giovedì 30 aprile 2015

Cenerentola

Regia: Kenneth Branagh
Origine: USA, UK
Anno:
2015
Durata:
105'






La trama (con parole mie): a grande richiesta del sottoscritto, torna al bancone del Saloon con una nuova recensione Julez, che ormai è diventata la specialista di casa Ford nello sciropparsi tutti quei titoli apparentemente molto poco fordiani che finisco per non avere voglia di schiaffarmi.
Questa volta tocca alla nuova Cenerentola targata Kenneth Branagh, regista che in passato è riuscito a regare al sottoscritto ottime soddisfazioni così come schifezze abominevoli.
Quale sarà stato il risultato, questa volta?
Alla mia compagna di viaggio l'ardua sentenza.









Finalmente un film che ti da esattamente quello che ti aspetti quando decidi di vederlo.
Che può essere un’arma a doppio taglio, eh.
Cenerentola è precisamente quello che è Cenerentola. 
La morale, l’insegnamento, l’attesa del buono, la fantasia, un bel vestito, scarpe inventate da De Sade o dal signor Compeed, il lieto fine, i buoni che vincono sui cattivi.
Questo mi aspettavo, questo ho avuto.
Certo io non sono tanto tipo da principesse (se escludiamo Ariel e Merida, ma loro non contano vero? Sono ancora rock vero?) e ad un principe azzurro, per quanto buono e profondo e ricco sfondato preferisco tutta la vita un Sawyer o un Tim Riggins che di principesco non hanno una favazza secca.

Merida rock.
Quindi Cinderella non è mai stata la mia fiaba preferita, anche perché hai voglia ad essere gentile (e si metta agli atti vostro onore che io lo sono eccome) ma dopo un po’, o anche prima, io le sorellastre le avrei sfanculate e avrei loro tagliato i capelli di nascosto o fatto lo scherzo del dentifricio nelle scarpe come in Il cowboy con il velo da sposa.
Eppure devo ammettere che, complice il comparto tecnico – di mestiere e centratissimo –, mi sono goduta questa favola che non pretende di essere il nuovo “geniale” genere degli stravolgimenti delle fiabe (vedasi Into the Woods), ma riesce nell'intento di rispettare il classico che non stanca mai.
Quindi non si grida al miracolo, non è stata messa una pietra miliare lungo la strada del mondo della settima arte, non c’è stata alcuna sorpresa, però avercene film che non deludono le aspettative, anche quando non altissime. 
E bravo Kennettone mio che ci avevi lasciato un po’ per strada con un’egomania che aveva inficiato i tuoi ultimi lavori. Siamo lontani dai tuoi migliori Shakespeare (Molto rumore per nulla) ma anche dai tuoi peggiori flop (Il flauto magico).

Principesse come piacciono a me.
Il principe (che stavolta non è protagonista delle terribili nozze di sangue) è sicuramente meno noioso di altri visti in precedenza.
Cenerella si comporta in un determinato modo non solo perché è scema ma perché crede nella magia della gentilezza, così come insegnatole dalla madre, di cui è la fotocopia.
La trasformazione di zucca, topi, lucertole e oca è veramente magica.
Non ci sono grandi buchi di logica e la storia scorre liscia e senza inciampi.
Insomma, niente male per un film dal quale non mi sarei aspettata praticamente nulla.
Se dovessi avere una figlia femmina glielo farei vedere volentieri. 
Salvo poi mostrarle le foto di Tim Riggins a petto nudo.
Giusto per insegnarle il buon gusto.



Julez



 
"I sogni son desideri
chiusi in fondo al cuor
nel sonno ci sembran veri
e tutto ci parla d'amor."
Maria Cristina Brancucci - "I sogni son desideri" - 




 

32 commenti:

  1. Ho poca voglia di vederlo... Non ce la faccio a farmi venire la voglia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Neanche io. Nonostante Julez non me ne abbia parlato poi così male.

      Elimina
  2. Caruccio, alla fine. Rispettosissimo, ma almeno non stravolge (in peggio), com'è sempre accaduto in passato :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se non altro, per una volta, Julez non si è dovuta sciroppare una merda totale.

      Elimina
  3. Una mattina me lo schiaffo anch'io,come guilty pleasure!Ma solo per la mia fissazione per gli attori di GOT,perchè Cenerentola mi sta sul culo alla morte XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. GOT o no, io passo volentieri la mano. Nonostante non sia così terribile.

      Elimina
    2. Ma tu sei un rude cowboy,ti credo che non hai voglia di spararti sta ciofeca XD Io voglio vederlo un pò per il Giovane Lupo e un pò per la Blanchett,una mattina di noia spaparazzata sul divano coi gatti.

      Elimina
    3. Infatti sono stato contento, anche se alla fine si è rivelata meno peggio di altre viste da Julez, di averla saltata a piè pari! :)

      Elimina
    4. Visto stasera,la Blanchett esce dalle mie lesbian crushes forevah per sopraggiunti limiti di età,e Cenerentola per me resta una coglionazza,che io a quelle tre, che vengono a casa mia e dopo che è morto il mio papà mi trattano come la peggio serva,avrei messo il veleno nella minestra tipo al terzo giorno XD Devo dire che non mi è dispiaciuto del tutto,il film,anche perchè guardandolo col Khal l'abbiamo dissacrato al mille per mille,come ad esempio quando lui caldeggiava la candidatura della principessa spagnola perchè,a suo dire,sembrava esperta in una certa "arte" suggitoria XD , o, il massimo,quando il principe porta la principessa nel suo "giardino segreto",che solo lui conosce,ed in mezzo c'è un altalena.Ed il Khal,che più logico non si può,mi fa:"ma scusa,ma questo è il suo giardino,no?Ci metterà un tiro al bersaglio,un pupazzo per fare pratica con la spada,CHE CAZZO CI FA CON L'ALTALENA?Va su e giù nudo cantando alla luna in falsetto????" XD XD XD sono morta XD Cmq target del film le ragazzine di 16 anni,tutto molto zuccheroso e zuccherato.Belli i topolini però!!!!!

      Elimina
    5. Vedere film con questo spirito, spesso, salva non solo la visione, ma anche le probabili incazzature che l'accompagnano.
      Meglio farsi quattro risate, nel dubbio! :)

      Elimina
  4. Io l'ho approvato appieno. Soprattutto per quel che dici in conclusione sul fatto che in questo film lei non è gentile perché scema ;-) io l'ho trovata una buona modernizzazione rispetto al cartone! Resta comunque una favola, com'è giusto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io sono contento del fatto che, per una volta, Julez non si sia davvero dovuta sorbire una merda gigante. Ma questo non significa che lo vedrò. :)

      Elimina
  5. "Quella GRAN CUlo di Cenerentola!" (Cit. R.Perez)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questa Cenerentola non mi piace granchè. Anche io sono piuttosto rock, rispetto alle principesse. :)

      Elimina
  6. Eh Eh gran commento, concordo con te (lo trovi commentato anche dalle mie parti), alla fine Kennettone fa il suo dovere, gli mancavano proprio i film in costume. Cheers! ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bara, mi sa che è Julez che si deve leggere il tuo post, perchè io non saprei come commentare, dato che ho evitato accuratamente la visione! :)

      Elimina
  7. Ottimo commento, va bene essere buoni ma farsi mettere i piedi in testa mi pare francamente esagerato. Non mi pare un buon modello questa Cenerella, ed è anche difficile empatizzare e immedesimarsi col suo personaggio perché alla poca gentilezza anche io risponderei col dentifricio nelle scarpe, per non dire peggio...
    Questo film continuo ancora a temerlo come l'influenza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Più che il dentifricio nelle scarpe, ci vorrebbero le bottigliate! ;)

      Elimina
  8. Sono con te Julez, anche se devo ancora vederlo.
    Soprattutto quando parli di buon gusto. ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah anche tu una fan di Tim Riggins!? ;)

      Elimina
  9. Julez ovviamente non si discute, in quanto donna ha la ragione assoluta su tutto U.U
    Il film comunque mi ispira come una sassata nei denti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a me ispirava allo stesso modo, ma a quanto pare è meglio di Into the woods. Non che ci volesse granchè, effettivamente. :)

      Elimina
    2. Ti dirò,non molto,pure ITW qualche momento bello ce l'aveva.Come questo,che non è tutto da buttare ma neppure granchè.Se non avevo il Khal vicino che mi faceva ridere,forse l'avrei bottigliato pure io ;)

      Elimina
    3. Non saprei, dai racconti di Julez avrei probabilmente preferito questo.
      Almeno credo. ;)

      Elimina
  10. Film terrificante e trionfo del buonismo più sfrenato.
    Ti sei per caso fatta contagiare da Mr. Ford, Mrs. Ford? :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In realtà sto contagiando già anche te, ma non lo sai ancora! ;)

      Elimina
    2. sul trionfo del buonismo stomacante concordo al mille per mille col Cannibale!

      Elimina
    3. Pensavo fossi d'accordo con lui a proposito di un mio presunto buonismo: erano già pronte le bottigliate! ;)

      Elimina
  11. E tu Ford, perché hai boicottato il k-horror day?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non l'ho boicottato, ho clamorosamente ciccato la programmazione.
      Ho rimediato pubblicando il k-horror stasera. ;)

      Elimina
  12. "Cenerentola", "Disney" e "live action", tutti in una stessa frase, sono sufficienti a farmi desistere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti capisco: hanno fatto desistere anche me. :)

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...