giovedì 12 settembre 2013

Thursday's child



La trama (con parole mie): la stagione cinematografica è ufficialmente ricominciata, avviandosi a costruire l'ultima parte dell'anno di visioni, eppure, nonostante il Festival di Venezia ed alcuni titoli sulla carta interessanti, pare che l'autunno non abbia alcuna intenzione di stupire l'audience con proposte particolarmente potenti.
Come se non bastasse, alla desolazione offerta dai distributori si aggiunge quella dei commenti del mio antagonista Cannibal Kid, tornato dalle ferie sempre più agguerrito, ego-riferito ed avulso dal buon Cinema: soltanto qualche decisa bevuta e la presenza del pubblico di questa rubrica continuano a darmi motivo di andare avanti e ben sperare.

"Ford, sei sicuro di voler continuare a tenere Peppa Kid come spalla per la rubrica, e di non voler prendere me!?"
Come ti spaccio la famiglia di Rawson Marshall Thurber


Il consiglio di Cannibal: come fa Ford a spacciarsi per blogger?
Finalmente si ride!
E nemmeno alle spalle di Ford!!!
Dopo tante commedie americane divertenti quanto una battuta del mio blogger rivale, ecco giungere una pellicola tanto spensierata quanto riuscita. Sono ben felice di spacciarvi allora questa pellicola non come un nuovo capolavoro assoluto, ma come una visione più che gradevole. Enjoy.
E se poi non vi piace perché siete dei musoni come Ford, non è colpa mia.
Recensione cannibal coming soon.
Il consiglio di Ford: come si fa a spacciare questa roba per un film divertente!?
Ennesima commediola americana che non promette niente di nuovo e niente di buono, buona giusto per quel pusillanime del mio rivale ma decisamente non nelle corde fordiane, più inclini ad un'autunnale tristezza da rientro al lavoro o ad un bell'action movie da competizione.

"E' colpa di Peppa Kid, qui, se i consigli della rubrica risultano bislacchi!"
Mood Indigo – La schiuma dei giorni di Michel Gondry


Il consiglio di Cannibal: in the mood for Gondry
È ufficiale: Michel Gondry è il regista più odiato dai titolisti italiani. Un odio talmente profondo che al confronto sembra che io e Ford ci vogliamo bene.
Dopo aver deturpato Eternal Sunshine of the Spotless Mind con il titolo da banale romcom Se mi lasci ti cancello, questa volta hanno fatto forse ancora di peggio perché Mood Indigo è diventato… La schiuma dei giorni.
Perché?
A questo punto sarebbe interessante vedere il film soltanto per cercare di capire se dietro c’è un motivo, o se è solo una questione di follia dei nostri titolisti. Al di là di questo, il nuovo film di Gondry merita di essere visto perché… è un film di Gondry e Gondry, dopo la parentesi commerciale comunque non del tutto disprezzabile di The Green Hornet, sembra tornato al cinema che gli riesce meglio e potrebbe averci regalato una nuova chicca. Alla faccia dei titolisti italici.
Il consiglio di Ford: schiumo di rabbia verso i titolisti italiani.
A volte il Cinema riserva misteri che restano leggende, o buchi neri all'interno dei quali nessuno sarà mai in grado di trovare la verità.
Uno di essi è la mente del mio rivale Cannibal Kid, ma un altro ancora più grande e terribile è quello che si annida nello spazio vuoto che intercorre tra un orecchio e l'altro dei titolisti nostrani, pronti a bersagliare ancora una volta Gondry dopo l'ormai mitico Se mi lasci ti cancello.
Onestamente dal trailer non mi sentivo particolarmente attratto da questo nuovo lavoro del suddetto regista, ma anche se si trattasse di qualcosa di agghiacciante in stile Lars Von Trier, dopo una traduzione di questo genere direi proprio che lo vedrò per principio. E magari ne parlerò anche bene.

"Santo cielo, ragazza mia, guidi peggio di Ford!"
Percy Jackson e gli dei dell’Olimpo – Il mare dei mostri di Thor Freudenthal


Il consiglio di Cannibal: Cannibal Kid e gli dei Cinema nel mare dei mostri fordiani
Il primo Percy Jackson non m’era dispiaciuto del tutto, ma onestamente non sentivo un gran bisogno di veder continuare la sua saghetta fantasy. D’altra parte, io odio i sequel in generale e quindi non ne ho mai bisogno, quanto non ho bisogno delle bislacche opinioni di Ford. Eppure ecco che i sequel, così come le cavolate fordiane, sono tra le poche cose sicure al mondo insieme alla morte e alle tasse.
Quanto a questo secondo capitolo in particolare, sembra parecchio deboluccio ma comunque guardabile, anche perché Logan Lerman dopo Noi siamo infinito è diventato un protetto cannibale, mentre Alexandra Daddario è diventata una bella fregna.
Il consiglio di Ford: Il mostro Ford è pronto a mangiarsi Percy Kid alla prima occasione.
Robetta per ragazzini/e degna del mio antagonista nonchè compare di rubrica che neppure sotto tortura deciderò di guardare, sperando in questo modo di preservare il Fordino da un'eventuale futura mania per saghe di poco conto come questa o The Hunger Games, che tanto ha fatto gongolare Katniss Kid.
Già dal trailer questa versione dei poveri di Harry Potter riesce a farmi venire il latte alle ginocchia quasi quanto il declino di Once upon a time.

Katniss Kid e i suoi compagni di scuola pronti per la gita.
Una fragile armonia di Yaron Ziberman


Il consiglio di Cannibal: di fragili ci sono solo le ossa del vecchio osteoporotico Ford
Ho già visto questo film e vi dico che merita. Merita per davvero.
All’inizio non ci contavo parecchio, sentivo di pellicola sulla musica classica ad alto tasso di noia fordiana. E invece l’armonia ha un suo ritmo in crescendo, è interpreta in maniera splendida da Philip Seymour Hoffman e dai suoi amichetti che formano con lui un quartetto d’archi più avvincente di un concerto dei Kiss, il gruppo preferito da Ford forse giusto dopo i One Direction. Non che ci andasse molto!
Io quindi ve lo consiglio. Il film, non certo un concerto dei Kiss.
Quanto alla recensione cannibale, ve la beccherete entro breve.
Il consiglio di Ford: una fragile armonia, quella delle ossicine del Cannibale spezzate da Ford.
Film che, reduce dall'assenza per ferie, non ho ancora recuperato, ma che nonostante la presenza di Seymour Hoffman e alcuni pareri positivi - certo non quello del mio rivale, che funge da deterrente -, non riesco a trovare la voglia di vedere.
Sarà che il rientro ha riservato parecchie delusioni, sarà che non mi sento ancora in sintonia con il grande schermo, ma penso che rimanderò, come spesso accade quando leggo di un titolo consigliatissimo su Pensieri cannibali.

Ford e i suoi compagni di casa di riposo pronti per il saggio di fine anno.
R.I.P.D. – Poliziotti dall’aldilà di Robert Schwentke


Il consiglio di Cannibal: F.O.R.D. – Blogger dall’aldilà
Super mega floppone in arrivo dagli Stati Uniti number 1.
Un mix tra crime e fantasy che puzza di trash fin dal trailer, anzi fin dal titolo, e che sembra una roba alla Merd in Black. Spazzatura pura che potrebbe tornare utile per la flop 10 dei peggiori film dell’anno, su Pensieri Cannibali. Su WhiteRussian si candida invece tra i cult del 2013.
Il consiglio di Ford: K. I. D. - Coniglio nell'aldiquà
Onestamente, penso che ci troviamo di fronte ad uno dei potenziali film trash di questi ultimi mesi del 2013.
E penso anche che sarà dura cavare fuori qualcosa di buono da questa visione.
Eppure, per fare fronte alla tristezza del rientro, potrei quasi prendere questa robetta come un antidoto senza pensieri alle brutture della realtà, nonchè a quelle proposte da Cannibal Kid.

Ford e Cannibal immortalati durante la loro ultima uscita.
Il potere dei soldi di Robert Luketic


Il consiglio di Cannibal: il potere dei soldi non è mai forte quanto il potere di Cannibal
Super mega floppone in arrivo dagli Stati Uniti number 2.
L’imbalsamato James Harrison Ford ritorna in azione, insieme al fidanzatino (o ex fidanzatino?) di Miley Cyrus, anche meno noto con il nome di Liam Hemsworth.
Pare un thriller old-style di quelli già visti e stravisti fino alla noia che potrebbe interessare giusto i più appassionati del genere, ma l’unico motivo per cui mi sembra degno di una visione, sinceramente, è Amber Heard, che però è tanto gnocca quanto incapace di scegliersi dei film decenti in cui mostrare le sue grazie.
Il consiglio di Ford: il potere di Ford sarà sempre più forte di quello di Cannibal.
Thriller d'azione che pare uscito dritto dritto dagli anni ottanta e che mi ha ricordato, a pelle, l'osceno Follia omicida a New York con DeNiro.
Questa volta tocca al mio quasi omonimo Harrison Ford fare la figura dell'ex attore ormai alla frutta: e in memoria di Indiana Jones e Han Solo, farò finta che tutto questo non sia mai esistito.

"Anche tu ti sei conciato così per il cachet!?" "Certo, che ti credevi!?"
L’arbitro di Paolo Zucca


Il consiglio di Cannibal: l’arbitro ha dichiarato la mia vittoria in tutte le Blog Wars passate, presenti e future
Stefano Accorsi ritorna sul grande schermo nei panni dell’uomo più odiato dagli italiani.
Vabbè, il più odiato dopo Berlusconi e Mr. Ford.
A chi mi riferisco?
All’arbitro.
In più c’è la comica Geppi Cucciari, perché un film in Italia non lo neghiamo a nessuno, tranne a chi l’attore lo fa di professione.
Ma, soprattutto, c’è un trailer che mi fa sentire puzza di bottigliate lontane un miglio. Non so se manco uno tra noi due lo vedrà mai, però credo che questo film potrebbe mettere d’accordo sia me che Ford. In negativo.
Il consiglio di Ford: espulso. Cannibal? No, per una volta no. Questo film.
Basterebbe solo la presenza di Geppi Cucciari per definire la catasta d'immondizia che finirà per invadere le sale grazie a questo titolone.
Ma hanno osato molto di più.
Per una volta, una roba vomitevole che mette d'accordo perfino Ford e Cannibal.
Ovviamente in negativo.

"Ford, Cannibal: siete espulsi."
The Spirit of ’45 di Ken Loach


Il consiglio di Cannibal: stiamo parlando dello spirito di Ford? Mi sembrava fosse nato ancora prima…
Documentario numero 1 della settimana, una pellicola politicamente e storicamente impegnata firmata da Ken Loach.
Lo passo, sbadigliando, a Ford, che troverà di che divertirsi.
Il consiglio di Ford: lo spirito di Ken Loach fa sempre bene.
Non sarà la proposta più frizzante e sconvolgente dell'anno, ma un documentario come di consueto fortemente politicizzato di Ken Loach, mitico Maestro anglosassone, non si rifiuta mai.
Un po’ come un bicchiere di whisky.

"Ford? Lui è decisamente nato prima del quarantacinque... Del milleottocento, però!"
Che strano chiamarsi Federico – Scola racconta Fellini di Ettore Scola


Il consiglio di Cannibal: che stano chiamarsi Mister James – Cannibal non racconta Fordini
Documentario numero 2 della settimana, sull’onda della vittoria (probabilmente del tutto inguistificata) al Festival di Venezia 2013 del docufilm Sacro GRA.
E il fatto che sia sul grande Fellini non significa automaticamente che sia anche un grande documentario. Pure questo lo passo allora senza troppi rimpianti al Fordini.
Il consiglio di Ford: che strano chiamarsi Kid - Ford racconta la strana vita del suo apprendista Cannibal
Fellini è uno dei Maestri indiscussi del nostro Cinema e non solo.
Scola è un altro grande, che ha saputo raccontare, nel corso dei decenni, storie che hanno fatto la Storia.
Secondo me, qui c'è di che parlare di Cinema.
E meno male, considerato il resto della settimana di uscite in sala!

"Sarà, ma io in questo Pensieri Cannibali non ci vedo niente di interessante!"


34 commenti:

  1. RAGAZZIIIIIIIIIIIIIIIIII! La schiuma dei giorni è il titolo del romanzo (bellissimo) di Boris Vian da cui è tratto il film! Per una volta che i titolisti non hanno colpa...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il romanzo sarà bello, ma il titolo fa cagare uguale! ;)

      Elimina
  2. Cazzo, Dantes, per una volta mi hai preceduto tu!
    Con tutto l'odio che provo per i titolisti, questa volta direi che non hanno colpa.
    A questo punto aggiungo che questo è il quarto adattamento cinematografico del romanzo. E mi chiedo: ce n'era davvero bisogno?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non conosco i precedenti, ma mentre leggevo il libro mi dicevo che una roba del genere potevano trasformarla in film giusto Gondry o Jonze

      Elimina
    2. So che non ti stupirà, ma per me Vian è "sputerò sulle vostre tombe", principalmente. Comunque, due fra i registi che meno sopporto nell'universo mondo, fra l'altro.
      Aggiungici quella faccia da madonna infilzata della Tautou e immaginati il mio livello di fastidio.

      Elimina
    3. preferisco il Vian favolistico, tipo La schiuma o Lo Strappacuore. Sputerò nasce da una scommessa, e in fondo è soprattutto quello il suo bello

      p.s.: io adoro Gondry e ho grandi aspettative

      Elimina
    4. sai che ho dei problemi con le favole no?
      Certo che lo sai, me l'hai detto tu! :)

      Elimina
    5. Vian mi manca totalmente, quindi mi sa che prenderò spunto più da Poison con Sputerò che da Dantès con la schiumetta! ;)

      Elimina
    6. fidati, sono entrambi due bei libri. totamente diversi, ma belli

      Elimina
    7. Vedrò di recuperarli, allora, ma solo perchè me li avete citati voi! ;)

      Elimina
    8. Che responsabilità! :)
      (Io ho finito in questo momento "io ti troverò", che mi ha assorbito totalmente negli ultimi cinque giorni. Pazzesco.)

      Elimina
  3. Ford, neanche un film con qualche morto, alieno e una sventagliata di effetti speciali...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo è una settimana nefasta! ;)

      Elimina
    2. avete descritto R.I.P.D. con al posto degli alieni le anime dannate

      Elimina
    3. Io non considero R.I.P.D. una vera tamarrata come si conviene: per quello ci sono gli Expendables, no!? ;)

      Elimina
    4. Yes!!! e sono in trepidante attesa di Expendables 3

      Elimina
  4. Fragile armonia mi sembra carino. Un minuto di silenzio per Stefano Accorsi che un tempo mi piaceva ma che, dopo una lunga assenza, mi ritorna con una vaccata come questa... Capisco che c'è da portare a casa il pane, però...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti farò sapere per Fragile armonia, penso mi toccherà la prossima settimana.
      Accorsi ormai è oltre la vergogna. ;)

      Elimina
  5. Il primo Percy è godibile e a casa mia è piaciuto a tutti quindi ci toccherà anche il secondo. Gondry prima o poi. Accorsi mi sta poco simpatico, a dirla tutta lo prenderei a pallonate, quindi la vaccatona, concordo con Gae, la salto. RIPD puzza di cretinata, ma c'è Bridges che renderebbe guardabile qualunque cosa, quindi mi sa che una occhiata la darò anche a questo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero anche io in Bridges, staremo a vedere. Entro il weekend RIPD me lo schiaffo di sicuro!

      Elimina
  6. RIPD ha già trovato un giorno e una compagnia per andarlo a vedere, per il resto non è arrivato nulla dalle mie parti. Peccato, Gondry e Paranoia sarebbero stati altri due possibili candidati, soprattutto il primo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti dirò, non mi pare una settimana così memorabile per cui rammaricarsi. In caso, ti farò sapere per gli altri appena mi capitano sotto tiro.

      Elimina
  7. su con il morale, ford, RIPD promette di essere una delle fordianate più clamorose dell'anno. e forse della storia :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. i don't care, lo vedrò lo stesso!
      Ford domani metti un pò di steroidi nel biberon del cucciolo...ne ha bisogno :D

      Elimina
    2. Lorant, mi sa che ormai il Cucciolo è senza speranze! ;)

      Elimina
  8. settimana fiacca, sto giro resto a casa e risparmio i soldi

    RispondiElimina
  9. a me incuriosiscono parecchio quello con accorsi, quello sulla musica classica e i due documentari.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Frank, ti prego, quello con Accorsi proprio no! ;)

      Elimina
  10. Mi ispira Mood Indigo, cioè gli vorrei dare un occhiata anche se ha quel titolo che lasciamo stare...
    Poi i 2 film italiani vorrei vederli, il documentario di Loach pure, anche Una fragile armonia.
    Purtroppo ho visto Come ti spaccio la famiglia e R.I.P.D.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Onestamente, documentari a parte, non ho grandi speranze per questa settimana.
      Staremo a vedere.

      Elimina
  11. Mood Indigo mi ispira,alla faccia dei titolisti, e anche Una fragile armonia... i documentari me li segno e li vedrò in tempi più propizi... Come ti spaccio la famiglia mi sembra la vaccata giusta per il post rientro...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Più che per il post rientro, questa settimana mi pare giusta per metà agosto! ;)

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...