martedì 21 settembre 2010

Gamer

A volte non si sa perchè il nostro livello di masochismo cinematografico ci spinge a visioni che non hanno alcuna buona premessa.
Dopo l'esperienza allucinante di Giustizia privata, non contento e fattomi fregare una volta ancora dalla simpatia per Gerard Butler, ho deciso di approcciare anche quest'altra pellicola tutta - o quasi - incentrata sul buon vecchio Leonida e sulla gigioneggiante interpretazione di Michael C. Hall - che cercherò di non aver visto qui per ricordarmelo solo come lo straordinario protagonista di Six feet under e Dexter -.
Gamer è, senza mezzi termini, proprio un brutto film: e non dico brutto per sintetizzare un concetto, o partire con chissà quali elucubrazioni in merito.
Assolutamente no.
Semplicemente, non c'è nulla nella scarsa - fortunatamente! - durata che possa far pensare al contrario.
Montaggio e cura visiva videoclippare e martellanti - Tony Scott, in confronto, pare quasi Ozu -, sceneggiatura inconsistente e banale, scene involontariamente grottesche, citazioni o tentate tali da far rabbrividire anche i cinefili meno integralisti.
Non vorrei scomodare paragoni importanti in termini di schifo, ma era dai tempi di Feed - orrido film australiano che spero nessuno di voi abbia mai avuto la sfortuna di incrociare nel corso del suo cammino di spettatore - che non mi capitava di trovarmi di fronte un prodotto che pare la brutta - e decisamente troppo lunga - copia di uno scadente video musicale.
La riflessione sulla società attuale e sul ruolo di internet, inoltre - il social network "vissuto", così come i videogiochi - appare superficiale e priva di spessore, oltre ad avere il demerito di classificare il film non solo come pellicola d'azione - e già sarebbe stato terribile -, ma anche come riflessione trasversale sul ruolo della rete, in un tentativo di autorialità molto molto spiccia che, francamente, è talmente scadente da non riuscire neppure a provocare una sana incazzatura.
Credo non si possa dire di più, e francamente mi pare di aver parlato anche troppo.
Sarebbe bastata una sola parola.
Brutto.
Lo so, l'ho già detta, ma voglio avere l'impressione che, ora, il suo senso l'abbia trovato.

MrFord

"I am the game, and you don't wanna play me,
I am control, no way you can shake me."
Motorhead - "The game"

11 commenti:

  1. Sembrava un mix (brutto) di Matrix e qual film fighissimo (va beh, passabile) con Steve Austin sull'isola... Non ricordo il titolo (come un qualsiasi cliente del nostro Quick Stop)!

    RispondiElimina
  2. Brutto brutto davvero. Povero "Dex", speriamo trovi di meglio in futuro.

    RispondiElimina
  3. Julez: il film con Stone Cold, in confronto, quasi sembra Arancia meccanica! Credo si chiamasse The condemned. Hell yeah!
    Vitone: "Dex" torna Dex domenica con la quinta stagione. Per ora va più che bene così.

    RispondiElimina
  4. Beh, che dire, mi hai fatto proprio passare la voglia di vederlo. I crediti del buon Gerald si stanno esaurendo velocemente. Eppure The gamer mi incuriosiva un bel po' con quel suo fare "distopico" e per una qualche similitudine (credo) con L'implacabile. (Bomba cult totale)

    Ieri sera ho visto Residen evil afterlife.

    Delle graffette nei coglioni avrebbero fatto meno male.
    11 euro di biglietto, dato l'obbligo di vederlo in 3D.
    Mi sembra che non ci sia nient'altro d'aggiungere.

    Ho visto che hai postato Il profeta.
    Devo uscire.
    Ma aspettami, che torno.
    Come l'herpes.

    RispondiElimina
  5. Dembo, L'implacabile è una bomba super cult. Non vedo l'ora che esca in dvd, così posso rivedermi Sotto zero e Jesse "The body" Ventura.
    Ora una domanda: ma per quale motivo andare a vedere - spendendo undici euro undici - Resident Evil Afterlife!?
    Torna pure, l'herpes lo curo a suon di Brugal!

    RispondiElimina
  6. Anche io lo voglio in dvd!!!!!

    Sono andato con il ragazzo che è venuto con noi a vedere I mercenari. Non lo so perchè siamo andati, è una specie di rito da quando abbiamo visto il primo episodio (sicuramente il migliore dei quattro)
    Guarda, veramente, un film così brutto non lo vedevo da tanto.

    Mi sta bene.
    In fondo, già lo sapevo.

    11 maledetti euro.
    Potevo comprarmi un bel dvd.

    RispondiElimina
  7. direi che mi sembra una recensione decisamente molto radical chic XD

    a me è piaciuto, d'altra parte gli autori neveldine & taylor sono gli stessi del capolavoro crank (ma tu hai detestato pure quello...)

    RispondiElimina
  8. Dembo: concordo sull'acquisto del dvd. La prossima volta, rinuncia alla tradizione.
    Cannibale: sei veramente un radical chic senza speranza. Forse neveldine&taylor devono essere incarcerati, dato questo perseverare nel riservarci questa robaccia! Suggerirei di mandarli a fare due chiacchiere con il profeta Malik!

    RispondiElimina
  9. Unquestionably imagine that that you stated. Your favorite justification
    appeareԁ to bе on the ωeb the easieѕt factoг to take
    notе of. I saу to you, I certainly gеt annoyed whilst folks think about conceгns that they just dоn't recognize about. You managed to hit the nail upon the highest and also defined out the entire thing without having side-effects , other folks can take a signal. Will probably be back to get more. Thank youhttp://upcoming.yahoo.com/event/10693145/IL/Chicago/Watch-The-Big-Bang-Theory-Season-6-Episode-12-online-The-Egg-Salad-Equivalency/Chicago-Theatre/
    My web page - Watch The Big Bang Theory Season 6 Episode 12 The Egg Salad Equivalency Online Free Stream

    RispondiElimina
  10. Io non me lo ricordo tanto tremendo,certo da popcorn e rutti sul divano,ma non tanto tremendo.Invece Feed l'ho visto,e quello sì che faceva schifo davvero.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io, invece, me lo ricordo davvero con orrore! ;)

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...