lunedì 27 aprile 2015

Avengers - Age of Ultron

Regia: Joss Whedon
Origine: USA
Anno: 2015
Durata: 141"





La trama (con parole mie): i Vendicatori, ormai divenuti una forza con la quale fare i conti ad ogni latitudine del pianeta, nel corso di una missione che li vede debellare le ultime forze dell'Hydra rimaste attive dopo la caduta dello Shield, vengono in contatto con un manufatto che cela l'energia di una delle Gemme dell'infinito, potentissimi artefatti in grado di conferire un potere quasi illimitato, appartenuta a Loki, fratello di Thor. Scoperti, inoltre, due gemelli dalle incredibili abilità - Wanda e Pietro Maximoff - ed un programma dormiente, gli Avengers si mettono al lavoro in modo da poter trarre il meglio dalle loro ultime conquiste: peccato che, quando Tony Stark decide di mettere mano al programma stesso per applicarlo ad un progetto di intelligenza artificiale evoluta, il risultato sia Ultron, robot senziente determinato a cancellare dalla faccia della Terra non solo il gruppo di eroi, ma il genere umano.
Capitan America e soci, dunque, dovranno dare fondo a tutte le loro energie ed il coraggio che li contraddistingue per rispondere ad una nuova, letale sfida.








Spesso e volentieri si dice che le aspettative siano la prova più difficile da superare, e che tanto più alte le stesse finiscono per essere, quanto consistenti diventino i rischi di un fallimento: il primo film dedicato agli Avengers, uscito tre anni or sono proprio in questo periodo in sala, è stato una delle esperienze di godimento cinematografico in termini fracassoni più esaltanti della mia vita di spettatore, e da appassionato di fumetti ha finito per rappresentare l'ideale di prodotto che, da bambino - e non solo - avrei sognato per la trasposizione su grande schermo degli eroi di carta, inferiore, probabilmente, soltanto a quella chicca assoluta de Il cavaliere oscuro.
Peccato che, proprio come fu per il filmone di Nolan, su lavoro di Whedon e su questo sequel pesassero come macigni aspettative accumulate in tre stagioni di attesa, condite senza dubbio da ottimi prodotti targati Marvel - Il soldato d'inverno, il secondo Thor, Guardiani della galassia - ma pronte a culminare con questo Age of Ultron: cosa, dunque, è andato storto, tradendo le attese e, di fatto, trasformando un potenziale cult del Saloon in una delle più cocenti delusioni cinematografiche dell'anno?
Senza dubbio l'approccio, consacrato al comparto tecnico ed agli effettoni - belli da vedere, senza dubbio, almeno quanto le divertenti e spassose scene d'azione - piuttosto che ad un'idea o una sceneggiatura quantomeno pronta a dare spessore anche ad una proposta popcorn come questa - come fu per il primo film, per intenderci -, i protagonisti - a partire dal Tony Stark di Robert Downey Jr, mattatore nel primo capitolo, macchietta gigionesca in questo secondo, passando attraverso un Ultron sfruttato solo in parte ed una coppia Scarlet/Quicksilver sconfitta clamorosamente dalla controparte vista in X-Men: giorni di un futuro passato -, la scorrevolezza - due ore e venti che pesano come macigni, sequenze di combattimento a parte, rese stoppose da una mezzora piena tutta giocata all'interno di casa Hawkeye responsabile del mio primo, vero momento di cedimento al mondo dei sogni in una sala e passaggi tagliati con l'accetta neanche il pubblico fosse completamente disinteressato alla storia dietro lo spettacolo di esplosioni e rocambolesce evoluzioni videoludiche -, ed una direzione del progetto che pare quasi mostrare un'anima conflittuale che potrebbe aver visto protagonisti Whedon ed i suoi colleghi più talentuosi rispetto ad un "consiglio d'amministrazione" pronto a sacrificare tutto - in primis la qualità non visibile attraverso le vorticose capriole della macchina da presa - in nome dell'incasso e del guadagno.
Tutto questo senza contare il disagio di stare, di fatto, assistendo ad una gigantesca sequenza di raccordo pronta a preparare il terreno per i prossimi terzi capitoli delle saghe in singolo di Capitan America e Thor, l'imminente Ant-Man, il secondo Guardiani della galassia e, ovviamente, il doppio capitolo finale (?) delle avventure degli Avengers, che, come già si era intuito al termine del primo film, avrà come protagonista - ed antagonista - il quasi onnipotente Thanos, una sorta di stradopato Le due torri con molto meno mordente.
Probabilmente, al contrario del Batman nolaniano, gli Eroi più potenti della Terra non hanno bisogno di essere resi più profondi o appesantiti da storie sentimentali decisamente troppo zuccherose - il legame Hulk/Vedova nera, da vecchio fan della serie a fumetti, non si può proprio vedere -, o di alternare a fasi di esplosioni e botte da action di grana grossa il focolare domestico da grandi valori americani - di nuovo, la parte ambientata in casa Burton -: dovrebbero semplicemente andare dritti per dritti alla meta, senza troppe domande e con molta (auto)ironia.
Spaccare, per dirla come Hulk.
E qui, invece, si tira il freno a mano. E quando si spacca, lo si fa con la spiacevole sensazione di stare assistendo ad un divertissement soltanto per chi vi ha preso parte o ad un compitino buono giusto per scucire dei gran soldi - e con gran successo - a noi poveri stronzi pronti ad alimentare aspettative legate ad un'idea ingenua e naif di divertimento neanche fossimo tornati tutti dodicenni pronti a chiedersi chi sia più forte tra Thor e Hulk - anche se, ai miei tempi, la domanda più frequente era chi lo fosse tra Hulk e la Cosa -.
Usciti dalla sala, il problema non è stato, dunque, quello di trovare la risposta ad una domanda tanto semplice quanto affascinante, o l'idea di dover aspettare ancora almeno un paio d'anni prima di affrontare il nuovo capitolo della saga - come accadde con il film numero uno -, bensì la paura che, da ora in avanti, le cose potranno solo peggiorare.
E speriamo proprio di no.
Anche perchè un "Avengers assemble" lasciato a metà sarebbe davvero un delitto.
E non solo per gli appassionati di fumetti, o di blockbuster fracassoni.
Perchè tutti abbiamo bisogno di prodotti come questo.
Fosse anche solo per staccare il cervello.




MrFord




"Stop trying to live my life for me
I need to breathe
I'm not your robot
stop telling me I'm part of the big machine
I'm breaking free
can't you see,
I can love, I can speak
without somebody else operating me
you gave me eyes so now I see
I'm not your robot, I'm just me."
Miley Cyrus - "Robot" -





52 commenti:

  1. Bottigliate selvagge agli Avengers in casa Ford? Grandissima sorpresa.
    Io non sono un fan dei film della Marvel, preferisco i fumetti a queste trasposizioni discutibili. Più ci penso e più mi rendo conto che anche gli altri film del franchise mi hanno lasciato poco...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Contro questo secondo capitolo hanno remato senza dubbio le aspettative, troppo alte rispetto al risultato.
      Pazienza, in una certa misura ce lo siamo goduti lo stesso.

      Elimina
  2. Sorpresona!
    Mi limito ad ammirare la bottiglia vuota...
    Appena lo vedo torno a leggere: sono curioso!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti aspetto, allora!
      E buona visione comunque!

      Elimina
  3. uh addirittura le bottigliate...mi sorprendi e siccome siamo praticamente sempre d'accordo mi hai tolto la voglia di vederlo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In realtà da vedere ci sta tutto, ma rispetto al primo è davvero più di un passo indietro.

      Elimina
  4. Eh no, cazzo, Ford, per una volta che vedo un film prima della tua recensione (motivo che lo rendeva già di per sé molto affascinante per me), tu me lo demolisci in questo modo? :D :D :D
    Sicuramente hanno influito le aspettative, dai; non l'ho trovato così pessimo. Sicuramente non bello come il primo, dove i personaggi erano approfonditi meglio, qui si è dato per scontato quasi tutto (e si mena dal primo all'ultimo minuto, a parte il pezzo in casa Burton). Ho trovato anche io Stark più dimesso, temo che il prossimo capitolo non lo vedrà protagonista e questo mi rattristerebbe molto, anche a fronte dello scarso spessore dei nuovi vendicatori. Insomma, due ore abbondanti di pugnazzi e fracasso e qualche buona battuta. Visto che l'ultima prima visione era stata Cenerentola, direi che mi è andata bene.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Senza dubbio rispetto a Cenerentola è uno spasso, e più che demolirlo, mi sono reso conto che, per quanto divertente, è assolutamente meno incisivo ed esaltante del primo.
      Considerate quelle che erano le mie aspettative, è stato molto deludente.

      Elimina
    2. In sostanza siamo d'accordissimo su tutto, poi sai, vederlo con i piccoli di fianco è quasi uno spettacolo nello spettacolo.

      Elimina
    3. Quello senza dubbio: ma nonostante la bella serata e la compagnia di Julez, le aspettative deluse hanno influenzato molto il giudizio finale. :)

      Elimina
  5. MANNNNNNNNO!!!!!!!
    Ma che hai fatto?
    Ti sei invecchiato dentro! Ma dimmi tu se son cose che non sono neanche lontanamente cose!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahaha chissà, forse ha ragione il Cannibale e sono più vecchio di quanto già non sia! :)

      Elimina
  6. Sono abbastanza d'accordo xD Ne parlerò a brevissimo anche io, appena il tempo mi darà un po' di tregua.

    RispondiElimina
  7. Sei stato davvero troppo cattivo, dai non è così pessimo. Ok il primo era meglio prevalentemente per l'effetto sorpresa e su questo le aspettative altissime hanno sicuramente avuto il loro peso.
    Lo script è un po' confusionario ma anche nel 1 non è che fosse molto meglio. Unica nota dolente Ultron che dovrebbe essere uno che ti fa cagare addosso solo a guardarti e invece a volte sembrava un coglionazzo.
    Hulk vs hulkbuster strepitoso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fratello, forse ho calcato un pò la mano, ma da questo secondo capitolo mi aspettavo qualcosa di veramente esaltante, e invece il risultato è stato il classico giocattolone blockbuster qualsiasi.
      Peccato, perchè davvero rispetto al primo le differenze sono abissali.

      Elimina
  8. Dillo,è solo che non sei nerd abbastanza XD
    E una curiosità:come fa la controparte di Scarlet witch ad essere migliore in x-men,visto che la si vede solo da bimba?Quicksilver lì devo dire era strepitoso,sono molto curiosa di vedere questo.
    Ho letto già di Ultron che non è temibile manco per un cazzo,il che è male assai,ma lo stesso ho una scimmia di vedere questo film che tenetemi XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se anche da bimba era meglio quella di X-Men, ti lascio intendere quanto insipida sia questa! ;)
      E Quicksilver, poi, senza paragoni.
      In realtà, il problema di questo film è che si tratta solo di un giocattolone. L'altro aveva più anima ed era decisamente più cazzaro.

      Elimina
    2. In effetti i Maximoff in questo film non sono granchè,ma per il resto per noi è stata una figatona,pur sottotono rispetto al primo.
      Ed Hulk è il migliore di sempre!

      Elimina
    3. Sarà che io avevo aspettative altissime, ma continuo a pensare sia stata una delusione.
      Divertente, ma comunque una delusione.

      Elimina
  9. A parti inverse, da profana Marvel (ho visto solo il primo Iron-man), l'ho trovato meno sgradevole di quanto pensassi. Sarà che non mi aspettavo alcuna profondità di personaggi, trattati, a parte Hawkeye, più come macchiette che come "persone", o di storia. Queste due ore e mezzo mi son filate lisce e leggere.
    Poi è più forte di me, se vedo che gli attori si son divertiti a girarlo, ed è innegabile, mi diverto anch'io solo a guardarli.
    L'unica cosa che mi ha lasciato un po' di amaro in bocca è stato scoprire alla fine che il film è di Whedon, cosa che, da amante spassionata di Firefly, mi ha fatto rimpiangere quello che sarebbe potuto essere e non è stato.
    Volevo vedermi il primo Avengers prima di andare al cinema, ma, leggendo la tua recensione forse è stato meglio così, me lo gusterò con calma una di queste sere, son convinta che lo apprezzerò molto di più.

    Michela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Michela, da Whedon e dopo il primo film anche io mi aspettavo molto di più: secondo me il problema è stata una direzione non precisa da far prendere all'intera operazione.
      Da un certo punto di vista, effettivamente è stato meglio per te averlo visto senza il precedente, che comunque ti consiglio di recuperare al volo.

      Elimina
  10. Concordo assolutamente! Non c'è l'ironia dei Guardiani della Galassia, né le ottime interpretazioni di X-Men - giorni di un futuro passato, non c'è mordente, coinvolgimento... ho sbadigliato parecchie volte, e se un film mi "prende" non capita mai, neanche se cado dalla stanchezza. Delusione, peccato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo in tutto e per tutto. Peccato davvero per la delusione.

      Elimina
  11. Concordo sulle critiche, ma non l'ho trovato clamorosamente deludente. Perchè cerca di mettere insieme alcune tematiche più complesse del solito, e prova a raccontarsi in un modo un po' diverso, il risultato non è riuscitissimo, ma lo sforzo mi è piaciuto! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sicuramente se non ci fosse stato il primo e le conseguenti aspettative non sarei stato così duro, perchè effettivamente il film non è brutto.
      Ma se giochi in Champions, non mi puoi sfoderare una partita da amichevole estiva nel momento decisivo della stagione. ;)

      Elimina
    2. ahahah mi becchi impreparata sulle metafore calcistiche! ;-) ma credo di aver intuito il concetto

      Elimina
    3. Beh, allora userò una metafora da Signore degli anelli, dato il tuo nick: è un pò come se Aragorn prendesse un sacco di schiaffi da un orco qualsiasi invece che pettinarlo come solo Gran Passo sa fare! ;)

      Elimina
  12. Se Ford critica gli Avengers, evvai che posso sperare che la Marvel abbia finalmente tirato fuori un film decente! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Invece temo che ti risulterà anche più indigesto del primo! Corri, corri a vederlo! ;)

      Elimina
  13. Per me è solo che il primo film era una novità (tutti quegli eroi assieme per la prima volta - e i suoi meriti finivano lì) mentre questo ormai è una macchina collaudata come Ultron. Io l'ho preso per quello che è e ammetto che mi ha divertito un mondo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Capisco il punto di vista, ma per me rispetto al primo il confronto - e non parlo di tecnica - è stato impietoso.
      Peccato, perchè mi sarei voluto divertire molto di più.

      Elimina
  14. E giù con le bottigliate. Condivido ciò che dici. Il primo non mi aveva entusiasmato, però mi era piaciuto. Questo secondo me pecca di originalità. Le dinamiche sono le stesse del primo e non si fa nemmeno un passettino in avanti. Concordo sull'intrattenimento un po' cazzone che ti fa passare le due ore, ma non sul ripetersi sempre, così si rischia la noia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Verissimo: è stato come una minestra riscaldata.
      Che sarà anche fracassona e divertente, ma resta pur sempre una minestra riscaldata.

      Elimina
  15. Nonostante abbia avuto un'infanzia normalissima, con tanto di costumi di Batman, Spiderman e cartonato di Daredevil, i supereroi al cinema non mi piacciono. Salvo giusto il buon Peter Parker, in tutte e due le versioni, perché gli si vuole bene. Tra le eccezioni, anche il Daredevil della Netflix. Questi qui - che più si fanno i simpatici più mi stanno sulle palle: è automatico - me li salto a piè pari. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Della serie di Devil sto leggendo solo un gran bene, spero di recuperarla presto, mentre per me gli Spider Man sono solo quelli di Raimi, per quanto non abbia osteggiato particolarmente i più recenti.
      Da fan Marvel, fino ad ora non ero rimasto mai deluso con i prodotti recenti dedicati ai loro eroi: peccato.

      Elimina
    2. Lo stiamo guardando anche noi il DD di Netflix,non male.
      E concordo con gli Spiderman di Raimi,nettamente superiori rispetto al pur gradevole,complessivamente, reboot.

      Elimina
    3. DD sarà una delle prossime che ci si schiafferà qui al Saloon.
      Mentre per quanto riguarda Raimi ci sono davvero pochi dubbi, fatta eccezione per il pessimo numero tre.

      Elimina
  16. A me è piaciuto e anche tanto. Devo ammettere che quella sensazione di "poteva essere e non è stato" è data soprattutto dal fatto che si perde un po' l'effetto sorpresa del primo dove non sapevi come ogni personaggio poteva rapportarsi con gli altri. Film dopo film, i rapporti si delineano sempre di più e si perde l'effetto "primo appuntamento". Attendiamo la Civil war.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah quindi questo secondo capitolo è un pò più fermo come quando ci si abitua in un rapporto di coppia!? ;)

      Io, più che la Civil War, attendo che si torni alla scoppiettante tamarrata che era il primo film! :)

      Elimina
  17. Concordo, con la differenza che non avevo grandi aspettative (il primo mi aveva intrattenuto decentemente, ma non abbastanza da gridare al capolavoro: i film dei personaggi singoli mi sembrano più puntate di un telefilm che veri film, con l'eccezione forse del primo "Iron Man" e dei due "Captain America") e dunque la mia delusione è forse minore della tua. Si salva la scazzottata fra Iron Man e Hulk, e il piacere di vedere alcuni personaggi amati nei fumetti prendere vita sullo schermo (la Visione soprattutto). Per il resto, del tutto dimenticabile...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Verissimo. Non una cosa terribile, sia chiaro, ma senza dubbio privo dell'energia del primo ma anche dei più riusciti tra gli episodi collaterali - come Il soldato d'inverno -.
      Peccato.

      Elimina
  18. Noooo, le bottigliate non me le aspettavo!
    Concordo sul personaggio di Quicksilver, amato nella sua breve seppur intensa e cazzutissima presenza in Giorni di un futuro passato. Qui a mio avviso un po' sbiadito, molto più azzeccata la gemellina, per dire. Però nel complesso l'ho trovato un secondo capitolo altrettanto godibile e fracassone, molto meno "rock" del primo ma più intimo nella ricerca socio-psicologica del contesto "supereroistico". Alla fine è proprio così, gli uomini cercano di fare ordine a svantaggio del caos, ma gli riesce sempre di peggiorare le cose. Vogliono la pace a suon di granate, creano macchine che alla fine si ribellano e non perché siano difettose, ma solo perché hanno imparato troppo dai loro creatori...un male ereditario, in qualche modo. Colonna sonora pazzesca, Elfman porta a galla la malinconia dei protagonisti, eroi fragili e sempre condannati all'emarginazione. ;-)
    "L'ascensore è degno" ha vinto su tutto!!! Cervello in modalità off per più di due ore, anche stavolta. =)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'ascensore è degno è niente male, effettivamente.
      Per il resto, i Maximoff troppo scialbi, e quella che tu hai visto come un'umanizzazione ed un'interiorizzazione a me è parsa quasi esclusivamente noia. Ma io sono più per le scazzottate, quindi ci sta. :)
      E so che faccio un torto al tuo caro Danny Elfman, ma neppure la colonna sonora mi è rimasta impressa.

      Elimina
  19. Leggendo questo post (e tutti i commenti) ho realizzato di essere l'unica donna sulla terra a non aver visto nemmeno il primo... ;)

    Ma... il forte di Bard si riconosce?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il primo, secondo me, merita.

      E non sapevo neanche che quello fosse il forte di Bard. ;)

      Elimina
  20. Come te, avevo le aspettative alle stelle e purtroppo il risultato è stato averlo apprezzato meno rispetto al primo capitolo. Comunque, io le parti più "calme" me le sono godute tanto quanto quelle fracassone e Ultron non mi è affatto dispiaciuto.. l'unico neo è stato quel finale e quella nuova squadra che mi convince davvero poco, così formata da personaggi poco carismatici!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse, allora, le mie aspettative erano troppo, troppo alte, perchè questo mi è parso la copia sbiadita del primo.

      Elimina
  21. Oddio, con colpevole ritardo recupero questa recensione, e cosa mi trovo!? Bottigliate!? Ma no! Mr. Ford da te non me lo sarei mai aspettato!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Neanche io mi sarei aspettato una tale delusione! Troppo scialbo, rispetto all'esaltante numero uno!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...