giovedì 26 marzo 2020

10 Russians



Oggi è un giorno speciale, qui al Saloon.
Esattamente, ora più ora meno, dieci anni fa, nasceva quasi per gioco questo spazio.
Uno spazio che è vissuto al mio fianco, è cambiato con me, e sulla sua pelle ha provato tutte le esperienze della blogosfera, dagli anni in cui ogni giorno nascevano spazi di ogni genere, e si sentiva pulsare questo piccolo universo di vitalità, ad oggi, quando noi pochi rimasti siamo una sorta di dinosauri, mangiati dai social e dal nuovo che avanza.
Onestamente, aspettavo di arrivare a questa data per chiudere baracca e burattini e lasciare nel miglior modo possibile. Ora, invece, mi trovo ad affrontare cambiamenti molto più importanti, e questo piccolo spazio diventa un sostegno al quale aggrapparsi, un compagno di viaggio che ha visto la mia vita evolversi, e continuerà ad esserne testimone.
Per l'occasione, ho deciso di ripercorrere la Storia del Saloon recuperando, con qualche eccezione, i dieci vincitori di ogni categoria dei Ford Awards, e ho deciso di sottoporli ad una sorta di sondaggio, prima di dire la mia in proposito: di seguito elencherò i titoli che hanno fatto sognare, in bene o in male, questo vecchio cowboy nel corso della decade, chiedendo ad ognuno di voi una sua personale top ten in proposito, prima che io cominci a postare le mie.
Nel frattempo, ringrazio tutti voi per avermi accompagnato ed accompagnarmi, Julez per ogni cosa e i Fordini per, dicendola sempre come Rocky, farmi vivere un'altra volta.
Ai tempi, pensavo che per i dieci anni qui ci sarebbe stata una grande festa. Ora ha più il sapore della serata intima, ma poco importa. Siamo qui. Sono qui.
Ed è questo che conta.


MrFord



WHITE RUSSIAN'S DECADE - LIBRI

2010 - Il potere del cane di Don Winslow
2011- Il leopardo di Jo Nesbo
2012 - La ragazza senza volto di Jo Nesbo
2013 - Polizia di Jo Nesbo
2014 - Cujo di Stephen King
2015 - La vera storia del pirata Long John Silver di Bjorn Larsson
2016 - Il cartello di Don Winslow
2017 - Benedizione di Kent Haruf
2018 - N. A. (in sostituzione della non assegnazione il migliore dei secondi, Mucho Mojo di Joe R. Lansdale)
2019 - Il coltello di Jo Nesbo


WHITE RUSSIAN'S DECADE - SERIE TV

2010 - Lost
2011 - Romanzo Criminale
2012 - Breaking Bad
2013 - Spartacus (Breaking Bad vinse per il secondo anno consecutivo)
2014 - True Detective
2015 - Narcos 
2016 - The Young Pope
2017 - The Handmaid's Tale
2018 - La casa di carta
2019 - Chernobyl


WHITE RUSSIAN'S DECADE - NON USCITI IN ITALIA

2010 - N. A. (sostituito da Wind River, migliore dei secondi posti)
2011 - Mother di Bong Joon Ho
2012 - Holy Motors di Leo Carax
2013 - Mud di Jeff Nichols
2014 - The Raid 2 di Gareth Evans
2015 - Rudderless di William H. Macy
2016 - Swiss Army Man di Dan Kwon & Daniel Scheinert
2017 - A ghost story di David Lowery
2018 - Roma di Alfonso Cuaron
2019 - Lords of chaos di Jonas Akerlund


WHITE RUSSIAN'S DECADE - IL PEGGIO

2010 - Gamer di Neveldine & Taylor
2011 - Tekken di Dwight H. Little
2012 - Detachment di Tony Kaye
2013 - Il cecchino di Michele Placido
2014 - Under the skin di Jonathan Glazer
2015 - Mortdecai di David Koepp
2016 - Bad Moms di Jon Lucas & Scott Moore
2017 - Cinquanta sfumature di nero di James Foley
2018 - La forma dell'acqua di Guillermo Del Toro
2019 - La Llorona di Michael Chaves


WHITE RUSSIAN'S DECADE - IL MEGLIO

2010 - Inception di Christopher Nolan
2011 - Drive di Nicholas Winding Refn
2012 - Killer Joe di William Friedkin
2013 - Re della terra selvaggia di Behn Zeitlin
2014 - The wolf of Wall Street di Martin Scorsese 
2015 - Inside Out di Pete Docter & Ronnie Del Carmen
2016 - Captain Fantastic di Matt Ross
2017 - Victoria di Sebastian Schipper
2018 - Chiamami col tuo nome di Luca Guadagnino
2019 - Parasite di Bong Ho Joon

16 commenti:

  1. Tanti auguri per la tua tenacia e la tua resistenza, caro Ford! Io, dico la verità, dopo dieci anni (siamo "coetanei di blog") comincio a essere un po' stanchino, per dirla alla Forrest Gump... sarà per il corona virus, sarà che i blog ormai sono pressochè estinti, sarà per l'età che avanza (forse la cosa più probabile) ma non so quanto ancora resisterò. Però al momento ci sono ancora, perchè anch'io in fin dei conti voglio bene al mio piccolo spazio. Andiamo avanti dunque, del doman non c'è certezza ;)

    Ti lascio volentieri la mia top ten del decennio, che mi ha fatto venire molta nostalgia... ecco i "Solaris Awards" :

    2019: Il Traditore
    2018: Tre Manifesti a Ebbing, Missouri
    2017: Jackie
    2016: The Lobster
    2015: American Sniper
    2014: Searching For Sugar Man
    2013: La Grande Bellezza
    2012: Miracolo a Le Havre
    2011: The Social Network
    2010: Departures

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Capisco bene la stanchezza, mi ricordo i bei tempi del duemiladodici, quando la blogosfera era un continuo fermento: comunque noto con piacere che molti dei tuoi vincitori sono comunque film che io ho apprezzato tantissimo.

      Elimina
  2. Ueila nuovo header!!! Sarà che io sono abbastanza nuovo del mondo blog, ma per ora resisto. Senza esagerare, giusto il minimo indispensabile come se tenessi un diario tipo I Am Not Okay With This. Ma senza superpoteri... keep on Ford

    RispondiElimina
  3. Tantissimi auguri Forduzzo, e vedi di non chiudere, sarebbe una perdita enorme!
    Non sono capace di stilar classifiche ma mi tocca darti un bacio virtuale per The Wolf of Wall Street e una bottigliata per il povero La forma dell'acqua!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bolla, La forma dell'acqua è una delle cose più sopravvalutate mai uscite! ;)

      Elimina
  4. Auguri per questo importante compleanno! Io, pensa, ho fatto il percorso opposto: dopo tanti anni di inattività, ho ripreso in mano il mio blog che seguivo da 8 anni e ora lo porto avanti, proprio con lo stesso spirito di Bobby Han Solo, come se fosse un mio diario personale. In questo periodo, poi, ne sto traendo conforto, perché sì lo smart working, sì Netflix e tutte le altre piattaforme che abbiamo a disposizione, sì Whatsapp, ecc... ma niente mi dà più soddisfazione di scrivere, passando del tempo che reputo di qualità e quindi riempiendo questi vuoti da quarantena che siamo costretti a vivere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In un periodo così strano come questo è giusto trovare i modi per affrontare una condizione inusuale.
      Quindi ben vengano soluzioni come la tua, legate alle proprie passioni!

      Elimina
  5. Innanzitutto complimenti, che 10 anni giustamente si pongono come traguardo, ma meglio che non sia in questo caso una corsa ;)

    RispondiElimina
  6. Buon bloggheanno!
    Solo 10 anni? Ne dimostri molti di più ahahah ;)

    Anche io pensavo che al decimo compleanno avrei chiuso il blog, invece continuo ancora. E tra poco si avvicina un nuovo anniversario e non ho idea di come celebrarlo. Non so...

    Tra i tuoi elenchi ovviamente sbucano fuori nel peggio titoli che sono meglio di alcuni di quelli del meglio. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pensa che, in termini di blog, sei tu il vecchio tra i due! Ahahahahaha!

      Elimina
  7. Tanti auguri!Ridi e scherza anche il mio deve averne parecchi...
    L'ho trascurato parecchio ultimamente, ma credo approfitterò della 40ena per rimettermi un pò in pari, sempre se Sam Bridges me lo permetterà(sono un pò persa dentro Death Stranding/PS4) ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A dire il vero io non ho tantissima voglia di perdermici, lo sto un pò bistrattando, il Saloon. Mi dedico più volentieri alle serate Cinema con i Fordini, dato che la quarantena lo permette!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...