lunedì 14 novembre 2016

Knight of cups (Terrence Malick, USA, 2015, 118')



Voce off.
Cartolina.
Pippone.
Ripetere. 

Voce off.
Cartolina.
Pippone.
Ripetere.


Voce off.
Cartolina.
Pippone.
Ripetere. 


 
Voce off.
Cartolina.
Pippone.
Ripetere. 


 
Voce off.
Cartolina.
Pippone.
Ripetere. 






MrFord







 
 
 

26 commenti:

  1. Una delle più drammatiche morti artistiche degli ultimi anni, che tristezza infinita.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Assolutamente d'accordo: e pensare che fino a The new world lo consideravo intoccabile.

      Elimina
  2. Ahahahahahahahahahah!!!!
    Mai recensione fu più appropriata :)
    E pensa a me... che a Venezia mi sono visto "Voyage of time" alle 9 di mattina!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Voyage of time non l'ho ancora visto, ma mi sa tanto che qui farà la stessa fine di questo. ;)

      Elimina
  3. Probabilmente lo guarderò dato che stiamo parlando pur sempre di Malick, ma ne sto leggendo davvero male in giro e mi sembra che ultimamente il buon Terrence faccia troppi film, era meglio quando passavano eoni tra uno e l'altro.
    Voyage of time invece non vedo l'ora di vederlo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Era assolutamente meglio prima che la svolta da padreterno non gli fottesse il cervello. ;)

      Io, invece, voglia di vedere Voyage of time non ne ho neanche per sbaglio. ;)

      Elimina
  4. Risposte
    1. Minchia l'ho pensato anche io, il mondo sta per finire
      [Scappa via urlando]

      Elimina
    2. Un tributo!
      (a Malick non ci avviciniamo neppure lol)

      Elimina
    3. Effettivamente devo ammettere che quando mi è venuta l'idea ho pensato a te.
      Meno male che, quantomeno, il film l'ho idealmente massacrato. ;)

      Elimina
  5. A quanto pare è piaciuto solo a me, sono pippona senza rendermene conto ahahahaha! XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahaha beh, qualche radical pronto a sbavarci sopra lo troverai di certo! ;)

      Elimina
  6. Decisamente un post Cannibale, ma anche decisamente appropriato.
    Quanto andrà avanti con questa struttura il bollito Malick?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non saprei: di certo, andando avanti così, si gioca tutti i crediti guadagnati nella prima parte della sua carriera. ;)

      Elimina
  7. Qualche sospetto ce l'avevo...ora che il buon Terrence vada in pensione?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Direi che è già da qualche anno che dovrebbe andarci! ;)

      Elimina
  8. Già dal trailer mi ero rotto le balls

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pensa che invece io avevo qualche speranza che fosse meglio dei due pipponi precedenti: e invece niente.

      Elimina
  9. Ahahahah, concordo con la recensione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ormai mi sa che Malick sortisce lo stesso effetto a quasi tutti gli appassionati! :)

      Elimina
  10. Stupisciti... la pensiamo allo stesso modo ^^'

    RispondiElimina
  11. a me è piaciuto :-), secondo me non tutti sanno fare pipponi e voice over a qual modo! :-)

    RispondiElimina
  12. Salto, ché Malick già mi piace poco quand'è osanatissimo. Regista raffinato, sì, ma ho visto pubblicità della Simmenthal con più contenuto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ai tempi lo adoravo, ma da The tree of life in poi, a mio parere, si è bollito fortissimo.

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...