mercoledì 24 dicembre 2014

Ford Awards 2014: le serie tv

La trama (con parole mie): è il momento di assegnare uno dei Ford Awards più importanti, quello dedicato alle serie tv. Così come per i libri, anche i serial hanno subito, complici gli impegni genitoriali e quelli lavorativi, una brusca frenata nel corso degli ultimi dodici mesi, lasciando ancora fuori dai radar di Casa Ford titoli importanti come Gomorra, Utopia, Black Sails, Vikings e sicuramente altri che non mi vengono in mente, ma che sono da tempo in lista.
Non che siano mancate la conferme o le new entries, fatto sta che compilare la top ten dei migliori dieci serial passati dalle parti del Saloon nel corso dell'anno che volge alla conclusione è stato tutto tranne che facile.
Fatta eccezione, forse, per il numero uno.



N°10: FRINGE


La sorprendente creatura di J. J. Abrams giunge alla conclusione con una quinta stagione poggiata sulle spalle di uno dei personaggi più complessi e sfaccettati che il piccolo schermo abbia regalato al suo pubblico negli ultimi anni: Walter Bishop.
Lo sci-fi classico incontra la passione e la voglia di raccontare il presente ed il rapporto tra padri e figli attraverso il Tempo ed il Futuro, passando dall'azione serrata alla commozione sentita.
Un addio che lascia il segno, per una serie alla quale, nonostante le diffidenze iniziali, da queste parti abbiamo davvero voluto un gran bene.





Gli avventori del Saloon ben sanno quanto il sottoscritto sia decisamente sensibile ai prodotti legati ai concetti di Famiglia e Fratellanza, con tutti i pro ed i contro del caso.
Ray Donovan, iniziato in sordina e decollato grazie ad un granitico Liev Schrieber e ad un magnetico Jon Voight è diventato, episodio dopo episodio, una certezza: ed ho come l'impressione che lo ritroveremo in questa classifica anche l'anno prossimo, saldo come una roccia.




Ho sempre nutrito una passione viscerale, per le storie ad ambientazione carceraria, da Edward Bunker a Oz: convinto da Julez a seguire questo titolo quasi esclusivamente tinto di rosa, ho finito per ammirare, episodio dopo episodio, la freschezza nella scrittura e lo straordinario lavoro di tutto il cast, ennesima dimostrazione della forza che l'altra metà del cielo è in grado di esplodere - in positivo o in negativo - nel mondo.
Dietro le sbarre, oppure no.


N°7: BANSHEE



Se esistesse un prototipo del prodotto fordiano fatto e finito, Banshee sarebbe tra i candidati migliori a ricoprirne il ruolo: botte da orbi, sesso a volontà, sparatorie, anime nere prestate ai "buoni" ed una serie di situazioni così lontane dalla realtà da finire per apparire più vere della stessa.
La fase di scrittura non sarà tra quelle destinate a rimanere negli annali, ma non importa: guardare Banshee è come concedersi una grigliata con tutte le carni che si preferiscono accompagnata da litri e litri di alcool e con una scopata assicurata alla fine.
Cosa si potrebbe chiedere di più?

N°6: JUSTIFIED



Se Banshee è la versione più fantasiosa della fordianità, Justified ne è il lato, al contrario, molto più vicino alla realtà: ispirata ad un racconto del grande Elmore Leonard, interpretata da uno degli idoli trash del sottoscritto, Walton Goggins, e resa imperdibile da un protagonista da grande romanzo southern - il cowboy moderno Raylan Givens -, è giunta quasi per caso da queste parti diventando in brevissimo tempo un vero e proprio cult.






Con ogni probabilità, la rivelazione di questo duemilaquattordici: produzione inglese, cast poco noto, un intrigo ed un omicidio pronti a sconvolgere una piccola cittadina della costa britannica neanche ci trovassimo nel cuore di un poco onirico e decisamente vero Twin Peaks all'europea e due detectives così diversi tra loro da riuscire a trovare un'alchimia quasi perfetta.
Un pò come il crescendo finale di questa piccola perla.



 

I SamCro sono ormai una realtà consolidata, da queste parti, ed una presenza costante delle classifiche di fine anno: curioso come, agli esordi del blog, fui tra i primi a sponsorizzare un titolo ormai giunto alla conclusione e divenuto un cult anche per alcuni insospettabili - vero, Cannibal? -, mentre ora, con due stagioni ancora da vedere, mi ritrovo ad essere clamorosamente in ritardo sulla tabella di marcia.
Ma poco importa, in fondo. Quello che conta è che la creatura di Kurt Sutter resta uno dei cardini del piccolo schermo fordiano. Sempre e comunque.

N°3: SHAMELESS


Non c'è nessuno come i Gallagher, sul piccolo schermo.
E neppure sul grande, mi sa tanto.
E non c'è nessuno che come i Gallagher, che caduta dopo caduta e risalita dopo risalita, faccia sentire parte di una famiglia.
Noi Ford siamo profondamente, completamente, assolutamente dalla loro: imperfetti e scombinati, dipendenti e passionali, travolgenti e caotici.
Gli outsiders passano tutti da qui.
E noi siamo fieri che sia così.




Potrà essere imperfetta, non sempre lineare, dispersiva, eppure Game of thrones è stata una delle realtà più straordinarie che il piccolo schermo abbia regalato negli ultimi anni: e la season four, con i suoi colpi di scena e sequenze memorabili - su tutte, la morte di Joffrey ed il duello tra The Mountain e Red Viper - ha finito per rinverdire i fasti dell'annata d'esordio.
E con charachters come il Tyrion Lannister di Peter Dinklage e la Khaleesi di Emilia Clarke pronti a dare ancora il loro meglio il futuro non potrà che essere roseo. O al massimo tinto di sangue.





La vincitrice annunciata di questa classifica non ha avuto rivali fin dall'inizio dell'anno, quando ha sconvolto la blogosfera e non solo con le sue otto puntate da cardiopalma, un cocktail perfetto de Il silenzio degli innocenti, Se7en e qualsiasi cosa sia stata scritta - e alla grande - a proposito dei serial killers.
Due protagonisti e due attori straordinari per quello che, indubbiamente, è il titolo della stagione.
E forse non solo.




I PREMI

Preferito fordiano: Raylan Givens, Justified
Miglior personaggio: Rust Cohle, True detective
Miglior sigla: Justified
Uomo dell'anno: Matthew McConaughey, True detective
Donna dell'anno: Taylor Schilling, Orange is the new black
Scena cult: il duello tra The Mountain e il Red Viper, Game of thrones
Migliore episodio: Form and void, True detective
Premio ammazzacristiani: The Mountain, Game of thrones e Raylan Givens, Justified
Miglior coppia: Olivia Colman e David Tennant, Broadchurch

Cazzone dell'anno: Lucas Hood, Banshee
Cattivo dell'anno: Boyd Crowder, Justified



MrFord

26 commenti:

  1. bella classifica io sono alla quarta stagione di fringe, e di game of thrones ho visto solo la prima stagione, anche se le ho recuperate tutte e quattro, devo soltanto guardarle, non nascondo che guarderò anche true detective e le altre che hai elencato, mi hai incuriosita ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E fai bene! Anche perchè sono una bella serie di bombe! :)

      Elimina
  2. Ma tu che fai nella vita per avere tutto questo tempo libero ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Me lo stavo chiedendo pure io XD

      Elimina
    2. Disseziona a coltello la Gente Curiosa su commissione, non e' ovvio? ^__^

      Elimina
    3. *scappa a gambe levate* XD

      Elimina
    4. Di fatto, dormo solo molto poco, purtroppo. ;)

      Elimina
  3. Guardo poco le serie tv, ma True Detective è davvero un capolavoro.Da quando è finito sto ancora cercando di rielaborare il lutto. Condivido la scelta al 100%. Ma Les Revenants non se l'è filata nessuno ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Posso capirti, Black: comunque Les Revenants era al numero cinque della mia classifica delle serie tv dello scorso anno! :)

      Elimina
  4. Si deve dedurre che anche a te i tanto rinomati Gomorra e House of Cards non abbiano entusiasmato? ;)

    RispondiElimina
  5. Giustissimo il primo posto, gli altri mi mancano tutti :D in compenso ho visto Gomorra che devi assolutamente recuperare :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo so, e verrà recuperato a brevissimo!
      True detective rules, intanto!

      Elimina
  6. A parte Fringe e Got,non ho visto nessuna altra di queste serie :/
    *si nasconde in un angolo buio*
    dovrò recuperare almeno TD,a questo punto,e OITNB!
    Sons of anarchy ormai sono davvero troppe,come stagioni,non ce la posso fare ma mi dispiace tantissimo perchè sembra davvero roba che potrebbe piacermi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io, fossi in te, correrei a recuperare True Detective, e anche se le stagioni sono molte, anche SOA e Shameless!

      Elimina
  7. ero curioso di vedere se qualche serie sarebbe riuscita a battere true detective, ma non era davvero possibile. anche perché io te l'avevo già detto dopo la prima puntata che sarebbe stata la tua serie dell'anno...
    game of thrones invece sta troppo in alto, ormai ha stufato!

    sorprendente come sons of anarchy sia diventata un cult più per me. che aspetti a guardare le ultime due stagioni?
    justified potrebbe essere il mio recuperone del 2015, anche se dubito potrà appassionarmi quanto i motociclisti. spero non mi piaccia, non vorrei mai diventare troppo fordiano, però chissà...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Game of thrones ha stufato?Ma se diventa sempre meglio \m/ \m/

      Elimina
    2. A parte le castronerie che riesci a dire a proposito di GOT, Peppa, sono abbastanza sicuro che anche Justified ti sorprenderà!
      Chissà che nel 2015 tu non compia la trasformazione definitiva in fordiano! :)

      Elimina
  8. Un podio delle meraviglie. Nelle posizioni più in basso qualcosa mi manca, recupererò.
    Baingiu

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ottimo, perchè anche sotto il podio trovi cose grosse! :)

      Elimina
  9. effettivamente Utopia, Vikings e Black sails dovresti cercare di recuperarle quanto prima...sono delle belle bombette..
    Sons ho lí l'ultima da vedere ma non ho il coraggio di iniziarla, troppo dispiacere nel vederla finire.
    Banshee nob vedo l'ora della 3!

    @Cannibale recupera Justified, se riesci a tenere botta x le prime 2 stagioni -che cmq son buone- poi dalla 3 in poi decolla inesorabilmente e diventa una figata assoluta con uno dei villain più belli di sempre.
    Fidati di me, fidati di uno che mette Predator nella top 5 dei suoi film della vita

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fratello, lo so: quelli sono tre dei titoli che conto di recuperare il prossimo anno!
      Per il resto, Justified tutta la vita!

      Elimina
  10. Me ne mancano sette su dieci... shame on me. Però le fetecchie dell'anno le ho viste tutte, eh.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le fetecchie sono sempre difficili da ignorare! ;)

      Elimina
  11. Concordo su True Detective: insuperabile quest'anno. Ora mi sto dedicando a Fargo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche di Fargo sono molto curioso: staremo a vedere nel 2015!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...