domenica 2 marzo 2014

Road to the Oscars: Academy VS Ford

La trama (con parole mie): come tutto il popolo dei cinefili - e probabilmente non solo - ben sa, questa notte si terrà la cerimonia per l'assegnazione degli Academy Awards, i premi più discussi e - con buona pace degli schizzinosi - più importanti in termini mediatici del Cinema.
La sfida, quest'anno, almeno nelle categorie principali, è davvero interessante, e accanto a titoli sopravvalutati si troveranno a lottare per le ambite statuette anche pellicole che sono a diventate a tutti gli effetti instant cult.
Chi la spunterà? Di seguito quelle che sono le mie speranze contro le previsioni delle probabili scelte dell'Academy.




Miglior Film


Nominations:

Dallas Buyers Club di Jean Marc Vall
Gravity di Alfonso Cuaron
Lei di Spike Jonze
Nebraska di Alexander Payne
Philomena di Stephen Frears
12 anni schiavo di Steve McQueen
The Wolf of Wall Street di Martin Scorsese

Academy: 12 anni schiavo di Steve McQueen
Ford: The Wolf of Wall Street di Martin Scorsese

Una buona selezione, quella dedicata al miglior film, tosta ed equilibrata: due film enormemente sopravvalutati - Gravity e Captain Phillips -, uno discreto - American hustle -, due buoni - Dallas buyers club e Philomena -, due molto buoni - 12 anni schiavo e Nebraska - e due filmoni totali - Lei e The Wolf of Wall Street -. Ovviamente la mia scelta ricade sul Lupo scorsesiano, nella speranza che l'Academy limiti i danni premiando 12 anni schiavo e non Gravity.  

Miglior Attore

Nominations:

Christian Bale per American Hustle - L'apparenza inganna
Bruce Dern per Nebraska
Leonardo DiCaprio per The Wolf of Wall Street
Chiwetel Ejiofor per 12 anni schiavo
Matthew McConaughey per Dallas Buyers Club

Academy: Matthew McConaughey per Dallas Buyers Club
Ford: Leonardo Di Caprio per The Wolf of Wall Street

Io voglio bene a Matthew McConaughey, davvero strepitoso in Dallas Buyers Club. Davvero.
Ma la giustizia divina della settima arte chiama a gran voce lo strameritato primo Oscar per Di Caprio, che con il suo Jordan Belfort ha davvero superato se stesso.  

Miglior Attrice

Nominations:

Amy Adams per American Hustle - L'apparenza inganna
Cate Blanchett per Blue Jasmine
Sandra Bullock per Gravity
Judi Dench per Philomena
Meryl Streep per I segreti di Osage County

Academy: Amy Adams per American Hustle - L'apparenza inganna
Ford: Cate Blanchett per Blue Jasmine

Onestamente, mi basterebbe non veder vincere per la milionesima volta la troppo gigioneggiante Streep. Detto questo, il mio voto va alla strepitosa Cate Blanchett di Blue Jasmine, anche se l'Academy opterà per una meno nevrotica e prassicurante Amy Adams. 

Miglior Attore non protagonista

Nominations:

Barkhad Abdi per Captain Phillips - Attacco in mare aperto
Bradley Cooper per American Hustle - L'apparenza inganna
Jonah Hill per The Wolf of Wall Street
Michael Fassbender per 12 anni schiavo
Jared Leto per Dallas Buyers Club

Academy: Jared Leto per Dallas Buyers Club
Ford: Jared Leto per Dallas Buyers Club

Una delle pochissime scelte che mi troverò a dover condividere con l'Academy. Troppo grande Leto rispetto ai suoi diretti rivali, per quella che, di fatto, è l'interpretazione della vita per il musicista e attore. 

Miglior Attrice non protagonista

Nominations:

Sally Hawkins per Blue Jasmine
Julia Roberts per I segreti di Osage County
Lupita Nyong'o per 12 anni schiavo
Jennifer Lawrence per American Hustle - L'apparenza inganna
June Squibb per Nebraska

Academy: Jennifer Lawrence per American Hustle - L'apparenza inganna
Ford: Julia Roberts per I segreti di Osage County

Una delle cinquine più combattute. Nonostante la Lawrence resti la mia preferita assoluta, quest'anno premierei l'incredibile Julia Roberts de I segreti di Osage County, che è riuscita nella non facile impresa di scalzare dal gradino più alto del podio l'ottima Sally Hawkins di Blue Jasmine. 

Miglior Regia

Nominations:

Alfonso Cuarón per Gravity
Steve McQueen per 12 anni schiavo
David O. Russell per American Hustle - L'apparenza inganna
Martin Scorsese per The Wolf of Wall Street
Alexander Payne per Nebraska

Academy: Alfonso Cuaron per Gravity
Ford: Martin Scorsese per The Wolf of Wall Street

Cuaron sarà pure stato chirurgico ed estremamente tecnico nelle sue piroette spaziali, ma il trionfo esplosivo e predatorio di Scorsese, ai miei occhi, se lo mangia in un boccone. 

Miglior sceneggiatura originale

Nominations:

American Hustle - L'apparenza inganna: Eric Warren Singer, David O. Russell
Blue Jasmine: Woody Allen
Lei: Spike Jonze
Nebraska: Bob Nelson
Dallas Buyers Club: Craig Borten, Melisa Wallack

Academy: American Hustle - L'apparenza inganna
Ford: Lei

Nonostante la scelta apparentemente scontata di American Hustle, spero davvero che l'Academy regali al sottoscritto - e non solo - la soddisfazione di veder vincere Spike Jonze, autore di un gioiellino come se ne vedono davvero di rado.  

Miglior sceneggiatura non originale

Nominations:

Before Midnight: Richard Linklater
Captain Phillips - Attacco in mare aperto: Billy Ray
12 anni schiavo: John Ridley
The Wolf of Wall Street: Terence Winter
Philomena: Steve Coogan, Jeff Pope

Academy: 12 anni schiavo
Ford: The Wolf of Wall Street

Per quanto non mi dispiacerebbe vedere premiati lavori come 12 anni schiavo o Before midnight, la sceneggiatura di Terence Winter per Scorsese ed il suo Wolf è qualcosa di assolutamente gigantesco e magistrale. Ennesimo premio da parte del sottoscritto per il miracolo del vecchio Marty. 

Miglior film d'animazione

Nominations:

Ernest & Célestine
Si alza il vento

Academy: Frozen - Il regno di ghiaccio
Ford: Frozen - Il regno di ghiaccio

Onestamente, premierei il Maestro Miyazaki a scatola chiusa, non fosse altro che per riconoscere la sua straordinaria carriera. Non ho però ancora avuto modo di vedere Si alza il vento, dunque la mia scelta si allinea con quella probabile dell'Academy nel premiare il miglior film Disney dai tempi dei gloriosi anni novanta, Frozen.

Miglior film straniero

Nominations:

Alabama Monroe - Una storia d'amore: Felix Van Groeningen(Belgio)
L'image manquante: Rithy Panh(Cambogia)
Il sospetto: Thomas Vinterberg(Danimarca)
La grande bellezza: Paolo Sorrentino(Italia)
Omar: Hany Abu-Assad(Palestina)

Academy: La grande bellezza
Ford: Il sospetto

Per quanto possa essere felice di una statuetta destinata a rilanciare - speriamo - il Cinema italiano nel mondo ed abbia davvero apprezzato l'ultimo lavoro di Sorrentino, per me non ci sono dubbi: Il sospetto, straordinario lavoro di Vinterberg, si prende il mio voto ad occhi chiusi. 

Miglior Fotografia

Nominations:

Gravity: Emmanuel Lubezki
A proposito di Davis: Bruno Delbonnel
Nebraska: Phedon Papamichael
Prisoners: Roger Deakins
The Grandmaster: Philippe Le Sourd

Academy: Gravity
Ford: Prisoners

Ingiustamente ignorato dall'Academy per le categorie più importanti, il lavoro di Denis Villeneuve andrebbe almeno riconosciuto nella sua parte tecnica, anche se non mi dispiacerebbe vedere andare la statuetta alla chicca firmata dai Coen. Probabilissima, invece, la vittoria del favorito Gravity.

Miglior Montaggio

Nominations:

12 anni schiavo: Joe Walker
American Hustle - L'apparenza inganna: Alan Baumgarten, Jay Cassidy, Crispin Struthers
Gravity: Alfonso Cuarón, Mark Sanger
Captain Phillips - Attacco in mare aperto: Christopher Rouse
Dallas Buyers Club: Martin Pensa, John Mac McMurphy

Academy: American Hustle - L'apparenza inganna
Ford: 12 anni schiavo

Per accontentare anche David O. Russell, che si vedrà soffiare i premi principali da Cuaron, arriverà il contentino della statuetta al miglior montaggio, che in assenza dello straordinario lavoro di Thelma Shoonmaker per The wolf of Wall Street io assegno invece a 12 anni schiavo, come sempre per le opere di McQueen tecnicamente strepitoso.

Miglior Scenografia

Nominations:

12 anni schiavo: Adam Stockhausen, Alice Baker
American Hustle - L'apparenza inganna: Judy Becker, Heather Loeffler
Gravity
Il grande Gatsby: Catherine Martin, Beverley Dunn
Lei: K.K. Barrett, Gene Serdena

Academy: American Hustle - L'apparenza inganna
Ford: Il grande Gatsby

Altro Oscar tecnico, ed altro probabile riconoscimento per American Hustle. Personalmente, non c'è gara con Il grande Gatsby di Luhrmann, altro grande film ignorato bellamente dagli amici dell'Academy. Non storcerei il naso, comunque, se vincesse 12 anni schiavo.

Migliori costumi

Nominations:

American Hustle - L'apparenza inganna: Michael Wilkinson
Il grande Gatsby: Catherine Martin
12 anni schiavo: Patricia Norris
The Grandmaster: William Chang
The Invisible Woman: Michael O'Connor

Academy: 12 anni schiavo
Ford: Il grande Gatsby

Stesso discorso di cui sopra. Non mi dispiacerebbe affatto vedere premiato il lavoro di McQueen, ma tiferò spudoratamente per il fantasmagorico Gatsby di Luhrmann.

Miglior trucco

Nominations:

Dallas Buyers Club: Adruitha Lee, Robin Mathews
Jackass - Nonno cattivo: Steve Prouty
The Lone Ranger: Joel Harlow, Gloria Pasqua Casny

Academy: The lone ranger
Ford: Dallas Buyers Club

Una delle statuette di cui meno frega a questo vecchio cowboy, che comunque mi piacerebbe vedere assegnata a Dallas Buyers Club, sostegno per le due straordinarie interpretazioni che l'hanno spinto così in alto.

Miglior colonna sonora originale

Nominations:

Storia di una ladra di libri: John Williams
Gravity: Steven Price
Lei: William Butler, Andy Koyama
Saving Mr. Banks: Thomas Newman
Philomena: Alexandre Desplat

Academy: Saving Mr. Banks
Ford: Lei

Altra categoria della quale mi importa poco o nulla, di norma dedicata al buonismo sfrenato. Io continuo a sperare, e scelgo di assegnare la mia statuetta a Lei, che rende alla grande anche dal punto di vista musicale.

Miglior canzone originale

Nominations:

Cattivissimo me 2: Pharrell Williams( "Happy")
Frozen - Il regno di ghiaccio: Kristen Anderson-Lopez, Robert Lopez("Let It Go")
Mandela: Long Walk to Freedom: Bono, Adam Clayton, The Edge, Larry Mullen Jr., Brian Burton("Ordinary Love")
Lei: Karen O("The Moon Song")

Academy: Happy
Ford: The moon song

Per quanto mi diverta assai il tormentone Happy di Pharrell Williams, a questo giro non c'è gara: troppo intensa e coinvolgente la splendida The moon song di Her, per poter essere impensierita dalle altre. Spero poi vivamente che non venga commesso l'errore di assegnare l'Oscar a Bono e ai suoi amichetti.

Miglior mixaggio sonoro

Nominations:

Gravity: Skip Lievsay, Niv Adiri, Christopher Benstead, Chris Munro
Lo Hobbit - La desolazione di Smaug: Christopher Boyes, Michael Hedges, Michael Semanick, Tony Johnson
Captain Phillips - Attacco in mare aperto: Chris Burdon, Mark Taylor, Mike Prestwood Smith, Chris Munro
A proposito di Davis: Skip Lievsay, Greg Orloff, Peter F. Kurland
Lone Survivor: Andy Koyama, Beau Borders, David Brownlow

Academy: Gravity
Ford: Lone survivor

Statuetta più che tecnica che conta davvero pochino, e che l'Academy facilmente assegnerà a Gravity, candidato più probabile ad essere il trionfatore della Notte degli Oscar: per quanto mi riguarda, la preferenza è tutta per l'ottimo lavoro svolto su Lone Survivor, l'action dell'anno di casa Ford.

Miglior montaggio sonoro

Nominations:

All Is Lost: Tutto è perduto: Steve Boeddeker, Richard Hymns
Captain Phillips - Attacco in mare aperto: Oliver Tarney
Gravity: Glenn Freemantle
Lo Hobbit - La desolazione di Smaug: Brent Burge
Lone Survivor: Wylie Stateman

Academy: All is lost
Ford: Lone survivor

Vale il discorso di cui sopra, anche se non griderei comunque allo scandalo, trattandosi di un premio decisamente minore, almeno ai miei occhi.

Migliori effetti speciali

Nominations:

Gravity: Timothy Webber, Chris Lawrence, David Shirk, Neil Corbould
Lo Hobbit - La desolazione di Smaug: Joe Letteri, Eric Saindon, David Clayton, Eric Reynolds
Iron Man 3: Christopher Townsend, Guy Williams, Erik Nash, Daniel Sudick
The Lone Ranger: Tim Alexander, Gary Brozenich, Edson Williams, John Frazier
Into Darkness - Star Trek: Roger Guyett, Pat Tubach, Ben Grossmann, Burt Dalton

Academy: Gravity
Ford: Lo Hobbit - La desolazione di Smaug

Probabilmente il più giusto tra i premi che porterà a casa Gravity, eppure lo strepitoso drago Smaug mi muove a scegliere inesorabilmente Lo Hobbit, che dopo un ottimo primo capitolo prosegue a mio parere nel migliore dei modi la sua trilogia.

Miglior documentario

Nominations:

L'atto di uccidere: Joshua Oppenheimer, Signe Byrge Sørensen
Cutie and the Boxer: Zachary Heinzerling, Lydia Dean Pilcher
Dirty Wars: Rick Rowley, Jeremy Scahill
Al midan: Jehane Noujaim, Karim Amer
20 Feet from Stardom: Morgan Neville

Academy: L'atto di uccidere
Ford: L'atto di uccidere

Sono riuscito a recuperare solo uno, finora, dei titoli in lizza per la statuetta. Ma signori miei, che titolo!
Per me una vittoria a mani basse.

Le categorie dei corti, da sempre difficili da reperire e seguire come si converrebbe, sono segnalate senza previsione alcuna per dovere di cronaca. Che vinca il migliore, e non chi vorrebbe l'Academy.

Miglior corto documentario

Nominations:

Cavedigger: Jeffrey Karoff
Facing Fear: Jason Cohen
Karama Has No Walls: Sara Ishaq
The Lady In Number 6: Malcolm Clarke, Carl Freed
Prison Terminal: The Last Days of Private Jack Hall: Edgar Barens


Miglior corto animato

Nominations:

Feral: Daniel Sousa, Dan Golden
Tutti in scena!: Lauren MacMullan, Dorothy McKim
Mr Hublot: Laurent Witz, Alexandre Espigares
Tsukumo: Shuhei Morita
Room on the Broom: Max Lang, Jan Lachauer


Miglior corto live action



Nominations:


Aquel no era yo: Esteban Crespo
Avant que de tout perdre: Xavier Legrand
Helium: Anders Walter
Pitääkö mun kaikki hoitaa?: Selma Vilhunen
The Voorman Problem: Mark Gill

13 commenti:

  1. Sono d'accordissimo praticamente al 100% sui probabili vincitori (che sia così facile quest'anno il pronostico?) Riguardo le tue preferenze invece direi solo che Il Sospetto è, in effetti, un capolavoro, ma che La grande bellezza non è da meno. Sono due gioiellini diversissimi tra loro e difficilmente confrontabili. Però per una volta voglio essere tifoso e tifo Sorrentino. Senza se e senza ma :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a me sono piaciuti entrambi, eppure Il sospetto ha qualcosa di talmente potente da andare oltre anche rispetto ad un film importante come La grande bellezza.

      Elimina
  2. Sostanzialmente d'accordo pur con qualche fisiologica variazione...Sorrentino ha fatto un film che finalmente svicola dal provincialismo italico e per questo , anche fosse solo per questo, io lo premierei...e poi faccio il tifo da italiano...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Capisco, ma Il sospetto mi colpì davvero tanto. Per me la vittoria è sua, anche se agli occhi dell'Academy Sorrentino ha davvero parecchie possibilità!

      Elimina
  3. Dovresti far parte dell'academy! Concordo più o meno su tutto... anche io tifo per Marty alla regia, ma mi sa che non ce la farà. Ma non dimentichiamo la Lupita come migliore non protagonista, potrebbe essere la sorpresa della serata. Non ci resta che aspettare. ..

    RispondiElimina
  4. Dovresti far parte dell'academy! Concordo più o meno su tutto... anche io tifo per Marty alla regia, ma mi sa che non ce la farà. Ma non dimentichiamo la Lupita come migliore non protagonista, potrebbe essere la sorpresa della serata. Non ci resta che aspettare. ..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sicuramente l'Academy migliorerebbe in qualità e divertimento, se prendesse tra le sue fila me e il Cannibale! ;)
      E forza Wolf!

      Elimina
  5. cate blanchett e film straniero a parte, per una volta spero che i tuoi vincitori ideali siano anche i vincitori reali.

    e, se non l'hai già fatto, con la tua carrozzella corri a vederti alabama monroe (anche noto come the broken circle breakdown). film splendido e clamorosamente anche piuttosto fordiano...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La carrozzella è ancora parcheggiata, ma vedrò di recuperare Alabama al più presto, anche per non pensare che quest'anno siamo decisamente e fin troppo in sintonia! ;)

      Elimina
  6. io tifo 12 anni schiavo come miglior film e il Leo come miglior attore

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Meglio del Wolf!? Davvero!?
      Su Leo siamo d'accordo!

      Elimina
  7. Le mie speranze erano assai simili alle tue.... ma i maledetti vecchiacci hanno asfaltato The Wolf of Wall Street per tutti i versi. Che delusione >.<

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Delusione enorme davvero. Una notte nefasta.

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...