!!!

      Elimina
    5. Anche cose come Robin Hood!?!? O La spada nella roccia!?!?

      Elimina
    6. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    7. Quelli li ho visti da piccola,era millemila anni fa...in quelli visti da grande,mi ricordo che prima o poi il fazzoletto scatta praticamente sempre XD

      Elimina
    8. Io mi ricordo un sacco di parentesi divertenti, con i Disney: ma da maschio, si sa che le priorità sono sempre diverse! :)

      Elimina
  2. Caruccio caruccio, ma già sai...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già so. Piaciuto a grandi e piccini.

      Elimina
  3. A chi di dovere è piaciuto, ma senza fuochi d'artrificio come BH6, forse per la trama "più adulta".
    A me è sembrato troppo concentrato.Lo sviluppo e la storia dei personaggi avrebbe meritato più tempo perchè il materiale è assolutamente strepitoso.
    La scena finale poi....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Penso che la "concentrazione" sia dovuta al fatto che con il pubblico più piccolo non possono sparare minutaggi da record - giustamente -.
      Comunque, una gran bella cosetta.

      Elimina
    2. Infati meritava almeno due film, la vicenda. Il prima di entrare in polizia ed il dopo.

      Elimina
    3. Devono ancora sdoganare le trilogie d'animazione, però! ;)

      Elimina
  4. Visto anche noi domenica, molto carino e divertente (la scena della motorizzazione civile ho fatto fatica a sentirla perché il giovane padre seduto vicino a me rideva a crepapelle). Ho avuto la sensazione che i bimbi avessero fatto fatica a seguirlo, lì per lì, un po' complicato l'intreccio che portava alla scoperta del vero cattivo. In realtà lo citano di gusto da qualche giorno, insomma, due bicchieri e mezzo meritati, anche per noi ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a noi è piaciuto parecchio, e il Fordino ha chiesto spiegazioni molto interessato rispetto alla questione del vero cattivo. Promosso anche da lui. :)

      Elimina
  5. un occhiata gliela voglio dare anche io ^_^

    RispondiElimina
  6. Molto carino e simpatico, da vedere prima o poi ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io lo vedrei più prima che poi, è davvero una piccola chicca.

      Elimina
  7. Soddisfa sì, mescolando benissimo tradizione e originalità... e brava Disney, che ha capito come strizzare l'occhio anche ai più grandi fra il pubblico :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo: la formula a metà tra grandi e piccoli è perfetta. :)

      Elimina
  8. E figuriamoci se Ford non esaltava un film Disney...

    Io invece al solo sentir parlare di cartone animato buonista targato Disney scappo terrorizzato! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perfetto: continua pure con i tuoi soliti pregiudizi e perditi buoni film! ;)

      Elimina
  9. Come ho scritto la scorsa settimana, lo trovo un ottimo film. La Disney sta vivendo un periodo d'oro di qualità. Molto bene!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Verissimo: Frozen, Big Hero 6, Ralph Spaccatutto, Zootropolis sono tutti ottimi prodotti.
      Speriamo che vadano avanti così.

      Elimina
  10. Sembra proprio divertente, andrò a vederlo volentieri :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vedrai che non resterai deluso. E' davvero molto piacevole.

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...