giovedì 8 marzo 2012

Knockout - Resa dei conti

Regia: Steven Soderbergh
Origine: Usa
Anno: 2011
Durata: 93'



La trama (con parole mie): Mallory Kane, super agente segreto che nessun mortale può, ha potuto e potrà fermare, in grado di far piangere come bimbi in fasce Ethan Hunt e James Bond, è incazzata nera perchè il suo ex Ewan McGregor pare proprio averla fregata, mettendole contro la storia di una notte Channing Tatum e la potenziale conquista Michael Fassbender, orchestrati a loro volta dal complicato gioco di potere della premiata ditta Kassovitz e Banderas.
Ovviamente la nostra eroina tutta d'un pezzo alla fine riuscirà a spuntarla, ma perchè questo accada e si possa finalmente tirare un sospiro di sollievo - nonchè porre fine al tour delle città europee made in Soderbergh - si dovrà attendere con molta pazienza quasi un'ora e mezza.





Neanche il tempo di tornare da Barcellona e subito mi ritrovo catapultato per le strade della città catalana, una delle mie due mete preferite al mondo.
Purtroppo, però, il risultato non è decisamente lo stesso rispetto al girare prendendosi il tempo che si vuole tra Parc Guell e la Sagrada Familia, o lungo la Barceloneta, perchè in questo caso siamo di fronte ad uno degli indiscutibilmente peggiori film di inizio anno, frutto di un'opera di gigionismo di proporzioni pantagrueliche dell'ormai troppo spesso ex regista Soderbergh, accompagnato per l'occasione dall'altrettanto - e anche di più - ex Kassovitz nonchè dal convalescente Michael Douglas, dall'apparentemente convalescente Antonio Banderas e dal futuro convalescente - dopo le mie bottigliate - Ewan McGregor, che non contenti portano con loro nel calderone anche l'una volta promessa Channing Tatum, passato ingloriosamente dall'ottimo Guida per riconoscere i tuoi santi a G. I. Joe e schifezze come questa.
Evidentemente devono tutti avere problemi di soldi, poveri lavoratori in lotta per arrivare a fine mese.
Poco importa, dunque, se la protagonista sia la tostissima Gina Carano, ex lottatrice e tipica spaccaculi in pieno stile fordiano, in una storia che, sulla carta, dovrebbe proporsi come una sorta di Alias in versione cinematografica con un pò di violenza e glamour in più: a partire dal pessimo titolo, questo film è senza dubbio una delle esperienze peggiori che uno spettatore possa concedersi in questo primo quarto dell'anno, una vera e propria perdita di tempo dalla sceneggiatura inconsistente e ridicola - solo in un film con Van Damme girato negli anni ottanta posso pensare che un agente dei servizi segreti o presunto tale snoccioli al primo stronzo che gli capita sotto le mani le complicate trame dei suoi casini lavorativi, senza dimenticare l'assoluta infallibilità dello stesso 007 -, un divertissement ad uso e consumo di cast e regista capace di provocare nell'audience esclusivamente noia ed anche un pizzico di incazzatura all'indirizzo di questa manica di stronzi imbottiti di soldi che girano una città al giorno divertendosi a girare due inquadrature due in un vicolo del centro prima di andare a sollazzarsi giocando a golf o in un resort tanto per non farsi mancare nulla.
Roba da far sembrare Contagion il film del secolo, e addirittura non fare sfigurare neppure quella schifezza subumana di The american.
Onestamente, era dai tempi di The tourist che non riuscivo a provare un così profondo disprezzo per la messa in scena apparentemente "d'autore" di una pellicola, fatta e finita ad uso e consumo dei suoi realizzatori e confezionata dalla grande distribuzione come fosse una sorta di piccolo cult per intenditori di action movies e spy stories: peccato che il risultato non sia classificabile in nessuno dei due generi, e non resti altro che una confezione vuota ed inutile incapace anche di intrattenere il pubblico dalle pretese minori - e mi metto tranquillamente nella cerchia -.
A peggiorare la situazione il dato di fatto costituito dalla certezza che si tratti del lavoro - l'ennesimo completamente sbagliato - di un ex Palma d'oro ormai clamorosamente votata al blockbuster di grana grossa: una cosa giusta giusta per farsi del male, che mi ha ricordato quanto è triste chiudere le ferie e tornare alla realtà di tutti i giorni.
Sicuramente, a visioni come questa è preferibile addirittura una bella settimana lavorativa fatta e finita.
E ad entrambe, senza dubbio, è preferibile Barcellona: vissuta pure senza soldi, ma in prima persona.
Sarà decisamente più seducente, avvincente ed "action" di quanto possa esserlo all'interno di una porcata come questa.


MrFord


"So you think you'll take another piece of me
to satisfy your intellectual need
do you want, do you want...Action?"
Def Leppard - "Action" -


26 commenti:

  1. Continua così giovane Ford, tra ieri e oggi già due nomi depennati dalla lista, quindi 3-4 ore della mia vita non rubate al legittimo proprietario ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giovane Ford!?
      Questa va detta al Cannibale! ;)

      Elimina
    2. giovane ford non se pò sentì ahahahahah :D

      Elimina
    3. E' l'inizio della rivoluzione!
      D'ora in poi mi spaccerò per Ford Kid, e tu sarai Cannibal Sauro! Ahahahahahah!

      Elimina
  2. irriverent Escapade8 marzo 2012 10:21

    Una porcata, anche se firmata Sodeberg resta sempre una porcata. Nulla da eccepire, non posso che condividere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Irriverent, non posso che confermare.
      Una vera schifezza.

      Elimina
  3. promessa channing tatum?? giusto un fissato con i palestrati come te poteva pensarlo... ahahahah

    comunque non ci posso credere che questo film possa essere peggiore di the american o di un weekend fordiano a barcellona uaahhaah :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cannibale, questo film è davvero una schifezza totale.
      E se te lo dice un fissato con i palestrati e le botte come il sottoscritto, puoi girarne tranquillamente al largo! ;)

      Elimina
  4. che palle! ci speravo davvero :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Frank, purtroppo è una schifezza colossale.

      Elimina
  5. Ok, già il trailer non mi ispirava, ma dopo questa recensione bottigliante passo definitivamente!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Babol, passa pure.
      Penso che, al momento, sia il mio peggior film del 2012.

      Elimina
  6. Che peccato, un cast così e una ambientazione del genere buttati alle ortiche. Il viaggio? >Tutto bene, si?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gae, il viaggio alla grande. Barcellona è sempre una meraviglia.
      Questo film, invece, è l'esatto opposto.
      E pensa che è stata la prima cosa che ho visto al ritorno.

      Elimina
  7. Ahi...confesso che l'idea iniziale e Sodeberg alla regia mi ispiravano. Ma già una cara amica lo aveva sconsigliato. Direi che la tua recensione ci mette definitivamente una pietra sopra.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Newmoon, scaricaci pure un camion di pietre. Una vera schifezza.

      Elimina
  8. Dopo quella gran pupù di Contagion con Soderbergh ho davvero chiuso, sono proprio felice di leggere questa stroncatura :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Simone, io speravo in una bella tamarrata come piacciono a me. Invece niente. Contagion in confronto è roba da Palma d'oro.

      Elimina
  9. Peccato, l'idea mi piaceva moltissimo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me aveva lasciato così così, ma non pensavo ad una ciofeca di queste proporzioni!

      Elimina
  10. Cazzo ci speravo anche io, sembrava promettere bene, ma ne parlano maluccio un po' dovunque.
    Mi sa che passo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fratello, passa in scioltezza. E' davvero una merdata.
      Peccato.
      Hai ricevuto il mio sms? Todo bien da voi? Quando ci si vede?

      Elimina
  11. Non pensavo che potesse riuscire a dirigere qualcosa di più brutto di Contagion. A quanto pare ce l'ha fatta. Però lo vedrò di sicuro. :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ottimista, ce l'ha fatta eccome. Contagion a confronto pare da Festival di Cannes! ;)
      Buona fortuna per la visione!

      Elimina
  12. La pubblicita' alla radio recitava qualcosa tipo "Knockout, il piu' bel film d'azione di tutti i tempi".
    Ma anche no, dico io :-p
    Non e' che se ti chiami Sodeberg allora puoi propinare al pubblico qualunque cosa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ric, effettivamente questo è davvero un film pessimo, anche rispetto agli action movies peggiori.
      A volte gli "autori" pensano di poter rendere oro tutto quello che toccano. Non è questo il caso. ;)

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...