giovedì 11 dicembre 2014

Thursday's child

La trama (con parole mie): continua la marcia d'avvicinamento alla fine dell'anno e alle classifiche che porta in dono. Purtroppo per il sottoscritto, continua anche la collaborazione con il mio sempre fastidioso rivale Cannibal Kid, nella speranza che i nostri film dell'anno possano essere assolutamente differenti.
Il weekend, invece, porterà scompiglio nelle suddette classifiche, o la distribuzione italiana regalerà l'ennesimo cocktail di Cinepanettoni e delusioni cocenti?
Soltanto le prossime visioni ci daranno le risposte.

"Ford sarà alla guida dell'aereo? Voglio il rimborso del biglietto!"
Ma tu di che segno 6?

"Ford, Cannibal, aiuto: ho scoperto che c'è Boldi che gira da queste parti!"
Cannibal dice: Io ero convinto che ormai i cinepanettoni fossero più scaduti del pane e salame di Ford, invece sono come uno di quei piatti duri da digerire che puntualmente ti si ripropongono in bagno. Neri Parenti torna così insieme a Massimo Boldi a riscaldare la minestra tirando fuori addirittura la tematica zodiacale. Cosa che significa che questi non sono alla frutta, sono già all'ammazzacaffè. E all'ammazzaspettatore.
Ford dice: una di quelle merde natalizie che spero sempre non vengano riproposte e puntualmente tornano ad infestare i Cinema, che già dal trailer pare una roba da cascate di vomito. Così terribile che non lo propinerei neppure a Peppa.



Il ricco, il povero e il maggiordomo

"Andiamocene in fretta, prima che arrivi Ford e chieda di guidare!"
Cannibal dice: Una volta Aldo, Giovanni e Giacomo erano garanzia di risate e di un citazionismo cinematografico niente male. Negli ultimi tempi hanno invece stufato alla grande e sono come Ford: una barzelletta che ormai non fa più ridere. Chissà se con questa nuova fatica riusciranno a tornare, almeno in parte, alla gradevolezza di un tempo, oppure se sarà una fatica per lo spettatore arrivare a fine visione con gli occhi aperti.
Ford dice: Aldo, Giovanni e Giacomo, dai tempi di Mai dire gol, I corti e Tre uomini e una gamba erano una garanzia. Dopo l'ottimo Chiedimi se sono felice, però, la loro freschezza è inesorabilmente calata, e gli ultimi lavori non sono stati certo tra i migliori immaginabili. Speriamo che questa nuova fatica, più che il terribile Il cosmo sul comò, ricordi le atmosfere degli esordi.



Storie pazzesche

"Quante volte te lo devo ripetere!? Non ti sposo, sono già promesso a Katniss Kid!"
Cannibal dice: Produzione argentina sponsorizzata da Pedro Almodovar, almeno stando a sentire la campagna marketing, pare sia una delle commedie più apprezzate a livello internazionale dell'anno. Sembra inoltre che abbia buone possibilità di beccarsi una nomination agli Oscar tra i migliori film stranieri. Pur restando un pochino scettico, credo potrebbe rivelarsi una bella sorpresa. E chissà se sarà una commedia in grado di far ridere pure quel serioso di Mr. Ford?
Quella sì sarebbe davvero una storia pazzesca!
Ford dice: il Cinema argentino mi è sempre stato simpatico, e in giro si dice un gran bene di questo Storie pazzesche. Speriamo che sia una bella sorpresa natalizia, un po' come se Cannibal decidesse finalmente di scrivere sensatamente di Cinema o se riuscissi a convincerlo a farsi una bevuta!



Pride

"Abbasso Tatcher Kid! Ford rules!"
Cannibal dice: Un film anti-Thatcher dalle parti di Pensieri Cannibali è sempre ben accetto. Da quelle di Renzi magari un po' meno. Al di là di questa nota positiva, Pride è una commedia ambientata negli 80s in cui la battaglia dei lavoratori si unisce a quella del movimento gay e dovrebbe essere un buon prodotto made in UK, tra i più acclamati in patria dell'annata, basta solo non scivoli nel buonismo fabiofaziesco. O, peggio ancora, jamesfordesco.
Adesso scappo, che devo organizzare una manifestazione in favore dell'orgoglio cannibale!
Ford dice: seconda commedia d'autore e secondo prodotto che potrebbe sorprendere in positivo. Ancora una volta, speriamo di trovarci più nei territori de La parte degli angeli, piuttosto che in quelli delle evitabilissime cannibalate!



Neve

Ford e Cannibal sono d'accordo: è tornata la neve!
Cannibal dice: Thriller on the road italiano che mi attira ben poco, anzi per niente. Diamo però atto ai nostri distributori di aver fatto uscire per una volta una pellicola nel periodo giusto, anche se di Neve per ora e per fortuna non se n'è ancora vista. Per compensare, comunque, la settimana prossima mi aspetto l'arrivo di un film intitolato Viva l'estate!
Ford dice: secondo titolo italiano della settimana, e secondo titolo italiano della settimana che eviterò come la peste, anche peggio delle bislacche proposte del mio antagonista. Con la speranza che, quest'anno, la neve dia un po' di tregua.



La storia di Cino

"Mi scusi, buon'uomo, sa dov'è il rifugio di Ford?" "Tra i monti, cari Cannibalini, ma non vi conviene avvicinarvi: quello è un bruto."
Cannibal dice: C'è una sola cosa che mi interessa meno della storia di Cino. La storia di Ford.
Ford dice: c'è una sola cosa che mi interessa meno della storia di Cino. La storia di Peppa Kid.


14 commenti:

  1. le bilance le hai messe tutte alla pari.
    io giusto per divertirmi le ho smosse un po'...

    d'altra parte su pensieri cannibali ci si diverte con poco :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bilanciamo il mio essere musone, dunque! ;)

      Elimina
  2. Storie pazzesche rischia di essere una delusione ma gli darò una chance. riprendere l'idea del vecchio film del povero Corbucci, Di che segno sei?, commedia a episodi sempliciotta ma poi mica tanto, recitata da un bel tot di attori, e trasformarla in un cinepanettone di minchiate con un unico attore nel cast (Proietti) e tanta rumenta di contorno, grida veramente vendetta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Altro che vendetta, è uno scandalo.
      Senza contare che ormai i Cinepanettoni hanno fatto il loro tempo.

      Elimina
  3. Che mosciume.
    Credo che l'unico titolo degno di visione sia Pride. Ma non ne sono nemmeno sicura.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Settimana moscia davvero. Meno male che la prossima sarà migliore.

      Elimina
  4. Tra tante ciofeche penso che vedrò "Il ricco, il povero e il maggiordomo"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prima o poi lo vedrò anche io, ma senza troppe aspettative.

      Elimina
  5. Hai ragione, l'ultimo film degno di nota di Aldo, Giovanni e Giacomo è stato proprio "Chiedimi se sono felice". Con "La leggenda di Al, John e Jack" avevano toppato alla grande convinti di fare il grande salto, quando si son ridimensionato con "Tu la conosci Claudia?" hanno intrapreso una strada senza uscita.
    Mi dispiace tanto per loro, e anche per me, perché li adoravo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dispiace anche a me. Speriamo che questo sia quantomeno decente.

      Elimina
  6. Pienamente a favore col giudizio che avete dato sull'Aldo Giovanni e Giacomo dei tempi recenti. Che spreco di potenzialita'... quei tre potevano fare cose grosse e invece si sono bloccati...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo in pieno. Speriamo solo che possano riprendersi con quest'ultimo lavoro!

      Elimina
  7. Mi ispira solo il filmetto inglese,anche se non so quanto il tema politico possa interessare al mio Sire.Mi sa che non vedrò neppure quello!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Potrebbe essere una sorpresa, speriamo positiva! ;)

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...