lunedì 27 agosto 2012

Troppo brutti

La trama (con parole mie): per il grande rientro dalle ferie cosa c'era di meglio di una bella, robusta e sana Blog War? Parecchie cose, direte voi. Come un bel mesetto di ferie pagate alle Maldive, per esempio.
Ma la vita è dura, e proprio per ricordarvelo io e il Cannibale, questa volta, ci siamo cimentati in una battaglia a suon di ciofeche così terrificanti da far vergognare la settima arte tutta.
Mettetevi dunque comodi e preparate gli appositi sacchettini, perchè il rischio di trasformarsi in piccoli protagonisti di un remake de L'esorcista c'è tutto.


"Cannibale, te li sogni dei baffi come i miei!"
 
Ed eccoci qui. Di nuovo. Dopo la pausa estiva. Con la prima attesissima, anche se non si sa bene da chi, Blog War della stagione 2012/2013.
Il Cannibale non di Baltimora bensì di Casale Monferrato contro lo scemo non del villaggio bensì di Lodi.
Il solo, unico e originale Cannibal Kid contro il Fordaco generico.
Cannibal Klein contro Forducci.
Cannibal the Hannibal contro Ford the Anal Animal.
Il Cucciolo Eroico contro il Vecchietto Fifone.
La storia infinita, la sfida infinita di Bastian Kid contro il nulla fordiano che avanza.
Il John Holmes della blogosfera, per grandezza di ego e non solo, contro il James Holmes della blogosfera, perché quando entra lui in una sala, sappiamo già di doverci aspettare un attentato contro il cinema.

Per cominciare la nuova campagna bellica, i due eterni rivali di blog hanno pensato bene di aprire in bellezza, ovvero in bruttezza. Da bravi bambini hanno fatto per bene i compiti delle vacanze e hanno preparato due liste degne di tutto il vostro disprezzo con i peggiori film nella storia del cinema. I peggiori, o comunque i più odiosi, più fastidiosi, più da bottigliate come direbbe il Ford.
O delle autentiche forderie, come direbbe anzi come dice il Cannibal.
Che si aprano le stalle, con il peggio oggi selezionato solo per voi da me medesimo in persona.
Ecco la flop 10 cannibale.
Cannibal Kid

L'attesa è dunque finita: e non sto parlando del già attesissimo terzo capitolo della saga degli Expendables, ma della faida che ormai è un pò il metronomo delle forze presenti nella blogosfera, o almeno questo è quello che i suoi protagonisti sognano che sia.
Il cuore fordiano contro il deretano cannibale.
Cannibeatles contro Rolling Fords.
I Rogues cannibali contro i Guerrieri di Ford.
Il grande Fordino contro i magheggi loschi della Cannibalentus.
Macaulay Kid contro Ford Wayne.
Potremmo andare avanti ore, ma allora aver scelto e sopportato le reciproche liste non avrebbe più senso. Dunque, che la lotta abbia inizio: è ora di fare la guerra.
Mister James Ford

"Hey ragazzi, ma dov'è finito il Cannibale?" "E' tornato a Casale, dice che è meglio di Liverpool!"
1. Troppo belli (2005) di Ugo Fabrizio Giordani


Cannibal Kid Un film troppo brutto per essere vero e troppo brutto pure per perderselo. Il cinema cannibale anche quando regala il peggio del peggio riesce a far sempre divertire e questo Troppo belli vi assicuro che qualche risata troppo bella ve la regalerà.
Il punto di forza (si fa per dire) della pellicola (si fa per dire) sono i due attori (si fa per dire) protagonisti: Costantino Vitagliano e Daniele Interrante. I più giovani nemmeno si ricorderanno di loro, visto che erano famosissimi (si fa per dire) una manciata di anni fa ma adesso sono spariti del tutto dai radar, soprattutto il secondo.
Costantino e Daniele in questo film sono davvero fenomenali e riescono in un’impresa mica da poco: riuscire a non essere credibili nemmeno nella parte di loro stessi. Questo è infatti un po’ l’8 Mile de’ noantri, solo che anziché essere un film su Eminem e sul rap è una roba su due incapaci che vogliono diventare modelli barra attori barra celebrità senza saper far nulla, specchio riflesso senza ritorno dell’Italietta degli anni Zero. Zero neuroni. Oppure, a essere visionari e pure strafatti, potremmo vederlo come una sorta di film neo neorealista interpretato da attori di strada non professionisti. E si vede.
Ciliegina sulla torta, una colonna sonora appositamente composta da…
Angelo Badalamenti?
Di più!
Ennio Morricone?
Di più ancora: Gigi D’Alessio…
Cosa aspettate ancora a vederlo?
E scommetto che a Ford, da buon patito di film con protagonisti a perenne torso nudo, non è dispiaciuto nemmeno. Anzi, se l’è pure tenuto nella sua cartella personale di film “hot” insieme a Demolition Man, quello in cui Stallone mostrava come mammà l’ha fatto uahahah!
James Ford Un film davvero troppo brutto per essere vero, un pò come il Cannibale, che fin dal mio arrivo nella blogosfera è stato una spina nel fianco di considerevole entità.
Effettivamente, però, nonostante le innumerevoli sue pessime qualità, alla fine risulta essere un film anche troppo innocuo per essere davvero preso a bottigliate come ci si aspetterebbe.
I due troppo protagonisti e troppo inutili, spariti in fretta e furia e troppo giustamente dagli schermi italioti, sono ridotti così male da risultare troppo innocui.
Insomma, un film troppo brutto, è vero, ma che non potrà mai avere una chance a fronte della terrificante selezione fordiana.
CK Detto in altre parole: ti è piaciuto. Vedi due bicipiti gonfiati e degli addominali a tartaruga, Ford, e non capisci proprio più niente!
JF Preferisco continuare a dedicarmi al wrestling, e lasciare a te i tronisti!
CK Sinceramente, non so quale delle due cose sia peggio…

"Cannibale, ha detto Ford che preferisci noi al wrestling, ed eccoci qui, tutti per te!"
2. Amore 14 (2009) di Federico Moccia


CK Se potessi scegliere come acerrimo nemico personale un rivale “VIP”, anziché lo sconosciuto Ford, vorrei avere Federico Moccia.
Io odio Moccia.
Non ho mai letto un suo libro, ma lo odio. Mi basta sentirlo parlare per farmi venire l’orticaria.
E poi mi è bastata la visione dei film tratti dai suoi capolavori letterari. Ma se Scusa se ti chiamo amore e Scusa ma ti voglio sposare purtroppo me li sono persi, 3MSC e Ho voglia di te almeno erano pessimi, ma ancora mediamente pessimi, e segnalavano un attore comunque abbastanza valido come Scamarcio. In questo Amore 14 invece non c’è niente da salvare: è qualcosa di agghiacciante e basta.
Non a caso, rappresenta pure l’esordio alla regia del Moccia con sceneggiatura del Moccia tratta da un libro del Moccia. Un Moccia che si diverte come un bambino con una serie di trovate da scuola elementare, per uno di quegli scherzi cinematografici che se non altro ti fanno sentire meglio con te stesso: se lui è uno scrittore, sceneggiatore e pure regista di successo, al mondo non ci sono davvero limiti per nessuno!
A questo punto nemmeno per te, Ford.
Se volete approfondire su questa perla del cinema italiano, vi rammento la mia recensione:
JF Incredibile a dirsi, ma neppure troppo. Anche io odio Moccia.
L'ho sempre trovato squallido e anche un pò viscido, e di certo, al contrario del mio rivale, non mi sono mai lontanamente sognato di vedere un suo film o leggere un suo libro.
Amore 14 è una schifezza agghiacciante, uno di quei film che paiono scritti, girati e realizzati da una ragazzina delle medie, che è probabilmente quello che Moccia sogna di essere. O peggio.
Eppure, così come per Troppo belli, siamo di fronte ad una pellicola che impallidisce di fronte alla ben più terribile e temibile lista composta dal sottoscritto, costruita su titoli che puntano davvero in basso, non come questa robetta da Katniss Kid al tempo delle mele.
CK Moccia comunque adesso sta pensando di allargare il suo target anche al pubblico della tua età: il suo prossimo capolavorone dovrebbe intitolarsi infatti Amore 90! uahahah

"Lo vedi quel puntino nel cielo? E' il Cannibale. Ford l'ha sparato in orbita con un calcio rotante."
3. Melissa P. (2005) di Luca Guadagnino


CK E dopo il Moccia, un altro caso letterario trasformatosi in incubo, pardon in celluloide. Evitando di commentare il capolavoro della Melissa Panarello che come scrittrice non so come sia ma fisicamente è una bella gnugna, mi limito a un commento veloce sul film: ridicolo. Ecco cos’è.
La voce fuori campo della protagonista (un’attrice parecchio cagna, tra l’altro), così come quella dell’Amore 14 qui sopra, è quanto di più odioso si possa immaginare, mentre la regia di Luca Guadagnino (che poi si farà perdonare con il soprendentemente valido Io sono l’amore) non è nemmeno così atroce. Non è colpa sua, è soltanto l’insieme delle situazioni ad apparire comico in una tragica e involontaria maniera.
Una pellicola scandalo (sì, ma solo qualitativamente), una pellicola erotica (ma dove?), una pellicola adolescenziale (ma in cui si possono ritrovare giusto le adolescenti zoccole)... Tutto questo e molto altro ancora è Melissa P., e se vi chiedete per cosa stia quella P puntata ve lo dico io: non sta per Panarello, non sta per Prostituta, ma sta per Porcheria.
A te la parola, Mr. James F. (F. sta per Fetuso ahahah)
JF E da una robetta insignificante per primi adolescenti, passiamo ad una robetta insignificante finto trasgressiva per primi adolescenti.
Forse il film peggiore della decina scelta dal Cannibale, e l'unico - o quasi - in grado di battersi con i titoloni che il mio acerrimo nemico si è dovuto sorbire - e per una volta, mi pare quasi di provare una certa pietà per lui -.
Nocivo, volgare, diretto male e recitato anche peggio, è il degno erede di uno dei più scandalosi casi editoriali della Terra dei cachi - e no, non sto parlando di L'ultima estate di Joan e altri racconti, che trovate recensito proprio qui: http://whiterussiancinema.blogspot.it/2012/07/lultima-estate-di-joan-e-altri-racconti.html - e di uno dei personaggi da bottigliate più irritanti della televisione: no, non Cannibal K. - che sta per kilt, viste le gonnelline che sfoggia quando fa shopping con la sua inseparabile amica Katniss -, ma Melissa P.

"Leggere Pensieri Cannibali è una vera tortura!"
4. Avatar (2009) di James Cameron


CK Che merdaccia, Avatar!
Salutato come un capolavoro rivoluzionario da qualche tizio ubriacato dall’effetto degli occhialini 3D come Ford, Avatar è diventato il più grande incasso cinematografico di tutti i tempi.
Questa merdaccia, il più grande incasso di sempre?
Giusto su un pianeta stupido come la Terra poteva succedere una roba del genere, manco su Pandora…
Su Fordlandia una ciofeca tanto colossale ovviamente non poteva che scatenare grandi entusiasmi, visto che il mio blogger rivale in questi giocattoloni tutti effetti speciali e zero idee davvero nuove ci sguazza. Ma tranquilli, perché l’esercito cannibale è pronto a radere al suolo sia Fordlandia che Pandora con tutti ‘sti ca**o di Puffi giganti!
Un merito comunque questa schifezza ce l’ha, ha ispirato una delle mie recensioni di maggiore successo:
JF Ovviamente solo uno squilibrato privo di senso della meraviglia come il mio antagonista poteva inserire nella sua decina dedicata al peggio del peggio un film FANTASTICO come Avatar, tripudio della filosofia che guidò registi come Spielberg in decenni strepitosi come gli eighties e che è stata una delle scintille alla base del Cinema.
Già ai tempi contestai parecchio la posizione del Cannibale in merito, ma ancora non lo conoscevo bene, e dunque non avevo ancora abbandonato la speranza: la stessa che avrà dovuto mollare lui scoprendo quelli che sono DAVVERO film brutti.
A proposito, se volete leggere una vera recensione del film di James Cameron, la trovate qui: http://whiterussiancinema.blogspot.it/2010/05/avatar.html.
CK La meraviglia la provo quando mi trovo di fronte a delle idee originali, a delle belle sceneggiature, a dei dialoghi che vanno più in profondità di un ridicolo: “Ti vedo”. Quella che tu chiami meraviglia e che io invece definisco merdaviglia sono solo dei lucertoloni blu che si muovono in un mondo che sembra uscito dall’introduzione di un qualche videogame di ultima generazione. Ma il Cinema vero è tutt’altra cosa.
JF Dev'essere la stessa meraviglia dietro alle idee originali e alle belle sceneggiature come quelle di Detachment o The tree of life, che ringrazia il cielo non troveremo nella mia lista, anche se solo per il rotto della cuffia!
CK La sceneggiatura di Detachment è effettivamente notevole e l’originalità e il senso di meraviglia che emana un film come The Tree of Life credo sia fuori discussione. Almeno quando si vede il Cinema con i propri occhi e non con gli occhialini 3D…
JF La meraviglia la farei volentieri emanare a fiotti dalle teste di Kaye e Malick dopo averli presi a bottigliate rotanti!

"Cannibale, io ti vedo!"
5. Baarìa (2009) di Giuseppe Tornatore


CK Oddio, sto male al solo ripensarci, alla visione di questo film.
Mi vengono dei capogiri come ogni volta che sto per leggere una nuova recensione su WhiteRussian.
Un’accozzaglia di scenette con personaggi vari che vorrebbe costituire un affresco alla Amarcord e finiscono per somigliare a una raccolta, pure mal riuscita, di barzellette e sketch atroci e slegati tra loro. Pure questo salutato da qualcuno come un capolavoro, tanto per dire com’è messa la scena cinematografica italiana…
Baarìa, pussa via!
JF Ennesima conferma della scarsa capacità del Cucciolo Eroico di individuare titoli che siano davvero brutti almeno quanto quella già nota a tutto il mondo di individuarne di belli. Baaria fece discretamente cagare anche a me - del resto, non ho mai amato Tornatore ed il suo tronfio modo di girare -, e trovai assurdo uno spreco di soldi e di elogi per una pellicola davvero senza infamia e senza lode, ma da qui a prenderla come il peggio che il Cinema italiano abbia prodotto negli ultimi anni, ce ne corre.
Tutto sommato, sono rimasto molto più deluso, considerate le aspettative, da This must be the place.
CK Baarìa è un vero orrore e il paragone con lo splendido This Must Be the Place è un secondo orrore. Oddio, mi sento sempre più male!
JF Dunque il mio lavoro sta finalmente dando i suoi frutti! Ahahahahah!

"Ma che è, Inception!?" "Seeee, te lo sogni!"
6. La ricerca della felicità (2006) di Gabriele Muccino


CK I primi film del Muccino mi sono pure piaciuti: freschissimo l’esordio Ecco fatto, parecchio riuscito Come te nessuno mai, interessante e intenso il melò L’ultimo bacio, seppure persino un po’ troppo intenso e melò, non del tutto riuscito ma a suo modo coraggioso nel cercare di fotografare l’Italia degli ultimi anni Ricordati di me. Poi, la caduta verticale. Muccino viene contattato da Hollywood, addirittura da Will Smith, e si monta la testa. Quel che ne è uscito fuori è un vergognoso inno al capitalismo come chiave per la felicità, una cartolina dell’American Dream più falso (nonostante sia tratto da una storia vera) che di lì a poco avrebbe portato il paese e mezzo mondo nel baratro della crisi economica. Il tutto mascherato da favola buonista di quelle che più stucchevoli non si può.
Una pellicola in cui tutto risulta artefatto, dalla recitazione di Will Smith e del raccomandatissimo figlio alla ricostruzione degli anni ’80 peggiore mai vista (e io adoro i film ambientati negli 80s).
Se la ricerca della felicità porta a una roba del genere, io sono più felice quando faccio visita al blog WhiteRussian. Fate voi…
JF Film che non avevo mai visto e che ho dovuto recuperare proprio in occasione di questa Blog War: onestamente, trovo Muccino uno dei registi italiani più dannosi al momento in circolazione, finito peraltro prematuramente con il discreto Come te nessuno mai e mai più ripresosi, da L'ultimo bacio in avanti.
Un film che è una sorta di festival della retorica, che però resta interessante per la lezione che il piccolo Jaden da al gasatissimo Will Smith in quanto a talento nella recitazione.
Per il resto, gran bottigliate, anche se decisamente di tono più bonario di quelle che la selezione fordiana ha il potere di scatenare in qualunque tipo di spettatore.
CK Vabbè, ma anche Elisatetta Canalis potrebbe dare lezioni di recitazione a Willy Smith. Forse…

"Piccolo Cannibale, questo è un libro dei tempi di Nonno Ford."
7. Spice Girls - Il film (1997) di Bob Spiers


CK Quando sono venute fuori le Spice Girls, nel 1996, avevo 14 anni e sono diventato subito un loro fans. Cioè, volete mettere come potesse suonare un pezzaccio come Wannabe alle orecchie di un quattordicenne negli anni Novanta?
Dinamite pura.
Ora, sfottetemi pure!
Tu, Ford, no. Rispetto a ciò che ascolti te, le Spice Girls sono ancora un lusso ahahah!
L’infatuazione per le 5 Bitch Spice Girls è stata però di quelle brevi, da perfetto fenomeno pop usa e getta. Al punto che soltanto una manciata di mesi dopo, ai tempi dell’uscita del loro secondo disco accompagnato addirittura da questa atroce pellicola, il mio entusiasmo nei loro confronti era già scemato.
Più che una pellicola, questo Spice Girls - Il film è un’operazione di marketing, e pure fatta male. Malissimo. L’avevo trovato ai limiti dell’inguardabile già allora, oggi fa l’effetto (quasi) di un film con Van Damme.
Comunque, potrebbe esserci di molto peggio in giro: Mr. James Ford - Il film, ad esempio.
JF Ai tempi in cui impazzarono le Spice girls ricordo che guardavo con sdegno le ragazzine impazzite per le inutili ragazze inglesi così come i pochi presunti maschietti che si fecero travolgere dal fenomeno. Fortunatamente per il Cannibale, allora ancora non ci conoscevamo, altrimenti sarei stato ben volentieri promotore di una campagna di calci rotanti alla Van Damme tutti sparati dritti sul suo grugno.
Comunque, un film davvero imbarazzante, ma che risulta innocuo proprio per la sua inutilità. Una specie di Troppo belli con gente che, almeno, famosa lo è stata davvero.
CK Ai tempi in cui impazzavano le Spice Girls tu avevi già 125 anni, è normale che non ti piacessero. Oltre al fatto che la tua solita fissa per i maschioni a torso nudo ti facesse preferire i Take That ahahah!

"All'inizio dovevamo essere in sei, ma Katniss Kid ci ha preferito i Beatles!"
8. Pinocchio (2002) di Roberto Benigni


CK La vita è bella non è che mi avesse esaltato più di tanto. Però Benigni veniva dagli Oscar conquistati, dall’acclamazione internazionale e per questa ambiziosa nuova versione del Pinocchio c’erano una produzione e un budget di quelli mai visti in Italia. Benigni sembrava poi il personaggio perfetto per rileggere la storia di Collodi. Le mie aspettative nei confronti del film erano quindi discretamente alte.
Pinocchio si è rivelato invece un naufragio, un tuffo dritto nella pancia della balena, con apparizioni tragiche (i Fichi d’India, Cristo santo!) e momenti oltre il ridicolo (“Rivivisci, fatina, rivivisci.”).
Certi abbinamenti che sulla carta sembrano perfetti come Tim Burton + Alice in Wonderland o come Benigni + Pinocchio, si possono rivelare dei disastri to-ta-li. Perciò Ford, se hai intenzione di scrivere un romanzo sul wrestling, attento: potresti persino fare peggio di loro…
JF Senza dubbio una schifezza immonda ed il punto di non ritorno per la carriera di Benigni. Azzeccato anche il paragone con Burton e la sua pessima Alice, così come quel "Cristo santo!" rispetto ai Fichi d'India, che ho sempre detestato.
Eppure, sarà per Kim Rossi Stuart - unico a salvarsi -, sarà che ho in mente cose decisamente più atroci girate da registi decisamente più atroci, ma ancora non sono sconvolto come mi sarei aspettato da una decina che si rispetti.
Del resto, così come io cercherò di evitare un romanzo sul wrestling, il Cannibale dovrebbe ripensare alla sua idea di scrivere di Cinema! Ahahahahahahah!
CK Rivivisci, Ford, rivivisci.
Anzi, no, stiamo bene anche senza di te uahahah!

"Pinocchio, non fare come me, o presto diventerai un asino!" "E tu chi saresti!?" "Ma come, sono il tuo vecchio amico Cannibale!"
 9. Batman & Robin (1997) di Joel Schumacher


CK Tra i film sui supereroi, il personaggio di Batman è stato quello meglio sfruttato, grazie a Tim Burton prima e ancor di più grazie a Christopher Nolan poi. Ma il cavaliere oscuro ci ha regalato anche una perla kitsch di livello infimo. Nonostante il cast composto da ottimi attori (Uma Thurman e George Clooney qui entrambi ridicoli) e meno ottimi (uno Schwarzy persino al di sotto dei suoi livelli, Chris O’Donnell e Alicia Silverstone già in caduta libera e destinati a precipitare nel dimenticatoio), Joel Schumacher riesce a dare il peggio di sé, e sì che di film pessimi nella sua carriera ne ha girati tanti.
A questo punto, molto meglio i Batman & Robin della blogosfera: Cannibal Kid e Mr. James Ford. Decidete voi chi sia Batman e chi Robin, ma almeno per quanto riguarda loro non parlate di rapporto bromantico, per favore.
JF Joel Schumacher di schifezze ne ha fatte quasi quanto il Cannibale, tanto da riuscire a massacrare non una, ma ben due volte un personaggio stupefacente come quello di Batman. Tra l'altro, questo film è effettivamente così brutto da mettere d'accordo me ed il piccolo Robin Kid anche rispetto a Schwarzy, qui davvero ai suoi minimi storici.

"Hey, Ford, dici che è stata davvero una buona idea vestirci così?" "Dammi retta, Cannibal: saremo presto i nuovi campioni di coppia della WWE!"
10. Basic Instinct 2 (2006) di Michael Caton-Jones


CK Basic Instinct 1 è un film che in qualche modo ha segnato per sempre chi, come me, è cresciuto negli anni ’90. Ha rappresentato un po’ lo sdoganamento del porno nell’ambito del cinema mainstream, sebbene visto oggi appaia decisamente più ridimensionato. Ma quando sei un ragazzino, scene come l’accavallamento di gambe di Sharon Stone e i suoi amplessi omicidi ti segnano.
Il secondo episodio è arrivato fuori tempo massimo, con una Sharon Stone ormai ridicola nei panni della scrittrice ninfomane portata sempre più all’estremo e diventata la parodia di se stessa. Il film vanta una tensione thriller inesistente e una carica erotica pari alla visione di Mr. James Ford che si fa la doccia canticchiando sotto l’acqua qualche pezzo dei pure loro fuori tempo massimo Backstreet Boys.
Io odio i sequel. Salvo poche eccezioni, spesso si rivelano un modo per riciclare le idee dell’originale riproponendole stancamente. Qui però si va oltre, portando il tutto su un piano di comicità involontaria che è un po’ il filo conduttore di tutte e 10 le atroci pellicole da me selezionate apposta per voi fedeli lettori cannibali e meno fedeli lettori fordiani.
L’unica cosa che manca per rendere peggiore un film come Basic Instinct 2, a questo punto, è giusto l’accavallamento di gambe di Mr. Ford…
JF Con Melissa P, il peggior titolo della selezione del mio rivale.
Terribile dall'inizio alla fine, tanto da spingermi in più di un'occasione quasi ad abbandonarne la visione - e non era accaduto neanche per Troppo belli, fate voi -, ma che ho orgogliosamente portato a termine felice di dimostrare che anche il peggio che il Cannibale potrà riservarmi non sarà mai e poi mai in grado di tenere testa a quello che io sarò pronto a riservare a lui!
CK E così, alla fin fine, sono riuscito a sfiancare quel mollaccione del Ford, che domani ci proporrà la sua decina dei peggio film. E per essere brutti saranno brutti, ma non più di una qualunque altra sua lista buahahaaah!

"Mettiti pure comodo, Cucciolo Eroico: Ford mi ha chiesto di prepararti un cocktail speciale!"

33 commenti:

  1. di questo bellissimo (ehm) elenco ho visto solo, mio malgrado, Baaria - che, insomma, c'è di peggio senz'altro - e... Pinocchio. Mio malgrado. Ricordo che ero in un'orrida multisala (io ODIO le multisala) credo a Melzo, e ricordo anche che io volevo con tutte le mie forze riuscire a dormire, ma inutilmente. il volume era troppo alto. Ma ero riuscita a rimuovere il ricordo. Poi vi ho letto, mannaggia a voi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ringrazia semmai benigni che è passato dalla vita è bella, alla vita è brutta :)

      Elimina
    2. Poison, questo elenco è terribile, ma non è nulla, ti assicuro, rispetto al mio di domani.

      Per quanto riguarda Pinocchio, è uno dei titoli scelti dal Cannibale sul quale mi trovo più d'accordo!

      Elimina
    3. sono davvero curiosa. anche un po' timorosa, a dire il vero. che già questi, in effetti, sono abbastanza pesi, in quanto a bruttezza.

      Elimina
    4. Niente a che vedere con i miei di domani.
      Oggi dilettanti allo sbaraglio, domani professionisti del non ritorno. :)

      Elimina
  2. Ah ah! Finalmente. Speravo vi cimentaste su una blog war sul peggio del peggio...
    Qualcuno non l'avrei inserito: Avatar non è un capolavoro ma metterlo fra i primi dieci mi pare troppo. Capisco però che a contribuire allo schifo c'è anche la sproporzione fra successo e qualità. Cose che peggiorano la cultura. Per cui alla fine, forse, sono d'accordo anche su Avatar.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. il fatto che avatar sia il più grande incasso nella storia del cinema è appunto un insulto alla storia del cinema.
      checché ne dica ford...

      Elimina
    2. Avatar è una bomba. E continuerò a ripeterlo all'infinito, con buona pace del Cucciolo Eroico! ;)

      Elimina
    3. Mi spiego meglio. Non è che Avatar sia brutto, è un film che si guarda volentieri... Infatti non lo avrei messo tra i dieci peggiori. Che sia il film più visto di sempre, ecco, è oggettivo, per carità. Non è detto che coincida con il più bello di sempre.

      Elimina
    4. no no, el gae.
      avatar è proprio brutto :)

      Elimina
    5. Il più bello di sempre no.
      Un brutto film solo nella fantasia malata del Cannibale! ;)

      Elimina
  3. Per un attimo ho pensato che Mamma ho perso l'aereo fosse nella top 10 e stavo già per profondermi in strali...!
    Non vedo l'ora di scoprire la tua top 10, al momento mi alleo con te per la difesa del bellissimo Avatar e mi cavo gli occhi ripensando a Batman & Robin e al moscissimo Pinocchio di Benigni.
    L'altra roba, per fortuna, non l'ho vista!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mamma ho perso l'aereo è un cult cannibale, ovviamente, e solo uno squilibrato come ford poteva usare un'immagine così d'apertura... :)

      bellissimo avatar???
      AAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAH
      AAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAH

      Elimina
    2. La mia top 10, Babol, sarà costuita su film davvero terribili, mica con la robetta proposta dal Cannibale.
      E concordo in pieno: Avatar BELLISSIMO.

      Elimina
  4. anche a me Avatar è piaciuto pochino, tanto moderno come forma e tanto deteriore come sostanza...sono d'accordo anche su Baaria un kolossal(e) falso d'autore...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bradipo, mi tocca bottigliare anche te per la questione Avatar: potrà anche non piacere, ma inserirlo tra i dieci film peggiori mi pare davvero assurdo. ;)
      Anche rispetto ai titoli ben più brutti che inserirò io domani!

      Elimina
  5. Avevo visto giusto allora ;)
    Ho vinto qualcosa o mi offri da bere?
    Ti sostengo per Avatar e Pinocchio non l'avevo trovato così orrendo. Certo alcune cose si potevano risparmiare come la Nicoletta Braschi però come hai detto Kim Rossi Stuart ha fatto un'ottima prova e devo dire che mi è piaciuto molto il finale con l'ombra di Pinocchio che segue la farfalla (chissa perché :D)
    Inoltre Benigni avrebbe dovuto interpretare Pinocchio in un film di Fellini. Chissà cosa sarebbe saltato fuori. E' un po' come chiedersi chissà come sarebbe stato Artificial Intelligence realizzato da Stanley Kubrick.
    Adesso aspetto la tua lista e mi raccomando: mai uscire la caverna senza la Blog-war Credit Card

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alma, nonostante il sostegno per Avatar, non posso proprio andare contro al Cannibale rispetto a quell'obbrobrio di Pinocchio!
      Per il resto, non voglio farmi troppe domande sul cosa sarebbe stato, quanto più che altro alla mia imminente vittoria grazie alla lista di domani! :)

      Elimina
  6. Irriverent Escapade27 agosto 2012 15:07

    Procedo con ordine.
    Io (e sono sicura di non essere sola) aspetto sempre con curiosita' la blog war;
    glisso su Troppo Belli, gia' detto che i miei cani hanno piu' talento dei due ex pupi di Lelemora;
    cicca cicca Cannibal: se non hai mai letto il guru de noantri Moccia, cosa ci facevano un paio di suoi masterpieces in una foto che hai postato qualche tempo fa? Confessa di avere peccato. Io scaglio tranquillamente la prima pietra in quanto mi sono sempre opportunamente mantenuta a debita distanza da qualsiasi cosa porti la sua firma;
    Melissa P, gia' inutili i colpi di spazzola nero su bianco, figuriamoci in pellicola;
    Tornatore e Benigni per me sono dei sopravvalutati ma meriterebbero una categoria a parte. Benigni in particolare lo sopporto poco da quando ho saputo che ha scritto la Vita e` bella dopo aver letto (e rifiutato) la sceneggiatura di Train de vie....
    Avatar non e' il mio genere.....ma dargli della ciofeca, ma daiiiiiiii!
    Muccino spesso mi ricorda quella grande attrice della Cucinotta che dice di aver recitato negli States per una comparsata di 2 minuti. Altro sopravvalutato
    Batman e Basic instincts 2, non pervenuti.....ma confesso di non sentirne la mancanza.


    PS Ford, guarda che Casale E' meglio di Liverpool;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sorella, comincio dalla fine: sicuramente Casale sarà meglio di Liverpool - una città evitabile -, ma sai com'è, non posso esimermi dal provocare il Cucciolo! :)
      Per il resto, mi confermo d'accordo su Avatar e ti do l'appuntamento a domani, quando si troveranno davvero i film più brutti del secolo!

      Elimina
  7. Aspetto la tua decina, con questa del Cannibale mi trovo d'accordo, eccezione per Avatar...non se puede! A me è piaciuto molto!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Melinda, Avatar è piaciuto molto anche a me.
      E' il Cannibale che non ci ha capito una fava! ;)

      Elimina
  8. Come ho già detto di là, concordo su Avatar, una noia mortale giustamente massacrata agli Oscar da The Hurt Locker, e La ricerca della felicità (davvero tremendo). Batman e Robin più che brutto è ridicolo.
    Dopo aver letto il tremendo libro, mi son risparmiata la sofferenza di veder le pagine di Melissa P. sullo schermo...chissà che schifezza.
    Gli altri non pervenuti, ma sulla carta paion bruttini davvero.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Avatar, secondo me, è uno degli esempi di meraviglia più coinvolgenti ed emozionanti degli ultimi anni, un inno al Cinema da bocca spalancata. Lo stesso che avrebbe voluto essere - e che non è stato - Hugo Cabret. ;)
      La ricerca della felicità deludente, ma niente in confronto a Sette anime, davvero terribile.
      Comunque, i film brutti davvero arriveranno domani con la mia lista.

      Elimina
    2. tanto per rimanere in tema di ugo capretto, avatar ha fatto lo stesso effetto del treno dei lumiere ai tempi.
      il Cinema vero, quello però è arrivato con méliès.

      Elimina
    3. Diciamo che i Lumiere hanno messo gli strumenti, e Melies il genio.
      Ma almeno Avatar porta anche emozioni - anche in negativo, nel tuo caso -, il Capretto portava solo una gran voglia di farsi una bella dormita. ;)

      Elimina
  9. Brutti brutti film davvero, anche se l'inserimento di Avatar non lo condivido. Non sarà il Film definitivo, ma è davvero impossibile non guardarlo estasiati.

    Sono curioso di leggere la tua.
    ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. avatar lo si può guardare come si guardano i video introduttivi dei videogame, che a me per lo più lasciano indifferenti.
      però un film vero è tutt'altra roba!

      Elimina
    2. Fratello, la mia sarà davvero una lista con i controcazzi. Mica la roba da ragazzine del Cannibale! ;)

      Cannibale, confessa: Cameron ti ha fatto un torto da piccolo, ed è per questo che continui a bersagliarlo per partito preso! ;)

      Elimina
    3. quando james cameron ha fatto cose buone, non ho avuto problemi ad ammetterlo, come la sceneggiatura di strange days. peccato sia la sola cosa decente che abbia mai fatto uahahah

      Elimina
    4. Certo, e buttiamo pure via Aliens - Scontro finale, i primi due Terminator, Titanic e Strange Days, per l'appunto. Tu sì che ne capisci di Cinema! ;)

      Elimina
  10. Dei dieci film in classifica ho visto solo tre, tra cui Avatar, Baaria e Melissa P.
    Se sull'ultimo titolo posso essere d'accordo, non concordo per niente su gli altri due. Avatar, come qualcuno ha ben detto, è una gioia per gli occhi e per il cuore, anche con una trama abbastanza scontata, mentre Baaria, pur non essendo un capolavoro, è un film molto interessante che tenta di raccontare, anche riuscendoci parzialmente, una parte della storia italiana, in particolare del Sud Italia. Infatti è un film ma allo stesso tempo no, perchè non ha una vera e propria trama. Scorre come lo scorrere del tempo, mostrando i cambiamenti del nostro Paese, dai grandi ideali alla morte del sogno (un film che in questo senso è decisamente pessimista e assolutamente malinconico).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Luigi, capisco cosa intendi: Avatar a me è piaciuto molto, l'ho trovato e lo trovo davvero una meraviglia, oltre che un ritratto del Cinema della meraviglia perfetto.
      Baaria non mi è piaciuto, e ai tempi faticai a sopportarne la visione in sala, eppure anche io non l'avrei mai messo tra i dieci film più brutti.
      Ma tranquillo: oggi con la mia lista avrai occasione di scoprire davvero "l'orrore"! ;)

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...