mercoledì 3 luglio 2013

L'uomo d'acciaio

Regia: Zack Snyder
Origine: USA
Anno: 2013
Durata: 143'




La trama (con parole mie): il nascituro Kal-El, figlio di Jor-El del pianeta Krypton, è lanciato dalla madre Lara nello spazio in direzione della Terra proprio mentre il suo mondo natale è sull'orlo del collasso, ed il temibile generale Zod minaccia una guerra civile che dovrebbe portare ad una sorta di selezione molto poco naturale.
Trentatre anni dopo, Clark Kent, cresciuto da due contadini del Kansas, vaga tenendo un profilo basso attraverso gli States cercando di aiutare il prossimo spostandosi sempre nel momento in cui i suoi straordinari poteri rischiano di portarlo allo scoperto.
Proprio quando, a seguito di un'indagine condotta dalla giornalista Lois Lane all'interno di quella che pare un'astronave aliena, il giovane Clark scopre le sue origini, Zod riemerge dall'abisso in cui era stato esiliato insieme ai suoi uomini per imporsi sulla Terra costruendo, di fatto, un nuovo Krypton.
Toccherà al ribattezzato Superman fermarlo.




Per molti anni sono stato un avido lettore di fumetti, e per qualcuno meno uno tra i tanti sceneggiatori pronti a dibattersi nel sottobosco delle produzioni indipendenti per un posto al sole - che non è mai arrivato -.
E per molti anni ho sempre preferito gli eroi di casa Marvel a quelli targati DC Comics: troppa la differenza tra i primi - molti dei quali outsiders per definizione - ed i secondi - sgargianti, performanti, potenti -, da una squadra con Spider Man, Devil, Wolverine, gli X-Men, i Vendicatori, Hulk, Thor e chi più ne ha, più ne metta ad un'altra con Flash, Lanterna verde, Freccia verde, Batman - l'unico a salvarsi - e Superman.
Ed eccoci al punto focale: ho sempre detestato Superman.
Troppo buono, troppo forte, troppo perfetto per essere davvero un personaggio carismatico ed interessante: tolto il suo destino di orfano strappato al suo mondo d'origine allevato da una coppia di brave persone non più giovani e mai riuscite ad avere un figlio, il resto ha spesso e volentieri rasentato la noia, per il sottoscritto.
In fondo, è difficile immedesimarsi in una sorta di semidio quasi impossibilitato a sbagliare.
Sul grande schermo, il charachter dell'Uomo d'acciaio è passato dalle rappresentazioni praticamente fiabesche della saga interpretata da Christopher Reeves al pessimo e più recente Superman returns senza mai riuscire davvero a divenire un cult del genere: Zack Snyder, dopo aver affrontato con successo l'esperimento di Watchmen - Capolavoro di Alan Moore e Dave Gibbons -, ritenta cercando di modellare l'ascesa di Supes sulla scia di quello che fu l'inizio di una delle trilogie più entusiasmanti del blockbuster contemporaneo, il Batman targato Christopher Nolan.
Le similitudini tra Batman begins e questo Man of steel, infatti, sono molte, prima fra tutte la volontà di raccontare quello che è "l'uomo dietro la maschera", aprendo le porte ad una sorta di "origine" in grado di andare incontro agli appassionati così come agli spettatori occasionali: peccato che Zack Snyder non sia Christopher Nolan almeno quanto Superman non è Batman.
Il cast all stars, gli effettoni, le esplosioni e le evoluzioni della macchina da presa, infatti, non riescono a supplire ad una mancanza di carattere di fondo che non permette al film di decollare quanto il regista vorrebbe, quasi assegnando al giovane Kal-El una sorta di aura messianica che potrebbe essere facilmente contestabile e di cattivo gusto perfino per un anticlericale totalmente lontano dalla religione come il sottoscritto.
Fortunatamente, però, siamo in ben altri territori rispetto a roba agghiacciante come Sucker punch, e tutto sommato questo L'uomo d'acciaio altro non si rivela altro se non un giocattolone per bambini soprattutto grandi che nel cuore dell'estate traboccano di voglia di distrazione per una serata in sala con gli amici, di quelle che in genere restano impresse non tanto per il film visto, ma per la cornice e la compagnia.
I riferimenti sono molti, dal telefilm di Hulk con il suo Bruce Banner peregrino alla saga originale - si notano mescolanze tra il primo ed il secondo capitolo della stessa -, dalla fantascienza classica alle frontiere del Nuovo Millennio di Avatar e del 3D, eppure manca il carattere in grado di differenziare una visione qualsiasi dal titolo che piace sempre ricordare, o rivedere: niente zampata d'autore nel segno del già citato Nolan ma neppure ironia fracassona sulla scia del rinnovato e divertentissimo Marvel-style.
Grande, grosso, ciula e balosso, direbbe Julez.
Del resto, Superman è proprio così.


MrFord


"I remember how it used to be
making love to you all night long
I used to take you in my arms
and hold you there until all my strength was gone
I used to be a man of steel
I used to be a man of steel."
Meat Loaf - "Man of steel" - 


40 commenti:

  1. Ma ora che hanno tolto le cabine telefoniche, Clark Kent dove si toglie i vestiti? Ma, soprattutto, il mantello dove lo nasconde? E gli stivali? Non porta mica i mocassini quando lavora come giornalista? XD
    Comunque mi ispira poco... Sto vedendo Sucker Punch e Snyder mi sembra più adatto a progettare videogiochi, farebbe delle ficate pazzesche. :-p

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me ora si cambia nei bagni chimici, il mantello lo tiene stretto stretto tra le chiappe e gli stivali sono in realtà dei calzini rossi che stanno, ovviamente, sotto i mocassini.

      Detto questo, Sucker punch fa cagare. E Snyder dovrebbe effettivamente progettare videogiochi.

      Elimina
    2. Mmm, il mantellone nelle chiappone... Come direbbe il signor Burns dei Simpson: "eccellente" :-p

      Elimina
    3. Il mantellone nelle chiappone è molto pane e salame: voi radical chic non rispondereste mai in questo modo! ;)

      Elimina
  2. Sono andata a vederlo la famosa sera del mio compleanno, visto che non c'erano grandi alternative, e non posso credere quanto mi sia "whiterussianizzata"! Questi i miei pensieri durante la visione: gli dò un bicchiere e mezzo, il mezzo è per le zampate di Crowe e Costner... certo che sto Henry Cavill è proprio un cane maledetto, ma non ce n'avevano altri?... vabbè, passa e va, domani me lo sono già scordato... ma un po' di aria fresca al cervello degli sceneggiatori? Ci sono buchi enormi! Concordo in tutto e per tutto, mitico Ford come sempre

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sonia, che dire!? Piuttosto che vedere L'uomo d'acciaio, forse avresti fatto meglio a festeggiare il tuo compleanno prendendoti una bella sbronza in un pub! ;)

      Comunque, muchas gracias per il "mitico come sempre"! :)

      Elimina
  3. Mi dispiace solo che tu ti sia dovuto sorbire il film per poterne scrivere la recensione xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' uno sporco lavoro, ma qualcuno deve pur farlo. ;)

      Comunque Sucker punch - e 300 - erano stati molto, ma molto peggio.

      Elimina
    2. io sono stata così saggia da evitarli quelli :)

      Elimina
    3. 300 è una ficataaaaaaaaaaaaahhhhhhhAAAAAAAUUUHHHHHHHHHHH!!

      Elimina
    4. Kassandra, hai fatto proprio bene! ;)

      E Fratello, 300 è una schifezza! Ahahahahah!

      Elimina
  4. l'ho visto il primo di luglio di pomeriggio, ma devo dire che è il solito blockbusterone non è niente di che...solo un film di intrattenimento e basta...del superman originale non ha niente - superman l'ho visto da piccola - peccato, fa rimpiangere christopher lee, ma poi lo sanno della sfiga che si porta dietro superman? Aaaah fossi in loro avrei fatto 2+2 prima di accettare ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Intrattenimento e nulla più, e neppure dei migliori. Senza dubbio ben lontano dal Batman di Nolan del quale vorrebbe seguire le orme. ;)

      Elimina
  5. concordo pienamente
    anche a me (che l'ho conosciuto negli anni '50, quando si chiamava NEMBO KID) stava cordialmente ANTIPATICO
    come si fa a tifare in uno che vince SEMPRE? almeno Achille si sa che poi morirà (per via del tallone) e questo lo rende umano
    ma Nembokid-Superman è peggio di Jamesbond: i tentativi di Luthor di metterlo in buca sono velleitari, patetici...
    direi che l'unico motivo di interesse di questo film è la drammatica presa-di-coscienza di Clark di essere DIVERSO, TROPPO DIVERSO
    un po' troppo MESSIA (concordo con te anche in questo) che comincia presto a chiedere a San Giuseppe "ma io sono sono Dio? e perché ho le idee così confuse? quand'è che arriva Satana-Zod, così almeno facciamo due chiacchiere?"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Marco, purtroppo quando si ha a che fare con personaggi così perfetti e potenti è difficile riuscire a conquistare il pubblico: il problema è che nessuno è mai riuscito a rendere Superman umano abbastanza, Zack Snyder compreso.

      Elimina
  6. Sai che dovrò vederlo, vero? Non riesco a fare a meno di guardare i fumettoni, è contro la mia natura. Poi magari ci resto male come con Iron Man 2 o Lanterna Verde... però.
    Superman è legato ai ricordi del cinema da bambino, la trilogia con Reeves vista con papà, che adorava il personaggio (anche se mi aveva fatto vedere anche quello sull'Uomo Ragno anni '70, hai presente?)
    Per il resto confermo quanto già detto: perfettino e messianico. Ecco forse messianico è la parola giusta (penso alla morte apparente in Superman Returns in posizione crocifissa). Azzardo un'analogia: il football americano è il rugby senza poesia. Così al volo mi viene da pensare che Superman stia a Gesù come il Football al Rugby.
    (oddio, mi arriverà la scomunica per posta dopo questo commento) ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gae, so che andrai a vederlo, ma ti assicuro che a te e ai piccoli piacerà molto meno che Avengers o Iron man - parlo del primo e del terzo, sia chiaro -: troppo serioso e messianico, appunto, per essere davvero azzeccato.
      Comunque, spezzo una lancia a favore del football americano, che è completamente diverso dal rugby ma in grado di appassionare una volta comprese appieno le regole: garantisco io! :)

      Elimina
  7. Benissimo, posso continuare a vivere senza vederlo e dedicarmi a cose più interessanti (come per esempio recuperare quelli che guardavo da piccola E Supergirl <3)!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Babol, senza dubbio alcuno.
      Anche se, onestamente, in questo periodo non è che ci siano così tante proposte interessanti! :)

      Elimina
  8. Anche io non ho mai apprezzato Supermen. Non mi piacciono i vincenti, sono noiosi e Superman è tanto vincente che hanno dovuto ucciderlo per ridimensionarlo... comunque sei sulla stessa linea di tanti altri, eviterò di vederlo (ma me lo avevi anticipato :D )

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Frank, detto, fatto: sistemato anche quel perfettino di Superman, cui neppure la morte - momentanea - ha giovato. ;)

      Elimina
  9. ecco, appena finito mi sembrava che avesse dei difetti ma che si potesse salvare, e adesso ogni giorno che passa ci trovo sempre di più qualcosa che non va? troppo incasinato e disordinato, troppo fracassone nella seconda parte, troppo davvero, e anche un po' incoerente( insomma, supermanino nostro, mi distruggi mezzo mondo e inizi a farti venire i complessi giusto per 4 tipi al museo?)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alessia, anche io ho riflettuto molto sulla devastazione che Superman si porta dietro con l'intento di difendere la Terra dai suoi amichetti di Krypton: contraddizioni a parte, comunque, il film è troppo bolso per essere fracassone nel modo positivo, e manca del carattere dell'intrattenimento d'autore in stile Nolan. Innocuo, ma inutile.

      Elimina
  10. Appena recuperato, oggi lo guardo e ti faccio sapere. Le aspettative si sono abbassate un bel po' dopo averne letto in giro e forse è un bene...
    ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fratello, mi sa che è meglio che si siano abbassate: anche perchè non è davvero niente di che.
      Ma sempre meglio di 300! ;)

      Elimina
  11. Io a Snyder ci voglio bbene assaje (m'è piaciuto pure 300, ecco, l'ho detto), però sono d'accordo, mancano due cose fondamentali a questa pellicola: una vera identità e i mutandoni rossi sopra al costume.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non dire troppo in giro che ti è piaciuto 300, mi raccomando! ;)

      Comunque questo è davvero un film senza carattere.

      Elimina
  12. Io non sono mai stata appassionata di fumetti Marvel e più in generale di film sui supereroi, non mi sono mai piaciuti, poi ho visto batman e mi sono ricreduta, questo superman invece mi ha delusa moltissimo, non che avessi grandi aspettative però l' ho trovato piatto a tratti anche noioso!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Neanche io avevo grandi aspettative, ma più che altro scompare al cospetto di Batman begins e non è minimamente ironico. Peccato.

      Elimina
  13. strano non ti piaccia l'eroino perfettino buonista come te ahaha

    comunque questo me lo super perdo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eroino perfettino buoninista io!? Ma non ero il bruto Ford!? ;)

      Elimina
  14. sarà ma non è che mi appassiona...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E non ti perdi niente, tranquillo! :)

      Elimina
  15. Pure io odio Supes, ma ho voluto dare una chance al film. Non ho ancora capito che mi è piaciuto o meno... la parte epica l'ho trovata davvero bella, peccato che una tale serietà [del tutto non richiesta] renda ancora più visibili le (molte) cazzate di sceneggiatura. E se c'è Goyer a scrivere un film, beh...
    Film strano. Snyder a livello visivo mi esalta sempre molto, ma a parte il semi-miracolo di "Watchmen" dubito potrà mai fare molto altro. Poi le tamarrate tutto PIM-PUM-PAM gli riescono bene, perché si ostina a fare il serioso alle volte?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me è stato un tentativo fallito sia di imitare il Batman di Nolan che di ricalcare le note più fracassone dei film Marvel.
      Non che da Snyder mi aspettassi granchè, sia chiaro! ;)

      Elimina
    2. In effetti... diciamo che il ragazzo è bravo ma non si impegna XD
      Comunque, circa la tua passata carriera di fumettista... a settembre ho un incontro con quelli della Bao Publishing ^^'

      Elimina
    3. Il mondo del fumetto è quasi peggio di quello del libro, quindi in bocca al lupo! ;)

      Per il resto, secondo me Snyder deve cominciare a crescere, e a quel punto verranno fuori le sue qualità.

      Elimina
  16. No, dai, non voglio crederci! Avevo grandi, grandissime, aspettative per questo film. Leggere tutto ciò un po' mi demoralizza... Mah, vedremo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sinceramente, non è niente di che. Un giocattolone vuoto che non lascia moltissimo. Mi saprai dire.

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...