sabato 18 febbraio 2012

30 days of White Russian books

La trama (con parole mie): prosegue il mio weekend all'insegna della catena dei "30 giorni" con il post e le scelte dedicate ai libri. Come chi frequenta il saloon ben sa, ogni volta che il sottoscritto chiude i conti con un romanzo è ben felice di parlarne da queste parti, a volte addirittura più di certi film che non meriterebbero neppure di essere girati.
In fondo, quella per la scrittura è una passione che coltivo decisamente da più tempo rispetto al Cinema, dunque dedicarle tempo è sempre un piacere.
Ed ecco la selezione.


Giorno 1 - Il tuo libro preferito: Come una bestia feroce di Edward Bunker.
Giorno 2 - La tua citazione preferita: "Per come la vedeva lei, la vita era un fatto semplicissimo. Tu ti volevi divertire, loro te lo volevano impedire, e allora tu facevi del tuo meglio per infrangere le regole" da 1984 di George Orwell.
Giorno 3 - Il tuo personaggio preferito di un libro che hai letto: Harry Hole, in tutta la sua saga scritta da Jo Nesbo.
Giorno 4 - Il libro più brutto che tu abbia mai letto: sinceramente, ora come ora, non me ne viene in mente neanche uno. Forse, tornando ai tempi del liceo, qualcosa come Va dove ti porta il cuore di Susanna Tamaro.


Giorno 5 - Il libro più lungo che tu abbia mai letto: non saprei, onestamente. Sicuramente qualche romanzo russo.
Giorno 6 - Il libro più corto che tu abbia mai letto: Il gabbiano Jonathan Livingston di Richard Bach.
Giorno 7 - Il libro che ti descrive: non mi descrive, ma senz'altro fa parte come nessun'altro della mia formazione. Meridiano di sangue, di Cormac McCarthy.
Giorno 8 - Un libro che consiglieresti: I lavoratori del mare di Victor Hugo.


Giorno 9 - Un libro che ti ha fatto crescere: Narciso e Boccadoro di Hermann Hesse.
Giorno 10 - Un libro del tuo autore preferito: La ragazza senza volto di Jo Nesbo.
Giorno 11 - Un libro che prima amavi e che ora odi: Jack Frusciante è uscito dal gruppo di Enrico Brizzi.
Giorno12 - Un libro che non ti stancherai mai di rileggere: La figlia del capitano di Aleksandr Puskin.


Giorno 13 - Il libro che in questo momento hai sulla scrivania: la saga di Hap&Leonard di Joe Lansdale, sempre.
Giorno 14 - Il libro che stai leggendo in questo periodo: L'uomo di neve di Jo Nesbo.
Giorno 15 - Apri il primo libro che ti capita tra le mani ad una pagina a caso e inserisci la foto e la prima frase che ti salta agli occhi:"Molti anni dopo, di fronte al plotone d'esecuzione, il colonnello Aureliano Buendia si sarebbe ricordato di quel remoto pomeriggio in cui suo padre lo aveva condotto a conoscere il ghiaccio", da Cent'anni di solitudine di Gabriel Garcia Marquez.
Giorno 16 - Il collare di fuoco di Valerio Evangelisti.


Giorno 17 - Il personaggio con cui ti vorresti scambiare di posto per un giorno: Juan Gallardo, da Sangue e arena di Blasco Ibanez.
Giorno 18 - Il primo libro che hai letto: qualche titolo per ragazzi che non ricordo. Il primo di cui ho memoria è Siddharta di Hermann Hesse.
Giorno 19 - Un libro il cui film ti ha deluso: Il profumo, un Capolavoro ingirabile di Patrick Suskind.
Giorno 20 - Un libro dove hai ritrovato un personaggio che ti rappresentasse: sono stati molti negli anni, ora come ora direi Sean Callan de Il potere del cane di Don Winslow.


Giorno 21 - Un libro che ti ha consigliato una persona importante per te: Passo d'addio di Giovanni Arpino.
Giorno 22 - Un libro che hai letto da piccolo: La storia infinita di Michael Ende.
Giorno 23 - Un libro che credevi fosse come la gente ne parlava e invece sei rimasto o deluso o colpito: Rabbia di Chuck Palahniuk, mi ha colpito in positivo.
Giorno 24 - Il libro che ti fa fuggire dal mondo: qualcosa di molto antico, come L'Iliade o L'Odissea di Omero.


Giorno 25 - Un libro che hai scoperto da poco: di nuovo, la saga di Harry Hole di Jo Nesbo.
Giorno 26 - Un libro che conosci da sempre: I racconti di Edgar Allan Poe, non importa quali.
Giorno 27 - Un libro che vorresti aver scritto: Delitto e castigo di Fedor Dostoevskij.


Giorno 28 - Un libro che farai leggere ai tuoi figli: E Johnny prese il fucile di Dalton Trumbo.
Giorno 29 - Un libro che devi ancora leggere: Il ventre di Parigi di Emile Zola.
Giorno 30 - Un libro che ti ha commosso: non mi ha commosso, ma di certo è toccante. Il vecchio e il mare di Ernest Hemingway.


MrFord

18 commenti:

  1. Bellissime risposte! La citazione è notevole...e i racconti di Poe li conosco benissimo pure io e li adoro! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Muchas gracias Strawberry! :)
      Grande Poe, altro grande bevitore, tra l'altro!

      Elimina
  2. Ottime scelte e grandi risposte Ford!

    RispondiElimina
  3. Belle risposte, soprattutto l'ultima...Adoro "Il vecchio e il mare"

    RispondiElimina
  4. No aspetta... cosa "Il Collare di fuoco"!? Alla 16 non hai messo nessun parametro :)
    Non per altro, ma Evangelisti io lo adoro, e "Il Collare di fuoco" è stato un capolavoro assoluto per me. Ora son in trepidante attesa di iniziare "Tortuga" e successivamente, qual'ora dovessi riuscire a trovarlo, "Il Collare spezzato".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero: era quello per la migliore copertina.
      Lo scheletro con il sombrero è mitico!

      Elimina
    2. Eh forse non hai mai visto "Tortuga"! Quel libro non l'ho ancora letto, ma l'ho comprato solamente per la copertina, giuro!

      Elimina
    3. Pesa, mi sa tanto che quando lo vedrò mi prenderò anche quello! :)

      Elimina
  5. Davvero un bel post, te l'ho rubato (con dovute citazioni :).

    Oh, ma al giorno 16 il criterio quale era? Sono in crisi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Firma, la catena ci sta tutta, anche io l'ho presa dalla marea di blog che l'hanno postata in questi giorni.
      Grazie comunque per la citazione! :)

      Il criterio era "migliore copertina".

      Elimina
  6. hai letto va dove ti porta il cuore???????
    secondo me zitto zitto t'è pure piaciuto
    haahahhaahahahahahahahahahahhaahhahahahahahahahhhhhhhahahahahh

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tu avrai letto Twilight, invece! E ti sarà piaciuto di brutto! Ahahahahaahahh!

      Elimina
  7. A me la trasposizione del libro di Suskind era piaciuta molto, ma io ho un debole per Tykwer. :D
    Ce ne sono molti che non ho letto, ma anche parecchi libri stupendi che rientrano nei miei preferiti, tipo 1984, i racconti di Poe, Cent'anni di solitudine...
    E a proposito di Marquez, L'amore ai tempi del colera l'hai visto? Il libro è uno dei miei preferiti, ma il film è una roba orrenda.
    Grande La storia infinita! Del libro non mi ricordo praticamente nulla perché anch'io l'avevo letto da piccolo, però ho ancora in mente la copertina. :D
    E non potevi non parlare di McCarthy. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. McCarthy sempre grande. E' un pò il mio Clint della letteratura. ;)
      1984 e Cent'anni di solitudine, poi, sono due Capolavori inarrivabili.
      Non ho visto il film tratto da L'amore ai tempi del colera, prevedevo fosse una merda gigante.
      Aspetto che tu legga Nesbo!

      Elimina
  8. Che bello questo gioco. Lo fo anche me (come direbbe mia figlia)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gae, dacci dentro, così vengo a leggerlo anche da te!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...