mercoledì 4 gennaio 2012

Last friday night (special edition)

 

La trama (con parole mie): appena il tempo per rifocillarci con i lauti banchetti figli delle Feste, ed ecco che io ed il mio antagonista Cannibal "Coniglio venuto dal futuro" Kid torniamo alla carica per promuovere le uscite in sala in una settimana piuttosto anomala - o più che altro spalmata - per quanto riguarda le date ma decisamente in linea con le ultime per quanto riguarda la qualità dei prodotti proposti.
Tolto l'immenso Clint - che è immenso a priori, anche se qualche dubbio su quest'ultimo lavoro c'è - il deserto attende ancora una volta i nostri (anti)eroi: riuscirà la premiata ditta Ford&Cannibale a fronteggiare l'avanzata del Cinema di cattivo gusto?
A voi l'ardua sentenza.

"Cannibale, infila la testa qui, ti insegno un bel gioco!"

J. Edgar di Clint Eastwood


Il consiglio di Ford: che ve lo dico a fare?
Nonostante l'impressione sia quella di un film troppo classico - in stile Changeling, per intenderci, l'opera di Clint meno convincente degli ultimi anni - e hollywoodiano anche per me, il giorno in cui non accoglierò a braccia aperte una pellicola di Eastwood sarà quello della vera fine del mondo, altro che Maya.
Tra l'altro, pare che il vecchio Dirty Harry sia riuscito a stupire ancora, e che Di Caprio sia a dir poco fenomenale nel rappresentare uno dei grandi volti del potere made in Usa.
Dunque, andate e guardatelo tutti.
Altrimenti vi prendo a bottigliate.
Il consiglio di Cannibal: da vedere, però…
Dopo la brutta copia di M. Night Shyamalan che ci ha proposto con lo scialbo Hereafter, un film che sembrava un episodio nemmeno troppo riuscito della serie Ghost Whisperer, è difficile sapere cosa attenderci dal nuovo di Clint Eastwood. Nonostante J. Ford sia pronto a salutarlo come un capolavoro a prescindere e a gridare alla vista di Clint come una 12enne quando vede Justin Bieber o un Cannibal Kid alla visione di Quentin Tarantino, io sono più dubbioso. Negli Usa il pubblico l’ha ignorato quasi quanto Hereafter, la critica non è rimasta certo molto entusiasta e i paragoni con i precedenti film eastwoodiani l’hanno avvicinato a Changeling. Segnali che, aggiunti a un trailer poco esaltante, non lasciano presagire niente di troppo buono. Un film comunque importante, da vedere, Leonardo DiCaprio è uno dei miei attori preferiti, però la delusione potrebbe nascondersi giusto dietro l’angolo… Come Ford.

"Leo, fammi un favore: vai laggiù e dai un paio di calci nel culo al Cannibale!"
Immaturi - Il viaggio di Paolo Genovese


Il consiglio di Ford: viaggiate lontano da qui.
Avevo senza infamia e senza lode visto il primo film, rimpiangendo tantissimo i Compagni di scuola di Verdone.
Direi che non c'è alcun motivo che mi porti ad imbarcarmi con questi quattro disperati verso l'ennesima commedia italiana troppo italiana, come direbbe Stanis.
Il consiglio di Cannibal: viaggiate rispettando la distanza di sicurezza
Io sarò anche immaturo, ma il primo film Immaturi mi ha fatto decisamente cagare! Un chiaro esempio di come la nuova commedia all’italiana produca filmetti insipidi, nonostante uno spunto di partenza carino, quello della reunion di un gruppo di compagni di liceo che faceva sperare in un film piacevole. E invece tra pessime interpretazioni (Luca e Paolo? Ma per favore! Ambra? Ma per carità) e una sceneggiatura non da liceo ma da elementari, il film naufragava miseramente. Adesso ci tocca pure il sequel con la riproposizione della gita… Io sarò e continuerò a essere immaturo, ma film del genere mi fanno quasi venire voglia di maturare. Ho detto maturare, non invecchiare precocemente come Mr. Ford buaahahah!

"Cannibale, se qualcuno coglie un fiore per te, sotto sotto c'è..."

Alvin Superstar 3 - Si salvi chi può di Mike Mitchell


Il consiglio di Ford: salvatevi, finchè potete!
Alvin e i suoi fratelli li ho sopportati a fatica ai tempi delle elementari, ed ora che dalla striscia pomeridiana dei cartoni sono passati al grande schermo li sopporto ancora meno.
Questa roba è uno scempio per i grandi e per i piccoli, e giuro che se scopro che ci portate i bambini invece che crescerli a pane e Miyazaki vi prendo a bottigliate anche più di quelli che non andranno a vedere Clint.
Il consiglio di Cannibal: vabbè, troppo facile, lo dice già il sottotitolo del “film”…
A me invece i loro cartoni piacevano e Alvin superstar Alvin rock’n’roll era un mio idolo da bambino! Le riproposizioni in computer grafica (molto gra e poco fica) di questi personaggi però non le reggo e già ho digerito con più fatica del pranzone di Natale la nuova versione dei Puffi. I primi 2 film di Alvin me li sono risparmiati e per il mio bene pure questo non me lo magnerò. Ford poco superstar niente rock’n’roll invece lo sbrano in un sol boccone e lo sputo nell’hereafter!

"Cannibale, non stare lì seduto: vieni a ballare con noi, sappiamo che ti piace!"
Finalmente maggiorenni di Ben Palmer


Il consiglio di Ford: che ne sarà di noi, con tutti questi filmetti in sala?
La versione inglese del blockbuster della Terra dei cachi con Silvio Muccino di qualche anno fa mi attrae almeno quanto le ultime prove da regista del meno dannoso dei due fratelli più agghiaccianti che possa offrire il Cinema italiano.
Potrebbe anche essere carino, e sicuramente potrebbe piacere al mio antagonista, che appena sente "made in Uk" va in brodo di giuggiole, ma io mi astengo.
In fondo, come ironizzerà sempre lo stesso mio arcinemico della blogosfera, io l'adolescenza l'ho passata da un pezzo.
Il consiglio di Cannibal: il titolo si riferisce per caso a me?
Questo è il film tratto dalle serie The Inbetweeners, trasmessa in Italia da Mtv, che però a differenza di altre figate made in Britain come Skins o (i primi) Misfits è un telefilm guardabile ma ben poco entusiasmante. Una possibilità al film credo comunque la darò, in fondo io rimango forever young, mentre il mio rivale resta forever old!

"Cannibale, ti prego, portaci fuori con te: Ford dice che siamo troppo piccoli per i suoi giri!"

Italy: Love it or leave it di Gustav Hofer e Luca Ragazzi


Il consiglio di Ford: se volete partire, fatelo. Senza vedere questi film.
Se c'è una cosa che mi infastidisce, e voi lo sapete, sono le proposte da radical chic finti alternativi.
E se ce n'è un'altra, sono le persone che si lamentano andando avanti per luoghi comuni.
La verità è una: viviamo in un momento storico davvero moscio, e in un Paese ancora più moscio.
Ora, a chi resta - per scelta o per destino - tocca resistere, e rimboccarsi le maniche senza fare troppo la vittima.
Per chi parte, invece, si profila un nuovo mondo da esplorare da capo a piedi.
I primi non avranno tempo e voglia di pupparsi roba come questa in sala.
I secondi saranno in posti migliori, dove nei Cinema danno roba seria.
Insomma, alla fine non ci andrà nessuno. Non vorrete mica essere i primi?
Il consiglio di Cannibal: leave it, leave it!
Ford, non confondiamo il buon nome dei radical-chic con questa robetta che dal trailer mi sembra una marchetta della Fiat 500 più che un film. Da qua se ne vanno tutti, canta Caparezza, ma se qualcuno ha il coraggio di vedere una roba del genere più che andarsene dall’Italia mi sa che tenta proprio di farla finita. E non con i cerotti come l’aspirante vergine (di sicuro non nel didietro) suicida (ma dove?) Lele Mora…

"Ford, ci buttiamo di sotto come Thelma e Louise?" "Cannibale, al massimo ti chiudo dentro e ti aiuto a farla finita!"

Tutti giù per aria di Francesco Cordio


Il consiglio di Ford: meglio ignoranti, che radical chic.
Non faccio neanche in tempo a bastonare la proposta radical chic della settimana, che ne arriva una seconda ancora più grande: bravura a parte, ho sempre trovato irritanti Fo, Travaglio e Celestini, e ancora di più i film "impegnati" come questo, che in realtà non sono altro che un modo per gli alternativi arricchiti - o semplicemente ricchi - di lavarsi la coscienza.
Piuttosto che questo, sono disposto a perdonarvi anche se deciderete di andare a vedere Immaturi - Il viaggio.
O di non andare a vedere Clint.
Fate voi.
Le mie bottiglie sono tutte in attesa.
Il consiglio di Cannibal: meglio saltare per aria
Tutti giù per terra era un film tratto da un romanzo di Culicchia, oltre che la filastrocca tutt’oggi prediletta dal nostro Ford.
Tutti giù per aria vedendo qualche info in rete è invece un documentario amatoriale che documenta gli scioperi del personale di Alitalia del 2008 e 2009 (molto attuale, quindi!) che nel trailer presenta delle riprese più mosse delle mie quando ho la sfortunata idea di prendere in mano una telecamera. Cioè, sta roba che sarebbe già tanto passasse alle 3 di notte su Raitre ha una distribuzione cinematografica, e pellicole enormi che vedremo presto nella mia top 10 dei film dell’anno non sono ancora state distribuite in Italia? Ma va%%£?$ulo brutti figli di pu%%$!" pez£! di m&£$£ rinco&%/$%&?/

Ecco l'aereo giusto per far prendere il volo al Cannibale!

22 commenti:

  1. Dopo la brutta copia di M. Night Shyamalan che ci ha proposto con lo scialbo Hereafter, un film che sembrava un episodio nemmeno troppo riuscito della serie Ghost Whisperer, è difficile sapere cosa attenderci dal nuovo di Clint Eastwood.


    Non posso che quotare.
    Però andrò a vederlo lo stesso visto che aDDoro la storia moderna americana, snobbando tutto il resto dei film in uscita!!

    RispondiElimina
  2. ok, il cuore direbbe Clint. Ma la famiglia dice "Alvin"...sento già il rollio delle randellate che stanno arrivando!

    RispondiElimina
  3. aaaaaah
    qualcuno mi aiuti
    ho partecipato al giochino di clint e adesso mi manca il respiro........

    *babol
    grande babol! ;)

    RispondiElimina
  4. Neanch'io sopportavo Alvin. Sei in una buona compagnia, Mr. Ford

    RispondiElimina
  5. Io sto con CLINT! Nel frattempo preparo le bocce di vetro per il "Coniglio Vegetariano"

    RispondiElimina
  6. Babol, le bestialità a proposito di quella meraviglia di Hereafter ti costeranno sonore bottigliate, sappilo, e non importa se andrai a vedere J. Edgar! ;)
    E giusto per non farmi mancare niente, bottiglio anche il Cannibale!

    Newmoon, ti proibisco di andare a vedere Alvin e di sottoporre a questa tortura i tuoi bambini. Piuttosto a loro fai vedere un bel Miyazaki e poi vai con tuo marito a vedere J. Edgar.

    Cannibale, provalo per un pò più di tempo, vedrai che ti diverti da morire! Ahahahahahaha!
    Grande Babol un corno! :)

    Alma, allora ti affido il compito di bottigliare con forza i Chipmunks!

    RispondiElimina
  7. Lorant, io sto sempre con Clint, come sai.
    Botte al coniglio e anche al suo padrone Cannibale! ;)

    RispondiElimina
  8. Per J.Edgar aspettiamo di giocarci il bonus nonni...

    RispondiElimina
  9. io resto convinto del fatto che se alla fine del film fosse comparsa la scritta "directed by m. night shyamalan" al posto del nome di clint eastwood, pure tu ford avresti bollato hereafter come una robetta new-age senza infamia (anzi, un po' di infamia sì) e senza lode...
    altroché meraviglia! °___°

    RispondiElimina
  10. non c'è storia, Clint vince su tutta la linea!

    RispondiElimina
  11. Newmoon, brava. Così ti voglio sentire. Bonus nonni a manetta.

    Cannibale, a parte che la mano di Clint si riconosce sempre e comunque, se fosse stato un film di Shyamalan l'avrei capito subito: sarebbe stato una vera merda! Ahahahahahahah!
    Hereafter meraviglia eccome.
    Mica come The tree of life, quello sì che somigliava alla robetta di Shyamalan!

    Frank, Clint vince sempre. Specie contro i registucoli proposti da Cannibale! ;)

    RispondiElimina
  12. Teniamoci Clint. E, per il momento, stiamo alla larga da Alvo superstar. ;)

    RispondiElimina
  13. Ciao Ford! Buon annooooo!!!!!

    Si, lo so, è già il 4, sono un po' in ritardo, però va bè.... ^_^

    Domani sera vedrò J. Edgar, perchè va visto, poi magari resterò deluso, ma va visto.... Sugli altri avete già detto tutto tu e il cannibale.... Desolazione assoluta nelle sale....

    RispondiElimina
  14. Oh, sono pronta per gustarmi nuovamente Leonardo Di Caprio (il mio attore preferito!)
    Poi è di Clint Eastwood!!!
    Non vedo l'ora!!!

    RispondiElimina
  15. ahah povero Cannibale, tutti contro di lui.. ahah

    RispondiElimina
  16. Ciao Loz, buon anno anche a te e bentornato!
    Fai bene a dare fiducia a Clint, è sempre una garanzia!
    Tra l'altro, anche io lo vedrò domani!

    Melinda, anche io. Domani casa Ford si trasferisce in sala: io e Julez ci spariamo una grigliatona e poi il vecchio Clint. Serata perfetta!

    Lorant, povero neanche per scherzo! Se le merita tutte, le bottigliate che riusciamo a rifilargli! Ahahahahahahah!

    RispondiElimina
  17. Sono uscito un paio di ore fa dal cinema, e onestamente non so che pensare del film di Clint. Mi ha lasciato un po' .... . Vediamo che dici tu MrFord :) Ne parleremo nel post al film dedicato!

    RispondiElimina
  18. Lorant, grasse risate per tutti, con Cannibale! ;)

    Pesa, domani vado a vederlo anche io. Staremo a vedere.

    RispondiElimina
  19. Ho visto J.Edgar. DiCaprio è stato davvero superbo. Non so se era per il fatto che ero stanca (la visione è iniziata alle 22.50), ma alcune parti le ho trovate un po' troppo tirate. Comunque l'interpretazione di DiCaprio è stata davvero ottima. Mi ha fatto un po' strano vederlo invecchiato e spero che questo fatto venga considerato dalla giuria dell'Academy Award. Di solito le trasformazioni fisiche, gli imbruttimenti hanno portato gli attori e attrici alla vittoria.

    RispondiElimina
  20. Alma, immaginavo che DiCaprio avesse fatto un gran lavoro. Del resto, Clint riesce spesso e volentieri a tirare fuori performance enormi dagli attori.
    Per quanto riguarda il film, ti farò sapere: è pronto ad accogliere gli occupanti di casa Ford, stasera.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...