giovedì 13 giugno 2013

Thursday's child



La trama (con parole mie): l'estate è finalmente esplosa, e con lei, di norma, la voglia di chiudersi in sala scema a meno che non si tratta di cercare refrigerio dal caldo. Dev'essere per questo che gli arguti distributori italiani hanno atteso fino a questo punto per buttare nella mischia non uno, non due, bensì tre titoli potenzialmente interessanti, questa settimana. Film che potrebbero, in qualche modo sconosciuto ad ogni umano, mettere d'accordo perfino il sottoscritto ed il suo antagonista Peppa Kid.
Sarà davvero possibile? Solo le prossime recensioni lo diranno!

"Hey Ford, vieni a fare un giro in macchina con me? Guido io, però!"

Into Darkness - Star Trek di J.J. Abrams



Il consiglio di Cannibal: meglio stare lontani dalla darkness fordiana
Non ho mai retto la saga di Star Trek e i suoi fan maniaci di sci-fi come il mio blogger rivale Mr. Nerd.
Per amore di J.J. Abrams, con grande diffidenza ho voluto dare comunque una possibilità alla sua versione cinematografica e devo ammettere che non mi era dispiaciuta, si veda la mia vecchia (ma mai quanto Mr. Ford) recensione http://pensiericannibali.blogspot.it/2010/05/trekking.html.
Detto ciò, non sentivo alcun bisogno di un sequel e avrei preferito che J.J. si concentrasse su qualche progetto più interessante. Per il momento quindi passo e lascio la visione al Mr. Spock della blogofantasfera.
Il consiglio di Ford: meglio into Darkness che near Cannibal!
Ho sempre avuto un debole per lo Star Trek originale, che vedevo da bambino con mio nonno e il cui spirito J. J. Abrams era riuscito a catturare con uno dei film di fantascienza meglio realizzati degli ultimi anni.
Giunge ora il sequel, che si preannuncia interessante almeno quanto il primo capitolo: se gli impegni con il Fordino me lo permetteranno, correrò in sala a vederlo, altrimenti cercherò di recuperarlo al più presto, dato che promette di essere l'ennesimo successo centrato dal mitico creatore di Lost.

"Jennifer, scordati il tuo giro in macchina! Ford lo accompagno io!"

Killer in viaggio di Ben Wheatley


Il consiglio di Cannibal: preferisco un viaggio con un killer che uno con Ford (ammesso e non concesso che Ford non sia pure un killer)
Fantastico questo film. Davvero una bella sorpresa!
Per il momento vi dico solo di non perdervi questa dark comedy made in England, che potrebbe essere pane e salame abbastanza da piacere persino a Ford.
La recensione cannibale è in arrivo a breve.
Il consiglio di Ford: se Ford fosse un killer viaggerebbe volentieri con Cannibal Kid nel ruolo della vittima sacrificale.
Non ho ancora visto questo film, ma le premesse paiono buone e perfino in grado di mettere d'accordo i due nemici numero uno - anzi, a dire il vero un numero uno e la sua spalla - della blogosfera.
Spero che le aspettative non vengano deluse, e lo piazzo in cima alla lista della settimana.

Il Cucciolo Eroico portato a spasso dalla sua badante.

House at the End of the Street di Jennifer Lawrence Mark Tonderai


Il consiglio di Cannibal: Jennifer Lawrence! In canotta!
Film visto già un sacco di tempo fa, ma la recensione l’ho tenuta in caldo per voi tutti questi mesi. Il film infatti sarebbe dovuto uscire da parecchio, però l’arrivo in sala è stato sempre rimandato da quei perfidi distributori italiani e così anche la pubblicazione della rece ha dovuto aspettare. Ora finalmente ecco che arriva.
Come sarà?
Lo scoprirete leggendo il mio post, coming soon.
Dico solo di non aspettarvi grandi cose dal film, ma solo da una gran Jennifer Lawrence in canotta!
E quando c’è di mezzo Jennifer Lawrence, non c’ho manco voglia di perdere tempo ad attaccare Ford.
Il consiglio di Ford: Jennifer Lawrence! In canotta!
Ho visto questo film mesi fa, e in attesa dell'uscita italiana ho conservato gelosamente la recensione, che potrete leggere a breve qui al Saloon.
Purtroppo il film è una ciofeca totale, ma che importa.
Per tutta la seconda parte troverete Jennifer Lawrence in canotta.
E a volte basta solo questo.

"Dopo la mia serenata nessuna si porterà via Ford, neanche Katniss Kid!"

Una ragazza a Las Vegas di Stephen Frears


Il consiglio di Cannibal: meglio di un Ford a Las Vegas, o anche di un Ford in qualunque altro posto del mondo
Questo è un film che mi sa tanto di saldo estivo. Però oh, siamo in tempo di crisi e quindi ogni cosa in saldo può andare bene. Per una disimpegnatissima visione mi sa che potrebbe fare il suo dovere, anche se temo sia il classico film che si dimentica nel momento in cui scorrono i titoli di coda, un po’ come accade sempre con le pellicole più celebrate da Ford. Quando va bene. Quando va male, vorresti spedire Ford a Las Vegas. Per spassarsela? No, per fargli dilapidare tutto il suo gruzzolo e vederlo poi tornare in Italia con la coda tra le gambe.
A proposito di soldi, certo che Bruce Willis per pagare l’IMU ormai gira più filmetti di Nicolas Cage…
Il consiglio di Ford: il biopic di Katniss Kid? No. Purtroppo l'ennesimo filmetto inutile con il fu Brus Uillis.
Sinceramente, non mi sarei mai aspettato che un expendable come Brus Uillis facesse la fine del De Niro degli ultimi anni.
Attento, Brus. Perchè se continui così finisce che devo prendere a bottigliate anche te, e senza chiederti se in alto o in basso.
O peggio: potrei spedirti, invece che a Las Vegas, a Casale, per passare le vacanze insieme a Cannibal Kid: il che significa chiudersi in cameretta per due settimane senza mettere mai il naso fuori dalla porta, intenti a passarsi una serie teen dopo l'altra in streaming.

"Ford dice che dopo queste ultime tue parti al suo test hai totalizzato un punteggio inferiore a quello di Peppa Kid!"

La leggenda di Kasper Hauser di Davide Manuli


Il consiglio di Cannibal: io preferisco La leggenda di Cannibal Kid
Mentre Bruce Willis dice sì a qualunque pellicola gli venga proposta, ecco che Vincent Gallo è arrivato ad accettare persino di girare un film in Italia. È davvero messo così male, oppure si tratterà di una pellicola interessante?
Sospetto purtroppo per l’idolo Gallo e per noi suoi fans che sia più la prima ipotesi. Rispetto ad altre proposte italiane che ci piovono addosso ogni settimana, se non altro almeno questa mi suscita un minimo di curiosità. Una cosa che capita più raramente di quanto sia spinto a vedere un film superconsigliato da Ford.
Il consiglio di Ford: di Kaspar Hauser ce n'è solo uno. Quello di Herzog.
E per quanto possa voler bene a quello sciroccato di Vincent Gallo, questa roba dal sapore di radicalchicchismo non mi pare proprio all'altezza del capolavorone del Maestro tedesco.
Bocciato in partenza e senza passare dal via.
Un po’ come le bislacche idee di Peppa Kid.

"Ragazzi, siamo più radical chic di Cannibal Kid!"

Il fondamentalista riluttante di Mira Nair


Il consiglio di Cannibal: Ford, il fondamentalista ruttante
Ahia, qui sento puzza di pellicola politicosa impegnata di quelle che piacciono tanto a Ford, per darsi un contegno intellettuale tra una qualche mossa di wrestling di cui al momento non mi viene in mente il nome (sarà perché - giustamente - non seguo il wrestling?) e una pellicoletta action trash anni ’80 vista rigorosamente su un vecchio VHS consumato.
La presenza di Kiefer Sutherland di nuovo alle prese con la tematica del terrorismo dopo 24 potrebbe però renderlo clamorosamente appetibile anche a noi spettatori radical-chic ma non finto intellettualoidi come Mr. James Snob.
Il consiglio di Ford: Cannibal, l'expendable riluttante
Mira Nair è uno dei nomi più sopravvalutati dell'intero panorama registico mondiale, e questo film non mi pare niente di che, specie perchè rispetto a Kiefer Sutherland ormai io attendo soltanto l'avvento della vociferata nuova stagione di 24, che oscura qualsiasi altra opera a tematica terrorismo che non sia quel gioiellino di Homeland.
Nell'attesa mi diletterò ad organizzare un attentato a Cannibal, che continua a trincerarsi in casa invece di accettare un bell'invito per una notte da leoni in mia compagnia.

"Tranquillo, al primo episodio della nuova stagione di 24 ti faccio torturare come si deve!"

Il caso Kerenes di Calin Netzer


Il consiglio di Cannibal: il caso Ke è sto film?
Film rumeno vincitore dell’Orso d’Oro all’ultimo Festival di Berlino.
Ovvero…
Mi è semlato di vedele un Fold.
Anche qui sento odore di radical-fordianata pseduo impegnata di quelle che tanto piacciono al mio blogger enemy. Nonostante questo dettaglio mica da ridere e nel caso non sia una completa mazzata sulle palle, potrebbe anche rivelarsi una visione quasi interessante. Ho detto potrebbe e ho detto quasi. E, soprattutto, prima ho detto radical-fordianata.
Il consiglio di Ford: Il caso del coraggio di Cannibal, ancora scomparso.
Negli ultimi anni non ho seguito molto il Festival di Berlino, che dopo cose pregevoli come La sposa turca non è riuscito a stupirmi negli ultimi anni come avrei voluto.
Di contro, però, c'è da dire che l'ultimo regista rumeno passato da queste parti - il mitico Mungiu - ha fatto sfracelli al Saloon, e dunque ho come l'impressione che darò a questo film una possibilità. Per la gioia di Julez - giuliapassionejulez.blogspot.it - così come del mio antagonista, che potrà darmi del radicalchic finto pane e salame.

"Brindiamo al compianto Cucciolo Eroico: nessuno ora potrà più deliziarci con quelle assurde opinioni in materia cinematografica!"

Niente può fermarci di Luigi Cecinelli


Il consiglio di Cannibal: niente può fermarci dallo sconsigliare questo film
Su questo film credo che io e Ford potremmo trovarci d’accordo. Niente può fermarci dallo snobbarlo clamorosamente. O, se proprio dovessimo per qualche oscura ragione finire per vederlo, dal bottigliarlo selvaggiamente.
Per quanto sia un film giovanilistico, dal ridicolo trailer promette male persino per me. E ho detto tutto.
Il consiglio di Ford: niente può fermarci dallo sconsigliare questo film
Ford e Cannibal insieme. Uniti.
Dovrebbe bastarvi questo per evitare questa roba.

"Ford, sei proprio sicuro che vuoi lasciarci a Cannibal mentre tu esci con Jennifer Lawrence!?"

Sugar Man di Malik Bendjelloul


Il consiglio di Cannibal: per fortuna, niente a che fare con Zucchero Sugar Fordaciari
Uscito lunedì 10 giugno, per uno di quei soliti inspiegabili misteri della nostra distr(ib)uzione, e probabilmente in un numero ridicolo di sale, segnalo l’arrivo in Italia del film vincitore quest’anno dell’Oscar per il miglior documentario. La pellicola racconta la storia di Sixto Rodriguez, musicista che proprio sul punto di farsi conoscere è sparito improvvisamente nel nulla. Ma non come Rick Springfield, o quei comici cantantucoli one hit wonder che tanto piacciono a Ford e che dopo una canzone di successo nessuno si fila più. Rodriguez è proprio scomparso del tutto. Cosa gli sarà successo?
Se c’è un docufilm da non perdere quest’anno, ho come l’impressione sia questo.
Il consiglio di Ford: Ford Man, che è un pò l'opposto di Cannibal Kid
Documentario caldeggiato da amici expendables fidati di Ford costruito attorno ad un musicista mitico che nel giro di poche ore è diventato una sorta di must see della settimana - se non addirittura del mese - qui al Saloon.
Se non fosse che voglio tanto bene ad Abrams, oserei dire che questa è l'uscita del week end.
E secondo me lo dice anche Rick Springfield.
E non solo: perfino Jessie's girl. Che in realtà è nientemeno che il Cannibale. Ahahahahahahah!

"Ebbene sì, lo ammetto: la vera Jessie's girl è il Cannibale!"

25 commenti:

  1. Killer in viaggio mi ispira, Star Trek m'è sempre stato sul cazzo, la mia dose di tette di Jennifer Lawrence quest'anno l'ho esaurita con Il lato positivo. della distribuzione di Sugar man meglio che non parlo, perché sono un signore

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Killer effettivamente potrebbe essere un'ottima sorpresa, anche se cercherò di dare la precedenza a Sugar man!

      Elimina
  2. Killer in viaggio ispira anche me, mentre per quanto riguarda Sugar Man ho già dato. E detto, qui.
    E ridico: cercate di vederlo, perché merita. E datemi retta, ogni tanto! :)
    Io nel frattempo vado a cercare di capire dov'è tutta sta bellezza della Lawrence.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anfatti! ché quelle guanciotte non si possono guardare. l'unica cosa gonfia che ha, e che merita, sono le tette. poi mi sa che è una che invecchiando si guasta: in Winter's bone, ad esempio, era decisamente meglio

      Elimina
    2. Staremo a vedere... Che poi, se non hai delle tette da urlo a 23 anni, allora quando? :)

      Elimina
    3. Vi siete alleati contro Jennifer Lawrence, che riesce a mettere d'accordo perfino me e Peppa Kid!?
      Dovremo organizzare una Blog war a quattro su di lei! ;)

      Elimina
    4. Ma no, io ho già detto tutto quello che avevo da dire.
      Brava senz'altro, ma tutto sto figume, davvero, non riesco a vederlo. Cioè, passi il cannibale che notoriamente di donne non capisce una mazza fionda, ma un wecchio cowboy come te non può dIludermi così! :)

      Elimina
    5. Che il Cannibale non capisca una mazza fionda di donne è ormai risaputo, ma fidati del vecchio cowboy quando ti dico che secondo me la Lawrence ha un sacco di potenziale! :)

      Elimina
    6. mmmmmmmmh. prova a convincermi meglio! ah ah ah ah ah! :)

      Elimina
    7. posion mi schiero pure io a favore della lawrence, fidati che è una tipetta che ha più di un perché. non è una figa in senso classico ma una di sostanza... ma non vado oltre se no divento volgare.

      Elimina
    8. Frank, io accetto, comprendo e sottoscrivo la tua motivazione. Anzi, con questa potresti passare al grado successivo di fordianesimo! ;)

      Elimina
    9. Mazza fionda o non mazza fionda io la Lawrence me la farei. Oppure farei un voodoo per trasformarmi in lei. Subito. Ieri. L'unica cosa é che secondo me anche lei ha problemi di peso se non sta a dieta. E sai che palle sta cazzo di dieta?

      Elimina
    10. Approvo in pieno i gusti in fatto di donne di Julez, molto migliori di quelli di Cannibal! Ahahahah! ;)

      Elimina
  3. Anche questa settimana non potrò vedere niente al cinema, sebbene alcuni film sembrino interessante (se c'è da fidarsi di voi).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Del Cannibale non so se c'è da fidarsi, di me di sicuro! ;)

      Elimina
  4. Risposte
    1. Ne avevo recuperato uno, ma il formato non va bene. Vedrò di trovarne un altro a brevissimo!

      Elimina
  5. credo che neanche per questa settimana andrò al cinema.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dai, almeno Star Trek e Sugar man andrebbero visti!

      Elimina
  6. Killer in viaggio lo punto da mesi, toccherà andare a pesca visto che dalle mie parti (ma che novità!!!!) non è uscito manco per sbaglio, così come House at the End of the Street che, tuttavia, passo volentieri.
    Il fondamentalista riluttante però ha fatto capolino anche al cinema cittadino, quindi potrei buttarmi su quello... d'altronde ci sono Liev e Kiefer!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se non trovi altro, dai un'occhiata al fondamentalista, anche se fossi in te mi metterei alla ricerca di Killer in viaggio e Sugar man!

      Elimina
  7. Killer in viaggio non sembra male, star trek mai stato fan ma l'ultimo mi era piaciuto. Mentre non ho capito che film sia 'sto sugar man...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fratello, Sugar man è un documentario su un rocker sparito praticamente nel nulla negli anni settanta: sto cercando di recuperarlo, perchè è quello che mi incuriosisce di più!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...