giovedì 15 gennaio 2015

Thursday's child

La trama (con parole mie): Golden Globes alle spalle, prosegue la marcia del Cinema di avvicinamento alla Notte degli Oscar, anche se con un tono certo più sommesso rispetto alla scorsa stagione. Il weekend imminente, infatti, pare pronto a regalare più scommesse - e rischi annessi - che altro, oltre ai come di consueto sconclusionati commenti del mio antagonista nonchè co-autore di questa rubrica Cannibal Kid: e se non dovesse pensarci Ridley Scott, vorrà dire che saremo proprio io e lui a rappresentare i moderni Mosè e Ramses.


Ram Kid e Fordè si preparano a battersi per il controllo della blogosfera.

La teoria del tutto

"Che sogno sarebbe, una blogosfera senza il Cannibale!"

Cannibal dice: Film che ho già visto e di cui a breve vi parlerò. Per ora quindi è tutto.
Ah no, dimenticavo una cosa. Riguardo a Ford e al suo essere fuori dallo spazio e dal tempo ho una teoria astrofisica: lui crede davvero di essere nato e cresciuto nel Wecchio West. Qualcuno però gli spieghi che il periodo in cui è nato sarà anche quello, però Lodi, per quanto situata nell'Italia del North-West, con il West vero e proprio non c'entra nulla.
Ford dice: la mia teoria è che a Cannibal farebbero bene un paio di bottigliate ben assestate.
Appurato questo, ho in rampa di lancio questo film, dunque cercherò di non sbilanciarmi in anticipo o dare troppo respiro alla sensazione che si tratti di un'hollywoodata da Oscar ben interpretata.
Spero, in questo caso, che si possa rivelare quantomeno piacevole da guardare.



Exodus - Dei e Re

"Peppa, ti sparo un sinistro in pieno viso."
Cannibal dice: Uh, che bello!
O meglio sarebbe dire: uh, che brutto!
No, non parlo di Ford. Parlo di Exodus, il film che unisce idealmente le due pellicole che hanno conquistato le prime due posizioni nella classifica del peggio di Pensieri Cannibali del 2014. La regia è infatti affidata al sempre più sboffato Ridley Scott, che tenterà di bissare il mega flop del ridicolo The Counselor - Il procuratore, un film che soltanto un anticinema come Ford poteva apprezzare. In più, Exodus è una pellicola biblica proprio come il secondo ciofecone dell'anno scorso, Noah. Mi spiace per Christian Bale, ma dai che ho trovato subito un autorevole contendente alla prima piazza del peggio del 2015!
Ford dice: che le piaghe d'Egitto si scatenino su Casale!
Meglio di no. In fondo lì hanno già il Cucciolo Eroico.
Ridley Scott, capacità tecniche a parte, alle spalle un inizio di carriera folgorante, ha proseguito alternando prodotti molto validi ad altri decisamente meno interessanti.
Sulla carta, quest'ennesimo kolossal di stampo biblico mi ispira meno di un titolo consigliato dal mio rivale o firmato da Von Trier, ma chissà che non si riveli una sorpresa: in ogni caso, si cade in piedi.
Dovesse andare male, avremo già un candidato forte per la decina dedicata al peggio di fine anno, mentre in caso contrario, saremmo rimasti sorpresi.



Hungry Hearts

"Essere Alba Rohrwacher è quasi più deprimente che essere Marco Goi!"
Cannibal dice: Pellicola che si preannuncia come estremamente radical-chic e quindi estremamente intrigante per me ed estremamente fastidiosa per il mio blogger rivale. Bene! Il fatto che la regia sia del figlio raccomandato di Maurizio Costanzo Show, già autore del poco esaltante La solitudine dei numeri primi, e che la protagonista femminile sia l'odiosa Alba Rohrwacher fanno però temere anche me. Il buon apprezzamento all'ultimo Festival di Cannes e il protagonista maschile, il mitico Adam Driver di Girls, fanno risalire le quotazioni. Quindi, come sarà Hungry Hearts?
Se io potrei amarlo quanto detesterlo, l'unica cosa certa è che Ford lo bottiglierà, quindi sempre siano benvenuti film come questo.
Ford dice: quando certi titoli mi passano per le mani, più che hungry, mi sento angry.
Radicalchicchismo, Alba Rohrwacher, atmosfera cannibalesca: ho detto tutto.
Lo salterò a piè pari cercando di resistere alla tentazione di saltargli sopra.
Sempre a piè pari.



Italo

"Chi sarà mai il più cane tra noi due!?"
Cannibal dice: Non solo una commediola italiana, ma pure una commediola italiana con animali! I cani protagonisti di questa pellicola sono due: uno è il randagio Italo che dà il titolo al film, l'altro è Marco Bocci.
Ford dice: l'unico film con animali che accetterei di vedere di buon grado sarebbe quello dedicato alla biografia del Cucciolo eroico.
Ma purtroppo nessuno ancora si è deciso a realizzarlo.



Asterix e il regno degli Dei

Fordelix e Cannibalix si contendono il pranzo.
Cannibal dice: Da ragazzino mi piacevano un sacco i film di Asterix. Quelli a cartoni, intendo, non quelli live action con Gérard Depardieu. Più che tutti i film in generale, uno in particolare: Le dodici fatiche di Asterix. Non so perché proprio quello, ma lo adoravo. Detto questo, il nuovo capitolo delle avventure dei Galli non lo schifo del tutto, però non mi fa manco correre veloce come Asterix a guardarlo. Preferisco risparmiare il fiato per scappare da Ford.
Ford dice: da piccolo non sono mai stato un amante dei film d'animazione dedicate alle gesta di Asterix e soci, non so precisamente per quale motivo. A pelle mi hanno sempre dato l'idea di qualcosa di vagamente radical chic, nonostante i loro protagonisti fossero esattamente l'opposto, e la sensazione continua a rimanere anche oggi.
Dunque lascerò che i Galli marcino su Casale, e mi godrò lo spettacolo.



Striplife - A Day in Gaza

"Ammazza, qui è più triste che a Casale!"
Cannibal dice: Striplife purtroppo non è un film su un locale di spogliarelli. Per fortuna non è nemmeno la storia della carriera da spogliarellista di Ford ai tempi della sua gioventù. Si tratta invece di una pellicola italiana girata sulla Striscia di Gaza che si preannuncia molto impegnata. Troppo impegnata in un periodo come questo in cui, almeno col cinema, ho voglia di staccare un attimo dalle notizie dei telegiornali.
Ford dice: di norma cerco di evitare le produzioni italiane, di nicchia e non, considerata quella che, mediamente, è la qualità che propongono: in questo caso, però, potrei fare un'eccezione, considerato l'argomento ed il piglio che mi pare abbia l'operazione.
E, lo ammetto, anche perchè mi pare una di quelle cose che il mio rivale non guarderebbe neanche sotto tortura.



Banana

"Da bravo, Cucciolo: se fai tutti i tuoi compitini, poi ti lascio guardare Nymphomaniac!"
Cannibal dice: Se Striplife pare una pellicola troppo impegnata, questa Banana sembra persino troppo disimpegnata. Per non dire una gran vaccata e per non dire pure una gran fordianata.
Ford dice: poco sopra parlavo dei film italiani che, di norma, evito come la peste.
Neanche fossero Cannibal Kid. Questo è un esempio perfetto della categoria.

14 commenti:

  1. Io su Exodus ci credo forte, nonostante
    l'avversione per tutto quello che ha a che fare con la religione, tanto da volerlo vedere addirittura al cinema...cazzo dai il trailer è bellissimo, non può non fomentarti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Speriamo sia un fomento giusto, e non si riveli una schifezza stile Noah!

      Elimina
  2. Grande Ford!
    Con quella didascalia sei quasi riuscito a farmi stare simpatica Alba Rohrwacher. Impresa non facile. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grande Ford!? Ma che ti sei bevuto!? ;)

      Elimina
  3. La teoria del tutto mi sa di quei film emotivamente devastanti come piacciono a me:si amano,lui si ammala,si chiàgne.Lo vedrò sicuramente,fazzoletti alla mano.
    Exodus da queste parti sarà una visione obbligatoria,il mio Sire quando sente Ridley Scott va in modalità fanboy come Ford col suo Clint.Il polpettone biblico non mi ispira molto,ma chissà.
    Alba Rohrwacher e Marco Bocci braccia rubate all'agricoltura,nessuno dei loro film mi cuccherà manco per sbaglio.Peccato per Bocci che sarebbe pure un bel vedere :P
    Asterix mi piaceva molto da piccola,ma solo in versione fumetto,questo me lo risparmierò senza dubbio.
    Striplife mi sembra decisamente troppo deprimente,mi basta quello che sento per il telegiornale ed è pure troppo.
    Banana scava ancora più a fondo nel già basso livello raggiunto dal cinema italiano.E' penoso il trailer,non posso pensare il film!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La teoria del tutto passerà presto da queste parti, mentre Scott sarà una sorta di dovere di cronaca, sperando non sia una delusione biblica in stile Noah. Striplife se lo trovo, il resto nulla.

      Elimina
  4. Spero di poter riuscire a vedere il nuovo di Asterix

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In caso poi fammi sapere com'è andata! :)

      Elimina
  5. La teoria del tutto l'ho visto pure io e mi è piaciuto un sacco, spero di beccarlo in italiano ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io lo vedrò a breve.
      Spero non mi deluda.

      Elimina
  6. Ho sentito parlare molto bene della Teoria del tutto, aspetto la tua rece. Se me lo stronchi potrei rimanerci male, io adoro quella sagoma di Hawking.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono curioso anche io: The imitation game e La teoria del tutto potrebbero piacermi, o prendersi un sacco di bottigliate.
      La settimana prossima, comunque, parlerò di entrambi.

      Elimina
  7. Ma Ridley Scott è lo stesso che ha fatto in fila I Duellanti, Alien e Blade Runner ? Cosa gli è accaduto ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo per noi che lo amavamo, sì.

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...