mercoledì 31 dicembre 2014

Ford Awards 2014: i film (N°5 - 1)

La trama (con parole mie): ed eccoci finalmente giunti al gran finale dei Ford Awards, il momento più importante dell'annata cinematografica qui al Saloon, con la proclamazione del vincitore del premio per il miglior film del duemilaquattordici. A giocarsi il primo posto sono rimasti i cinque film che più sono riusciti ad emozionarmi, commuovere e stupire, unire tecnica e passione: avrà vinto l'esplosività o il lavoro silenzioso di quasi una vita?
Il racconto di un dramma o la delicatezza di un commiato?
Soltanto questo post lo rivelerà.
Che vinca il migliore.


N°5: SI ALZA IL VENTO di HAYAO MIYAZAKI

L'addio al Cinema di uno dei più grandi Maestri viventi della settima arte è l'ennesima conferma della poesia e della semplicità dell'arte di quest'ultimo: un lavoro delicato e leggero pronto a librarsi sfruttando le correnti anche più avverse del vento regalando a tutti quelli che vengono e verranno dopo di lui un testamento magico.
In pochi, negli ultimi cinquant'anni, hanno saputo raccontare come Hayao Miyazaki.
Arigato, Sensei.

N°4: LEI di SPIKE JONZE


Se esistesse una classifica dedicata ai film romantici per eccellenza - e non intendo smielati o da multisala da weekend, ma travolgenti, pronti a metterci tra le mani una bomba in procinto di esplodere e solleticare il desiderio di sentirsi innamorati, o innamorarsi di nuovo -, Her occuperebbe senza dubbio uno dei primi posti.
La creatura di Spike Jonze, sfruttando un cast in forma strepitosa, regala al pubblico una vera e propria magia in grado di conquistare nel profondo, come una cotta incontrollabile capace di metterci nelle condizioni di fare le cose più impensabili.

N°3: ALABAMA MONROE di FELIX VAN GROENINGEN


Uno dei film più controversi della stagione, ed uno di quelli che, negli ultimi anni, sono stati più in grado di colpirmi al cuore: da genitore, da amante della settima arte con in testa il sogno a stelle e strisce, da uomo figlio delle passioni, più che della Fede, da un sacco di punti di vista.
Ancora oggi, a distanza di mesi, non riesco a non provare brividi sulla pelle al solo pensiero.
Il cerchio che si rompe, eppure la luce che soltanto chi sa uscire da un tunnel può vedere.
Meraviglioso e dolente.

N°2: BOYHOOD di RICHARD LINKLATER


Una manciata di settimane nell'arco di dodici anni per una delle storie più importanti che il Cinema abbia portato sullo schermo nel passato recente.
Semplice, diretto, di pancia, senza fronzoli di alcun tipo: una sorta di istantanea dilatata del percorso di una crescita che vede ogni spettatore al suo interno a prescindere dalle distanze geografiche e dalle esperienze di vita vissuta.
Un gioiello come se ne incrociano uno o due per decennio.

N°1: THE WOLF OF WALL STREET di MARTIN SCORSESE


Per quanto la concorrenza sia stata agguerrita, nessuno, quest'anno, avrebbe potuto competere con il Lupo.
Potrei dire che si tratta del miglior Scorsese dai tempi di Casinò, o di una pellicola tecnicamente ineccepibile, con una colonna sonora strepitosa ed un cast perfetto.
Potrei dire tante cose.
Ma chiuderò come avevo chiuso il post, ai tempi dell'uscita: The Wolf of Wall Street è un fottuto, grandioso, Capolavoro.
E fanculo il resto.



MrFord

I PREMI

Miglior regia: Martin Scorsese per The Wolf of Wall Street
Miglior attore: Leonardo Di Caprio per The Wolf of Wall Street
Miglior attrice: Rosamund Pike per Gone Girl
Scena cult: il corso di vendita ed il passaggio della penna di Jordan Belfort, The Wolf of Wall Street
Miglior colonna sonora: Alabama Monroe
Premio "leggenda fordiana": Jude Law nei panni di Dom Hemingway, Dom Hemingway
Oggetto di culto: la macchina da presa, Lo sciacallo
Premio metamorfosi: Ellar Coltrane e la crescita, Boyhood
Premio "start the party": il concerto bluegrass, Alabama Monroe
Premio "be there": l'auto di Ivan Locke nel ruolo di navigatore, Locke

38 commenti:

  1. Che dirti?
    Purtroppo non ho visto The Wolf (che in tanti mettete sul podio).
    Peril resto 4 grandissimi film, di cui due anche da me sull stesse posizioni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anzi, se consideto Boyhood per quello che ha rappresentato capisco perfettamente quella posizione.
      Insomma, condivido tutto

      Elimina
    2. Recupera assolutamente e al più presto possibile il Wolf.
      Vedrai che roba.

      Elimina
  2. Di Caprio non ha vinto l'Oscar, ma si consola con il Ford Awards :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per il secondo anno di seguito, tra l'altro! :)

      Elimina
  3. Carissimo Ford, intanto compimenti per il tuo nuovo header (stupendo!). Sulle classifiche è dura in questi giorni star dietro a tutti voi (noi) blogger... comunque posso dirti che sui primi venti non posso che concordare (posizione più, posizione meno), l'unico che proprio non gradisco è 'Alabama Monroe' (ma ne avevamo già parlato a suo tempo).
    E' comunque l'occasione per augurarti un bel nuovo anno cinefilo, e altre mille di queste recensioni!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ricambio l'augurio, giro i complimenti per l'header a Julez - che è l'autrice di tutti i miei header - e ricordo la questione di Alabama Monroe. Per il resto, si concorda come quasi sempre!

      Elimina
  4. Sbaglio o anche il Cannibale ha messo the Wolf al primo posto?Siete d'accordo?Incredibile XD
    Insomma mi toccherà recuperarlo,assieme ad Alabama Monroe e Lei che credo potrebbero piacermi...intanto mi avete fatto procurare True Detective,mi organizzerò anche per questi ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un po' mi vergogno ad avere il primo posto in comune con Ford.
      Tu però dovresti vergognarti di più perché non l'hai ancora visto. ;)

      Elimina
    2. E mi tocca anche concordare con il Cannibale, guarda che roba!

      Elimina
    3. Vabbè,un pò mi vergogno,ok?Espierò XD

      Elimina
    4. Basterà recuperarlo e concedere un'immediata visione!

      Elimina
  5. credo che The Wolf sarà per il cinema quello che è stato True detective per la tv, praticamente un plebiscito...di questa classifica non condivido un paio di titoli, magari uno dei due ( Alabama) l'ho visto semplicemente nel momento sbagliato...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alabama per me è uno dei titoli più intensi ed importanti degli ultimi anni, mentre per Wolf è un quasi plebiscito sacrosanto, come lo è stato per TD!

      Elimina
  6. tutto come previsto...
    nel 2015 ti conviene non anticipare già prima i tuoi film dell'anno, ford ;)

    comunque credo sia la prima (e mi auguro anche l'ultima) volta che abbiamo premiato lo stesso film. considerando che abbiamo in comune pure la serie tv dell'anno, mi sento male.
    nel 2015 le cose devono assolutamente cambiare! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Effettivamente la cosa preoccupa anche me.
      Spero sia decisamente la prima e l'ultima volta con una doppietta del genere.

      Elimina
  7. Avrei pensato ad Alabama Monroe come il tuo film dell'anno. Ci sono andato vicino :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Molto vicino.
      Ma il Wolf era inarrivabile.

      Elimina
  8. Se avessero votato i blogger agli Oscar come miglior film avrebbe vinto The Wolf of Wall Street quest'anno, l'avrei votato anch'io. Ho preferito Her a Bohyood, devo recuperare Alabama monroe che ho snobbato per troppo tempo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Avrebbe vinto a mani bassissime.
      Per quanto riguarda Alabama, corri a recuperarlo!

      Elimina
  9. di Boyhood parlo oggi, degli altri mi manca solo Miyazaki. Alabama Monroe così in alto... mmm, no

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Invece direi proprio di sì.
      Grande film, e grande dolore. Alabama rules.

      Elimina
    2. troppo dolore. quell'ultima parte proprio non mi è andata giù

      Elimina
    3. Il dolore, anche quando è troppo, fa parte della vita!

      Elimina
    4. sì, ma così esibito ed esagerato, non so... a me è sembrato un po' disonesto. ed è un peccato perché i presupposti per un ottimo film c'erano tutti

      Elimina
    5. E' stato l'argomento di discussione principale a proposito del film.
      Probabilmente non metterà mai d'accordo tutti.

      Elimina
  10. Come ho scritto anche dalla Bolla, Miyazaki non mi aveva emozionato troppo, ma so che devo dargli un'altra chance.
    Per il resto, clap clap, ottime scelte!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Muchas gracias! :)
      E al Sensei va data necessariamente un'altra chance.

      Elimina
  11. Tornassi indietro non assegnerei più le stelline che ho assegnato a Boyhood, Alabama Monroe è per me tra i peggiori dell'anno, mentre condivido gli altri film (soprattutto Her di Jonze).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alabama tra i peggiori dell'anno!? Sei peggio del Cannibale! ;)

      Elimina
  12. Her lo amate tutti, io ho sempre passato oltre con fare snob e indifferente. Peccato.
    Si alza il vento non so se lo voglio guardare, mi sono avvicinata al Sensei da pochissimo ma non sono ancora pronta a mollare la presa. Voglio prolungare ancora per un po' la magia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Her va recuperato.
      Così come Si alza il vento, che ti conviene approcciare una volta terminata la filmografia precedente del Sensei.

      Elimina
  13. oooooh finalmente posso mettere un bel 5/5. Tutte pellicole molto apprezzate anche da me. La mia numero 1 potrebbe essere tra questi 5! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora attendo la tua classifica! :)

      Elimina
  14. Ecco, sono stato uno dei pochi che non è rimasto così impressionato da "Her", pur avendolo trovato un bel film.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. C'è da dire che sono sempre pochi i film in grado di mettere d'accordo - nel bene o nel male - tutti. ;)

      Elimina
  15. "L'anno in cui ho compiuto ventisei anni, a capo della mia ditta di brokeraggio, ho guadagnato quarantanove milioni di dollari, il che mi ha fatto molto incazzare perché con altri tre arrivavo a un milione a settimana."
    Condivido in pieno il primo posto, DiCaprio è 2 spanne sopra gli altri. Ora aspetto la recensione e le tue reazioni su Sons of Anarchy. Corri a recuperarlo presto! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Appena riesco recupero i SamCro, e intanto mi godo anche solo il ricordo del Wolf, un film strepitoso.

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...