sabato 18 febbraio 2017

American Horror Story - Roanoke (FX, USA, 2016)




Il mio personale rapporto con il brand di American Horror Story, creatura camaleontica di Murphy e Falchuk, è stato quantomeno travagliato: la tanto incensata prima stagione, infatti, ai tempi da queste parti non andò oltre le bottigliate; con la seconda, ambientata quasi interamente in un manicomio ed a cavallo tra diversi decenni, rimasi molto, molto sorpreso in positivo; dalla terza in poi fu un lento declino, che mi portò a lasciare il titolo alle visioni da sessioni di ferro da stiro di Julez senza che mi mancasse neppure lontanamente.
Con il duemilasedici e l'ottima prova dell'antologico American Crime Story - sempre creato dal duo - a risvegliare il mio interesse per AHS sono giunte molte recensioni positive di questa sesta annata, Roanoke, che a quanto pare rinverdiva i fasti delle prime due - ed ho sperato fortemente nella seconda, ovviamente -: in questo periodo da casalingo, dunque, accanto ai recuperi delle molte serie televisive passate su questi schermi nell'ultimo periodo, è giunto anche questo.
Il risultato è stato decisamente positivo per quella che, proprio con la già citata Asylum, è senza ombra di dubbio la miglior stagione della serie, costruita sfruttando più livelli di narrazione, metacinema, stili e mezzi di ripresa, e generi: partita come un incrocio tra il thriller e la ghost story e divenuta un vero e proprio incubo mortale per i protagonisti simile ad un survival, a metà del cammino chiude un arco narrativo per aprirne un altro trasformando il tutto in un grottesco ritratto dei reality e della società "social" attuale fino a diventare una delirante mattanza conclusa con un finale quasi lirico, e con il sacrificio dell'unico charachter superstite alle due "spedizioni" a Roanoake.
Quello che, come sempre, è interessante notare quando gli horror hanno spunti interessanti, è quanto, in realtà, a prescindere dagli incubi, dalle Macellaie e dalle streghe dei boschi, l'Uomo finisca sempre per risultare la minaccia più grande e pericolosa, che si tratti di squilibri mentali - i rednecks vicini di Matt e Shelby, Agnes -, vuoti interiori - Lee - oppure avidità di potere e successo - Ryan -: se, infatti, le creature venute dall'altro mondo, sanguinarie per imposizione, condizione e status, si muovono come se seguissero una macabra routine, gli esseri umani spinti dalle loro emozioni, dall'istinto e dal terrore o dalla furia del momento finiscono per risultare ben più pericolosi ed inquietanti pur non mostrando un aspetto particolarmente agghiacciante - sinceramente, i Chang o Testa di maiale non fanno venire i brividi quanto alcuni dei passaggi che coinvolgono e vedono protagoniste quelle che dovrebbero essere solamente le vittime sacrificali -.
Il viaggio a Roanoke, in bilico tra antiche maledizioni, violenza, sospetto, gelosie, rancori e follia, è stato senza dubbio, pur non risultando certo spaventoso quanto il Twin Peaks dei tempi d'oro, una delle sorprese più interessanti dell'ultimo periodo, segno che, inventiva ed originalità a parte, quando Murphy e Falchuk si concentrano sull'animo umano più che sulla volontà di stupire a tutti i costi, riescono ad essere convincenti e decisamente inquietanti, così come macabri e divertenti ad un tempo - il personaggio di Cricket è una chicca, in questo senso -: non voglio cantare vittoria troppo presto, ma direi che, se le premesse e le idee sono queste, il viaggio di American Horror Story può tranquillamente continuare tornando a trovare uno spazio importante anche qui al Saloon.



MrFord



 

14 commenti:

  1. So che è piaciuto molto, in generale, ma l'ho trovato davvero un puttanaio personalmente. Uno spreco di attori, di trame, che finisce in un bagno di sangue.
    Nah, è stato l'AHS che ho preferito di meno. Sarà che, seguendolo settimana dopo settimana, ci passi due mesi insieme e alla fine ti senti sempre un po' preso in giro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me, invece, funziona molto bene: e considerate certe schifezze come Freak Show e Hotel, questo è una chicca.

      Elimina
  2. Strano essere d'accordo su una stagione che per lo più è stata parecchio criticata.
    Anche a me è piaciuta decisamente.
    Ma d'altra parte io, a differenza tua, non ho mai avuto dubbi sul talento di Murphy e Falchuk, fin dai lontani tempi di Nip/Tuck. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il fatto che si sia d'accordo rispetto a qualcosa di criticato - come ai tempi di Spring Breakers - mi mette davvero, davvero paura.
      Altro che Murphy e Falchuk. ;)

      Elimina
  3. A me invece non mi ha per niente convinto, anzi, Hotel era addirittura meglio...questo Roanoke è confuso, caotico e scemo nonostante la genialità ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me invece è parso senza dubbio il miglior AHS dai tempi di Asylum. :)

      Elimina
  4. Pure io con AHS ho avuto un rapporto discontinuo, amando le prime stagioni, subendo una delusione dopo l'altra poi, tanto da abbandonare all'Hotel. Qui, però, tanto di cappello: brividi intelligenti ma soprattutto un uso nuovo dei mezzi, sì, sanno come rinnovarsi Murphy e Falchuk.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Verissimo: un grande riscatto per la coppia, che ha saputo confezionare un prodotto inquietante, divertente e molto intelligente. Se questi sono gli standard, torno felicemente in sella rispetto ad AHS.

      Elimina
  5. Unica stagione che mi manca, ed i misteri su Roanoke mi hanno sempre affascinato.
    Appena finisco Scream Queens 2 la recupero.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se ti affascina questo tipo di misteri, secondo me ti divertirai.

      Elimina
  6. ...devo recuperarlo...
    "Roanoke" è l'ultima serie a mancarmi...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per me, con Asylum, è la migliore del brand.

      Elimina
  7. Avevo iniziato a vedere la prima stagione,ma dopo il no del Khal,è finita in quel calderone di roba che vorrei recuperare,ma non so quando e come.Se c'è su netflix ci provo!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Essendo un'antologica, puoi fare selezione.
      Per me Asylum e questa sono da vedere.

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...