mercoledì 27 agosto 2014

Hercules - Il guerriero

 
La trama (con parole mie): nato da Zeus e da una semplice mortale, Hercules è stato circondato da un alone leggendario fin dalla sua nascita, quando ancora nella culla stritolò due serpenti inviati da
Era, madre degli dei, per ucciderlo. A quell'impresa seguirono le dodici fatiche, che resero il suo personaggio ancora più importante e venerato in tutta la Grecia: scacciato da Atene dopo essere
stato accusato ingiustamente dell'omicidio di sua moglie e delle sue due figlie, Hercules viaggia attraverso l'Ellade insieme ad un gruppo di inseparabili amici e guerrieri, accanto ai quali combatte come un mercenario.
Quando il gruppo si dirige in Tracia per aiutare il re a sedare una rivolta, finiscono per essere messe alla prova la fede stessa dell'eroe e la capacità di assumere il ruolo che suo padre - chiunque fosse, Zeus o no - avrebbe voluto per lui.








Qui al Saloon, è cosa nota, ogni tamarrata che si rispetti è decisamente ben accolta dal sottoscritto, specialmente se porta in dono, oltre ad un bagaglio di botte e fracassonate, anche qualche interprete d'eccezione dell'action come il sempre più gonfio e gigantesco The Rock, eroe del wrestling fine anni novanta/inizio anni zero - con qualche comparsata in tempi più recenti - al quale un appassionato di sport entertaiment come il sottoscritto non può non voler bene.
Benchè mi aspettassi di incrociare il cammino di una vera e propria schifezzona record, da mesi attendevo l'uscita dell'Hercules targato Dwayne Johnson - vero nome del già citato The Rock -, sopportando il pur non così brutto come avrei pensato alla vigilia della visione Hercules - La leggenda ha inizio con Kellan Lutz di qualche mese fa e preparandomi agli sfracelli che l'ex wrestler avrebbe compiuto nei panni del leggendario semidio greco.
Per quanto la stanchezza l'abbia fatta da padrona e, di fatto, abbia comunque accettato bonariamente tutti i limiti del lavoro di Brett Ratner, devo ammettere che questo Hercules - Il guerriero finisce per
essere davvero, davvero trash, e seppur non in grado di raggiungere i bassissimi livelli del recente Transformers 4 - quantomeno nella durata - pronto a diventare uno dei bersagli preferiti di tutti i non
avvezzi al genere della stagione, tanto da finire per avvincere perfino il sottoscritto così poco da costringere gli occupanti di casa Ford a terminare la visione in due serate, e sempre con la palpebra
parecchio pesante.
Una cosa imperdonabile, questa, per un giocattolone action che ricorda i peplum dei tempi andati e dal minutaggio limitato, che finisce quasi per essere peggiore del parruccone sbattuto sulla testa pelata di The Rock neanche fosse un Nicholas Cage qualunque pronto a girare un nuovo Ghost Rider: trama esilissima, sceneggiatura e dialoghi al limite del ridicolo, personaggi cambiati da una scena all'altra - clamoroso il caso del re interpretato da John Hurt, passato dall'essere un vecchio inoffensivo difeso da Hercules ed i suoi ad un tiranno senza cuore pronto a fare secco perfino il suo stesso nipote ancora bambino -, combattimenti ed approccio senza una vera direzione: perfino l'unica idea interessante della pellicola, ovvero far passare Hercules per un guerriero di impareggiabile abilità che sfrutta con l'inganno la sua fama di semidio grazie ai racconti dei suoi compagni e a trucchi del mestiere viene accantonata e persa per strada liberando il più classico finale da supereroe spaccaculi senza ritegno alcuno che finisce per non tenere conto di quanto di buono poteva essere stato seminato nella prima parte del film.
Un peccato, perchè una sorta di "grande inganno" avrebbe regalato spessore al protagonista così come al suo gruppo, e forse avrebbe permesso al pubblico di dimenticare anche cose terribili come l'agghiacciante interpretazione di Joseph Fiennes, che si conferma la pecora nera della sua famiglia in termini di qualità artistiche - e non che ce ne fosse bisogno -.
In tutto questo, e tra un blackout da sonno da divano e l'altro, tutto sommato non sono comunque riuscito a volere male a questa roba, che almeno non mostra la spocchia che in altre occasioni - come fu per il terribile Scontro tra titani, per rimanere in tema Antica Grecia - avevano cercato di sfoderare blockbuster estivi più che dimenticabili di questa risma: in fondo, la durata non è un ostacolo - un'ora e mezza scarsa -, le scene di battaglia rendono la pillola meno amara - soprattutto quella che vede Hercules ed i suoi opposti agli uomini dal look zombie più o meno a metà pellicola - e il buon Dwayne resta sempre il buon Dwayne, nonostante il telo mare peloso che hanno deciso di lasciargli in testa - e non parlo della pelle di leone, sia chiaro -.
Se non siete della parrocchia action, comunque, risparmiatevi la visione senza troppi timori: rischiereste di assistere ad uno spettacolo che segnerebbe inevitabilmente la condanna del genere per i
non avvezzi.
In fondo, per quanto solo una, e non dodici, questo Hercules - Il guerriero, è stato una vera fatica perfino per un vero tamarro come me.



MrFord



"'Cos I'm strong enough
to live without you
strong enough and I quit crying
long enough now I'm strong enough
to know you gotta go."
Cher - "Strong enough" -



18 commenti:

  1. a questo punto sono curioso di vederlo.
    se l'hai spernacchiato te che sei la groupie numero 1 al mondo di the rock, figuriamoci cosa posso fare io...
    anche perché oltre al parrucchinato the rock c'è un'altro degli attori peggiori del mondo, joseph fiennes, e quindi saranno bottigliate! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fiennes, secondo me, è di gran lunga peggiore di The Rock, sia come attore che come visione.

      E sarei curioso anch'io di leggere una tua recensione, considerato che non mi ha fatto troppo effetto!

      Elimina
  2. Occasione sprecatissima. Cioè Ratner ha un budget enorme, The Rock, un fumetto con due palle grandi come un casa e cosa mi dirige, un'altra delusione proprio come X-Men 3. Comunque non è così male, si lascia vedere, basta non pensarci troppo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo: anche X-Men 3 è una ciofeca inguardabile.
      E nonostante questo Hercules sia irrimediabilmente brutto, anche io non ce l'ho fatta a volergli male, nonostante il voto! ;)

      Elimina
  3. Perché ti sei fatto violenza così, Ford? Lo so che c'è The Rock, ma questo Hercules puzzava ancor prima del trailer, bastava il titolo e il regista.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai anche ragione, ma voglio troppo bene a The Rock! ;)

      Elimina
  4. Anche a me puzza di robaccia, ma c'è The rock ancora più gigante del solito e con un intero leone in testa... devo vederlo!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' una robaccia totale, ma per The Rock questo e altro! ;)

      Elimina
  5. neanche sotto tortura....

    ora, vista la mia situazione, vado a vedermi "noi credevamo"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In realtà, essendo malato, questi film potrebbero venire buoni.
      Impegno cerebrale zero. Anzi, sotto zero.

      Elimina
  6. Boh, rimango della mia idea che non sia così pessimissimo. Almeno è un trash abbastanza autocompiaciuto.
    Doveva dirigerlo Snyder, lì sì che sarebbe stato un capolavoro! U.U

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sarei stato proprio curioso di vedere la versione di Snyder! ;)

      Elimina
  7. E' davvero cafone... da quello che ho capito quanto la graphic novel.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cafonissimo, ma noi gli vogliamo bene anche così!

      Elimina
  8. Lo guarderò solo per il mio adorato The Rock,anche se presagisco già la poracciata.Ma dopo aver guardato il Re Scorpione posso vedere qualunque cosa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. The Rock mitico, ma Il re scorpione è decisamente meglio di questo film!

      Elimina
    2. Visto ieri,mi è piaciuto abbastanza!E' indubbiamente trash,ma più che passabile,per i miei gusti,mentre Il re scorpione me lo ricordo veramente squallido.Confermo Joseph Fiennes inguardabile come performance!!!!

      Elimina
    3. Io invece mi sono divertito molto di più con Il re scorpione: questo ha una buona idea di partenza, ma alla fine si perde un pò via.
      Peccato!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...