venerdì 6 aprile 2012

Last friday night

La trama (con parole mie): no, non siamo tornati indietro al pieno degli anni novanta - anche se il mio antagonista Cannibale vorrebbe tanto tanto -, bensì avanti tutta verso l'iceberg di una nuova settimana di uscite per la maggior parte discutibili, come ormai pare tradizione per le nostre sale.
Fortunatamente, a differenza degli ultimi episodi di questa rubrica, un paio di titoli per questa volta si salvano - almeno sulla carta - dal massacro, pronti per essere passati all'attenta e competente visione del sottoscritto così come a quella decisamente più amatoriale e raffazzonata del Piccolo Cucciolo Eroico.


"Ecco l'ennesimo premio da dedicare al mio amico Cannibale!"


Biancaneve di Tarsem Singh


Il consiglio di Ford: meglio una mela avvelenata - o il Classico Disney -.
Sinceramente, non sono mai stato un grande fan delle trasposizioni fiction delle favole che tutti noi abbiamo imparato ad amare grazie all'animazione, dunque nonostante il talento visivo di Singh - comunque spesso e volentieri non espresso al massimo - questa Biancaneve Pretty woman me la risparmio molto volentieri.
Il consiglio di Cannibal: meglio Biancaneve sotto i nani, però anche questo non dev’essere male!
Io non amo le fiabe classiche, però le rivisitazioni stravolte sì, vedi l’ottima serie C’era una volta - Once Upon a Time. È per questo che lascio le versioni buoniste della Disney al Cucciolo Ford e mi prendo questa nuova versione che fin dal trailer promette di essere divertente, con una Julia Roberts in gran spolvero e la giovane Lily Collins pronta a prenderselo da tutti i nani!
La regia di Tarsem mi lascia invece parecchi dubbi, visto che sarà pure bravo come regista di videoclip, ma al cinema per il momento mi ha fatto alquanto pena. Ho trovato soporifero The Fall e dico solo che Immortals mi ha quasi provocato la morte! Quasi quanto i film neomelodici neorealisti consigliati da Ford…

"Sei proprio il genere di insulsa bambolina che potrebbe piacere al nano Cannibolo!"
I più grandi di tutti di Carlo Virzì


Il consiglio di Ford: i più grandi di tutti restiamo io e il Cannibale - in misure diverse, ovviamente -.
Questo potrebbe anche risultare un simpatico film di provincia all'italiana nello stile di Radiofreccia, ma allo stesso modo potrebbe risultare una schifezza come Da zero a dieci, quindi direi che aspetterò che il mio antagonista lo veda e mi regolerò a seconda del suo discutibile giudizio.
Il consiglio di Cannibal: i più grandi di tutti? Di certo si parla di me, ma non penso di Ford uhahaha!
Da verificare Virzì Carlo, fratello del di solito valido Virzì Paolo, bene la Pandolfi in versione rebel girl pseudo punkettara, promettente vedere una commedia musicale all’interno del poco coraggioso e fermo panorama italiano. La sua effettiva riuscita è un’incognita, però se non altro potrebbe essere un di quei film gradevoli. Non belli, magari, ma sempre meglio di quelli sgradevoli di cui si ciba abitualmente il Ford insieme al suo amato pane e salame.

"Brindiamo! Finalmente il Cannibale è uscito dal gruppo!"

Act of valor di Mike McCoy e Scott Waugh


Il consiglio di Ford: un act of valor? Sopportare settimanalmente il Cannibale!
Polpettone a stelle e strisce che mi pare la versione 2012 di World invasion, che lo scorso anno fu in cima a quasi tutte le classifiche del peggio di più e più bloggers.
Temo che non rientrerà nei miei piani sopportarlo: in fondo, mi tocca già sciropparmi il Piccolo Cucciolo Eroico!
Il consiglio di Cannibal: act of Faith
Bah, mi sa di solita americanata bellica patriottica buona giusta per il soldato (da non salvare) Ford.
Io preferisco scansare questa probabile bomba di noia e pregustarmi il trionfo nella prossima imminente Blog War, di certo una battaglia che preferirò combattere in prima linea rispetto a questa robetta.

"Andiamo a fare un bel lancio con il paracadute! Quel pigro fifone di Cannibal è uscito dal gruppo!"

Pirati! Briganti da strapazzo 3D di Peter Lord e Jeff Jeff Newitt

Il consiglio di Ford: piuttosto che questi pirati, me ne vado ai Caraibi a bere rhum.
Ormai mi basta la dicitura 3d per bollare clamorosamente un titolo e farlo precipitare in coda alla mia lista, più o meno quello che accade quando incrocio per sbaglio Pensieri Cannibali rispetto ad un blog di qualità. Se poi il film in questione è l'ennesima vaccatina d'animazione giusto per portare in sala i bambini nel weekend, non è certo un'impresa ardua lasciare questo titolo a raschiare il fondo del barile in compagnia del mio acerrimo rivale.
Il consiglio di Cannibal: proposta per il capitano Schettino numero 1
Strane le parole del Ford, blogger da strapazzo 3D, visto che di queste bambinate d’animazione in genere non se ne perde manco una. Quindi anche se adesso fa tanto il radical-chic snob che lo snobba, secondo me si divertirà alla grande con questo film. Io invece da bravo Peter Pan me ne volo via, seconda stella a destra e poi dritto fino al mattino, lontano da Capitan Fordino.

Porta in alto la mano
vai a dare via l’ano
muovi a tempo il bacino
vai in crociera col capitan Schettino

"Prendiamoci una bella sbronza! Quel mozzo del Cannibale è stato gettato in pasto agli squali!"
Fastest di Mark Neale

Il consiglio di Ford: che sparisca velocemente dalle sale!
Il mondo del motociclismo, lo ammetto, non mi ha mai appassionato. Dunque questa sorta di film-documentario per fan hardcore di Rossi e soci non è certo quello che definirei un filmone imperdibile per gli occupanti di casa Ford, che continueranno senza troppi problemi ad ignorarlo.
Del resto, mi alleno ogni giorno ad ignorare la boria del Cannibale! Ahahahahah!
Il consiglio di Cannibal: the fast and the cannibal furious
Se c’è una persona che sopporto ancora meno di Ford, è di certo Valentino Rossi.
Un film documentario celebrativo su di lui è quindi per me un vero incubo che si trasforma in realtà.
Fastest - Il più veloce non è Valentino Rossi. Sono io che scappo da questa pseudo pellicola!

"E' arrivato il Cannibale!? Non lo voglio neppure sentire, figuriamoci se lo voglio anche vedere!"
Titanic 3D di James Cameron


Il consiglio di Ford: basta con le riproposizioni. Davvero.
La crisi è pesante, e questo si sa. Economica, sociale, creativa.
Ma è davvero necessario riproporre in sala continue nuove versioni di film usciti decenni fa? Poi, certo, Titanic fu una pietra miliare, e ricordo che allora, in mezzo alla fiumana di ragazzine impazzite per DiCaprio, rimasi colpito dalla potenza del film, e rischiai anche di commuovermi, pensate un pò.
Però, cazzo: ormai sono anni che, volendo, ci si può tranquillamente accomodare sul divano godendosi il dvd o il bluray di questo titolo. Quindi per quale motivo tornare in sala?
Il consiglio di Cannibal: proposta per il capitano Schettino numero 2
Sarà anche il film migliore nella pessima carriera del mio tanto odiato James Ford Cameron, però è pur sempre un film di James Ford Cameron. Riuscita la parte con Leo DiCaprio e Kate Winslet, per merito loro, eccessivo e pomposo il resto, per i demeriti di Cameron. Senza dimenticare l’orripilante canzone di Celine Dion a cui ancora associo questo film e a cui d’ora in poi associerò anche le lacrime di quel tenerone del Cucciolo Ford! Ahahahah
E comuque, caro James Cameron, il 3D ha rotto il cazzo!

"Tranquilla, Rose! Ford mi ha insegnato a guidare, ora metto sotto il Cannibale e siamo liberi!"
Amore liquido di Marco Luca Cattaneo

Il consiglio di Ford: amore disperato.
Le ultime settimane di uscite sono state a dir poco drammatiche. Ma non sono ancora ridotto così male da tentare la visione dell'ennesima proposta a rischio made in Italy.
Mi bastano quelle bislacche proposte dal mio antagonista sul suo blogghetto.
Il consiglio di Cannibal: non sto neanche a sconsigliarvelo, tanto lo daranno al massimo in 2 sale…
Magari si rivelerà un capolavoro, anche se non credo, certo però che già solo il trailer non invoglia per nulla a vederlo. Una cosa del tutto amatoriale che stupisce trovi una distribuzione nei cinema quando una su YouTube sarebbe più adeguata. A ‘sto punto questo film mi incuriosisce ancor meno dei filmini amatoriali della Pasquetta di Ford!

"Ora che ho buttato il Cannibale nel cassonetto, possiamo brindare! Ti ho salvato la serata!"
Pollo alle prugne di Vincent Parronaud e Marjane Satrapi

Il consiglio di Ford: io faccio il bis!
Finalmente un'uscita decente! La premiata ditta che qualche anno fa sfoderò il bellissimo Persepolis torna con una storia dall'atmosfera da favola che, in realtà, è legata a doppio filo alle esperienze personali della fumettista iraniana.
Politica e fantasia per un film che, quasi certamente, finirà relegato in qualche saletta sperduta: ma voi non lasciatevi scoraggiare, e recuperatelo.
Ne varrà sicuramente la pena.
Il consiglio di Cannibal: buone le prugne, però attenti ai loro effetti!
Ho apprezzato molto anch’io Persepolis, recuperato proprio dietro consiglio di Ford. Uno dei rarissimi film meritevoli che mi abbia mai consigliato, preciso!
Sicuramente è un film da vedere e potrà rivelarsi interessante, però questa volta la Satrapi e il Parronaud alle prese con attori in carne ed ossa potrebbero non essere riusciti a replicare la magia del precedente. Staremo a vedere, però il pollo con le prugne ci azzecca quanto Ford con il cinema buahahah!

"Che incubo! Potevo muovere solo una palpebra, ed ero chiuso in una stanza con il Cannibale!"
Good as you di Mariano Lamberti

Il consiglio di Ford: not as you, Cannibal!
Ennesimo film finto alternativo italiano, come se non bastasse forzatamente gay friendly - ma ci vuole proprio tanto a non essere pacchiani anche in questo? Non ci hanno insegnato nulla decenni di film come Il banchetto di nozze o Philadelphia? - e come se non bastasse interpretato tra gli altri da Enrico Silvestrin, che ho sempre detestato quasi più del Cannibale. Figuratevi voi.
Il consiglio di Cannibal: bad as Ford
Che sta roba possa essere alternativa, per quanto finto alternativa, è una cosa che può uscire giusto dalla bocca del Ford. A me sembra la solita commediola italiana di basso livello good manco per niente.
Ah, comunque a me Enrico Silvestrin come veejay è stato sempre parecchio simpatico, naturalmente! Come attore invece ho paura a vederlo…

"Quello è il nostro avversario per i nostro prossimo incontro di lotta nel fango: il Cannibale. E' un pò gracilino, ma vedremo di farcelo bastare!"

Piccole bugie tra amici di Guillaume Canet

Il consiglio di Ford: piccole proposte per il weekend.
Considerata l'ennesima settimana terrificante, questo potrebbe essere una buona alternativa per una visione tutto sommato interessante, anche se il rischio di radicalchiccata è sempre dietro l'angolo.
Non temete, comunque: mi toccherà vederlo per esigenze di recensioni, quindi saprete al più presto se ne sarà valsa la pena.
Sempre che per allora non sia già stato tolto dalla programmazione.
Chissà quando, invece dei film d'autore, si decideranno a far saltare Pensieri Cannibali!? Ahahahahahah!
Il consiglio di Cannibal: grande film tra (quasi) amici
Film francese già osannato in patria girato da Canet, ottimo attore e marito di Marion Cotillard (qui presente!) che sono curioso di vedere alle prese con la regia. Nel frattempo potrei recuperare anche il suo precedente Ne le dis a personne, che da troppo tempo ho in programma di vedere.
Finalmente il suo ultimo Piccole bugie tra amici esce anche in Italia, con un ritardo di “soli” 2 anni, grazie alla presenza nel cast del premio Oscar per The Artist Jean Dujardin e del “quasi amico” François Cluzet. Insomma, il meglio d’Oltralpe pronto a darci una bella lezione di cinema. Un po’ come farò presto io nella prossima Blog War contro il povero Jean Fordin!

"Ho nostalgia delle midnight in Paris con Ford: qui invece mi devo sorbire solo i Pensieri Cannibali!"

32 commenti:

  1. io potrei voler anche tornare nei 90s, tu invece dritto nella belle epoque.
    ma te lo puoi scordare che ci sia marion ad aspettarti! uahahah

    comunque sì, quell'insulsa bambolina puttanella di biancaneve mi piace. nonostante quelle sopracciglia °__°

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di certo non sta ad aspettare te! Ahahahahah! ;)

      Io, invece, preferisco Pocahontas o La sirenetta. Più esotiche e pane e salame della tua bambolina Biancaneve.
      Anzi, con lei nel pacchetto ti becchi anche la strega! Ahahahahah!

      Elimina
  2. il film di Canet é super radical chic: i francesi l'hanno stroncato proprio per questo, ma io l'ho trovato davvero delizioso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perso, speriamo bene.
      Lo devo recensire, e non vorrei essere costretto alle bottigliate. ;)

      Elimina
  3. Titanic anche no, ricordo ancora la sala piena di gente piangente nel '97 e le mie risate inopportune durante la morte di Di Caprio. In 3D non me la sento di reggerlo!
    Biancaneve invece lo guardo volentieri, sperando non deluda!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Titanic a me era piaciuto molto, mi immaginavo di essere un cazzone romantico in giro per il mondo destinato ad una morte tragica come il Jack di DiCaprio. ;)
      Il 3D, invece, è una maledizione, è vero.
      Biancaneve mi lascia dubbioso, ma mi sa che alla fine passerà anche sui miei schermi.

      Elimina
  4. Sottovalutare I pirati di strapazzo è un grosso errore, cowboy. E' prodotto da quei bravi ragazzi della Aardman, Galline in Fuga e Wallace&Gromit. Domenica sono già fuori dal cinema... poi in effetti sul discorso treddì ci ha pure ragione!

    Su Pollo alle Prugne qualche riserva mi rimane... Mi puzza di filo-intellettual-frances-radicalchic... Comunque ti vedo bene all'Anteo insieme alle signoruzze di mezz'età in pelliccia! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tom, effettivamente avevo ignorato il fatto che provenissero dai ragazzi di Wallace e Gromit.
      A questo punto mi sa che lo vedrò.
      Se poi non mi soddisfa me la prendo con te! Ahahahah!

      Elimina
    2. AAAAAHR! Sfida accettata! ;)

      Elimina
  5. Oddio ma cosa è quell'oscenità sul motociclismo!? Perché non avevo mai sentito parlare!? Ahahah non pensavo potessero arrivare a tanto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io non pensavo, Pesa.
      Terrificante.

      Elimina
  6. Titanic 3D, ma perpiacere... Virzì Carlo non mi convince, in passato non aveva brillato o, forse, paga solo lo scotto di essere il fratello del meglio titolato Paolo. Meno male che ci sono i francesi (mi vengono i brividi a pensare di aver detto una cosa del genere...)
    Buona Pasqua a tutti e due

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gae, ricambio gli auguri, anche se casa Ford non è che sia proprio proprio un esempio di tradizione cattolica! ;)

      Per il resto, hai ragione: i francesi sono l'alternativa migliore, per quanto strano suoni dirlo.

      Elimina
    2. Gli auguri valgano per il we lungo, almeno ;)

      Elimina
    3. Quello è sicuro! Tre giorni di seguito, mai visto, ferie a parte! :)

      Elimina
  7. opto per le prugne, ho letto il delizioso fumetto.

    magari se a pasqua piove, anche se sarò in campagna/mare al cinema ci andrò...

    bacioni!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pa, sono d'accordo in pieno.
      Spero anche io di vederlo per primo, tra questi!

      Elimina
  8. AHAH! Ford piange Ford piange!! nana nanana!
    Scherzi a parte io i briganti da strapazzo (non in 3D) me li cuccherei via e come, non fosse altro che è stop-motion ed è la gente di Wallace e Gromit. Ecco, l'ho detto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cyb, si sa che anche i più duri dei duri hanno dei punti deboli. Quando vidi Departures, l'anno scorso, piansi come un vitello.
      Comunque a questo punto, visto che anche tu insisti, vedrò i Briganti. Al limite dividerai le eventuali bottigliate con Tom. ;)

      Elimina
    2. ma che razza di piagnone mi ritrovo, come acerrimo rivale?
      la prossima blog war la vuoi fare all'uncinetto, pirata dei miei strapazzi? dahahaha

      Elimina
    3. Caro acerrimo rivale, ti ricordo che tu hai piagnucolato per One day.
      Poi, se vuoi provare con l'uncinetto, ti infilzo per benino così finiamo in fretta! Ahahahahah!

      Elimina
    4. mi sono dimenticata di fare la battuta del secolo: ho paura che Pollo alle prugne... faccia cacare!
      AH
      AHAH
      AH

      Elimina
    5. Cyb, viaggiamo sulle stesse lunghezze d'onda.
      Mitica. :)

      Elimina
  9. Irriverent Escapade6 aprile 2012 14:57

    Complice la nana, la probabile pioggia ma, soprattutto la passione per Wallace e Gromit, vedro' i Pirati magari gia` a Pasqua.
    Il film di Canet l'ho visto in Francia e puoi immaginare il mio pensiero..
    Pollo alle prugne lo aspetto in una matinee all'Anteo o all'Arcobaleno, al solito in compagnia di M'donna e Demi (in attesa di young fresh cannibals) ah ah aha.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Irriverent, Cannibale la mattina non è mai disponibile, perchè la sera fa tardi a ballare con i suoi amici giovani e finisce cotto fino al tardo pomeriggio. ;)

      Per il resto, mi sa che la mia selezione sarà simile alla tua.

      Elimina
    2. Irriverent Escapade6 aprile 2012 18:19

      ma io parlavo di toy boys seri...mica di Cannibal, ah ah

      Elimina
    3. Ahahahah questo è il commento migliore dell'anno! :)

      Elimina
    4. e chi vuole essere un toy boy?
      io preferisco essere un goi boy! ;)

      tu invece ford non puoi manco essere un beastie boy. al massimo una bestia ebbasta dahahahah

      Elimina
    5. Vedo che il tuo umorismo gareggia con l'ego!
      Meglio così, non voglio sentirti fiacco prima della Blog War! :)

      Elimina
  10. Titanic vorrei rivederlo, ci sono legata particolarmente e poi Di Caprio in 3D voglio proprio vedere che effetto mi fa, anche l'Iceberg e l'acqua, certo, ma Di Caprio è Di Caprio :P
    Biancaneve mi attira parecchio e credo proprio che mercoledì andrò a vederlo. Dopo Once upon a time ho scoperto che adoro le fiabe rivisitate, soprattutto se in stile più dark.
    Piccole bugie tra amici mi ha colpito tanto già dal trailer, voglio proprio vederlo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Melinda, qui in casa Ford Once upon a time manca ancora, ma presto si rimedierà.
      Per il resto, chissà: potrebbero arrivare bottigliate o sorprese!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...