lunedì 11 aprile 2011

Crank High Voltage

La trama (con parole mie): Chev Chelios, precipitato da un elicottero nel finale della prima pellicola, viene rapito dalla Triade ed il suo cuore iperadrenalinico viene impiantato ad un boss di cento e passa anni. Chev, però, non è morto, perchè un organo artificiale con batteria gli è stato inserito nel petto come rimpiazzo. Avrà un paio di giorni di tempo, a suon di scosse elettriche, per ritrovare il suo cuore e vendicarsi di chi l'ha rubato.
In tutto questo, troverà il tempo per spaccare anche un pò di culi.

Questo Free drink è per Betty.

Proprio qualche giorno fa, in occasione del post dedicato a La casa 2, avevo fatto cenno ai sequel in grado di superare i primi capitoli: merce rara, nel mondo della settima arte.
Ebbene, prendetemi per pazzo completo, ma ho trovato questo secondo capitolo delle avventure di Chev Chelios - un sempre expendable Jason Statham - decisamente più divertente, ridicolo, tamarro ed autoironico del primo.
Ma prima di passare per un cinefilo ormai senza speranza più di quanto già non sembri, lasciatemi dire che Crank High Voltage è una schifezza di proporzioni bibliche, talmente terribile da ricordarmi, in più di un momento, roba come Zombie strippers girata in stile videoclipparo/segaiolo da due seguaci dei grandi dettami snyderiani in merito alle pippe da adolescente di fronte ad un film che vorrebbe essere strafico, straduro, straeccitante.
Mettetevi l'anima in pace, non è nessuna delle tre cose.
Ma Neveldine e Taylor, i due responsabili di questa creatura terrificante, a differenza dell'ormai bottigliatissimo Snyder - in questi giorni pare quasi avere preso il posto d'onore del primo Aronofsky! - sanno bene quello che stanno facendo, e riescono addirittura ad essere divertenti nel loro delirio di battutacce e situazioni al limite dell'incredibile - nel senso che è incredibile che si riesca effettivamente ad arrivare a concludere la visione di un film come questo, e che lo stesso abbia trovato una distribuzione planetaria -, tanto da avermi fatto sentire soddisfatto di aver inaugurato la nuova rubrica e concesso un'altra chance a Chev Chelios, che pensavo di aver archiviato definitivamente nel dimenticatoio delle visioni assolutamente inutili della mia vita di spettatore.
In particolare, talmente assurde da risultare quasi cult sono le due sequenze della sparatoria conclusiva nella villa del Furetto con tanto di calcio alla testa tenuta in animazione dalle macchine che neppure il peggiore dei Rodriguez si sarebbe inventato e la battaglia con il galoppino della Triade, omaggio al sottoscritto graditissimo dei vecchi serial giapponesi in cui il protagonista ingaggiava battaglie incredibili con i mostri di turno divenendo delle loro stesse dimensioni e polverizzando intere città - situazione che ricordava uno dei videogames di culto della mia generazione, edito da Neo Geo, che credo si chiamasse proprio King of monsters -.
Se, a questo, si aggiungono volgarità a profusione, una piccola parte assegnata a Dwight Yoakam, una colonna sonora tostissima firmata Mike Patton, una struttura simil-videogame cui pare quasi aver preso ispirazione Edgar Wright per Scott Pilgrim, si arriva all'esplosivo cocktail finale, e ad una domanda che mette paura quasi quanto la risposta cui porta.
E' possibile realizzare uno dei film più insulsi, assurdi, volgari e finto innovativi del decennio ad arte?
Noi italiani, in questo, siamo qualche passo avanti, o almeno lo eravamo.
Per questo conosciamo già la risposta.
E' dannatamente possibile.
Parola di Chev Chelios, che pare sbattersene di ogni giudizio con quel dito medio ficcato fin quasi fuori dallo schermo.
Alla faccia del 3D.


MrFord


"Stars, bulbs, baby
burn the spotlight, put the lights out, turn me on
high voltage rock 'n' roll
high voltage rock 'n' roll."
Ac/Dc - "High voltage" -

 

17 commenti:

  1. mi stupisce leggere che il primo Crank non ti sia piaciuto... io l'ho trovato tamarramente figo! il secondo invece, pur restando tamarro, mi è sembrato poco incisivo ed a tratti noioso, proprio perché tutto il bello era già stato detto col primo capitolo. della coppia neveldine taylor poi ti dirò che ho anche apprezzato Gamer.

    RispondiElimina
  2. Carino, anche se forse ho preferito il primo. Sono entrambi trash al punto giusto! :D

    RispondiElimina
  3. Frank, chissà. Forse dovrei rivederlo, il primo capitolo.
    Mentre invece Gamer l'ho detestato, e non credo gli darò una seconda chance: ricordo di averlo messo anche nel peggio dello scorso anno!

    Ottimista, direi che "trash" è quasi riduttivo!

    RispondiElimina
  4. la saga di crank si mangia in un sol boccone tutte le schifezze action anni 80 che ci vuoi far passare per capolavori.
    secondo me in fondo in fondo lo sai ed è per questo che non riesci ad apprezzare :D

    RispondiElimina
  5. grazie :D ottimo pezzo Mr Ford... non avevo dubbi!

    RispondiElimina
  6. Cannibale, è evidente che Statham deve averti pestato per bene per farti pronunciare una bestemmia di questo calibro! ;)
    Ma vuoi mettere un Crank qualsiasi, anche divertente, con il labbro di Stallone o il Commando si Schwarzy!?

    Betty, de nada! Muchas gracias a te per i complimenti!

    RispondiElimina
  7. adoro Crank
    adoro Jason Statham!!!

    RispondiElimina
  8. buon inizio settimana ^_______^

    RispondiElimina
  9. Scopro che Crank ha un sacco di sostenitori!
    Jason Statham spacca, e su questo non c'era dubbio.
    Buon inizio settimana a te, Pupottina!

    RispondiElimina
  10. Non male il primo, a tratti molto divertente -il rapporto sessuale davanti a tutti e il pompino non finito in macchina-
    Statham è un super figo quasi qualsiasi suo film meriterebbe una visione.
    Sì, probabilmente l'ho detta grossa.

    RispondiElimina
  11. Dembo, il primo non l'avevo digerito troppo, forse perchè avevo in mente gli action movies anni ottanta come piacciono a me!
    Con questo mi sono divertito molto di più, sarà che avevo aspettative più basse.

    Statham spacca davvero i culi.
    E' l'unico vero erede della grande tradizione degli action heroes della nostra epoca!

    RispondiElimina
  12. Ciao!
    Questo sequel è davvero una ficata pazzesca. Concordo pienamente.

    RispondiElimina
  13. Eddy, benvenuto!
    Come darti torto!? E' stata una visione talmente tamarra e senza senso da farmi divertire manco fossi tornato agli anni ottanta!

    RispondiElimina
  14. Sly perdonalo perchè il cannibale ha tanto peccato! (stavolta l'hai detta proprio grossa
    Crank è una bomba cmq ma ovviamente non paragonabile al labbruccio di tu sai chi..

    RispondiElimina
  15. Lorant, parole sante.
    Sly ci ascolta. :)

    RispondiElimina
  16. Un capolavoro,ancora più divertente,fracassone ed esagerato del primo.
    E Statham strarulla! \m/ \m/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Strarulla di brutto!
      Più ripenso a questo film, più ritengo sia una goduria!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...