giovedì 27 dicembre 2012

Ford Awards 2012: videogames


La trama (con parole mie): come i più longevi tra i lettori del Saloon ben sanno, un pò per lavoro e un pò per passione, spesso e volentieri in casa Ford ci si trastulla felicemente con la Playstation 3 esplorando il mondo videoludico, che nel corso degli anni è divenuto - come quello delle serie tv - una realtà acclamata anche oltre i confini tracciati dagli appassionati arrivando ad essere considerato un media appartenente alla comunicazione almeno quanto il Fumetto, la Musica ed il Cinema.
Nonostante questo, gli ultimi dodici mesi non sono stati sicuramente all'altezza dei loro colleghi targati duemilaundici, e trovare dieci titoli davvero interessanti per stilare la classifica è stato decisamente più complesso.
Ma i compiti non facili non sono mai stati un ostacolo, da queste parti: dunque ecco qui il meglio dell'anno rispetto ai games fordiani.


N°10: WWE '13


Non si poteva iniziare se non dal miglior videogioco dedicato al mio adorato wrestling degli ultimi anni: in decima posizione perchè ancora non sfruttato a dovere già dalla copertina prometteva molto bene, con l'attuale WWE Champion nonchè mio favorito CM Punk a farla da padrone.
Ottime storylines, ambientazioni riferite alla mai dimenticata Era Attitude - una delle migliori epoche per lo sport entertainment -, una marea di soluzioni e personaggi giocabili.
Senza dubbio, il miglior prodotto di genere dai tempi dell'inarrivabile Here comes the pain.


Il tipico ingresso di CM Punk con il suo grido "It's clubberin' time!" ripreso dalla Cosa dei Fantastici 4.

N° 9: CONAN





Il cimmero creato da Robert E. Howard e reso noto sul grande schermo dal vecchio Schwarzy ha regalato le poche emozioni "God of war" style di casa Ford per quest'anno povero di giochi davvero validi nell'ambito dell'avventura.
Titolo tra i primi usciti per PS3, Conan è invecchiato assai bene, e porta con sè il giusto bagaglio di avventura, violenza, sesso e mostri da abbattere come si conviene per ogni intrattenimento di questo genere.
Sempre, ovviamente, in attesa del ritorno di Kratos.


N° 8: MORTAL KOMBAT KOMPLETE EDITION


Uno dei brand più noti nella storia dei picchiaduro torna a farsi sentire forte e chiaro in casa Ford con un'edizione realizzata alla grande che ripesca praticamente tutti i personaggi della saga con qualche aggiunta di lusso - Freddy Krueger e Kratos -, una modalità storia avvincente e molto longeva e la possibilità di "scalate" arcade graficamente realizzate benissimo - e giocabili anche in modalità tag team -.
Un divertimento pazzesco per tutti i bambini troppo cresciuti e gli appassionati di cazzotti duri. Anzi, durissimi.



N° 7: MAX PAYNE 3


Non poteva mancare, nella classifica di fine anno, almeno un titolo targato Rockstar, da sempre la mia casa di produzione favorita.
Certo, occorre ammettere che, nonostante un protagonista con i controcazzi - l'alcolizzato, durissimo e dipendente dagli antidolorifici ex detective Max Payne, un fordiano fatto e finito - ed una grafica da fare invidia ad un film hollywoodiano, in questa proposta manca la componente dedicata al free roaming che ha reso grandi tutti i successi dei ragazzacci della già citata Rockstar, da GTA a Red dead redemption. Nonostante lo script interessante, infatti, Max Payne 3 altro non è se non uno sparatutto in terza persona. Che, alla lunga, rischia quasi di stancare.
Resta un gran gioco, ma basato principalmente sulla confezione.



N° 6: SKYLANDERS GIANTS




L'idea clamorosa di portare la febbre da collezionisti che negli anni ha animato franchise come i Pokemon in un gioco che ricorda Super Mario Galaxy e Disney Universe ed applicare allo stesso un concetto di "gioco online" per bambini - la possibilità di scambiare i pupazzetti e conservare al loro interno i salvataggi dei progressi come fossero chiavi usb a prescindere dalla console - è stata vincente ed assolutamente azzeccata, e casa Ford non è riuscita a resistere al fascino di questi piccoli mostriciattoli di plastica simili a quelli protagonisti dei nostri giochi di bambini. Peccato che, nonostante l'inserimento degli interessanti "giants", questo secondo capitolo sia risultato troppo poco longevo per soddisfare Julez e il sottoscritto appieno.
Resta comunque e senza dubbio uno dei titoli grazie ai quali ci siamo divertiti di più durante l'anno.
Menzione d'onore alla canzoncina di uno dei boss da sconfiggere, tormentone per mesi dalle parti del Saloon.


N° 5: BATMAN ARKHAM CITY

Curioso il destino di questo gioco realizzato splendidamente, lo scorso anno posto sulla fiducia - l'avevamo provato solo un paio di volte - nella stessa posizione di questo giro di classifiche e poi abbandonato a causa della dispersione data dal tentativo della Rocksteady di applicare il già citato free roaming Rockstar al Cavaliere Oscuro.
Ripreso da capo dopo mesi, si è rivelato un titolo - pur se non all'altezza del predecessore - avvincente e decisamente interessante da giocare, vedere - lo script è pazzesco - ed ammirare - Gotham fa letteralmente spavento per i suoi dettagli -.
Per tutti i fan della saga nolaniana, e non solo.


N° 4: SKYLANDERS: SPYRO'S ADVENTURE


Ed ecco il punto d'origine di Skylander giants.
E come tutti gli originali, meglio di qualsiasi sequel: longevo, divertentissimo, reso unico da una galleria di personaggi uno più divertente dell'altro - è ormai passato alla storia del Saloon il grido di Gill Grunt, uno dei più usati dal sottoscritto nonchè il tritone dell'immagine qui sopra, interpretato da me come "Fottila!" e da Julez come "Fottile!" -, protagonista del primo periodo a casa per il congedo di maternità della signora Ford.
So che parrà una roba da bambini, ma vi assicuro: ci si scassa dal ridere e ci si diverte un mondo.




N° 3: FIGHT NIGHT CHAMPION


Ed ecco il gioco perfetto per ogni Ford che voglia sfogarsi anche quando non si allena e scazzotta il sacco fino a sfinirsi: forse il gioco di pugilato più curato che abbia mai provato, vero e proprio appuntamento fisso della scorsa primavera, quando per non prendere a cazzotti il mio vecchio capo ero costretto a sessioni intensive di scarico dell'energia negativa sia con i guantoni indosso che con il controller tra le mani.
Ottima la modalità storia, grafica pazzesca, appassionante l'opzione carriera, con la possibilità di creare il proprio pugile e seguirlo dalle palestre di periferia ai grandi palazzetti.
Una specie di rivisitazione del sogno di Rocky.




N° 2: RAYMAN ORIGINS


Ed ecco la vera rivelazione di quest'anno: era dalla metà degli anni ottanta e dai tempi delle sale giochi che non mi capitava di incrociare un titolo che riuscisse così straordinariamente ad unire utenti di ogni età, lo stile cartoonesco ed il piglio alla Super Mario, la velocità ed il ritmo alla cura dei dettagli, le musichine grottesche ed una propensione all'ironia quasi magica.
Pidinnino e Pidinnone - così come è stato ribattezzato da queste parti - rimarrà per sempre nel cuore degli occupanti di casa Ford come il miglior gioco per "doppio" mai realizzato su PS3, nonchè uno dei più articolati, lunghi ed assolutamente appassionanti.
Bellissimo.




N° 1: PES 2013


"Per difendermi dallo stress, bevo un pò e dopo gioco a PES", canticchierei parafrasando i Club Dogo. Dopo anni passati all'ombra del concorrente diretto FIFA, PES torna al suo antico splendore con l'edizione migliore dal 2006 ad oggi, compagnia fondamentale nel periodo della convalescenza dopo l'operazione alle tonsille.
Da anni non provavo quella voglia quasi irresistibile di spararmi nottate intere seguendo il mio PSG nel corso della Master League, tra campionato, Champions League, mercato e partite su partite.
Un ritorno ai tempi d'oro. In tutti i sensi.





I PREMI

Personaggio dell'anno: Pidinnino e Pidinnone, ovvero Rayman e Globox - Rayman Origins-.
Miglior cattivo: "Ice Cold" Frost - Fight night champion -.
Sequenza cult: la canzone del robottone - Skylanders Giants -.
Premio stile: il fordianissimo Max Payne.
Miglior storia: Batman Arkham City.
Colpo di scena mozzafiato: la morte di Ra's Al Ghul - Batman Arkham City -.
Miglior cornice: il mondo incantato - Rayman Origins -.
Arma di culto: qualsiasi cosa sputi piombo - Max Payne -.
Videogioco da provare almeno una volta nella vita: Rayman Origins, senza dubbio.
Spaccaculi per eccellenza: c'è bisogno di chiederlo? Max Payne.


MrFord


"Sto lontano dallo stress
fumo un pò e dopo gioco a Pes
Pato, Mexes
Messi, Valdes
fumo un pò e dopo gioco a Pes
accendo e dico: Ooooh Yesss
fumo un pò e dopo gioco a Pes!
se mi riprendo ooh ooh ooh yes
fumo un pò e dopo gioco a Pes"
Club Dogo - "PES" -





13 commenti:

  1. io non c'ho manco la ps 3...ho una psp in cui da natale del 2011 c'è dentro pes 2012...si sarà incarnito dentro, secondo me non esce neanche più...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bradipo, secondo me un giorno o l'altro dovresti fare un pensierino sulla PS3: così ti fai anche il lettore bluray! :)

      Elimina
  2. Due soli giochi ogni anno : Guitar Heroes e PES.Imperdibili !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Blackswan, sono anche due dei miei cult inossidabili! ;)

      Elimina
  3. appoggio il sempre mitico pes sulla fiducia, anche se all'ultimo non ho giocato.
    tutti gli altri non so, perché saranno una decina di anni che non seguo il mondo videogammaro, però mi sembrano delle fordianate clamorose :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Incredibile che tu, che ti spacci per supergiovane, non sia un fan accanito di FIFA!
      Almeno sui videogiochi non ti sei bevuto completamente il cervello! Ahahahahahah!

      Elimina
  4. Allora, ti piacciono i picchia duro, e non so che dire in merito visto che è un genere con cui non vado molto d'accordo.
    Ma PES! PES meglio di Fifa! Ma dico, vogliamo scherzare!? Allora, iniziamo, perché qui c'è da difendere forse il miglior gioco calcistico della STORIA!
    Io son stato un grandissimo amante e sostenitore di PES fin dai tempi di PES3, divertentissimo e godibilissimo, mentre il suo corrispettivo, Fifa2003 faceva letteralmente schifo. Ho amato tantissimo anche Winning Eleven, tanto da cercarlo ogni anno per poterci giocare. Però poi, nel 2006, il giocattolo si è rotto e PES ha iniziato a vacillare, Fifa faceva sempre pietà e così ho abbandonato il calcio videoludico.
    Ma dal 2011 Fifa ha preso il largo! Si è evoluto, ha implementato situazioni di gioco, modalità, movimenti, controlli, che la Konami se li sogna ancora oggi! Poi nel 2012 il botto! Un gioco che rasenta la perfezione se non qualche piccole pecca. Mentre PES continuava nel suo incredibile e obsoleto sistema di gioco antiquato, troppo legato al passato e senza la minima prospettiva di crescita!
    Fifa13 invece rappresenta realmente la perfezione! Le squadre si muovono come nella realtà, con i giocatori tanto intelligenti da far un baffo a quelli reali, per non parlare del controllo palla, portato a livelli più che reali. Insomma, MrFord, gioca per un po' a Fifa13 e cambierai assolutamente opinione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pesa, capisco la tua posizione, ma ti assicuro, avendo giocato sia Fifa 11 che 12, che le qualità della parte manageriale di PES continuano a renderlo decisamente più interessante di Fifa, dalle mie parti: una cosa come il campionato master il prodotto di Electronic Arts se la sogna, nonostante la perfezione grafica! :)

      Elimina
    2. Perfezione grafica (e giocabilità, soprattutto) son supportate anche da una perfetta modalità carriera, che è possibile fare da Calciatore, Allenatore o Allenatore/Calciatore. Il mercato è stato reso più credibile e difficile da gestire, così come i capricci dei giocatori più forti e sotto i riflettori, disposti ad abbandonare la squadra perché non hai dato loro il numero preferito. Per non parlare poi della possibilità di essere convocati in Nazionale, o diventarne il C.T. facendo le convocazioni o rilasciare interviste, così a seconda di ciò che dirai caricherai o abbasserai il morale della tua squadra.
      È stato duro anche per me ammettere la definitiva caduta di PES (ci ero veramente troppo affezionato), ma ho scoperto un mondo nettamente superiore :D

      p.s. Non parliamo della telecronaca, Pierluigi Pardo è inascoltabile. L'accoppiata Caressa-Bergomi fa faville, per non parlare dei collegamenti da bordo campo di Fifa13!!

      Elimina
    3. Mah, lo scorso anno la modalità carriera di Fifa non mi aveva strabiliato. Se mi capita do un'occhiata a quella di quest'anno, ma fino a prova contraria resto fedele al vecchio PES! ;)

      Elimina
  5. Irriverent Escapade27 dicembre 2012 23:11

    Sto alla classifica dei videogames ne più ne meno come quella sulle cotte adolescenziali (??!!!!) di Cannibal....leggo, curiosa e passo, in attesa :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Irriverent, se ti può consolare, non sei la sola! ;)

      Elimina
    2. Tranquille entrambe, si è passati già ai libri!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...