giovedì 27 novembre 2014

Thursday's child

La trama (con parole mie): settimana ben poco promettente, quella che si prospetta in sala a partire da oggi. Gli strascichi delle "imprese" di Katniss Kid e dei suoi amichetti teen, probabilmente, hanno influenzato i distributori che hanno preferito puntare su robetta a basso cabotaggio che, se dovesse andarci bene, potrebbe giusto riservare qualche misurata sorpresa.
Alla peggio, ci toccherà sorbirci sette giorni di roba pessima o al massimo consigliata dal mio rivale Cannibal.
Il che significa, quasi sempre, la stessa cosa.


"Ammazza, Ford e Cannibal hanno stroncato sul nascere la mia carriera di attore."


Ogni maledetto Natale


Cannibal dice: Ogni maledetto Natale chiedo a Babbo Natale di far sparire Ford dalla faccia della Terra come mio personale regalo, ma quel vecchio barbuto rimbambito non mi accontenta mai. Quest'anno sarà la volta buona? E sarà anche la volta buona che faccia scomparire pure queste commedie italiane?
In Ogni maledetto Natale fa il suo esordio cinematografico Alessandro Cattelan, conduttore che mi sta abbastanza simpatico, soprattutto in radio, però come attore non me lo vedo proprio. Si rivelerà il nuovo Fabio Volo? E questo film si rivelerà il nuovo cinepanettone?
In entrambi i casi, le risposte potrebbero essere più inquietanti di una recensione fordiana.
Ford dice: ogni maledetto natale spero sempre di poter rovinare la festa al Cannibale presentandomi a Casale con un bel sacco di carbone da sparargli dritto nella schiena, ma alla fine preferisco sempre passare le feste in famiglia.
Quest'anno, però, potrei sempre fare una capatina da lui per capodanno.
Quanto a questo film, penso non mi vedrà neppure per pasqua.


"Mi piace come festeggiano il Natale al Saloon!"

I pinguini di Madagascar
 


Cannibal dice: I pinguini di Madagascar presi a piccole dosi, cioè di massimo 30 secondi, sono anche simpatici. Come Mr. Ford...
Ah no, scusate. Lui manco per 30 secondi.
Comunque, un intero film a loro interamente dedicato mi sembra troppo. Perlomeno per la mia sopportazione. Lascio quindi perdere questa bambinata e passo a vedere un film per adulti. Anche se detto così potrebbe suonare ambiguo...
Ford dice: la saga di Madagascar e dei suoi pinguini era partita bene, finendo per banalizzarsi e diventare il solito prodotto macinasoldi pronto a fare presa sui piccoli. Considerato che il Fordino in questo periodo è preda del fascino di Alex il leone e soci e stiamo vedendo il primo venti volte al giorno, penso mi risparmierò i pinguini, almeno per il momento.

"Vi avevo detto di non far scegliere la barca a Ford: quello non sa neanche cosa sia un motore!"
I Vichinghi



Cannibal dice: Mai piaciuti particolarmente, i vichinghi, soprattutto dopo quella lagna assoluta di Valhalla Rising. Negli ultimi tempi però, grazie alla valida serie Vikings, mi sono avvicinato un po' a loro. Adesso sono di nuovo pronto a riprendere le distanze, sia da questi nuovi Vichinghi che promettono malissimissimo, sia dal vichingo onorario Ford.
Ford dice: i Vichinghi mi sono sempre piaciuti, gente cazzuta e spiccia come si conviene, al contrario di quel pusillanime di Peppa Kid. Peccato, però, che il trailer di questo film faccia assolutamente ribrezzo.
Meglio tornare alla serie e far finta che non sia mai esistito.

Ford festeggia la vittoria contro l'esercito Cannibale.
Cub - Piccole prede



Cannibal dice: Curiosa pellicola fanciullesca belga, dalle tinte avventurose ma anche horror, potrebbe essere la sorpresa di una settimana che si preannuncia altrimenti parecchio spenta. Sempre che non si riveli una bambinata fordianata da Giffoni Festival, potrebbe persino regalare qualche vero brivido.
Ford dice: il radicalchicchismo cannibalesco ha sconfinato anche nelle proposte per bambini!? Pare di sì, grazie a questa pellicola piuttosto pretenziosetta di matrice fiamminga. Considerato, però, che uno dei migliori film dell'anno è stato Alabama Monroe, potrei nonostante tutto concedere una possibilità.

"Speriamo non ci sia Ford, in giro, o me la faccio sotto un'altra volta, parola di Peppa Kid."
Trash


Cannibal dice: No, il titolo non si riferisce ai gusti di Mr. James Ford. Si riferisce alla professione dei protagonisti del film, dei bambini che lavorano in una discarica a Rio. Bella eh, Rio. La sua discarica però un po' meno. Così come questo film sembra richiamare City of God e The Millionaire, però mi sa che è un po' meno riuscito di entrambi. Dal trailer mi pare la versione ammerecana e ruffianotta del Brasile e, con una premessa del genere, rischia di finire nella spazzatura di Pensieri Cannibali, insieme al mio blogger rivale.
Ford dice: il film di Stephen Daldry, che in passato ho apprezzato per cose come Billy Elliot, pare la classica americanata buonista pronta per scatenare un ciclone di bottigliate neanche si trattasse di un Cannibal qualsiasi.
Potrei dunque recuperarlo giusto per tenermi un po' in allenamento per la gran festa di capodanno a Casale Monferrato.

"Cannibal, ti pago se la smetti di scrivere le tue stronzate."
Perfidia




Cannibal dice: Pellicola italiana che dal trailer sembra di livello piuttosto amatoriale. Non per essere perfido, ma non consiglierei la sua visione manco a Mr. Ford.
Ford dice: pellicola italiana come al solito troppo italiana. Traduzione: una vera, abominevole schifezza. Non la consiglierei neanche a Peppa Kid. Forse.

"Non c'è nessuno in giro, stasera." "Evidentemente Ford è uscito in macchina."
Mio papà
 


Cannibal dice: Altro film italiano, altro film che evito senza troppi problemi. Lasciando la visione a Mr. Ford che, per età e mentalità, potrebbe anche essere mio papà. Anzi no, che dico?
Potrebbe essere mio nonno.
Ford dice: due film italiani, due vere tragedie. Mio padre, che non si preoccupa troppo di Cinema, potrebbe facilmente decretare la quasi morte della settima arte nostrana. E avrebbe ragione.

Ford e Cannibal discutono delle uscite settimanali.
Master of the Universe


Cannibal dice: Come è noto, non sono un grande appassionato dei documentari. Eppure questo Master of the Universe, che non ha niente a che fare con He-Man, potrebbe rivelarsi un approfondimento interessante sul mondo dell'alta finanza e dei broker in stile The Wolf of Wall Street. Non credo comunque che lo vedrò mai ma, se dovessi trovarmelo di fronte in tv, non cambierei canale. Se invece mi trovassi di fronte Mr. Ford, cambierei immediatamente strada.
Ford dice: come è noto, apprezzo moltissimo i documentari, e questo, considerata anche la morìa del resto delle proposte di questo giro di giostra in sala, potrebbe perfino rappresentare la sorpresa della settimana. Dovesse capitarmi, ovviamente, non mancherò di parlarne al Saloon.

"La rassegna dedicata a Von Trier e a tutti gli idoli radical del Cannibale ha avuto proprio successo!"
Viviane


Cannibal dice: Pellicola israeliana di quelle impegnate, di quelle che tanto piacciono a Mr. Ford, o che fa finta di apprezzare per darsi un contegno intellettualoide. Soltanto a vedere il trailer, a me è salita un'angoscia pazzesca. Cosa non per forza negativa, però certo non mi ha invogliato troppo a vedermi tutto il film.

Ford dice: proposta mediorientale di quelle che piacciono al sottoscritto, e che potrebbe essere una sorta di versione alternativa di Una separazione. Speriamo soltanto che il livello possa avvicinarsi almeno un po' a quello del lavoro di Fahradi.

"Facciamo appello al senso comune per bandire dalla blogosfera quei due tizi poco raccomandabili: Cannibal e Kid."
Melbourne
 


Cannibal dice: Piuttosto che Viviane, tra i film impegnati della settimana preferisco puntare su Melbourne. Una pellicola proveniente non dall'Australia bensì dall'Iran e che non è di Asghar Farhadi, ma sembra in tutto e per tutto un film di Asghar Farhadi. Non a caso il protagonista è lo stesso di Una separazione. Sì, proprio la pellicola che parlava della separazione tra me e Ford, che d'ora in poi condurremo due rubriche sulle uscite cinematografiche differenti. La sua si chiamerà sempre Thursday's Child, mentre la mia con grande fantasia si intitolerà Thursday's Kid.
Ford dice: si scriveva di Fahradi e di Una separazione, ed ecco un film che non solo riporta sullo schermo lo stesso protagonista, ma anche atmosfere decisamente Fahradiane. Anche in questo caso, speriamo bene: anche perchè, se dovessi affidarmi solo al Cinema italiano o a Thursday's Kid, farei davvero poca strada.


"E' inutile che insistiate: io a Casale non metto piede neanche sotto tortura!"

16 commenti:

  1. Ford capisco la fase Madagascar (ovvero venti volte al giorno!!!) =D Quindi, considerato che il grande ha sei anni, non posso proprio evitare I Pinguini.
    Ma non me ne dispiaccio. ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahah anche a me non dispiace l'idea che il Fordino possa lanciarsi nella fase del cartone venti volte al giorno, se solo non occupasse in questo modo il televisore impedendomi di vedere altro! ;)

      Elimina
  2. Sull'horror belga mi butterò a capofitto, chi se le perde delle crudeltà gratuite verso gli scout? XD
    Il resto mi sa che è aria...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una settimana strana, questa. Potrebbero esserci ottime sorprese, così come schifezze totali.

      Elimina
  3. Solidarizzo con te per la fase MadaDastar! Non ha mai fatto davvero breccia da queste parti anche se a me non dispiace ma alla lunga qualsiasi film verrebbe a noia. Boicotterò i pinguini, perché se i sequel dopo il 2 sono ridicoli, gli spin off non sono nemmeno degni di menzione. Aug! Ho detto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo in pieno sul discorso sequel/spin off: una vera trappola per i portafogli delle famiglie! ;)

      Elimina
  4. ogni maledetto giovedì questo blog migliora improvvisamente, grazie agli interventi di quel cannibale.
    dovrebbe essere presente tutti i giorni, ma meglio di no...
    il saloon diventerebbe un posto troppo accogliente. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Diventerebbe più pusillanime, vorrai dire! ;)

      Elimina
  5. A chi di dovere i Pinguini son piaciuti.
    Ogni maledetto natale ha troppa gente maledettamente in gamba coinvolta per non meritare una guardata, dai!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quindi stai difendendo a scatola chiusa Ogni maledetto natale dopo aver attaccato a scatola chiusa Boyhood!?
      Doppie bottigliate! ;)

      Elimina
    2. Sai perfettamente che sono un etilista.
      Bottiglieammmeee

      Elimina
    3. Sai che sono sempre felice di bottigliare! ;)

      Elimina
  6. Come dicevo nel blog del rivale, tanti film che potrebbero rivelarsi delle sorprese...!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Speriamo, perchè sulla carta non sono troppo fiducioso!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...