venerdì 27 dicembre 2013

Ford Awards 2013: il peggio del nostro peggio

La trama (con parole mie): e siamo giunti ad uno dei momenti più importanti dei Ford Awards, ovvero quello dedicato alle peggiori pellicole passate su questi schermi nel corso degli ultimi dodici mesi. Se lo scorso anno avevo dato ampio spazio alle delusioni d'autore, a questo giro ho deciso di tornare al caro, vecchio trash senza se e senza ma, anche perchè, privo dei cavalli di razza come Von Trier e per nulla stupito dal flop dell'ultimo Malick, restava ben poco da bottigliare rispetto ai fan del radicalchicchismo.
Largo dunque ad una decina davvero pessima, dove la qualità non è certo di casa.
Tappatevi dunque il naso e sperate di non averne visto neppure uno.


N°10: NON APRITE QUELLA PORTA 3D di JOHN LUESSENHOP


Non esiste decina dedicata al peggio, ormai, senza almeno un bell'horror di serie infima da piazzare per partire con il botto: se il Leatherface del primo, indimenticabile, Chainsaw Massacre vedesse questa roba, si farebbe a pezzetti da solo.
Decimo solo grazie alle grazie delle due protagoniste, davvero un bel vedere nonostante la qualità di tutto il resto.



Fuqua, che all'inizio del Nuovo Millennio stupiva con cose toste come Training day, è ormai ridotto ai minimi termini e ad una sorta di involontaria parodia di 24, che se non fosse stato per Gerardone Butler, un fordiano per eccellenza, sarebbe stata cestinata ancor prima di arrivare a metà pellicola.
Trash a stelle e strisce tronfio e gonfio per far contenti tutti i detrattori del Cinema USA.

N°8: ENDER'S GAME di GAVIN HOOD


Altro giro, altro regalo: da un regista pessimo come Gavin Hood una pellicola ispirata ad un romanzo cult per gli appassionati di sci-fi che pare un compendio di bushismo giunto decisamente fuori tempo massimo: interpreti affossati, sceneggiatura tagliata con l'accetta, sequenze improbabili ed una morale che avrebbe fatto felice il Verhoeven di Starship Troopers.
Praticamente, buono giusto per riderci sopra. A denti strettissimi.

N°7: TWO MOTHERS di ANNE FONTAINE 


Rileggendo i titoli di questa classifica dopo averla stilata, appaiono tutti perfino peggiori di quanto non lo siano stati durante le visioni, cosa certo non facile: non è da meno questa simil soap patinatissima e solo apparentemente pruriginosa che vede due cinquantenni scambiarsi felicemente e reciprocamente i figli come toy boys costruendo un quadretto di famiglia quantomeno desolante.
Non fosse stato per la splendida cornice australiana, probabilmente l'avremmo ritrovato più in alto in graduatoria.

N°6: DEAD MAN DOWN di NIELS ARDEN OPLEV


La risposta del 2013 a Knockout - Resa dei conti dello scorso anno: azione da brividi - nell'accezione peggiore -, una trama agghiacciante, interpretazioni pessime e chi più ne ha, più ne metta.
Pensare che l'avevo approcciato sperando in una bella tamarrata delle mie rende ancora più grande la delusione: probabilmente il punto più basso dell'action thriller degli ultimi anni.

N°5: IL POTERE DEI SOLDI di ROBERT LUKETIC


Se un tempo Harrison Ford era una sorta di garanzia di qualità e divertimento assicurato, ormai pare l'ombra di se stesso e perfino del parrucchino di Nicholas Cage: ne è la conferma questa porcata abissale che pare una versione dei poverissimi di Wall Street con tanto di lieto fine Disney e tutti felici e pronti a perdonare un protagonista che pareva uno stronzo da competizione fino alla scena precedente.
Patetico è la parola giusta per definirlo.

N°4: LE STREGHE DI SALEM di ROB ZOMBIE


C'era una volta Rob Zombie, un regista cattivo, sopra le righe, grindhouse e molto, molto tamarro in grado di realizzare due cose più che pregevoli come La casa dei mille corpi e La casa del diavolo: presa una bella sbronza di successo, il vecchio Bob ha deciso di virare sul trash d'Autore.
Peccato che il risultato sia più imbarazzante del già terribilmente brutto Machete Kills, scampato a stento a questa stessa classifica.

N°3: QUELLO CHE SO SULL'AMORE di GABRIELE MUCCINO


Cimentarsi con la visione di un qualsiasi Muccino regala la certezza di una posizione della worst ten di fine anno saldamente occupata, e a volte è davvero confortante avere questo tipo di sicurezze anche in negativo. Il Gabrielone nazionale, talmente pieno di se da essersi praticamente mangiato ed essere ingrassato di conseguenza, regala al pubblico una ciofeca pseudo romantica buona giusto per far registrare la seconda presenza in questa classifica di Gerard Butler, che per quanto mi stia simpatico finisce in qualche modo per bazzicare ogni anno da queste parti.

N°2: AFTER EARTH di M. NIGHT SHYAMALAN


Dalle parti del Saloon, pochi registi sono detestati ai livelli di Shyamalan, un pallone gonfiato da competizione partito molto bene e sprofondato negli ultimi anni in una desolante mediocrità creativa peggiorata da una spocchia da grande autore - che, a questo punto, può solo sognare di essere -: se a lui si uniscono poi in pompa magna Will e Jaden Smith, coppia finto cool di padre e figlio amici amiconi che ha imperversato ovunque quest'anno, la frittata è fatta.
After Earth è pura immondizia cinematografica. 
Ma c'è stato, purtroppo per me, anche chi ha fatto di peggio.

N°1: IL CECCHINO di MICHELE PLACIDO


In un anno davvero terribile per il Cinema italiano, non poteva che essere una produzione firmata da un regista nostrano ad occupare la posizione più alta di questa classifica: senza se e senza ma, Il cecchino è uno dei titoli più terribili che mi sia capitato di vedere negli ultimi anni, un mix di pretese di Cinema alto e bassezze che neppure il più trash dei b-movies costruiti ad arte - volontariamente o no - potrebbe regalare.
Se non ci fosse stato Il mercante di pietre, perla inarrivabile del peggio tricolore, questo sarebbe stato un ottimo candidato anche per quel posto "d'onore".

I PREMI

Peggior regista: Michele Placido per Il cecchino
Peggior attore: Will e Jaden Smith per After Earth
Peggior attrice: Sheri Moon Zombie per Le streghe di Salem
Premio "parrucchino di Nicholas Cage" per il personaggio trash: Ben Kingsley/Mazer Rackham per Ender's game
Effetti "discount": Le streghe di Salem
Premio "dolcetto o scherzetto" per il costume più agghiacciante: la tunica di Mazer Rackham, Ender's game
Stile de paura: Muccino obeso durante le riprese di Quello che so sull'amore
Premio "veline": Alexandra Daddario e Tania Raymonde in Non aprite quella porta 3D
Peggior scena d'amore: le madri si scambiano i figli, Two mothers
Premio "pizza, spaghetti e mandolino": il film dall'inizio alla fine, Il cecchino


MrFord



30 commenti:

  1. Per After Earth ti consiglio di vedere questo video parodia: http://www.youtube.com/watch?v=ackr3Djk_yY

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il trailer è una bomba, sicuramente meglio del film! ;)

      Elimina
  2. Ma sai che di questa "sporca decina" sono riuscita ad evitarli praticamente tutti tranne - ohibò - Rob Zombie?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E direi che puoi ritenerti fortunata! :)

      Elimina
  3. un paio di film saranno presenti pure nella mia lista del peggio. un paio di altri sono schifezze piuttosto innocue (muccino ormai è un bersaglio troppo facile), mentre per il resto per fortuna non li ho visti.
    il cecchino se è quasi ai livelli del mercante di pietre a questo punto mi incuriosisce. quasi :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sarei proprio curioso di vederti alle prese con Il cecchino: in fondo mi pare tu ti fossi abbastanza divertito con Il mercante di pietre! ;)

      Elimina
  4. Visto solo "Olympus", che, effettivamente, proprio questo gran capolavoro non è. Nel mio peggio c'è finito anche Hunger Games - La ragazza di fuoco (o meglio uno dei suoi protagonisti). Zombie ce l'ho lì da un pò ma non ho avuto il coraggio ancora di farmi del male e guardarlo. Muccino lo evito da un pò. Non dovessi più passare di qua ti faccio i miei auguri di Buon Anno..a te, Julez e, soprattutto, al Fordino!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hunger games per il momento me lo sono risparmiato - anche se prima o poi mi toccherà - mentre per il resto direi che hai fatto più che bene a evitare tutta questa robaccia! Auguri anche a voi!

      Elimina
  5. A parte Dead Man Down concordo con te. Ma in questa classifica non può mancare al primo posto Comic Movie, uno dei peggiori film di sempre

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nel senso che Dead man down ti è piaciuto!? Sicuro sicuro!? ;)
      Comic movie, grazie al cielo, me lo sono risparmiato.

      Elimina
    2. Non è il massimo ma è passabile come action. Sicuramente c'è di peggio. Ma questo è il mio punto di vista

      Elimina
    3. Passabile mi pare una parola grossa, ma in fondo i gusti sono gusti, no!? ;)

      Elimina
  6. ne ho visto solo uno e confermo, non a caso entrerà anche in una mia classifica abbastanza simile. E proprio oggi!

    meno male non ho visto gli altri

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Meno male davvero, certi film è decisamente meglio risparmiarseli!

      Elimina
  7. Visto Il cecchino, Dead man down e Le streghe di Salem...dei tre ho odiato maggiormente Le streghe di Salem, gli altri siamo sulla semplice mediocrità :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mediocrità mi pare una parola grossa, comunque capisco il tuo odio per Le streghe di Salem! ;)

      Elimina
  8. Ci avrei messo quella schifezza di "World War Z", Movie 43 e il remake de "La Casa". Contro il parere di mezzo mondo pure "Looper", un film pessimo. Della tua lista ho visto solo After Earth, un filmetto innocuo, c'è stato di peggio quest'anno. :D
    Baingiu
    Baingiu

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Movie 43 grazie al cielo mi manca, World War Z delusione enorme, ma comunque dimenticabilissimo, invece il remake de La casa non mi era dispiaciuto. :)
      After Earth è innocuo, è vero, ma troppo brutto per non essere "premiato"! ;)

      Elimina
  9. Faccio l'en plein: nemmeno uno visto e mi considero soddisfatta della cosa!
    Ovviamente, continuerò ad ignorarne l'esistenza :)

    RispondiElimina
  10. Io il remake della casa l'ho premiato come il miglior horror dell'anno :) E questo la dice lunga sui gusti personali...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche secondo me non era affatto male, quindi ti capisco! :)

      Elimina
  11. Concordo anche io sul fatto che Le streghe di Salem è orrendo..in tutti i sensi :)

    RispondiElimina
  12. ...non ne ho visto manco uno, tranne Muccino e Two mothers...
    il primo lo ricorderò tutta la vita, anche se non è stato un capolavoro, perché è stata la prima volta al cinema della SuperNonna...
    il secondo invece personalmente, l'ho trovato godibile.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fossi in te non andrei a cercarmi gli altri otto, e non farei parola del fatto di aver trovato godibile Two mothers! ;)

      Elimina
  13. purtroppo o per fortuna non ne ho visto nessuno.

    grazie per fare il lavoro sporco:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. De nada, Ismaele. Ti auguro di non vederne neanche uno! :)

      Elimina
  14. Il cecchino? Non ne avevo nemmeno sentito parlare e a quanto sembra... per fortuna.
    After Earth per me sarebbe stato perfetto anche al primo posto. Un film veramente insignificante!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Insignificante è la parola giusta per After Earth. Peccato che Il cecchino fosse anche peggio! :)

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...