sabato 29 settembre 2012

FBI - Operazione gatto

Regia: Robert Stevenson
Origine: USA
Anno: 1965
Durata: 112'




La trama (con parole mie): Patti Randall e sua sorella Ingrid vivono con un gatto furbo e poco incline a seguire le regole dettate dagli umani, padroni o no. Quando l'animale scopre in una delle sue quotidiane esplorazioni del vicinato il rifugio di due rapinatori che nel corso dell'ultimo colpo hanno preso in ostaggio una donna e viene usato dalla stessa come involontario messaggero per una richiesta di soccorso, diviene il testimone chiave di un'indagine dell'FBI coordinata dal giovane agente Kelso, assolutamente allergico al pelo del felino.
Aspiranti fidanzati delle due sorelle, vicine troppo curiose e l'energia del lesto quadrupede daranno inizio ad una serie di maldestri tentativi e malintesi che renderanno la caccia ai criminali ben più ardua di quanto Kelso potesse attendersi al principio.






Esistono alcune pellicole responsabili della storia dell'infanzia di ben più di una generazione di spettatori, divenenute di fatto dei cult non fosse altro che per il valore emotivo e di amarcord assunto nel cuore dei loro spettatori: senza alcun dubbio, FBI operazione gatto è tra queste.
Clamorosamente ignorato dal sottoscritto ai tempi in cui questo vecchio cowboy era solo un ragazzetto pelle e ossa timido e bassino perchè troppo "da vecchi" rispetto ai cartoni animati e ai film d'avventura - e d'azione - figli degli anni ottanta e recuperato solo di recente grazie all'intervento di Julez sempre nell'ottica del futuro abitante di casa Ford in arrivo, questo film è riuscito a sorprendermi in positivo proprio quando mi sarei aspettato una visione tutto sommato trascurabile, rivelandosi al contrario divertente e ben strutturato, ricordandomi addirittura titoli memorabili come La congiura degli innocenti di Hitchcock ed il meraviglioso Arsenico e vecchi merletti targato Capra, un Capolavoro che consiglio a tutti di recuperare pressochè all'istante.
Il tocco leggero e magico di Mamma Disney unito ad un gusto estetico e ad un ritmo tipici dell'epoca dei grandi studios rendono il lavoro di Stevenson piacevole e fuori dal tempo anche ora, a quasi cinquant'anni dalla sua uscita e all'interno di un mondo - cinematografico e non - che appare come qualcosa lontano anni ed anni luce da un prodotto come questo: come se non bastasse, considerati i due membri felini della famiglia Ford, perdersi nelle esibizioni del protagonista a quattro zampre è stato davvero un piacere - anche perchè quei due storditi dei miei Diego e Mia difficilmente potrebbero giocare tiri mancini come quelli subiti da Kelso e dai suoi uomini ad opera del gatto di casa Randall -, mentre i protagonisti umani - per la maggior parte caratteristi esperti del periodo -, dal canto loro, riescono nell'intento di costruire una sorta di thriller comico che intreccia un plot crime con i tratti più esilaranti della commedia degli equivoci a partire dai due aspiranti fidanzati di Patti ed Ingrid, queste ultime perfette nel ruolo della sorella sbarazzina e coraggiosa - la prima - e di quella sofisticata e composta - la seconda -.
E se i tentativi di pedinamento degli agenti del Bureau all'indirizzo del testimone felino non bastassero a rendere divertente l'evoluzione della trama, elementi come la vicina ficcanaso ed il marito sono pronti a spingere ulteriormente sul pedale del divertimento contribuendo alla costruzione di un film per famiglie in grado di apparire piacevole a grandi e piccini, intelligente ed ironico, strutturato come una pellicola per adulti ma perfettamente comprensibile anche dai bambini.
Come se tutto questo non bastasse, la tensione romantica che coinvolge Patti ed il suo impacciato amico Canoa - curioso l'adattamento italiano dei tempi, che traduceva surfare con scivolare - e, in parallelo, l'agente Kelso ed Ingrid, è quasi una lezione per tutti gli scialbi titoli attuali spacciati dai distributori per commedie da coppia schiaffati in sala nei periodi più redditizi - San Valentino docet -: un gioco orchestrato sotto le righe pronto a crescere ad ogni singola battuta senza alcun bisogno di allusioni ed in grado di arrivare a qualsiasi tipo di pubblico.
Insomma, per quanto a suo modo smielato, assolutamente standard e privo di elevati exploit artistici o tocchi di genio, FBI operazione gatto si inserisce a pieno titolo tra i film di quelli che "non se ne fanno più così", che probabilmente continueranno ad essere trasmessi per le feste natalizie o mostrati ai più piccoli ancora per i decenni a venire, finendo per ricoprire, nel cuore di molti di quei bambini una volta cresciuti, il ruolo di madeleine di un'epoca in cui tutto era e poteva essere come una fiaba, o il ricordo di un particolare che ci riporti alla brillantina del nonno o alle mani della nonna.
In questo caso, farsi cullare da un classico non potrà che essere sempre un piacere.
 


MrFord


"He's a sly old codger, an artful dodger 
a scrounger unsurpassed a ball of fire, 
a nine live wire 
who just can't be outclassed 
yeah, this midnight rover, he lives in clover 
it's an art he's got down pat 
never was a greater smooth operator than 
that ummmmm darn, that darn cat."
Bobby Darin - "That darn cat" -


12 commenti:

  1. me lo ricordo bene questo film. lo guardavo spesso da bambina e anche a me è piaciuto molto. magari non entrerà nella classifica dei migliori film però lo trovo ben fatto e divertente. Inoltre amando i gatti non potevo non guardarlo.
    Il protagonista poi Dean Jones me lo ricordo bene in un altro classico Disney ovvero Quattro bassotti e un danese e la protagonista è diventata famosa per aver interpretata anni prima Pollyanna.
    Visto che ti piacciono i gatti ti consiglio, se non li hai già visti, Il gatto venuto dallo spazio e Allegro ma non troppo. Del primo ho un ricordo vago quindi non ti saprei dire meglio mentre nell'altro, che è un Fantasia della Disney realizzato da Bruno Bozzetto, c'è uno spezzone con protagonista un gatto, talmente commovente che scioglierebbe anche i cuori più duri.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alma, Quattro bassotti per un danese lo ritroverai da queste parti tra non molto, mentre per Bozzetto chissà, prima o poi magari mi cimenterò.
      Questo, comunque, resta un classico di quelli intramontabili.

      Elimina
    2. quattro bassotti lo conosco praticamente a memoria, questo fbi non lo ricordo ma è probabile che mia madre me l'abbia fatto vedere quando ero piccolo.

      james recupera assolutamente bozzetto, è strepitoso!

      Elimina
    3. Frank, Quattro bassotti arriverà tra non molto, comunque sicuramente avrai visto anche questo.
      Sono quei classici passati su tutte le tv! :)

      Bozzetto verrà recuperato, devo solo trovare spazio nella lista sempre lunghissima! :)

      Elimina
  2. beh, sai come la penso sui gatti.
    figurati i gatti nei film

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Suara, ti ci vedo in un film come questo: risate - almeno del pubblico - garantite.
      Dei gatti, forse, un pò meno! :)

      Elimina
    2. Che fai, mi soffi come un gatto!?!? ;)

      Elimina
  3. Irriverent Escapade29 settembre 2012 23:10

    Io, lo confesso, preferisco i cani....ma la cosa qui, e' assolutamente irrilevante.
    Ho sorriso con piacere quando ho visto il titolo. Ottimo viatico per il piccolo Ford (ottima Julez a proportelo) . Non so se gli affiderei il ruolo di madleine; semplicemente io ho di questi film la sensazione di "film come quelli dei grandi". Non erano "cartoni animati" ( non eravamo cosi eruditi da usare il termine animazione) e c''era azione quel tanto che bastava. Insomma erano film veri che non subivano censure. Anch'io li ho proposti tutti (questo, Quattro bassotti e persino Pomi d'ottone e manici di scopa...) alla Nana. Inizialmente era un po' scettica, alla fine si e' divertita come una matta e ha apprezzato. La cosa piu' bella e' stata vedere come, fra lei e me , bambina quarantanni fa, non c'era differenza :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La cosa bella di questo tipo di film è che riescono a mantenersi in qualche modo fuori dal tempo, legando chi era bambino allora, e chi lo è oggi. :)

      Elimina
  4. Ah ah! Questo l'ho visto! E mi è piaciuto molto, è vero li daranno all'infinito ogni anno questi film, perché sono senza tempo, un tipo di storia che fa sempre effetto, nel suo piccolo. Ora lo voglio rivedere!! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Elle, dici bene.
      Se non fosse che l'ho visto da poco, lo rivedrei volentieri. Mi tengo buone le prossime visioni per il piccolo Ford!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...