giovedì 9 agosto 2012

Josefa

La trama (con parole mie): mi concedo una piccola digressione in materia olimpica, dato lo spettacolo che i Giochi forniscono sempre al loro passaggio. Una manifestazione che ho sempre amato, affascinante e magica, che riesce a regalare brividi anche rispetto alle discipline delle quali non sospetteremmo neppure l'esistenza.



Otto Olimpiadi.
Sei medaglie.
Quarantasette - quasi quarantotto - anni.
Trenta centesimi di secondo dal terzo posto.
Avversarie vent'anni più giovani.
Cazzo, Josefa. Sei una vera Expendable.
E sei anche la nostra Bolt.
Fenomenale.


MrFord


"Workin' hard to get my fill
everybody wants a thrill
payin' anything to roll the dice
just one more time
some will win
some will lose
some were born to sing the blues
oh, the movie never ends
it goes on and on and on and on."
Journey - "Don't stop believin" -


16 commenti:

  1. Quindi Expendable ad honorem...magari mi prende pure a pagaiate Chuck Norris

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bradipo, secondo me ne prenderebbe a pagaiate pure due, di Chuck Norris! ;)
      SuperExpendable!

      Elimina
  2. Classe, sobrietà ed eleganza...
    Magari potrebbe dire 2 parole ad Alex Schwazer (in tedesco forse) e spiegargli cosa significa essere un atleta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci avevo pensato anche io.
      Ma poi ho pensato che il buon Alex, in fondo, semplicemente ha mancato di carattere.
      Josefa, invece, ne ha in dosi smisurate.

      Elimina
  3. Alla partenza pareva dovesse arrivare ultima, e invece... alla faccia della gara e della donna. Veramente una grande.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se anche fosse arrivata ultima, già il fatto di essere riuscita a conquistare la finale era pazzesco.
      Grandissima.

      Elimina
  4. Per chi è romagnolo come me, abita in provincia di Ravenna, lei rimane la campionessa a prescindere del risultato. La grinta è qualcosa che va oltre il risultato. Ancora prima che andasse in gara sapevamo che lei avrebbe tenuto alta la bandiera italiana.
    E Josefa, ch'ut vegna un azident.
    Tradotto: che ti venga un accidente, ma non preoccupatevi in Romagna è tutt'altro che imprecatorio. Anzi, è un modo un po' scherzoso per fare un complimento.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le venga eccome!
      Una grandissima, per quanto mi riguarda una delle grandi immagini dell'Olimpiade e dello sport.

      Elimina
  5. Irriverent Escapade10 agosto 2012 08:15

    Che Donna. Con un Carattere ed una Personalita' super invidiabili. Mai sopra le righe, mai polemica ,elegante fino al midollo. E sempre a segno, anche stavolta. Grazie per aver scelto di essere italiana.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo in pieno.
      Davvero una campionessa: poche parole, un sacco di fatti.
      Mitica.

      Elimina
  6. azz, ford, questa è persino più vecchia di te :)

    RispondiElimina
  7. Grande, grandissima! Questo si che è Sport!

    Un quinto posto che vale molto molto di più....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Assolutamente, Loz.
      Sport allo stato puro. Grandissima.

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...