sabato 2 luglio 2016

A new White Russian Cinema


Ricordo ancora discretamente bene la sera di quel marzo duemiladieci in cui, salutati gli amici venuti a cena e con l'ennesimo Jagermeister pronto per essere scolato, decisi di iniziare l'avventura di White Russian Cinema: non conoscevo quasi per nulla la blogosfera ed i suoi meccanismi, non sapevo quanto sarebbe durato o dove mi avrebbe condotto.
Nel corso di questi sei anni ho conosciuto film e persone, in rete e non, e senza dubbio posso solo ringraziare di aver cavalcato arricchendomi e divertendomi quanto più ho potuto: negli ultimi mesi, però, la soddisfazione e la carica di periodi "d'oro" come quello del duemilaundici/dodici o della fine del tredici hanno finito per segnare il passo, anche a fronte di un progressivo impoverimento del nostro universo.
Sempre meno blog, fermento, commenti, voglia di iniziare qualcosa: dunque, ho pensato che, per evitare di finire preda di pensieri legati alla chiusura del blog come all'inizio dello scorso autunno - il post di Rudderless -, avrei potuto operare un cambiamento che mi avrebbe permesso di rimanere dove sono e di ricaricarmi ad un tempo.
Dunque, da oggi fino alla fine dell'estate - lo giudico un esperimento a lungo termine per capire se vorrò continuare lungo questa strada - White Russian si limiterà a pubblicare due post fissi a settimana, uno dedicato alla carrellata delle visioni e letture della precedente - corredati di voti e brevi commenti - ed uno alle uscite in sala, come sempre in società con il mio antagonista Cannibal Kid.
Nel caso in cui mi dovessi poi imbattere in qualcosa di davvero tosto, allora tornerò alla struttura classica pubblicando post "fuori programma" come ne ho scritti ogni giorno negli ultimi quattro anni e poco più: in questo modo eviterò che la mancanza di stimoli mi faccia sentire di stare a questo bancone come fosse una sorta di secondo lavoro - e non in senso positivo -, e ad un tempo più libero di affrontare settimane più o meno dense di visioni, vacanze, serate in cui sarò troppo stanco per fare altro che non sia spegnere il cervello giocando a PES o altre in cui mi potrò dedicare ai Fordini.
In realtà, non voglio neppure che questo post suoni malinconico o "pesante", anche perchè al momento in cui scrivo queste righe ho ancora una ventina di post "classici" programmati - che, a dire il vero, ormai saranno già tutti pubblicati -, gli Europei di calcio nel mezzo ed eventuali visioni meritevoli di post singoli - che non sono arrivate -: eppure, dal momento in cui ho deciso di fare questo tentativo, mi sono sentito molto più libero e leggero, anche di fronte allo schermo.
Un pò come quando una storia che si trascina riscopre la passione del sesso selvaggio o il respiro di momenti ritagliati per se stessi nel quotidiano.
Dunque brindo ancora una volta a questo posto, a voi e a me, al Cinema ed alla voglia di condividere e comunicare, di lasciare che la passione si trasformi in parole ed immagini.
E risalgo a cavallo, pronto a conquistarmi un altro orizzonte.




MrFord

32 commenti:

  1. Peccato,ma capisco come ti senti.
    Il tipo di post tuoi che mi piacciono,non credo troveranno molto spazio,in questo nuovo tipo di programmazione,ma tant'è.
    Giustamente,dev'essere una cosa che ti diverte o che ti dà qualcosa,altrimenti meglio cambiare!
    Buona estate,Fords&Fordini.
    E chissà che in autunno le cose non cambino di nuovo!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per quanto riguarda l'autunno non so ancora dirti, ma di certo così l'estate è molto più leggera e spontanea. :)

      Elimina
  2. Ah, me l'avevi anticipato!
    Secondo me, soprattutto in questi periodi, i commenti in pillole vanno più che bene: tanto, al solito, c'è poco di buono di cui parlare. Buona estate, famiglia Ford. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buona estate anche a te.
      E poi, in autunno, chissà.
      Magari i commenti in pillole funzioneranno meglio. ;)

      Elimina
  3. L'età d'oro dei blogger sembra finita a discapito di tweet (anch'io ci sono caduto) e compagnia varia, però è ancora una bella nicchia dove si mantiene la voglia di comunicare e raccontare. Due post alla settimana vanno più che bene e poi... è estate!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Verissimo.
      Staremo a vedere che accadrà in autunno. :)

      Elimina
  4. Da un po' di tempo coglievo nelle tue parole una certa insoddisfazione per la situazione della blogsfera, immaginavo che prima o poi sarebbe successo. Forse una una pausa o scrivere con meno frequenza potrà aiutarti a trovare nuovi stimoli. Dici bene, tenere un blog deve essere un divertimento e non un lavoro. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti al momento mi sto divertendo molto di più, e mi sento più leggero.
      Staremo a vedere.

      Elimina
  5. Ti capisco man. Respect!
    (Un bacio ai Fordini)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. So che mi capisci.
      Respect anche per te! :)

      Elimina
  6. Sono d'accordo e ti comprendo benissimo!baci a Julez e ai due splendori!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ricambiamo i baci alla famiglia! :)

      Elimina
  7. To capisco, è brutto dirlo ma la blogosfera sta diventando desolata, soprattutto in blogger. Vedrai che così facendo ti sentirai meglio. Non ci resta che aprire un vlog.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non credo che un vlog sarebbe il mio territorio ideale, mentre mi associo alle maledizioni ai correttori automatici. :)

      Elimina
  8. Ultimamente molti blog che seguo stanno chiudendo... E non ti nego che mi dispiace vedere lo spopolamento della piattaforma. Sinceramente sono felice della tua scelta... Almeno non è la solita notizia amara. Sono sicuro che questo periodo ti farà bene, per ricaricare le batterie :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le sto già ricaricando, staremo a vedere che accadrà in autunno. :)

      Elimina
  9. Ammazza Ford, sei diventato più scansafatiche di me! :)

    Comunque questo "new" WhiteRussian mi sembra ahimé un po' troppo simile a quello old. Non male il nuovo header, però mi aspettavo una rivoluzione grafica maggiore. Qualcosa di meno fordiano e di più cannibale, magari, ma sarebbe stato chiedere troppo...

    L'importante in ogni caso non è la quantità dei post, ma la loro qualità.
    Ed è questo ciò che più mi preoccupa, uaahahahh! XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahha puoi tranquillamente continuare a preoccuparti della qualità e del livello di fordismo. ;)

      Del resto, non voglio certo diventare un cannibaletto qualsiasi! ;)

      Elimina
  10. Peccato, ma come ha detto giustamente qualcuno questo dovrebbe essere un hobby piacevole e non un "lavoro".
    Stupiscici!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi aggrego allo stupiscici!chissà che questo nuovo andazzo,che tanto poco mi ispira,magari sìa ancora più bello di prima!Meglio un post spizzichi smozzichi divertente,che un post lungo scritto svogliatamente ;)

      Elimina
    2. Stupire non so, di certo i primi post che ho scritto sono stati più immediati e leggeri rispetto agli ultimi in versione "normale". ;)

      Elimina
  11. Ford, con me sfondi una porta aperta, anche io ho attuato una scelta simile (con i miei tre post a settimana) e ti capisco benissimo. Ad esempio io ho persino abbandonato l'idea di commentare gli altri blog (pur continuando a leggerli) proprio per liberarmi dell'idea di doverlo fare per forza: scrivere nella blogosfera deve essere un piacere. Quindi prova questo nuovo "formato" e riscopri il piacere di parlare di quel che amiamo. Io, per quanto mi riguarda, continuerò sempre a seguirti, basta che non molli!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sono il tipo che molla, quindi tranquillo. ;)

      Detto questo, ci capiamo. Spero di poter ricaricare le batterie in questo modo, e godermela di nuovo come un paio d'anni fa.

      Elimina
  12. Il cambiamento è sempre positivo Forduzzo e soprattutto se il blog deve diventare l'ennesimo lavoro insoddisfacente è davvero meglio tirare un po' il freno!
    Poi magari tornano la voglia e l'entusiasmo, chissà!
    Nel frattempo goditi l'estate, Julez e i Fordini!! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Me la godrò - e ce la godremo - il più possibile.
      Cambiamenti compresi.

      Elimina
  13. Bravo Ford, non fare come me, che ora vorrei tanto tornare, ma non so proprio cosa scrivere, quando scrivere e perché.
    In tutto ciò, però, continuo a leggerti, magari non spesso come prima, ma non rinuncio a tornare sul luogo del delitto, come il più classico degli assassini.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Del resto, sei uno dei miei giovani padawan, no!? ;)

      Elimina
  14. Come sempre alzo il bicchiere e, come sai, condivido anche lo stato d'animo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E come sempre, lo alzo anch'io.
      Soprattutto con te.

      Elimina
  15. Hai presente "Collateral" No? Ci adattiamo, seguiamo il flusso, Darwin I Ching roba così ;-) Ti leggerò come ho sempre fatto di gusto, buona estate anche ai Fordini ;-) Cheers!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che film, quello.
      Hai scelto proprio le parole giuste. :)

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...