domenica 27 febbraio 2011

Academy awards 2011: la versione di Ford

Non c'è una trama, bensì una breve spiegazione: questa notte, magica da sempre nel mondo del Cinema, incoronerà tutti i vincenti - almeno agli occhi dell'Academy - dell'appena trascorsa stagione del grande schermo. 
Ma qui non troverete previsioni o riepiloghi di quanto sarà accaduto, ci sarà tempo domani per spettegolare come pazzi sui verdetti. 
Ora siete nel mio saloon, e come in una realtà alternativa o dopo una sbronza da ricordare, niente sarà quello che sembra agli occhi del mondo. Ecco, dunque, tutti i premiati solo ed esclusivamente dalla giuria composta, guardate un pò, dal vecchio Ford. Enjoy!

Inizio con il dire che, nonostante le mie critiche al 2010 appena trascorso, alla selezione conclusiva dell'Academy sono giunti molti ottimi film, addirittura alcuni davvero grandiosi, quindi, almeno in parte, dovrò ricredermi, anche se, per questioni sempre legate alle realtà alternative, in Italia molte di queste pellicole faranno parte del novero e delle classifiche del 2011 - meraviglie della distribuzione -.

Per evitare di annoiarvi - ed annoiarmi - mortalmente con categorie troppo tecniche - l'editing del suono è interessante, per gli addetti e gli specialisti del settore, un pò meno per chi vuole semplicemente godersi un buon film -, ho operato una selezione andando ad elencare soltanto le categorie principali, ovviamente tenendo regia e film per ultime, in modo da creare aspettativa e chiudere in bellezza.
Per ogni sezione troverete in bella mostra la locandina della pellicola vincitrice, ed eventualmente il link al mio post riferito alla stessa. 
Giustificherò ogni scelta, giusto per non fare la figura del giurato assolutista, e a seguire i vincitori, in ordine di preferenza personale, troverete gli altri nominati per ogni categoria.


Miglior montaggio

The social network (WINNER)

 











Avrebbe dovuto vincere Inception questa categoria, ma non essendo scandalosamente presente la mia statuetta va allo straordinario e chirurgico lavoro costruito attorno alla figura di Zuckerberg. 
Il montaggio alternato sulla gara di canottaggio è un pezzo da scuola del Cinema.

- Black swan
- 127 ore
- The fighter
- Il discorso del re


Miglior fotografia

The social network (WINNER)

Questa è stata una scelta non facile: obiettivamente, Il discorso del re è curatissimo da questo punto di vista, ma scelte da paraculi come il patchwork sulle pareti dello studio del logopedista per fare da contrasto ai completi grigio scuro degli attori suscitano pesantissimi pruriti alle mie bottiglie. Quindi vado con l'eleganza strafatta di Fincher, anche se True grit ha tallonato Zuckerberg fino alla fine.



- True grit - Il grinta
- Inception
- Black swan
- Il discorso del re


Miglior film straniero

Kynodontas - Dogtooth (WINNER)

 











Inutile negarlo: alla prima visione lo osteggiai, ma più passa il tempo e macera nel cuore, e più ritengo quest'opera come l'Inception dell'autorialità più sfrenata, una riflessione geniale ed incredibile sull'incomunicabilità e la manipolazione del linguaggio nel nostro tempo.

- Biutiful
- In un mondo migliore
- La donna che canta
- Hors la loi

Miglior film d'animazione

Toy story 3 (WINNER) 

 











Sorry, Cannibale. Dragon trainer è davvero ottimo, la cosa migliore mai prodotta da Dreamworks, ma la Pixar è sempre la Pixar. Tecnicamente superbo, ritmo serratissimo ed emozioni forti condite da uno dei migliori cattivi dell'annata, l'orso Lotso.

- Dragon trainer
- L'illusionista

Miglior sceneggiatura non originale

Winter's bone - Un gelido inverno (WINNER)










Altra scelta molto difficile: Il grinta e The social network avrebbero ugualmente meritato, ma non potevo non assegnare almeno un premio a questo straordinario gioiellino del "new western" indipendente, una storia struggente e scritta con decisione e sensibilità. Non è da tutti.

- The social network
- True grit - Il grinta
- Toy story 3
- 127 ore

Miglior sceneggiatura originale

Inception (WINNER)


  










Pochi cazzi, qui si parla del Lost del Cinema, nonchè di una sceneggiatura ad orologeria. Una vera bomba. Prendere e portare a casa.

- Another year
- The fighter
- I ragazzi stanno bene
- Il discorso del re

Miglior regia

David Fincher per The social network (WINNER)











Anche in questo caso pesa la mancanza di Nolan nella cinquina dei nominati, ma occorre dire che il buon, vecchio Finch ha davvero realizzato il lavoro della vita, con The social network. Una direzione impeccabile, degna dei migliori film Usa anni settanta in stile Tutti gli uomini del presidente. Chapeau.

- Darren Aronofsky per Black swan
- Joel&Ethan Coen per True grit - Il grinta
- David O. Russell per The fighter
- Tom Hooper per Il discorso del re

Miglior attrice non protagonista

Hailee Steinfeld per True grit - Il grinta (WINNER)













Ancora non capisco per quale motivo la giovanissima, straordinaria interprete di True grit sia stata relegata nella categoria dei non protagonisti, ma tant'è: la sua Mattie, oltre ad avere molto più carattere dell'originale, incarna perfettamente tutti i dolori della crescita e dell'esperienza nel western targato Coen.

- Amy Adams per The fighter

- Melissa Leo per The fighter
- Jacki Weaver per Animal kingdom
- Helena Bonham Carter per Il discorso del re

Miglior attore non protagonista

Christian Bale per The fighter (WINNER)

 

  









The fighter è un buon film, totalmente fordiano. Ma non sarebbe stato lo stesso senza l'immensa interpretazione di Christian Bale, che porta tutto il suo peso sulle spalle.
Un'altra grande prova del nostro cavaliere oscuro preferito. 

- John Hawkes per Un gelido inverno
- Jeremy Renner per The town
- Mark Ruffalo per I ragazzi stanno bene
- Geoffrey Rush per Il discorso del re

Miglior attrice protagonista

Natalie Portman per Black swan (WINNER)











La Portman, dopo Leon, non è più stata in grado di stupirmi davvero, ma qui c'è davvero da gridare al miracolo. Un'interpretazione straordinaria, una trasformazione incredibile. 
Dopo The wrestler, Aronofsky si conferma un grandissimo direttore d'attori, riuscendo ad innescare la scintilla che la sua protagonista trasforma, soprattutto nel crescendo della seconda parte della pellicola, in un vero e proprio incendio. Unico dispiacere: il premio "rubato" a Jennifer Lawrence, protagonista intensissima di Winter's bone.

- Jennifer Lawrence per Un gelido inverno
- Nicole Kidman per Rabbit hole
- Michelle Williams per Blue Valentine
- Annette Bening per I ragazzi stanno bene

Miglior attore protagonista

Jeff Bridges per True grit - Il grinta (WINNER)







So già che storcerai il naso, Cannibale. Ma qui, nel saloon di Ford, avevi davvero qualche dubbio che il premio per il miglior attore non sarebbe andato ad un vecchio cowboy ubriacone?
Unforgiven.
In barba a tutti i bevitori di the.

- Jesse Eisenberg per The social network
- Colin Firth per Il discorso del re
- James Franco per 127 ore
- Javier Bardem per Biutiful

Miglior film

Inception (WINNER)













Ammetto di essere stato in bilico fino alla fine, e sono tutt'ora incerto.
Premesso il fatto che, se fosse stato nominato per qualcosa in più degli effetti speciali, avrei premiato Hereafter, il dubbio di optare per una scelta più radicale e meno ovvia ancora mi attanaglia: una scelta che non prevede di vedere premiato The social network, o True grit, bensì Winter's bone, che è stato penalizzato soltanto dal fatto di ragionare in termini da Academy. 
Fossimo stati nella mia Cannes, forse forse avremmo potuto assistere ad un piccolo miracolo.
Ad ogni modo, un plauso enorme a Nolan, che è stato in grado di stupirci ancora una volta, ma un altro altrettanto sentito a Debra Granik, che ha saputo commuovere e colpire durissimo con quella che, ad oggi, è la rivelazione dell'anno.

- Winter's bone - Un gelido inverno
- The social network
- True grit - Il grinta
- Black swan
- Toy story 3
- The fighter
- I ragazzi stanno bene
- 127 ore
- Il discorso del re


MrFord

"We are the champions, my friends 
and we'll keep on fighting till the end."
The Queen - "We are the champions" -  

14 commenti:

  1. Non so perché ma son convinto che "il discorso del re" farà un grandissimo successo stasera. E son altrettanto convinto del fatto, nonostante non l'abbia visto, che sia una cagata immane. Poi non so, pareri.

    RispondiElimina
  2. Mmm, a parte qualche piccolezza mi trovo d'accordo praticamente su tutto! Purtroppo verrà premiato il più che canonico e tradizionalissimo (per non dire scontato) discorso del re,anche se tutto è possibile. Vedremo domani sera!

    RispondiElimina
  3. Pesa, il fatto è che Il discorso del re non è un brutto film. Semplicemente, è noioso.
    Detto ciò, e infinitamente probabile che vinca tutto, anche se sarei felice di essere smentito.

    Eva, concordo. Ad ogni modo domani posterò il commento alla premiazione "canonica". Staremo a vedere.

    RispondiElimina
  4. Eccomi!! ;)
    Per quanto non possa esprimermi pienamente - perché, ahimé, ancora non li ho visti tutti, Il grinta e Winter's bone in primis - mi trovo in "disaccordo" solo sul migliore attore protagonista: t'avevo già detto che Firth mi è piaciuto tanto ne Il discorso del re, e lo ribadisco ;); non credo, tra le altre cose, sia facile immedesimarsi (o, perlomeno, trasmettere così bene) gli stati d'animo di una persona babulziente, che ricopriva inoltre un ruolo così importante ed in un periodo storico così cruciale per l'Europa e per il mondo come Giorgio VI. E' mio parere personale, però.

    Chiaro ed efficace come sempre, cowboy!;)

    RispondiElimina
  5. http://www.cineblog.it/galleria/per-il-discorso-del-re-e-stato-usato-un-set-di-film-porno-gay-01/1 a commento del tuo oscar alla fotografia

    RispondiElimina
  6. winter's bone in effetti è davvero un gioiellino. comunque ha già vinto il sundance, il torino festival mi sembra e un sacco di premi. agli oscar è difficile che si porti a casa qualcosa

    jeff bridges me l'aspettavo.. comunque nulla da dire, anche perché se tra le interpretazioni femminili ce ne sono state di notevoli, l'unica maschile per me davvero pazzesca dell'anno è stata quella di christian bale, ed è tra i non protagonisti. attore uomini un po' in ombra, quest'anno

    ormai ti sei convertito al kynodontas pensiero! anche gli altri nominati tra gli stranieri comunque devono essere interessanti, ma non sono ancora riuscito a vederli..
    (ma incendies in italia è diventato la donna che canta??? perché???)

    RispondiElimina
  7. Ah, dimenticavo che come film straniero io mi schiero dalla parte di Inarritu...Biutiful l'ho amato!

    RispondiElimina
  8. Vince, muchas gracias, come sempre!
    Colin è bravo, ma come disse Kate Winslet in Extras, un personaggio con un handicap di qualche genere è Oscar assicurato. Dunque, paraculo!
    Devo per forza tifargli contro! ;)

    Frank, mi regali una perla dietro l'altra.
    Quando ti trasferisci a Milano, così istituiamo un gruppo di stalkers per Lansdale e Stallone? ;)

    Cannibale, sorvolo sugli adattamenti italiani dei titoli. Guarda Shaun of the dead. Ad ogni modo, mi aspettavo qualche tua battuta, non è che ti sei rabbonito in stile Il discorso del re? ;)

    Eva, da tempo credo che Inarritu, dopo Amores perros, si sia progressivamente perso. Sorry.
    Ad ogni modo, tra non molto posterò anche Biutiful: che, dalla sua, ha Barcellona, una delle mie città preferite al mondo.

    RispondiElimina
  9. Insomma al Discorso del Re neanke un premio eh? sei stato ampiamente deluso allora! e pure io!

    RispondiElimina
  10. Com'è possibile che tu non abbia trovato spettacolare e di gran classe Il Discorso del Re? dagli una seconda opportunità non può esserti sfuggita la magistrale interpretazione di Colin Firth!

    RispondiElimina
  11. Perso, a Il discorso del re è già tanto se non rifilo una vagonata di bottigliate! ;)

    Roberta, la classe ci sarà anche, ma tolta la confezione Il discorso del re è insipido come un the lasciato poco in infusione. Firth è bravo, ma questa volta non lo premio per partito preso!

    RispondiElimina
  12. Cowboy... tiééé!! ... Ihihih... ;P

    RispondiElimina
  13. Ahahahah Vince, attento! Ti prendo a bottigliate! ;)

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...