domenica 21 agosto 2011

George Lucas in love

Regia: Joe Nussbaum
Origine: Usa
Anno: 1999
Durata: 9'


La trama (con parole mie): George Lucas, studente di college, ha pochissimo tempo per ultimare la sceneggiatura del lavoro che presenterà a fine corso e cercare di portarsi a casa un buon voto, ma le idee latitano e sono confuse. Soltanto grazie all'intervento di Marion, prima grande cotta del futuro regista, George riuscirà a trovare gli stimoli per ultimare la prima stesura di quello che diverrà uno dei maggiori successi della Storia del Cinema: la saga di Star Wars.


Questo Free drink è per Suarakamansa, che spero possa essersi sistemato al meglio nella sua nuova casa francese.

Per la prima volta qui al saloon, è un cortometraggio a farla da padrone, al posto del consueto film, o romanzo. 
E non un cortometraggio qualsiasi, bensì una delle più grandi dichiarazioni d'amore - per quanto divertente e divertita possa essere - rivolta alla creatura più nota, di successo ed importante partorita dalla mente di George Lucas: la saga di Star Wars.
Vissuta come una sorta di incubo da molti e venerata a livelli religiosi da molti, molti di più, la suddetta epopea ebbe origine e radici nella giovinezza del futuro regista, e Joe Nussbaum, probabilmente fan hardcore del lavoro del vecchio George, questo deve averlo saputo bene, andando ad omaggiare il suo idolo mescolando le atmosfere da teen movie anni ottanta made in Usa - il college, le prime cotte, la classica nemesi all'interno della scuola - a quelle di una vera e propria parodia.
Non lasciatevi dunque spaventare dal voto basso - ulteriore conferma del fatto che è sempre meglio leggere il post, invece di fermarsi soltanto alla valutazione -, motivato principalmente dal fatto che questa resti un'opera limitata - non in quanto corto, ma perchè a suo modo prigioniera nella sua natura di omaggio - e, soprattutto, assolutamente incomprensibile, indigesta ed irritante per tutti gli spettatori che di Star Wars si preoccupano più o meno quanto Chewbacca o Jabba del galateo.

Pensano che io sia un bruto, invece sono un piccolo lord!
 Per i fan della saga, al contrario, risulterà una breve, divertente, piacevole digressione legata all'importanza dell'esperienza personale nel corso della stesura di una sceneggiatura - così come accade per i romanzi -, e della capacità dell'autore di trasportare la sua realtà quotidiana in una galassia "lontana lontana".
Personalmente, la palma dell'ispirazione migliore va ad Aaron/Darth Vader, primo della classe ombroso e dall'ego smisurato con grossi problemi di asma in aexequo con la mano mozzata che caratterizzarà il culmine dello scontro di Skywalker e Darth al termine del mio personale favorito L'impero colpisce ancora.
Nasce dunque una riflessione legata alla curiosità di scoprire cosa si celi dietro i grandi personaggi della Storia del Cinema e le loro origini, condita da un finale che pare un sottile colpo basso legato alla scoperta del legame di sangue tra Luke e Leia, una delle soluzioni che personalmente ho meno apprezzato dell'intera saga.
Resta un'unica domanda senza risposta, tornando al 1999, anno di realizzazione della pellicola: cosa avrà pensato il fan Nussbaum della seconda trilogia, invisa a molti degli storici sostenitori dell'affresco galattico di Lucas?
Non sarebbe affatto male avere una risposta grazie ad un nuovo corto.

MrFord

"Space is dark it is so endless
when you're lost it's so relentless
it is so big, it is small
why does man try to act so tall."
Hawkwind - "Space is deep" -


4 commenti:

  1. voglio essere il primo a commentare. sono d'accordo con te: il corto piace se ti piace SW. a me è piaciuto e me lo rivedo sempre molto volentieri. e il tuo bicchiere e mezzo di voto mi sembra un po astemico.
    ciao James
    Suara

    RispondiElimina
  2. Suara, non devi contare il voto, per quello ho pensato al grande pubblico.
    Noi che siamo nati sotto Han Solo non finiremo mai di apprezzarlo.
    Sono contento che tu sia stato il primo a commentare. L'ho cercato per un sacco di tempo giusto per te.
    Aspetto di incontrarci di nuovo,
    nel frattempo buona Francia!

    RispondiElimina
  3. che palle star wars
    è una roba veeeeecchia!

    RispondiElimina
  4. Cannibale, vecchio sarai tu, e il tuo Donnie Darko dei poveri! Ahahahahahah!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...