domenica 31 dicembre 2017

Ford Awards 2017: i film (N°10-1)






Ed eccoci arrivati al momento più importante dell'anno: quello in cui il Saloon decreta il suo miglior film tra quelli visti ed usciti in sala nel corso della stagione.
Questo duemiladiciassette in uscita non si è rivelato certo uno dei migliori in termini di qualità media delle pellicole, ma devo ammettere che questa decina conclusiva funziona dal primo all'ultimo titolo, offre emozioni e visioni anche profondamente differenti tra loro e porta in dono pellicole in grado di restare negli anni a venire nella Storia della Settima Arte.
Andiamo dunque a scoprire chi trionferà nei Ford Awards duemiladiciassette.


N°10: MANCHESTER BY THE SEA di KENNETH LONERGAN


Raramente, quantomeno negli ultimi anni, la Notte degli Oscar è riuscita a fornire una selezione di qualità come quella di quest'anno. Manchester by the sea, produzione di nicchia finita alla ribalta proprio in vista dell'assegnazione delle statuette, finisce per essere al contempo profondamente triste e devastante quanto emblema di una vita che, malgrado le sconfitte e le ferite, regala sempre la possibilità di rialzarsi dopo una sconfitta, se si è disposti a farlo.

N°9: BLADE RUNNER 2049 di DENIS VILLENEUVE

 
 
Soltanto un regista incredibile poteva prendere tra le mani una patata bollente come il sequel di una delle pellicole più amate della Storia del Cinema e non rischiare di far deflagrare il tutto in un abominio: Denis Villeneuve, senza dubbio, risponde ai requisiti.
Senza strizzare l'occhio o preoccuparsi troppo di tempi dilatati e filosofeggiamenti, il cineasta canadese offre una riflessione nuova legata ad una storia e a vicende ormai considerate "vecchie".
Molti faranno fatica ad accettarne la grandezza, ma Blade Runner 2049 è un grande film.

N°8: GUARDIANI DELLA GALASSIA VOL. 2 di JAMES GUNN

 

Uno dei film del cuore di questi ultimi dodici mesi.
Risate, tamarraggine, colonna sonora pazzesca, padri e figli, il baby Groot, combattimenti ed altri mondi pronti a rappresentare tutti quelli che ci portiamo dentro.
Ed una bellissima rappresentazione di tutti gli stronzi come me.

N°7: SILENCE di MARTIN SCORSESE

 

Martin Scorsese torna sul grande schermo scommettendo forte grazie ad una pellicola ostica e profonda, lontana dalle logiche del grande pubblico o della conquista facile, ma incredibilmente coraggiosa e piena. Da ateo miscredente, affrontare una vicenda come quella raccontata dal vecchio Marty è stato come ascoltare un disco di De Andrè. 

N°6: SETTE MINUTI DOPO LA MEZZANOTTE di J. A. BAYONA

 

Il dolore della perdita ha toccato tutti, almeno una volta nella vita.
E' qualcosa con cui occorre fare i conti, ed andare avanti.
Qualcosa che non si può sconfiggere, perchè farà parte di noi fino alla morte.
Bayona deve saperlo bene, perchè confeziona un film che entra nel cuore di prepotenza, libera un mostro e le lacrime, e non ne esce più.

N°5: LA LA LAND di DAMIEN CHAZELLE


Se Sette minuti dopo la mezzanotte ha significato la perdita, La la land è la rappresentazione dei sogni, realizzati oppure no, di questo duemiladiciassette. 
Una pellicola tecnicamente incredibile, sotto tutti i punti di vista, che incanta, conquista, racconta, mostra quello che è il conflitto probabilmente eterno tra la realtà e le aspirazioni.
Ed il bello di finire per essere riconoscenti ad entrambi.

N°4: ARRIVAL di DENIS VILLENEUVE


Per la prima volta, se la memoria non m'inganna, nella storia del Ford Awards, un regista piazza due titoli nei primi dieci: Denis Villeneuve, prima di portare in sala Blade Runner 2049, consegna al pubblico una delle gemme dell'ultima notte degli Oscar, Arrival.
Tempo, nascita, comunicazione, morte condensati in uno sci-fi come non se n'erano mai visti - o molto raramente -, che costruisce e distrae come il miglior illusionista prima di regalare un finale da lacrime.

N°3: JACKIE di PABLO LARRAIN


Il mio rapporto con Pablo Larrain non è stato certo semplice: l'ho detestato agli esordi, prima di esserne conquistato film dopo film.
Jackie non è il suo lavoro migliore, eppure la potenza che sprigionano le immagini ed il messaggio portati rendono nel miglior modo possibile il talento di questo straordinario Autore, destinato ad un posto d'onore nella Storia del Cinema.

N°2: MOONLIGHT di BARRY JENKINS


Il film che mi ha toccato di più degli ultimi dodici mesi, e forse oltre.
La metamorfosi di un ragazzino spaurito e ferito che diviene predatore pur di non rischiare di sentirsi ancora come nei suoi anni peggiori, ammesso che davvero lo fossero.
L'outsider della Notte degli Oscar che, alla fine, pur al cospetto dei grandi Arrival e La la land, ha finito per trionfare.
L'outsider che non ti aspetti. Quello che piace a me.

N°1: VICTORIA di SEBASTIAN SCHIPPER

 
 
Ed eccolo qui, il vincitore del Ford Award duemiladiciassette.
Certo, è un film del duemilaquindici, arrivato in Italia in pauroso ritardo, ma poco importa.
Victoria è tecnica prodigiosa, spontaneità, wilderness.
E' tutto quello che si rimpiange della giovinezza quando si è vecchi e tutto quello che si sogna quando da giovani si cercano i brividi.
Una meraviglia per la testa, gli occhi, il cuore.



I PREMI

Miglior regia: Sebastian Schipper per Victoria

Miglior attore: Mahershala Ali per Moonlight

Miglior attrice: Natalie Portman per Jackie

Scena cult: Baby Groot e la bomba da disinnescare, Guardiani della Galassia Vol. 2
 
Miglior colonna sonora: Guardiani della Galassia Vol. 2

Premio "leggenda fordiana": Chiron, Moonlight

Oggetto di culto: non è un oggetto, ma rompe ogni schema. Baby Groot, Guardiani della Galassia Vol. 2

Premio metamorfosi: Dave Bautista, Blade Runner 2049
 
Premio "start the party": l'inizio del piano sequenza, Victoria

Premio "be there": la Berlino by night di Victoria








13 commenti:

  1. E anche quest'anno, pareccchio in comune!
    Anche se quel primo posto è a sorpresa. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora sei messo decisamente meglio che ad avere cose in comune con Cannibal! ;)

      Elimina
  2. Momento più importante dell'anno... adesso non esageriamo. Manco io sono tanto megalomane. XD

    Il primo posto non me lo aspettavo, anche perché era nella mia top 10 già nel 2015. Come al solito io sono troppo avanti e tu troppo indietro! :)

    Comunque grande il primo posto a un film quasi teen e che deve molto a Birdman, quindi una cannibalata incredibile.

    Per il resto top così così. Moonlight troppo in alto, e ci sono un paio di evitabili ruffianate buoniste e soporifere come Silence e Sette minuti dopo la mezzanotte.
    Guardiani vol. 2 ancora non ho avuto voglia di vederlo, ma non penso mi potrà gasare più di tanto, considerando che c'è pure Stallone... :)

    Mi aspettavo un primo posto ad Arrival, ma sarebbe stato troppo bello e troppo poco fordiano, quindi pazienza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Del primo posto di Arrival ti saresti lamentato comunque per lo "scippo" a La la land, che tu hai prevedibilmente messo in cima alla classifica. ;)
      Per quanto riguarda Victoria, io direi che deve molto più a Fuori orario che non al sopravvalutatissimo Birdman! ;)

      Elimina
  3. Giuro che l'anno prossimo, anche se sono alla mercé di Sky, di vedere presto i film che usciranno in sala, anche perché come ripetuto già in tanti blog, ho visto ed amato Arrival ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Arrival è stupendo, e infatti si trova molto in alto! :)

      Elimina
  4. Mi ero dimenticata che finalmente al cinema fosse arrivato (si fa per dire, dalle mie parti nemmeno l'ombra) quel gioiello di Victoria. Avrebbe sbaragliato la concorrenza ma da me l'ha fatto lo scorso anno fra i non distribuiti.

    Silence come sai è una mia delusione, e con i Guardiani non mi prendo. Avrei da ridire pure con La la land troppo in basso, ma la cinquina vincitrice è di tutto rispetto.

    Aspetto la famiglia Ford con Coco, prevedo header e scintille ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Coco ancora ci manca, ma potremmo anche pensare di dedicargli una gita in sala nel fine settimana, chissà. ;)

      Per il resto, Victoria non ha avuto rivali fin da quando l'ho visto. Un vero gioiello.

      Elimina
  5. Ottima classifica!
    Il primo posto di Victoria mi ha sorpreso!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per me era una certezza. Film magnifico.

      Elimina
  6. stesso primo posto, grande! e tante cose simili. E quelle non simili perchè non l'ho visti ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo perchè i nostri gusti sono da intenditori, mica come quelli del Cannibale! Ahahahahah! ;)

      Elimina
  7. Caro Signore / Signora,
    Sono particolare, vengo da questo messaggio per informarvi delle mie offerte di prestito finanziari. Sono certificato prestatore e lavoro in questo campo per molti anni. Ho iniziato nel settore come consulenza quadri finanziari. Questa industria mi permette in qualsiasi momento di aiutare le persone bisognose e la corretta gestione del mio capitale. Ammetto prestiti a chiunque voglia aiuti finanziari. Mail: danielapetrucci07@gmail.com


    Caro Signore / Signora,
    Sono particolare, vengo da questo messaggio per informarvi delle mie offerte di prestito finanziari. Sono certificato prestatore e lavoro in questo campo per molti anni. Ho iniziato nel settore come consulenza quadri finanziari. Questa industria mi permette in qualsiasi momento di aiutare le persone bisognose e la corretta gestione del mio capitale. Ammetto prestiti a chiunque voglia aiuti finanziari. Mail: danielapetrucci07@gmail.com


    Caro Signore / Signora,
    Sono particolare, vengo da questo messaggio per informarvi delle mie offerte di prestito finanziari. Sono certificato prestatore e lavoro in questo campo per molti anni. Ho iniziato nel settore come consulenza quadri finanziari. Questa industria mi permette in qualsiasi momento di aiutare le persone bisognose e la corretta gestione del mio capitale. Ammetto prestiti a chiunque voglia aiuti finanziari. Mail: danielapetrucci07@gmail.com

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...