giovedì 19 giugno 2014

Thursday's child


La trama (con parole mie): ad una settimana di distanza dall'ultima volta, si torna a parlare di Cinema in un Saloon sempre più immerso nell'atmosfera dei Mondiali di calcio. E lo si fa sfruttando la rubrica dedicata alle uscite in sala che da sempre, purtroppo per me e per voi, condivido con il mio rivale Cannibal Kid.
Fortunatamente, ad allietare questo supplizio, questo weekend corre in mio aiuto il Maestro Clint, che torna in sala a tre anni di distanza dalla sua ultima fatica: il suo Jersey Boys sarà l'ennesimo colpo magico o una battuta d'arresto in stile troppo hollywoodiano?
Solo la visione ce lo dirà!

"Addio, Peppa Kid. Non ci mancherai."

Jersey Boys

"Peppa Kid, te la cantiamo noi!"
Cannibal dice: Clint Eastwood ha visto troppe puntate di Glee e ha voluto dedicarsi anche lui al genere musical? Dalle prime immagini, direi che si tratta comunque di un film vecchio stile, pronto per essere idolatrato dalla groupie numero 1 del texano dagli occhi di ghiaccio, Mrs. Ford. Io spero solo che non sia troppo vecchio stile. Ma soprattutto che non somigli a Changeling.
Ford dice: quando Clint sale in cattedra, al Saloon ci si toglie sempre il cappello. Un Maestro è un Maestro. Onestamente, però, non nutro fiducia estrema in questo Jersey Boys, film che pare molto classico e che, a quanto si dice, ricalca il musical da anni in voga a Broadway praticamente in tutto e per tutto.
Detto questo, correrò a vederlo il prima possibile, Mondiali permettendo.



Synecdoche, New York

"Sono più vecchio di Ford: è un vero dramma!"
Cannibal dice: Pellicola splendida del 2008 da me già recensita (http://pensiericannibali.blogspot.it/2012/09/essere-charlie-kaufman.html) che approda solo ora nelle sale italiane, complice probabilmente la sfortunata scomparsa di Philip Seymour Hoffman. Meglio tardi che mai, comunque. Nel caso del mio blogger rivale invece il detto cambia: meglio mai che Ford.
Ford dice: scandalosamente in ritardo - ma rispettando quelli che sono i tempi della Terra dei cachi - giunge in sala uno dei film più importanti interpretati dal fu Seymour Hoffman, recensito tempo fa anche da queste parti -http://whiterussiancinema.blogspot.it/2012/04/synecdoche-new-york.html - ed assolutamente imperdibile.
Al contrario delle bislacche recensioni e dei pronostici calcistici del mio rivale.



Tutte contro lui

"Ammazza, che figo questo Ford!"
Cannibal dice: Commediola leggera leggera perfetta per una visione estiva senza troppe pretese. L’unica pretesa che si può avere è quella di trovare un’altissima concentrazione di figa capitanata da Kate Upton e Cameron Diaz. Prima di vedere il film però tutte, e pure tutti, contro Ford!
Ford dice: mi è capitato di vedere il trailer di questa roba non troppo tempo fa, in sala. Trito e ritrito, visto e rivisto. Una di quelle porcatine da niente che rendono più nei teaser che una volta coinvolti nella visione.
Un po’ come il mio antagonista, che pare perfino simpatico, preso a piccolissime dosi.





La gelosia

"E tu chi sei!? Peppa Kid!?"
Cannibal dice: Ford è geloso del mio radical-chicchismo. La cosa sta emergendo con sempre maggiore evidenza dalle sue ultime recensioni. Ecco allora un film francesissimo che sembra fatto apposta per me e che invece alla fine potrebbe piacere di più al mio rivale ormai sempre meno pane e salame e sempre più caviale e champagne.
Ford dice: assorbito completamente dai Mondiali di calcio e con una marea di titoli da recuperare, non mi sogno neppure di imbarcarmi in una visione che pare perfetta per il circolo di cucito di Katniss Kid e delle sue amichette dedite al the delle cinque.



La pioggia che non cade

"Cannibal, te le cantiamo anche noi!"
Cannibal dice: Film italiano a cavallo tra fiction e reality che racconta di una band folk romana realmente esistente. Considerando quanto questo recente revival della musica folk mi sembri una delle mode più assurde e incomprensibili nella storia delle mode, lo eviterò con grande piacere, come la pioggia in una giornata d’estate o come Ford in una giornata qualunque.
Ford dice: sempre per i motivi di cui sopra ignorerò una proposta finto alternativa italiana che mi sa di fuffa fin dal titolo. Un'impresa che non è riuscita neppure a Peppa Kid, che perlomeno con Pensieri cannibali ha azzeccato la copertina della sua "rivista". Peccato che il contenuto la rovini completamente, a partire dal suo autore. Ahahahahah!



Un insolito naufrago nell’inquieto mare d’Oriente

Cannibal e Ford a spasso in un assolato pomeriggio d'estate.
Cannibal dice: M’è venuto un gran mal di testa soltanto a leggere il wertmulleriano titolo, figuriamoci se mi sciroppo una visione del genere. Piuttosto mi vado a leggere tutti i post di WhiteRussian dal primo all’ultimo.
Ford dice: vorrei andare al mare. Subito. E dimenticarmi che in sala arrivano anche film di questo tipo.



The Dark Side of the Sun

E pensare che per trovare quest'immagine ho scovato perfino un improbabile film con un Brad Pitt giovanissimo ed inguardabile.
Cannibal dice: Pellicola italiana curiosa, tra documentario e animazione. Potrebbe essere un raggio di sole nelle tenebre cinematografiche attuali. Se va bene. Se va male, si potrebbe invece rivelare una fordianata clamorosa.
Ford dice: l'ispirazione pinkfloydiana del titolo mi puzza di radicalchicchismo da poco lontano un miglio. Considerato che in questo periodo non ho alcuna voglia di sciropparmi menate, mi terrò ad una distanza ben maggiore.



Ragazze a mano armata


Cannibal dice: Su MYmovies viene presentato come “Un film che va contro i luoghi comuni”. A me sembra invece che, come Mr. Ford, sia solo una cosa che va contro il buon cinema.
Ford dice: basta luoghi comuni rispetto a Cannibal Kid. Il mio nemico numero uno non è radical chic, una vittima del suo ego, un discutibile recensore cinematografico e calcistico.
No, per nulla.
Dico davvero, non ci credete!?


10 commenti:

  1. ovviamente Clint Eastwood. e per chi non l'ha visto, Synecdoche New York. bellissimo. e link per link, ci metto anche il mio http://castellodiif.blogspot.it/2013/09/il-tutto-per-la-parte-e-ritorno.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Clint sempre. E un link ci sta sempre, specie per un gran film.

      Elimina
  2. dopo tu ford che vai ad amici di maria de filippi, clint eastwood che si da' al musical...
    fate tanto i duri e puri e poi siete peggio di una puntata di glee! buahah :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti il nostro obiettivo è quello di interpretare i bulli che maltrattano Peppa Kid in una futura puntata di Glee. ;)

      Elimina
  3. Ho un po' di pregiudizio sul'Eastwood canterino, sinceramente. Synecdoche New York invece lo recupero il prima possibile!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Synecdoche grandioso, su Eastwood posso capire, ma io ho fiducia comunque.

      Elimina
  4. Io mi prendo Clint e Sineddoche. =)

    RispondiElimina
  5. Clint si si si...
    poi mi sa che la commediola femminista con la Cameron me la vedrò...
    ah, e Sineddoche anche, giusto perché mi piace la parole, e mi farà sentire forbita pronunciarlo alla cassiera della multisala...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Recupera Synecdoche, è una bomba. Ed è anche forbito. ;)

      Clint sempre. La commediola ci sta, in fondo è estate.

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...