martedì 28 agosto 2012

La passione di Ford

La trama (con parole mie): e come per ogni Blog War che si rispetti, ad un Cucciolo Eroico che perde l'aereo risponde un vecchio cowboy ben saldo al terreno in questa seconda parte di battaglia a suon di schifezze inenarrabili.
Come di consueto, vedrete l'impari confronto tra i due antagonisti per eccellenza della blogosfera prendere forma grazie ad una decina veramente terrificante scelta per l'occasione con una cura particolare dal sottoscritto.
Se potete, tenetevi sempre alla larga da questa robaccia!


"La decina di Ford ti manda davvero fuori di testa!"
C’è una cosa di cui Ford se ne intende?
Dite il wrestling? Bah, sarà, ma se fossi in lui comunque non me ne vanterei.
C’è però anche un’altra cosa di cui Ford sicuramente ne capisce: di film brutti. C’è chi è bravo a consigliare bei film da vedere, come il sottoscritto, e c’è chi al contrario attrae le schifezza come la merda con le mosche.
È un modo nemmeno troppo velato per dare a Ford dell’attira escrementi cinematografici?
Può essere, in ogni caso ecco la selezione per una volta di tutto rispetto realizzata dal mio acerrimo nemico di quelli che personalmente lui considera i peggiori rifiuti nella storia di spettatore. Come al solito, non ha potuto fare a meno di farla fuori dal vaso, da bravo bimbo finto trasgressivo, citando un nome (Lars Von Trier, ovvio) che tra i peggiori non dovrebbe mai figurare, pena la radiazione dall’ordine dei blogger cinefili e l’inserimento tra i blogger cinefobi. Siete curiosi, per una rara volta, di scoprire cosa il Ford ha scelto per noi, e soprattutto per fare sorbire a me qualche porcheria di film? 
Dopo la splendida, cioè orrenda flop 10 cannibale di ieri, qui sotto c’è la flop Ford 10.

Cannibal Kid


E finalmente, dopo la decina all'acqua di rose e per ragazzine adolescenti in crisi ormonale di ieri, abbiamo davvero a che fare con una lista di film davvero terrificanti.
Roba tosta, mica come le sviolinate di Moccia: qui siamo di fronte all'hard rock dello schifo, alla Hall of fame dei deliri di onnipotenza e degli abomini, nonchè ad una decina decisamente più varia di quella del Cannibale, che si è accontentato di scegliere quasi solo le sue delusioni da piccola teenager malinconica.

Mister James Ford

"Cannibale, noi pane e salame qui non ti vogliamo!"
1. Spawn di Mark Dippè (1997)


James Ford Un film di rarissima bruttezza che vidi addirittura in sala trascinandoci un gruppo di miei amici spinto dall'entusiasmo per uno dei fumetti più celebrati degli anni novanta, creato da quel Todd McFarlane che fu tra i primi ad abbandonare Mamma Marvel. Una ciofeca da competizione in cui nulla ma proprio nulla si salva, recitata e girata anche peggio di Troppo belli ed impreziosita da una sequela di effetti speciali da rimanere sbigottiti per lo schifo. Una roba in grado di annientare lo stomachino cannibale senza alcuna fatica grazie al micidiale mix di supereroi, clown e gente mascherata. 
Cannibal Kid Una prematura dimostrazione di come Ford già da giovane, ovvero secoli e secoli or sono, fosse il classico tipo che ti ritrovi in compagnia tuo malgrado e che vuole trascinare gli altri a vedere qualche film che immancabilmente farà schifo. La sua capacità di prevedere quali pellicole vedere e quali è meglio evitare, ieri come oggi, è rimasta quindi immutata. Questo film fa proprio schifo, è vero, ma almeno ha una colonna sonora nemmeno troppo terribile. Ieri poi Ford ha accusato i miei peggio film di essere innocui, ma che dire di questo? È il classico Z-movie che all’epoca poteva passare a mala pena su Italia 7, o che al cinema giusto gli allocchi come lui potevano andare a vedere. Il cattivo scoreggione del film è davvero atroce ma, rispetto a questa robetta, il mio stomachino deve sopportare ben di peggio ogni volta che passo a leggere un nuovo post su WhiteRussian.
JF Il tuo stomachino, infatti, ne dovrà sopportare. Questo era solo un piacevole antipasto.

"Cannibale, mi dispiace, ma per questo Halloween dovrai mascherarti come l'ultimo dei wrestlers messicani!"

2. Alex l'ariete di Damiano Damiani (2000)


JF Alberto Tomba e Michelle Hunziker protagonisti di un poliziesco. Basterebbe questo.
Ma dato che non voglio farvi mancare niente ci metto anche uno dei grossi nomi dello spaghetti western inspiegabilmente dietro la macchina da presa - bisogno di soldi? Demenza senile? -, ed ecco confezionato uno dei prodotti più scandalosi mai usciti nelle nostre sale - e come voi tutti ben sapete, qui nella Terra dei cachi di schifezze ne escono! -. Roba da far impallidire perfino Moccia.
CK Questo film è spassosissimo, credo sia la pellicola più divertente mai inserita da Mister James Boring in una sua lista. Molto più delle visioni pseudo comiche che mi aveva propinato nella blog war sulle commedie!
Alberto Tomba offre un’interpretazione impagabile, ma Michelle Hunziker riesce benissimo a tenergli testa, tanto che alla fine ci si chiede chi tra i due reciti peggio, un po’ come quando ci si ritrova a vedere un film della serie Expendables: chi è il peggiore? Scelta davvero hard-ua.
E poi ci sono scene scultissime come quella della carrozzina, con Tomba in versione eroe, o quella della multa, con l’Albertone che viene fermato senza cintura, pensa di farla franca solo perché è un carabiniere e invece no.
La Tomba del cinema, ma allo stesso tempo anche un film talmente assurdo da rasentare il geniale, seppure in maniera del tutto involontaria.
Grazie a Ford l’ariete per avermi finalmente consigliato una visione esilarante!

"Piuttosto che rivedere questo film mi sparo un colpo!"
3. Da zero a dieci di Luciano Ligabue (2002)


JF E dopo i supereroi e il poliziesco ecco giungere il musical finto neorealista, per quello che è stato il punto di non ritorno della carriera di Ligabue, partito discretamente con Radiofreccia e letteralmente naufragato con questa copia un pò finto alternativa ed un pò finto pane e salame di Alta fedeltà, infarcita di retorica neanche fosse un film americano di Muccino e di sequenze ben oltre il limite della decenza.
Basterebbero il voto al tumore guarito o la corsa in macchina per chiudere i conti con questo polpettone di infima categoria, ma il buon Luciano ce la mette tutta inserendo uno dei numeri musicali peggiori che mi sia mai capitato di vedere. Roba da pensare di convertirsi ad High School Musical.
CK Da zero a dieci, Ford ne capisce di cinema zero. Forse anche sotto lo zero. Eppure, su questo film ha pienamente ragione. Per me è il secondo peggiore della decina fordiana, nonché una delle più scandalose porcherie mai viste. Il Figabue, già pessimo cantante, cinematograficamente ha detto tutto quello che doveva dire con il decente Radiofreccia. Qui però ha tirato fuori i suoi ricordi giovanili, di quando era andato in vacanza con gli amici a Rimini, e invece di tenerseli per sé ha cercato di propinarci una sorta di suo personale Amarcord VS Il grande freddo, con risultati ai limiti del ridicolo e invenzioni registiche degne del Moccia presente nella mia lista di ieri.
Su una cosa però Ford sbaglia. Questo non è finto pane e salame. Questo film è il simbolo stesso del panesalamesimo e quindi è davvero strano non gli sia piaciuto. Che anche lui si sia finalmente reso conto che il panesalamesimo è una delle grandi piaghe dell’umanità?
JF Più che pane e salame, mi pare pane e letame. Lo stesso che mi ritrovo a dover sopportare quando mi schiaffo malauguratamente qualche film consigliatissimo dal Cannibale!

"Dai Cannibale, non fare il timido! Vieni giù al mare con noi!"
4. La passione di Cristo di Mel Gibson (2004)


JF Finalmente. Uno dei miei film horror preferiti nonchè bersagli principe delle bottigliate.
L'apoteosi della follia di Mel Gibson regista ed integralista.
Uno scempio vero e proprio per gli occhi dell'audience così come per la figura di Gesù, una delle più affascinanti della Storia anche per i non religiosi come il sottoscritto, qui ridotto prima alla controfigura di Bruce Lee in versione figlio di dio e poi pupazzo di carne in mano ai torturatori romani tutti figli del sadismo del pazzo Mel.
Con questo titolo potrei quasi quasi fare a polpette l'intera decina del mio avversario, ma dato che sono un bruto, ho deciso che ne avrebbe avuto ancora.
CK Davvero strano che debba essere proprio io a difendere il da me tanto odiato Mel Gibson. Eppure questo film, per quanto per diversi aspetti pessimo, è comunque cinematograficamente meglio in confronto al ruffianissimo Braveheart. Se non altro ha una bella fotografia e qualche momento al limite dello splatter che lo fa avvicinare proprio alle atmosfere di un horror.
Braveheart rendeva una discutibilissima figura come quella di Wallace un simbolo di libertà e indipendenza, che è come santificare Bossi e il Trota, visto che la Storia è andata in maniera ben diversa da come ce l’ha raccontata lui.
Qui in La passione di Cristo il registonattore continua a martoriarci con la sua personale e discutibile visione del mondo, ma se non altro questa volta ci risparmia la sua pessima recitazione. È già qualcosa. Fine della mia difesa (è il massimo di difesa che sono riuscito a tirare fuori) di Mel Gibson, l’uomo che sussurrava ai castori.
JF Un giorno il discutibilissimo Cucciolo Eroico ci svelerà come è stato in grado di venire a conoscenza dei dettagli esatti della vicenda di Wallace - che peraltro non credo abbia mai avuto niente a che spartire con le interpretazioni leghiste - e anche di quelle del buon vecchio Gè tramutato in campione di calci rotanti. E penso ne sarà felice, considerato il suo ego.
CK Un giorno anche tu ci svelerai come fai a sapere che la versione cui credi tu sia vera. Solo perché te l’ha detto l’affidabilissimo Mel, lo stesso della passione di Cristo???
JF Ma io non ho mai affermato che la versione del vecchio pazzo Mel fosse vera o falsa. Me la sono goduta e basta. Un pò come mi godrei La passione di Cannibal! Ahahahahahha!

"Ti prego, Mel, basta!" "Quando basta lo dice solo Dio. O al massimo il mio castoro!"
5. Within di John A. Curtis e Melvin Ward (2005)


JF Raramente mi capita di interrompere un film prima della fine. Anche nei peggiori dei casi. E ancora più raramente capita che decida a dieci minuti dall'inizio di guardarlo a quadrupla velocità per mettere fine alle mie sofferenze.
E' accaduto con questo improbabile horror dal budget e dai risultati a dir poco demenziali visto a stento una sera in Croazia in compagnia di Julez sperando nel classico slasher movie da notti estive.
Il risultato fu una delle visioni del genere - e non solo - più disastrose della mia storia di spettatore: se avete velleità come attori, registi, montatori o anche addetti al catering sul set, state tranquilli. Se ci sono riusciti Curtis e Ward potete farcela anche nel pieno del coma. Qui trovate la mia recensione: http://whiterussiancinema.blogspot.it/2010/08/within.html.
CK E ancora: Ford ieri diceva che i film da me proposti sono innocui nella loro inutilità, ma che dire di questo filmetto che giusto lui si è visto?
Una produzione amatoriale, amatorialissima, girata probabilmente come passatempo e che a qualunque persona sana di mente non sarebbe mai venuto in mente di vedere. D’altra parte, che aspettarsi da uno che si aspetta uno slasher movie da un filmetto pseudo fantasy come questo?

"Ford questa volta ha proprio esagerato. Non vorrei essere nei panni del Cannibale!"
6. Il mercante di pietre di Renzo Martinelli (2006)


JF Ed ecco un altro membro illustre della mia top five del peggio del peggio della mia vita di spettatore.
Una schifezza abominevole ben oltre il ridicolo involontario che vorrebbe essere un attacco spietato del regista - leghista in tutto e per tutto - al mondo islamico e al terrorismo post-undici settembre.
Sequenze al limite dell'assurdo e dialoghi imbarazzanti potrebbero anche far sbellicare dalle risate, ma onestamente al sottoscritto mettono una discreta inquietudine, specie dopo averlo visto causa recensione in sala ed aver ascoltato inneggiamenti folli da parte di gruppi interi di vecchi milanesi poco favorevoli all'immigrazione.
Tra le altre perle:
"Tesoro, guarda che non tutti i musulmani sono terroristi!"
"Hai ragione, ma tutti i terroristi sono musulmani."
CK Questo è il film peggiore della decina fordiana. Nonché uno dei peggiori della Storia. Oltre ogni soglia del brutto e dell’orrore. Sia a livello cinematografico che ideologico.
Viene da chiedersi cosa diavolo ci faccia Harvey Keitel in una produzione del genere. Spero almeno l’abbiano pagato bene. Così come spero abbiano pagato bene Ford per recensirlo.
Tutti ma proprio tutti i peggiori e più stupidi pregiudizi nei confronti dei musulmani sono inseriti qui dentro, tanto che al confronto Mel Gibson appare come una persona tollerante.
Il protagonista, un professore universitario sulla sedia a rotelle, è uno dei personaggi più razzisti e ridicoli mai visti e l’interpretazione di Jordi Mollà fa apparire Albertone Tomba come un attore da Oscar.
Per una volta, una scelta fordiana su cui non ho nulla da eccepire. Solo pietre, contro Il mercante di pietre!

"Non tutti i terroristi sono cannibali, ma tutti i Cannibali sono terroristi!"
7. Antichrist di Lars Von Trier (2009)


JF Membro illustre della top five del peggio, capitolo tre.
Ricordo quando, con Julez, decidemmo di vedere questo film memori delle cose notevoli fatte da Von Trier fino a quel momento.
Ricordo anche che fu la prima volta in cui pensai che se mi fossi trovato di fronte il regista appena conclusa la visione l'avrei sfigurato a furia di cazzotti.
Giurai che mai più il cammino di Lars Von Trier avrebbe incrociato il mio.
Purtroppo ruppi il voto, e mi toccò sorbirmi anche quel polpettone di Melancholia.
Che, comunque, confrontato con questa roba, pare il film più bello della Storia del Cinema.
CK Una persona che inserisce una pellicola del genio assoluto Lars Von Trier, uno dei più grandi cineasti viventi e non solo, nella lista dei peggiori dice già da sola tutto riguardo a quel che ne può capire di cinema.
Antichrist per me è il meno riuscito tra i film dell’idolo danese, ma un Von Trier poco riuscito è pur sempre una visione stimolante, ricca di spunti e visivamente a tratti è magnifica. Se i dialoghi psicanalitici e qualche visione alla David Lynch non sono troppo congeniali al Lars, la splendida sequenza iniziale è una tale meraviglia che da sola riesce a salvare la pellicola e vale più di intere decine dei meglio film fordiani.
Altroché Antichrist, Ford è l’Anticinema.
E, comunque, Melancholia è a confronto di qualunque cosa uno dei film più belli della Storia del Cinema!
JF Già il fatto che una groupie vontrieriana del tuo stampo lo reputi il suo lavoro meno riuscito la dice lunga sulla montagna di merda fumante che è questo film, secondo per schifezza soltanto a Il mercante di pietre e all'altro abominio che ci aspetta tra poco.
Se questo è il Cinema, sono felice di essere l'Anticinema!
CK Tranquillo, il titolo è tutto tuo ahahah.

"Piuttosto che spararmi un altro film di Von Trier, mi faccio seppellire vivo!"
8. Tekken di Dwight H. Little (2010)


JF Cannibale e i radical chic come lui continueranno a criticare gli action heroes degli anni ottanta come Van Damme per la scarsa qualità dei loro film, quando ora, nonostante gli effetti e le grandi produzione, si ritrovano davanti agli occhi cose di gran lunga peggiori.
Il mio personale peggior film dello scorso anno è una schifezza quasi mai vista ispirata alla nota serie di videogiochi che vorrebbe rispolverare le atmosfere dei mitici eighties e che risulta essere, al contrario, anche peggio di schifezze galattiche come il primo Mortal Kombat. Che è dire tutto.
Trovate la mia recensione - se proprio dovesse venirvi comunque voglia di vederlo - qui: http://whiterussiancinema.blogspot.it/2011/09/tekken.html.
CK Che questo film sia una schifezza assoluta, nessuna discussione. Sul fatto che i film con Jean Ford Van Damme siano qualitativamente migliori, invece, ho parecchi dubbi. Tekken è infatti il degno erede del film di Street Fighter, proprio con il nano più odioso del Belgio. Per il resto, un’altra visione che chiunque un attimo furbo avrebbe evitato: i film dai videogame quasi sempre si rivelano delle porcherie atroci, dal poco Super Mario Bros a Tromb Raider, quindi meglio girare al largo. Film come Troppo belli o Alex l’ariete vanno visti perché atroci scult con cui farsi delle grandi risate, ma robe così solo Ford se le può sorbire volontariamente…
In una sfida con Ford a Tekken il videogioco, in ogni caso, avrei la meglio io!
JF Ti lascio il videogioco, piccolo Cannibal. E io mi prendo a mani basse la vittoria a cazzotti, che sicuramente mi darà più soddisfazione.

"Lo so, questo film è una schifezza, ma cerca di non compiere insani gesti!"
9. A serbian film di Srdjan Spasojevic (2010)

JF Credetemi quando vi dico di essere stato in dubbio se inserire nella mia decina questo abominio.
La colossale montagna di merda firmata da Spasojevic è infatti il più grande insulto che abbia mai visto indirizzare al pubblico di un film, e tendenzialmente non l'avrei propinato neppure al mio peggior nemico.
Ma dato che si trattava di una lista dedicata al peggio ed io e il Cannibale non ci siamo mai risparmiati in quanto a colpi bassi, ho deciso che sarebbe stata una sorta di sfida con me stesso proporglielo ed eventualmente tornare a discutere di una visione che, credetemi, vorrei davvero cancellare dalla mia vita.
Se con Antichrist il mio primo istinto è stato quello di dare una manica di botte a quell'esaltato di Von Trier, in questo caso ho pensato che per il regista serbo l'unica strada possibile sarebbe stata quella della galera, perchè un prodotto come questo dovrebbe costituire reato, non essere distribuito e - lo dico a malincuore, perchè sono contro ogni forma di censura - cancellato dalla faccia della Terra.
Come testimonia la mia recensione - http://whiterussiancinema.blogspot.it/2011/12/serbian-film.html -, forse la più pesante che abbia mai scritto.
CK Bah, non posso dire che mi sia piaciuto questo A Serbian Film, ma nemmeno l’ho trovato così pessimo o atroce. Evidentemente quella suorina di Mrs. Ford si scandalizza davvero per niente.
La prima parte del film scivola via tranquilla, con la storia quasi simpatica di un pornodivo che vuole rientrare nel giro. Nella seconda parte si ritrova però suo malgrado scaraventato in un incubo. La visione eccede nello splatter e nel provocatorio, e tutto diventa talmente pazzesco e assurdo da risultare ai miei occhi piuttosto innocuo. La scena finale mi ha persino strappato un sorriso.
L’obiettivo del regista, ovvero la volontà di scandalizzare e disturbare i bacchettoni moralisti come Ford, vista la sua reazione shockata, si può dire alla fine pienamente riuscito.
JF Ecco, sapevo che avrei dovuto farlo.
Sinceramente, considerare innocuo o in qualche modo provocatorio inserire in un film la scena di una donna che partorisce soltanto per vedere il neonato stuprato dallo stesso tizio che ha assistito al parto, per me, è solo indice della malattia mentale del regista, di chi l'ha scritto, di chi l'ha apprezzato e anche di chi riesce a farselo scivolare addosso.
Spasojevic - e quelli come lui - per me dovrebbero essere presi a bastonate e ributtati nel fosso dal quale sono usciti. E ora potrai anche darmi del reazionario, pensa quanto sono buono.
CK Per me resta meglio un po’ di sana cattiveria gratuita rispetto allo stucchevole e insultante buonismo dei Muccino o James Cameron visti ieri, o allo Spielberg di War Horse. Ma mi sembra ormai chiaro che tu sei solo un finto duro, proprio come quei buffoni mascherati del wrestling che ti ostini tanto a esaltare!
JF Sana cattiveria una scena del genere!?!? Dovrò cominciare a preoccuparmi sul serio di quel Cannibal! ;)
Il buonismo di Muccino o di un War Horse qualsiasi mi irrita quanto te, ma giuro che non posso credere che una pellicola malata come questa possa suonarti come una provocazione un pò sopra le righe.
E' davvero troppo perfino per uno spostato come te.

"Cannibale, se difendi questo film meriti solo tanti calci in faccia!"
10. Dylan Dog di Kevin Munroe (2011)


JF Il mio secondo peggio-film dello scorso anno è questa roba per la quale Tiziano Sclavi avrà preso un sacco di soldi per i diritti cinematografici ma che, di fatto, snatura completamente la figura dell'indagatore dell'incubo - una delle più importanti del nostro panorama fumettistico - trasformandolo in una macchietta interpretata dal risibile Brandon Routh, che riesce ad essere quasi peggio del Tomba di Alex l'ariete.
Un film con tanto di diavolo avversario che fa rimpiangere il bellissimo spot Nike di metà anni novanta, decisamente più efficace di un'ora e mezza abbondante di questa roba.
E per non farvi mancare nulla, ecco l'immancabile recensione: http://whiterussiancinema.blogspot.it/2011/12/dylan-dog.html.
CK Altro film del tutto inutile della lista fordiana. Una schifezzina di medio livello, un film noioso e ignorabile fin dal trailer, di quelli come a Hollywood ne sfornano fuori parecchi all’anno.
Dopo aver tirato fuori un paio di effettive mostruosità come Il mercante di pietre e Da zero a dieci, pare chiaro che Ford sia arrivato stanco al termine della sua stessa decina e abbia messo dentro una roba a caso tanto per fare numero.
Anche perché vogliamo mettere questa pur pessima rilettura di Dylan Dog a opera di Hollywood, rispetto a un Moccia che rilegge se stesso?

"Ti ho portato una foto del Cannibale." "Non voglio vederla: quello è perfino più brutto di questi film!"

41 commenti:

  1. von trier no, non si tocca!!! a serbian film è disturbante (e forse anche disturbato) ma non l'ho trovato brutto. spawn mi fece incazzare perché non reggeva il paragone con il fumetto e per certe sciatterie che neanche daredevil, i fantastici quattro e ghost rider insieme... per il resto sono abbastanza d'accordo. alex l'ariete... gesummaria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dantès, A serbian film per me è un abominio che non meritava di essere neppure distribuito, un pò come le schifezze di Von Trier.
      Spawn e Alex l'ariete, in confronto, sono robetta comica!

      Elimina
  2. Quindi esiste realmente gente che ha visto il film con alberto tomba? Che pelo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dovevo servire al Cannibale per questa Blog War una selezione da veri duri, in fondo! :)

      Elimina
  3. "Alex l'ariete" l'ho visto...madonnasanta...
    Ho qualche vago ricordo anche de "Il mercante di pietre"...anche quello decisamente non memorabile.
    Von trier lo evito in blocco dopo il trauma de "Le onde del destino".
    Per quanto ho visto direi che la sfida finisce pari.
    Ma nessuno dei due ha messo il Pirana3d di Aja??!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Newmoon, fortunatamente ti ricordi poco de Il mercante di pietre, una vera merda, soprattutto ideologicamente.
      Mi sa che per Pirana ti va male, perchè aveva divertito sia me che il Cannibale!

      Elimina
    2. Scusa se mi intrometto Newmoon, ma pirana è un capolavoro del trash e dello slasher quasi senza precedenti!
      ;)

      Elimina
    3. Fratello, sono con te per Piranha. Un cult del trash. :)

      Elimina
  4. Concordo in pieno con Antichrist, uscita dal cinema provavo un odio cieco per Von Trier (che poi non si è più affievolito).
    Non ho visto A serbian movie ma nella discussione darei ragione a te: sarò forse moralista, ma nel cinema come nell'arte in generale non trovo che l'essere provocatori sia sempre giustificabile quando si arriva a livelli di abominio che trovo inaccettabili. Così come, nel caso di Antichrist, non mi frega nulla che la forma sia interessante, quando il contenuto è merda pura.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Joy, fortunatamente per te non hai visto A serbian film.
      La questione, in questi casi, non è legata al moralismo.
      Sinceramente per me un regista che propina al pubblico un'immagine come quella che ho citato nella discussione con il Cannibale dovrebbe essere trattato alla stregua di un pedofilo.

      Elimina
  5. Mi chiedo solo una cosa: si è tanto parlato della schifezza colossale di Alice in Wonderland e mi sembra che tutti e due eravate d'accordo. Se ne è parlato come una delle più grandi delusioni di sempre e poi nessuno di voi due l'ha messo nella lista???? Io l'avrei messo assolutamente nella top 10

    P.S.: Non ho visto nessun film della lista che hai messo. Al massimo ho visto qualche scena de La Passione di Cristo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alma, ritieniti fortunata a non averne visto nessuno.
      E ti assicuro che Alice, nonostante facesse ribrezzo, è nulla rispetto a queste immonde porcate! :)

      Elimina
    2. Alcuni poi dicono di averli dimenticati i film orrendi, ma io come posso dimenticare la visione al cinema de Natale in Sud Africa? Ci tengo a precisare che non è stata una mia scelta e per di più l' ho visto a Capodanno. Ero costretta perché i due amici della mia amica aveva già prenotato i biglietti scegliendo il film a nostra insaputa. Dire che mi sono incazzata nera è poco, ma il peggio è stato vedere il film: gente che rideva trattenendosi la pancia e io avevo la faccia impietrita con gli occhi come se avessero fatto anche a me la "cura" Ludovico. Quanto mi riconosco in quella scena di Arancia Meccanica.

      Elimina
    3. Io ricordo quando alle medie finii a vedere SPQR. Agghiacciante.
      Ma il ricordo più recente di questi della lista ha fatto impallidire anche i Vanzina! ;)

      Elimina
  6. a me un film di Von Trier piacerebbe pure sbattuto in faccia quindi Antichrist non lo avrei mai inserito, anche A Serbian Film cinematograficamente secondo me è abbastanza valido ma è abominevole per quello che dovrebbe essere nelle intenzioni dell'autore..in quanto a schifezzuole niente male ti segnalo anche Dragonball , Alex l'ariete credo che sia come uno di quei gran premi della montagna hors categorie del tour de France: inarrivabile!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bradipo, ti dirò: nonostante Alex l'ariete sia agghiacciante dal punto di vista cinematografico, mi pare una cosa quasi divertente rispetto ad abomini etici come Antichrist, Il mercante di pietre o A serbian film.
      In questi casi, per me, il valore tecnico non c'entra più.
      Resta solo l'orrore.

      Elimina
    2. giusto un Anticinema può mettere von trier...

      Elimina
    3. Von Trier, caro Cucciolo, è più antiCinema di Cameron. ;)

      Elimina
  7. Della tua decina ho visto solo "La passione" (che non mi era affatto dispiaciuto, anzi) e Dylan Dog, un film davvero brutto, concordo. Il resto non l'ho mai visto, vorrà dire qualcosa? :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vuol dire che sei stata fortunata, direi! :)

      Elimina
  8. tra questi ho visto solo Dylan Dog e concordo..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei fortunato anche tu, Luigi, se hai visto solo Dylan Dog! :)

      Elimina
  9. Ieri mi ero giusto chiesto che fine avesse fatto Alex l'Ariete, il primo titolo che mi viene in mente se devo pensare al peggio del peggio. Di Martinelli ci avrei infilato anche Carnera e Barbarossa (di cui non sono nemmeno riuscito a completare la visione).
    The Passion non mi sarebbe venuto in mente, invece. PErò è oggettivamente il delirio di una persona disturbata (che se vuoi c'è anche su Braveheart, anche se lì almeno il racconto era bello, per quanto non proprio aderente alla realtà). Con la differenza che il vecchio Mel, non è un regista horror e pretende di dirti che la storia è andata proprio così. In ogni caso tra Wallace e Cristo giù dalla torre butto il secondo... E assieme a lui la figlia di Celentano e l'omino della Kodak che si tiene in braccio durante il film.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ecco cosa mancava! carnera. una roba così fatta male sembra finta. recitazione scandalosa e scenografie di cartone

      Elimina
    2. Gae, ti assicuro che Il mercante di pietre è ben peggiore sia di Carnera che di Barbarossa.
      Una roba immonda, che non meriterebbe neppure di essere anche solo immaginata! ;)

      Elimina
  10. Oltre a 'La passione di Cristo' e 'Antichrist' che a me son piaciuti nonostante fossero entrambi disturbanti (il Satana della Celentano è un mio stracult), devo dire che nemmeno io sono stato scandalizzato per "A serbian film", pellicola alquanto grossolana ma con dietro un certo umor acido (acidissimo, direi, quasi mortale) che non mi ha convinto ma mi ha solleticato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Rumple, non so che dire: mentre La passione di Cristo e Antichrist sono schifezze che qualcuno potrebbe anche apprezzare, trovo che A serbian film sia un abominio fatto e finito, una di quelle cose per le quali avrebbe quasi diritto di esistere la censura.
      Oltre al carcere - possibilmente duro - per il regista ed il suo messaggio.

      Elimina
  11. Eppure un giorno in cui vorrò morire di una morte atroce lo cercherò sto maledetto Alex l'ariete.

    Quanto a A serbian film, ho sbagliato leggendo i vostri commenti e me lo sono spoilerato, ma grazie a Dio, perché una scena così raccapricciante non avrei mai voluto nemmeno immaginarla o___O

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Babol, una roba come A serbian film è meglio risparmiarsela comunque.
      Piuttosto, meglio ridere su schifezze innocue come Alex l'ariete.

      Elimina
  12. Solo Spawn e La passione di Cristo per me. Il primo effettivamente tra i peggiori film di supereroi di sempre (e si che material per tirare fuori qualcosa di buono ce n'era).

    La passione di Cristo, che avevo visto al cinema all'epoca, non lo metterei invece tra i film più brutti di sempre. Non lo riguarderei però aveva un suo perché, che poi si possa essere d'accordo o meno con la visione da invasato di Gibson, quello è un'altro discorso.

    Beh, sono contento di essermi risparmiato parecchia merda :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono contento anche io per te, Firma!
      Certa roba fa davvero male al cuore, appassionati di Cinema o no!

      Elimina
  13. Bellissima questa sfida! Sono d'accordo su tutto. Strano.
    A Serbian ci ha una scena su tutte che mi ha fatto sganasciare dalle risate: vediamo se indovini? C'entra un occhio... XDXDXD
    Alex l'ariete... diosantomadonnadellincoronata...
    Spawn non sarebbe stato male. Se non l'avessero girato XD
    La passione è uno di quei film che mi ha fatto girare i cocones come non mai. Da appassionato di religioni, l'ho trovato adatto per i bigotti e gli estremisti. Molto meglio quello sui maya di gibson.
    Within è piuttosto innocuo e insulso.
    Il top lo tocchi con antichrist. Na merdata in faccia farebbe più piacere. Però a me von trier non piace proprio...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eddy, questa carrellata è davvero orripilante, anche se io non riesco proprio a ridere al pensiero di A serbian film.
      Sul resto potrei anche, perfino Antichrist e Il mercante di pietre, ma quello no.
      Comunque, c'è in giro certa roba davvero terribile!

      Elimina
  14. Concordo quasi su tutto -alcuni non li ho visti- però Spawn all'epoca non mi sembrò una schifezza così colossale, è anche vero che non ricordo praticamente nulla.
    Vorra dire qualcosa?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spawn era terribile.
      Ma Il mercante di pietre e A serbian film sono il peggio del peggio che l'uomo possa concepire.

      Elimina
  15. Mmm secondo me, a parte Dylan Dog (che davvero supera qualsiasi canone di bruttezza), la lista del Cannibale era veramente peggio della tua.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pesa, guarda Da zero a dieci, Il mercante di pietre, Antichrist e A serbian film.
      Poi ne riparliamo. ;)

      Elimina
  16. Irriverent Escapade29 agosto 2012 09:23

    Ho finalmente capito cosa diavolo andavi a vedere quando parlavi di periodo buio......Alex l'ariete compreso Ah ah ah ah

    Comunque, stavolta, rispetto a scelte pop (nell'orrido), il radical (passione, alex e un altro paio escluse) sei stato tu, Fratellino

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sa che hai ragione, Sorella.
      Ma una roba come A serbian film non potevo non metterla. Terrificante.

      Elimina
  17. Alex l'ariete...la scena in cui Tomba spacca la porta...una leggenda ahahahaha

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una leggenda davvero. Ce ne vuole per "creare" una roba di questo tipo!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...