giovedì 26 settembre 2013

Thursday's child


La trama (con parole mie): settimane e settimane di logoranti weekend poveri di grossi colpi - anche se attendo ancora trepidante Rush - e di compagnia del mio "socio" Cannibal Kid avevano portato il sottoscritto a dubitare seriamente che l'autunno sarebbe stata una stagione davvero interessante.
Fortunatamente, a questo giro di giostra qualcosina in più pare essersi mosso, nonostante continui inesorabile la verticale caduta del livello del Cinema italiano, ormai simile a quella della qualità della blogosfera da quando ad infestarla è giunto Pensieri Cannibali.

"Cannibal, hai finito di criticare i film action!"

Bling Ring di Sofia Coppola


Il consiglio di Cannibal: tutti sul (bling) ring della Coppola, non sul ring del wrestler Ford
A questo film dedicherò un post molto abbondante, quindi per il momento non dico niente.
Nell’attesa della recensione cannibale, andate a vedervi il film che poi ne riparliamo.
L’opinione di Ford?
Francamente me ne infischio.
Il consiglio di Ford: dovrò sfoderare le bottigliate più toste mai viste su un ring? O gli occhi faranno "bling bling"?
Il film della Coppola è una delle scommesse più incerte della stagione: conoscendo la storia della regista, potrebbe rivelarsi una sòla da competizione o una sorpresa clamorosa.
Un po’ come fu per Spring breakers.
The bling ring mi avrà sorpreso allo stesso modo? Restate sintonizzati e presto lo saprete!

Marco Goi in giro per Casale con le sue compagne di shopping.
La fine del mondo di Edgar Wright


Il consiglio di Cannibal: il mondo finirà solo dopo un sanguinoso scontro tra Ford e Cannibal
Terzo capitolo della cosiddetta trilogia del cornetto firmata da Edgar Wright e interpretata da Simon Pegg e Nick Frost, dopo L’alba dei morti dementi e Hot Fuzz. Per quanto mi ispiri simpatia, per quanto si rivelerà certamente divertente, in giro non mi sembra di aver sentito un grosso entusiasmo nei confronti di questo apocalittico terzo episodio, anche da parte dei fans hardcore del trio britannico. Allora è proprio il caso di dire, con una di quelle frasi fatte che tanto piacciono alle persone anziane e quindi anche a Ford: mi sa che questo film non sarà la fine del mondo. Comunque una visione ci sta tutta!
Il consiglio di Ford: la fine di Cannibal, ovvero la prossima Blog War.
La premiata ditta Wright/Pegg/Frost gode da tempo dello status di leggenda del Saloon grazie a quelle due meraviglie di Shaun of the dead e Hot fuzz, vere e proprie pietre miliari del genere che ad ogni visione riescono a farmi rotolare a terra dalle risate come la prima volta.
Inutile dire che il terzo ed ultimo capitolo della trilogia del cornetto è atteso da queste parti come pochi altri titoli in questo periodo, e la speranza è che mantenga gli standard - altissimi - dei primi due: se così fosse, potrei perfino dimenticare tutte le castronerie che escono dalla penna del Cannibale ogni settimana.

Ford impegnato a scortare un gruppetto di sfigati - tra i quali spicca Peppa Kid - durante un tour dei pub.
Redemption – Identità nascoste di Steven Knight


Il consiglio di Cannibal: per Ford non ci può essere nessuna redemption
Questa potrebbe non essere la classica porcheria action cui Jason Statham, dopo i fasti degli spettacolari Crank, ci ha ormai abituati negli ultimi anni. A firmare la regia c’è infatti Steven Knight, che quest’anno ha girato anche Locke con Tom Hardy, uno dei film più apprezzati all’ultimo Festival di Venezia, dov’è stato presentato, se non sbaglio come di solito fa Ford, fuori concorso.
Questo Redemption promette di essere di un action più intimista dei soliti, vagamente in stile Refn e potrebbe essere una discreta sorpresa. Anche se il fatto che possa piacere pure a Ford rientra tra i suoi punti deboli.
Il consiglio di Ford: una redemption è impossibile, per un caso disperato come Peppa Kid.
Personalmente, ho trovato questo film una vera - e piacevole - sorpresa.
Il nostro Jason Statham - in assoluto l'unico, vero, action hero di questi anni - presta legnate, fisicità e carisma ad una tamarrata più riflessiva del solito, ottimamente realizzata e clamorosamente sopra le righe almeno in un paio di occasioni, che hanno reso l'attore inglese ancora più expendable agli occhi del sottoscritto.
Non sarà il film dell'anno, ma nel suo genere rappresenta senza dubbio una delle cose migliori viste di recente.
Recensione fordiana a brevissimo.

Ebbene sì, Statham in questo film riesce perfino a chiavarsi una suora.

Sotto assedio – White House Down di Roland Emmerich


Il consiglio di Cannibal: White Ford Down
Per un action thriller che potrebbe sorprendere in positivo come Redemption, eccone un altro che potrebbe rivelarsi o una porcata di medio livello, o una porcata epocale. Spero più la seconda, visto che di porcheruole solo medie ultimamente in giro ce ne sono già troppe, come il recente R.I.P.D.. Qui ci troviamo di fronte a un potenziale nuovo Attacco al potere – Olympus Has Fallen, con in più la regia di squalità di Roland Emmerich, esperto di schifezze fracassone numero 2, subito dietro all’idolo fordiano Michele Baia. Non è nemmeno malvagio il cast, capitanato dal più espressivo degli attori inespressivi ovvero Channing Tatum, ma la puzza di americanata sovrasta persino l’odore di Ford dopo che è stato sommerso dai pannolini sporchi del Fordino.
Il consiglio di Ford: Cannibal Kid down.
Lo spettro dell'agghiacciante Attacco al potere - Olympus has fallen aleggia pesantemente su questo lavoro del catastrofico - in tutti i sensi - Emmerich, che promette di essere una delle cose più americane - nel senso brutto del termine - della stagione.
L'unica speranza è che il tutto sia stato preso con una discreta dose di ironia, e che dunque si finisca per vedere l'ennesimo giocattolone a stelle e strisce parzialmente innocuo.
Staremo a vedere.
Nel frattempo, non considero tanto innocuo il fatto di temere questo titolo almeno quanto lo starà temendo Radical Kid.

"Forse era meglio non dire a Ford che leggo Pensieri cannibali!"
Universitari – Molto più che amici di Federico Moccia


Il consiglio di Cannibal: Io e Moccia – Molto più che nemici
Negli ultimi tempi Ford si sta rammollendo e addolcendo sempre di più, e così io sono alla costante ricerca di altri nemici da combattere. E sconfiggere. Con Vasco ormai messo peggio persino di Ford, con Michael Bay che si mette in testa di fare il Cinema d’Autore, con Berlusconi che ormai è più noioso di un film di Wong Kar-wai, è ora di rispolverare il mio antico odio antimocciano. Federico Moccia, er pejo der pejo. A suo modo comunque una garanzia: quando vorrò massacrare un film, mi piazzerò su Universitari – Molto più che amici, e così io e Moccia torneremo ad essere più nemici di me e Ford.
Il consiglio di Ford: Io e Cannibal - Amici per Moccia
Moccia, uno dei peggiori insulti al Cinema mai esistito, è uno dei pochi registi in grado di spingere il sottoscritto e Peppa Kid dallo stesso lato della barricata per combattere le oscenità che porta in sala.
Questo Universitari, ovviamente, non sarà da meno: io ed il mio antagonista usuale, dunque, potremmo per l'occasione organizzare una bella Blog War anti-Moccia.

"Sto pensando ad un film con protagonisti Ford e Cannibal: accetteranno la mia proposta?"
Sarebbe stato facile di Graziano Salvadori


Il consiglio di Cannibal: sarebbe stato facile prendersela con il cinema italiano, anzi lo è davvero
Basta guardare il trailer. Ma ‘sta roba può essere considerato un film?
Sembra un video amatoriale, di quelli brutti, caricato da un ragazzino che usa per la prima volta la macchina da presa e poi, tutto eccitato, pensando di aver realizzato un capolavoro, lo carica su YouTube. Amici e parenti possono guardarlo e fargli pure i complimenti, l’intero pubblico nazionale però se lo può anche risparmiare. Se a demolire Moccia o qualche opinione dell’altro mondo di Ford ci provo gusto, con una roba del genere sarebbe troppo facile e non mi darebbe nemmeno una particolare soddisfazione. Quindi, caro “regista” Salvadori, mi sa che per ora sei salvo.
Il consiglio di Ford: vedere questo film è un'impresa tutt'altro che facile.
Fortunatamente questa settimana le uscite estere danno un po’ di respiro a noi poveri italioti, perchè dopo Moccia arriva una cosa che arrivare a definire film riesce davvero difficile.
E scrivere un parere in merito quasi impossibile.
Passo oltre, e faccio finta di non essere mai venuto a conoscenza dell'uscita di questo "titolo".

"Sto leggendo l'ultimo post di Ford: non parla affatto bene del nostro film."
Lo sconosciuto del lago di Alain Guiraudie


Il consiglio di Cannibal: Ford, lo sconosciuto di Lodi
Un thriller francese a tematica gay? Azz, sembra una cosa piuttosto originale.
Un film originale che esce nelle nostre sale?
C’è quasi da aver il sospetto che ci sia qualcosa sotto, come quando Ford tira fuori una opinione più o meno condivisibile. Le possibilità di avere una visione se non altro curiosa e diversa dalle solite in ogni caso ci sono, poi se il film sarà effettivamente “un capolavoro” come definito da Libéracion (non ho mica detto WhiteRussian) è tutta un’altra storia…
Il consiglio di Ford: Marco Goi, lo sconosciuto di Casale.
Come spesso accade quando si tratta di Cinema francese, ci troviamo di fronte ad un titolo potenzialmente interessante in grado di farci rimpiangere di essere nati da questa parte delle Alpi.
Non sarà in cima alla mia lista di visioni per questa settimana, ma senza dubbio il Saloon aprirà le sue porte al lavoro di Guiraudie appena possibile.
Aprirebbe le porte per una bevuta anche a Peppa Kid, ma quello se ne sta sempre rinchiuso in cameretta con il suo migliore amico, il Coniglione Donnie.

Ford e Cannibal in una pausa romantica dell'ultima Blog War.
Vado a scuola di Pascal Plisson


Il consiglio di Cannibal: oggi non vado a scuola, oggi chiodo!
Dal titolo, sembra un film horror.
Invece no, è un documentario francese che racconta le drammatiche storie di un gruppo di bambini di varie parti del mondo, tra cui il povero Fordino da Lodi, costretto a crescere con i miti di Hulk Hogan, Schwarzy e Europe manco fossimo ancora negli anni Ottanta. Preparate i fazzoletti, vi aspetta una visione davvero commovente.
Il consiglio di Ford: tornare a scuola? Volentieri, ma solo potendo sfogare un po’ di bullismo su Cannibal!
La classe, firmato da Cantet qualche anno fa, era stato una sorpresa magnifica, ed onestamente porto ancora i segni di quella visione: considerata la qualità cui i nostri cugini transalpini ci hanno riservato negli ultimi anni, potrei quasi pensare di aggiungere questo nome alla lista, quasi sicuro di non rimanere deluso.
Staremo a vedere.
Intanto mi consolo con il fatto che a deludermi sempre resteranno le opinioni del mio sgradito compare Kid.

"Come si chiamano i nuovi professori?" "Ford e Cannibal." "Qualcosa mi dice che siamo rovinati!"

22 commenti:

  1. grande channing tatum che legge pensieri cannibali!
    moccia invece spero non lo faccia. altrimenti potrebbe querelarmi... :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sa che Moccia querelerebbe entrambi! ; )

      Elimina
  2. a parte la Coppola, direi che posso dedicarmi ai recuperi. Lo sconosciuto del lago mi sa di sòla, di un film fatto per scandalizzare e basta. poi magari sbaglio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non saprei, cercherò di recuperarlo e ti dirò.
      Comunque una chance a Statham potresti darla!

      Elimina
  3. La fine del mondo, naturalmente. Anche se preferirei vederlo in lingua originale. Magari aspetto che esca il dvd, a questo punto.
    E pure Statham, che insomma, posso ignorare Statham?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti capisco. Cercherò anch'io il recupero in originale.

      E Statham rules. Vedrai.

      Elimina
  4. Attendo vostre su "Vado a scuola". Mi sembra interessante

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a me. Spero davvero di riuscire a reperirlo.

      Elimina
  5. Rimango un poco scettica sulle uscite più prossime, anche riguardo gli action movies le probabilità che Attacco al potere sia una grandissima truzzata americana sono alte (e lo dice una che qualche tamarrata ogni tanto se la gode ma a tutto c'è un limite).
    Velo pietoso sul cinema italiota, sempre più deprimente e insulso...hai sentito della probabile candidatura de La grande bellezza di Sorrentino?A me lui piace devo dire, forse è l'unico regista nostrano degno di rappresentarci in un evento tanto importante ma sul film ho letto recensioni mooolto contrastanti.
    Oh scopro con piacere che sono concittadina della tua consorte ^_^
    Ma il test del saloon si può ancora fare?Anche se temo verrò fuori tipo coniglietta del blog!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Più che Emmerich, mi butterei su Statham, in quanto a tamarrate. ;)

      Torino l'ho riscoperta proprio grazie a Julez, e ora vorrei essere nato lì.

      Sorrentino mi piace molto, ma ancora non ho visto La grande bellezza, quindi rimando il giudizio.

      E certo che puoi fare il test! Buttati! :)

      Elimina
  6. Piuttosto che Moccia mi guardo bisteccone Tatum! :-p

    RispondiElimina
  7. La fine del mondo è quasi ai livelli di Shaun of the Dead. Quasi. Ed è una conclusione della trilogia persino commovente. Però ha ragione la Poison, andrebbe vista solo ed esclusivamente in lingua originale...!
    Avendo già visto The end of the World punterò dunque le ragazzine viziate della Coppola.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cazzo, così mi aumenti a dismisura l'hype per La fine del mondo!
      Non vedo l'ora! :)

      Elimina
    2. Domani sera "esco" una recensione rigorosamente senza spoiler, se ti va di leggerla ^__*

      Elimina
  8. io me la prenderei con i produttori.
    apparte il business o come lo chiama il mio prozio bisnissi. ok appare questo. ci vuole un GROSSO coraggio a produrre certi film. che diverranno automaticamente flop. e dico GROSSO.
    non sanno più dove andare a sbattere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benvenuta da queste parti, Mio!
      In realtà credo che alcuni produttori abbiano bisogno di riciclare denaro, ed è per questo che non si preoccupano della qualità dei film. ;)

      Elimina
  9. Beh la fine del mondo PER FORZA, poi magari anche Jason nostro che non fa mai male...
    E poi magari anche emmerich che a me garba abbastanza.
    :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fratello, Statham ti piacerà di brutto, lo so!
      Appena ci vediamo te lo passo!

      E La fine del mondo tutta la vita!

      Elimina
  10. dalle mie parti manco in una sala Redemption, maledetti :-(
    Bling ring lo vedrò un domani in tv, della coppola apprezzo le vergini suicide, ma Stronzwhere mi ha fatto vomitare, quindi con questo vado coi piedi di piombo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io invece ho preferito Somewhere alle vergini. Staremo a vedere che accadrà con Bling ring.

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...