mercoledì 18 settembre 2013

Una fragile armonia - A late quartet

Regia: Yaron Zilberman
Origine: USA
Anno: 2012
Durata:
105'




La trama (con parole mie): un quartetto d'archi di fama mondiale, The Fugue, affiatato ed al lavoro da quasi trent'anni, deve affrontare l'inizio delle prove per la nuova stagione di concerti sotto i peggiori auspici. Il suo membro più anziano, infatti, dopo la perdita della moglie, deve affrontare le prime fasi del Parkinson, e prima di decidere di ritirarsi ufficialmente cerca di essere pronto per la prima esibizione del gruppo, che sarà anche la sua ultima.
Con l'annuncio della sua defezione, si crea una spaccatura nel cuore di quella che pareva una squadra assolutamente affiatata e che porta ad un confronto drammatico celato da decenni di musica suonata sempre uno accanto all'altro.
Scritta in questo modo la trama di Una fragile armonia può sembrare una vera palla, ma sono sicuro che la recensione riuscirà a tirarvi su il morale: anche perchè, a grande richiesta, torna a firmare un pezzo del Saloon nientemeno che Julez.


Late Quartet o Il Quesito della Susi

- La bionda wannabe Scarlett Johannson è figlia di chi siede a sx di quello con la barbetta scura
- Juliette è il nome della suonatrice di viola
- Chi siede all'estrema sinistra ha la faccia da killer dell'Est Europa ed è credibile nel ruolo del musicista come Berlusconi lo è in quello del casto samaritano
- Chi ha il Parkinson ha perso la moglie mezzo-soprano un anno prima. E ha anche una certa dose di sfiga
- Il quartetto rischia di sciogliersi parte prima
- Noia noia noia
- A quanto pare creare un quartetto è molto più difficile che creare un trio
- Così a cazzo, dopo anni di vuoto cosmico, fa una comparsata nel ruolo di chissà... mhhh.... un musicista? Il Vizzini de La Storia Fantastica
- Il secondo violino si scopa una ballerina di flamenco con un gran bel culo
- La viola non è sposata con il primo violino ma con quello che vorrebbe esserlo
- Noia noia noia
- La 131 di Beethoven è una lagna mortale, come tutte le musiche proposte nel film
- Juliette ha i capelli scuri ed è interpretata da un'attrice che ha fatto qualcosa come 250mila film (tra cui Cyrus, Synecdoche New York e 40 anni vergine) e di cui vi sfido a ricordarne il nome senza ricorrere a IMDB
- Le donne di questo film sono un invito all'omosessualità maschile o all'autoevirazione
- I musicisti sono pazzi
- Daniel sembra uno zingaro e tutti e 3 gli attori del quartetto (più Vizzini) possono entrare di diritto nei best of puzzacazzi
- Nonostante ciò Philip Seymour Hoffman è un sempre molto bravo attore
- Non so l'italiano
- Noia noia noia
- Lo zingaro-non zingaro ha una vita di merda (come quella che canti. cit.)
- Quante storie si possono fare per un quartetto che si scioglie. E noi che ci preoccupiamo per lo spread
- Non avevano già fatto un film che si intitolava QuartetT? Ah sì era una palla pure quello. Nomen omen
- La figlia di quello che vuole fare il primo violino vuole farsi il primo violino
- A ME LA MUSICA CLASSICA PIACE MA QUI SI ESAGERA
- Amadeus je fa 'na pippa a 'sto film
- Sedute di psicanalisi tra zingaro- non zingaro e wannabe Scarlett Johannson
- Sedute di ginnastica per vecchi spacciate per riabilitazione per malati di Parkinson
- Ma un "Volo del Calabrone", un "Bolero", un "Requiem", un pò di "Carmina Burana" o qualcosa di un pò più vivo no? Mi va bene pure Fabri Fibra
- Noia noia noia
- La viola è frigida
- La figlia della viola è un'attizzacazzi
- 25mila DOLLA per un violino? Che sia almeno amore lungo lungo!
- Quanto dura il film? 105 minuti???????????????????
- Ad un certo punto a nessuno frega più un cazzo del vecchio col Parkinson
- Daniel (lo zingaro-non zingaro, primo violino) sta un cesso di merda e bacia la figlia di violino 2 come se avesse l'herpes genitale spalmato su tutta la faccia
- Il quartetto rischia di sciogliersi parte seconda
- Chi ha scritto la sceneggiatura non ha una vita sociale umanamente accettabile
- La vita dei musicisti sucks. Sono noiosi anche i loro litigi
- Quanto si può arrivare ad essere moralisti dopo 185 anni di suonamento di violoncello?


Il quesito della Susi è:

Chi è Peter?

Sarei stata più felice se avessi scopato per 105 minuti invece di guardare questo film?



VOTO: PALLA AL CAZZO, GATTO ATTACCATO AI MARONI e anche CAZZO DOMATTINA ALELEO SI SVEGLIA ALLE 7 E IO SONO QUI A SCRIVERE LA RECENSIONE DI UN FILM DI MERDA



"Eravamo quattro amici al bar 
che volevano cambiare il mondo 
destinati a qualche cosa in più 
che a una donna ed un impiego in banca 
si parlava con profondità di anarchia e di libertà 
tra un bicchier di coca ed un caffè tiravi fuori i tuoi perché e proponevi i tuoi farò."
Gino Paoli - "Quattro amici" -


25 commenti:

  1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  2. *STANDING OVULATION*



    Ford: macche'roba hai proiettato? E poi osi parlar male de L'Arbitro di Zucca...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eddai, L'arbitro non si può guardare! ;)

      Elimina
    2. E ti sbagli di brutto. Un vecchio Cowboy non può che apprezzare taglio e cucitura di quel film.

      Elimina
    3. Macstiamo davvero parlando dello stesso film!? ;)

      Elimina
  3. no, dai, Quartet una palla no! comunque recensione bellissima, brava JuleZ!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una palla sì! :)
      La recensione vale più della visione!

      Elimina
  4. Se riesco provo a recuperarlo comunque, anche perché, come dice il Dantès qua sopra l'altro "Quartet" non era affatto una palla. E poi c'è Cristhopher Walken.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E chi sarà Walken nel quesito della Susi? ;)

      Elimina
  5. julez, se questo è noioso, che dire di quelle lagne di film di wong kaz-wai che ford ti fa vedere?? :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. lagne di film di wong k.......Kid!!! VA'...VA'...torna a giocare con gli altri bambini...

      Elimina
    2. Ho appena finito di leggere la recensione del Cannibal che lo dipinge come un capolavoro.
      Brava Julez che lo ridimensioni (il film e il Cannibal)
      ci piacciono molto i tuoi post.

      ciao

      Elimina
    3. Giocher, Cannibale ormai è bollito come i suoi film! ;)
      Suara, mitica Julez, sto cercando di scritturarla stabilmente!

      Elimina
    4. comunque continuo a ripetere che Cannibal non capisce un cazzo di film.

      :-D

      Elimina
    5. Su questo non ci sono dubbi! :)

      Elimina
  6. Ahhahah! Grande Julez! Il film non l'ho visto, ma la tua recensione è spettacolare!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Senza dubbio la recensione di Julez batte il film! :)

      Elimina
  7. Julez presidente del MONDO tutto.
    Cmq mi sa che non lo vedrò mai sto film.
    :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma come, Fratello!? Non sapevi che Julez è GIA' presidente del mondo tutto!? ;)

      Elimina
  8. Noooo!!! Sul serio? Ci speravo su questo film. Ma non andrei mai contro il giudizio di Julez ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gae, il film è ben fatto e recitato. Il problema è che è molto noioso. ;)

      Elimina
  9. se vedi 200 film all'anno ci può stare

    a me è sembrato un "Carnage" di serie C

    grazie Julez per la chiarezza di una stroncatura, ma più divertente del film

    se è megio la recensione del film, forse il film con è proprio riuscito:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pensa che a me non aveva fatto impazzire neppure Carnage! :)
      Comunque, grandissima la recensione di Julez!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...