giovedì 9 novembre 2017

Thursday's child




Nuovo appuntamento per la sempre nuova e camaleontica rubrica dedicata alle uscite in sala gestita da Cannibal e dal qui presente Ford che torna per l'occasione al formato "tre moschettieri": a questo giro, a dare man forte ai due rivali numero uno della blogosfera, nientemeno che la mitica Arwen Lynch, unica e vera erede del Maestro David quantomeno in rete.
Si dia dunque inizio a questa nuova, mitica, grottesca danza.
E non voglio sentire ragioni: voglio essere Dougie.



"Ciao, sono il Cucciolo Eroico, e sono uno psicopatico!"


The Place

"Davvero un postaccio, questo." "Già, non servono neppure il White Russian."

Arwen Lynch: Oh yess, comincio io? Okappa, dunque The place, dalla trama mi sembra qualcosa di carino, poi non so Ford e il Cannibale che decidono di fare, se vederlo o meno, io me lo metto da parte per quanto sarà disponibile in altri luoghi...oh ognuno può fare ciò che vuole no? XD
Cannibal Kid: Con il suo film precedente, Perfetti sconosciuti, Paolo Genovese nel 2016 è riuscito nell'impresa mai riuscita a nessun altro regista italiano di conquistare il titolo di film dell'anno qui su Pensieri Cannibali. Un riconoscimento più prestigioso di qualunque Oscar, Golden Globe, MTV Award, White Russian Award e dei premi de La fabbrica dei sogni... Come?
Sbaglio o sul tuo blog non assegni i premi di fine anno?
Quest'anno le cose devono cambiare, cara Arwen, altrimenti non verrai più invitata in questa rubrica!
Questo nuovo The Place comunque riuscirà a bissare?
Ne dubito, anche perché lo spunto rubato alla serie The Booth at the End mi fa sospettare che Genovese le idee originali le abbia già esaurite...

Ford: Paolo Genovese aveva sorpreso lo scorso anno con il suo Perfetti sconosciuti, film molto interessante ma forse un po' troppo sopravvalutato da alcuni blogger come Cannibal, pronti ad esaltarlo oltre misura solo per fare i radical italiani contro i film ammeregani che tanto piacciono a me. Sinceramente, non credo che questo The Place riuscirà a bissare il successo, ma non si può mai sapere. Un po' come non si può sapere se anche Cannibal, come Arwen, si deciderà finalmente ad aprire un suo canale YouTube dove lo vedremo finalmente mettere la faccia rispetto alle boiate che di norma propina nelle sue recensioni.


Auguri per la tua morte

"Non c'è l'open bar al party a casa Goi? AAAAAAAAAAHHHHHH!

Arwen Lynch: Eh no, non cominciamo con le jettature che poi le cose vanno male eh? Aaah è un mix tra horror e thriller, di una ragazza pugnalata a morte che poi resta intrappolata in un loop temporale...considerando il fatto che ce lavora uno che ha fatto pure Paranormal Activity...beh non so che fare a questo punto, se tenerlo a caldo oppure evitarlo, in questo caso passo la palla sia a Ford che al Cannibale xD.
Cannibal Kid: It a parte, potrebbe essere il mio horror dell'anno. Una roba teen ironica che si candida a essere lo Scream mixato a Ricomincio da capo di nuova generazione e che ha un titolo perfetto per fare gli auguri a Mr. Ford, che di recente ha tagliato il traguardo dei 200 anni e che quindi, non per dire, ma una visita del killer mascherato di questo film a questo punto se la meriterebbe.
Arwen, tu non fare tanto la snob con questi teen-horrorini, che se no il killer con la faccia da bimbominkia scemo arriva pure dalle tue parti.
Ford: teen horror che pare mischiare il sopravvalutatissimo Scream e l'ottimo Ricomincio da capo, ma che dal trailer e dalla ridicola maschera da Cucciolo Eroico dell'assassino mi ispira ben poco. Lascio volentieri questa robetta al finto giovane Cannibal e ad Arwen, che riesce a vedere e recensire anche tre o quattro o cinque film al giorno, e dunque potrebbe avere modo di buttarci anche questo.
Arwen Lynch: Intanto sono due film al giorno Ergo, e in alcuni casi c'è un solo film con una serie tv...precisiamo okappa? Per me lo posso vedè ma se non me piace glie metto due gne gne gne!!!

Borg e McEnroe

"Caro McCannibal, è stato un piacere batterti! Parola di Forg!"

Arwen Lynch: Aaah questo è il film giusto per la visione mia personale che mi fa pensare a un film sulla rivalità blogghistica tra Ford e il Cannibale, in questo caso giocata tutta su un campo da tennis con me come spettatrice, preparo subito birra e popcorn 😛
Cannibal Kid: Dici bene, Arwen. Questo film ricrea, in versione tennistica e quindi un po' pallosa (io avrei preferito la versione teenistica), la guerra nucleare tra me, che ovviamente sono il folle ma geniale John McEnroe/Shia LaBeouf di turno, e Ford, rappresentato qui dal noioso e precisetto Björn Borg/Sverrir Gudnason (chiii?). Quindi sfida, e film, da non perdere.
Ford: Finalmente un film decente in questa settimana davvero agghiacciante sotto molti punti di vista. La rivalità storica tra Borg e McEnroe, che ben rappresentano Ford e Cannibal, rivista sul grande schermo. Una buona rappresentazione della rivalità più accesa della rete per l'occasione arbitrata da Arwen, che così finirà per prendersi gli insulti di entrambi i contendenti.

Addio fottuti musi verdi

"Non ti hanno detto che la moda di Casale non va nel resto dell'universo!?"

Arwen Lynch: Miiii una commedia che parla di Alieni...chista nun ma perdu proprio...come diciamo in Sicilia, Ford e Cannibale, se volete vi invito da me per una visione al cinema così ci facciamo quattro risate, e vediamo di fraternizzare molto di più questa rivalità xD
Cannibal Kid: Addio fottuto Ford! Me ne vado. Destinazione... Sicilia?
No, dai, lì c'è ancora la Mafia, guidata dalla padrina Don Arwen Corleone. E vai di stereotipi!
Me ne vado nello spazio, sperando che anche lì trasmettano il film dei The Jackal, che mi sono sempre stati simpatici e che alla prima prova con un lungometraggio può darsi che abbiano fatto il passo più lungo della gamba, ma che qualche momento divertente sono sicuro ce lo regaleranno.
Ford: Arwen, se vuoi invitarci a cena e a bere per me va benissimo, ma questo film che già dal trailer mi pare una di quelle cose da vomito a spruzzo, direi che lascio perdere. E Addio fottuto Cannibal!

The Square

"Cosa diavolo sono quelle cose?" "Una rappresentazione delle opinioni cinematografiche di Cannibal Kid, una creazione di Ford."

Arwen Lynch: Ford non cominciare con la tua solita aria da cazzuto tamarro, e non chiamarci radical chic a me e al cannibale okappa? Qua mi sembra un film davvero davvero interessante, un'occhiata gliela do comunque e invito anche Ford a vedere questo film.
Cannibal Kid: Film svedese diretto da Ruben Östlund, regista del notevole Forza maggiore, pellicola che se non ricordo male è stata apprezzata decisamente più dalle mie parti che da quelle di Ford, che d'altra parte di Grande Cinema ne capisce quanto me di Grande Wrestling... anche perché non esiste il Grande Wrestling.
Con questo nuovo lavoro Östlund ha “solamente” vinto la Palma d'oro all'ultimo Festival di Cannes e in più nel cast c'è Elisabeth Moss che è una che non sta sbagliando un colpo. Si preannuncia quindi la visione radical perfetta della settimana. L'unica riserva che ho è che possa essere una di quelle commedie grottesche senza senso stile Vi presento Toni Erdmann, una delle più grandi vaccate autoriali recenti, ma spero sinceramente di no.

Ford: ed eccoci di fronte alla scommessa della settimana, un po' come questa nuova versione della rubrica delle uscite che ad ogni cambio di formazione può regalare grandi momenti o cocenti delusioni. Potrebbe rivelarsi la sorpresa del mese o una di quelle ciofeche finto artistiche che tanto piacciono al mio rivale, e a volte perfino ad Arwen, che sarà pure pane e salame ma di tanto in tanto tira fuori dal cilindro qualche coniglione in stile Cannibal. Dunque, attenzione!
Arwen Lynch: A me il panino col salame piace, e se me lo devo magnà davanti a The Square ancora meglio, e poi non fare troppo il furbo Forduccio, anche a te piace il cinema ricercato, non a caso ne hai recensiti diversi anche tu se non erro, anche film che poi ho scoperto da te xD.


Paddington 2

"Ora vado dritto da Arwen Lynch, l'unica blogger che è disposta a vedere il mio film, e le regalo questo Big Ben di zenzero."

Arwen Lynch: Ecco, lo sapevo, e così nasce pure il franchise di Paddington...e ora me lo devo guardare per forza, altrimenti entro in criiiisiiiii muhahahaha, non ve preoccupate sto a scherzà pur io...che ne dite se ce lo guardiamo insieme anche questo qua?
Cannibal Kid: Già ho evitato con grande cura il primo Paddington, figuriamoci se mi vedo il sequel. Lo lascio tutto a voi amanti delle merdat... ehm, delle bambinate e dei franchise!
Ford: ho evitato il primo Paddington almeno quanto evito Cannibal - o cerco di farlo -, dunque difficilmente credo mi cimenterò con il secondo. Per questa volta, sono ben felice se ne occupi Arwen.

Malarazza

Cannibal dopo l'ennesimo scontro con Ford.

Arwen Lynch: Ok, ora sono seria, ci mancava anche il film che sembra di ispirazione pasoliniana, che dite un'occhiata gliela do? Vabbè tanto non fa male a nessuno se do una sbirciatina a questo film...secondo me ne vale la pena, Ford e Cannibale voi che dite?
Cannibal Kid: Per me è no. Un no grande come una casa. Più che di ispirazione pasoliniana, sembra la brutta copia catanese di Gomorra – La serie, già anche solo nell'imitazione del font usato per il titolo. Tutte le settimane mi devo sorbire la copia bloggara di Sylvester Stallone, almeno questo me lo risparmio, così come credo farà pure lui. Arwen mi spiace, ma anche no, però mi sa che sarai l'unica spettatrice di questo obbrobrio.

Ford: direi proprio di no. Già con il Cinema italiano io vado con i piedi di piombo, figuriamoci poi se tutto mi pare un mix neppure troppo riuscito di un'imitazione di Gomorra e quell'amatorialità che nella Terra dei cachi significa schifezza quasi assicurata. Lascio senza pensieri.


L'esodo

Dopo aver collaborato con Ford e Cannibal, per la blogger Arwen Lynch è iniziato un periodo durissimo della vita.

Arwen Lynch: All'inizio pensavo...che barba, che noia...leggendo la trama invece ho notato qualcosa di interessante, secondo me potrebbe essere forse il miglior film uscito al cinema della settimana...al diavolo i film pane e salame, quelli me li guardo al momento giusto...per ora 😀
Cannibal Kid: Sul mandare al diavolo i film pane e salame mi trovo perfettamente d'accordo con Arwen. Sul fatto che questo possa essere il film della settimana, o anche il film del minuto, direi invece di no. Sembra una pellicola amatoriale pseudo impegnata, un instant movie su un tema di attualità, quello degli esodati e della riforma Fornero, che arriva giusto con quei 5 anni di ritardo e che quindi adesso non è più così d'attualità. Né è abbastanza vecchio da essere considerato vintage. O da essere considerato Ford.
Ford: sul pane e salame non sono ovviamente d'accordo con nessuno dei due inquietanti individui qui sopra, mentre sul film mi tocca dare ragione a Cannibal. E sapete tutti quanto mi costa.

8 commenti:

  1. graaande, mi sono divertita un mondo a partecipare a questa rubrica, è stato spassosissimo ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E anche noi ci divertiamo sempre, soprattutto con questo nuovo formato! :)

      Elimina
  2. Dovrei guardare "Bjorg e Mc Enroe" solo per togliermi dalla testa l'amarezza del personaggio interpretato da LaBeouf in "Nymphomaniac"!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'amarezza per tutto il film, vorrai dire! ;)

      Elimina
  3. Alla fine ti sei deciso a pubblicarlo?
    Cos'è successo, hai cambiato fuso orario?
    O c'hai messo troppo tempo per aggiungere (tra l'altro in un formato rimpicciolito) i controcommenti di Arwen? :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahaha avevo banalmente programmato il post il giorno dopo. Me ne sono accorto ovviamente in ritardo! ;)

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...