martedì 12 giugno 2012

Euro 2012 - Primo round

La trama (con parole mie): come fu per gli ultimi Mondiali di calcio, il saloon si appresta a seguire più o meno minuto per minuto anche l'equivalente continentale della più grande kermesse del mondo del pallone. L'ultima volta uscimmo abbastanza anonimamente ai rigori con la Spagna, che sarebbe poi volata a vincere la competizione: quest'anno siamo ripartiti proprio dalle Furie Rosse.
L'Italia avrà un nuovo volto o sarà la consueta, raffazzonata, caotica mescolanza di sofferenza e cuore?
E chi, alla fine, si porterà a casa il torneo?
Vediamo che è successo nel corso della prima tornata della fase a gironi.




GRUPPO A

Grecia - Polonia (1-1)


L'Europeo è inaugurato dalla Polonia, una delle due nazioni organizzatrici, e non è propriamente associabile ad uno dei match del secolo. Polonia e Grecia sono due nazionali che, tendenzialmente, finiscono spesso e volentieri per essermi simpatiche, ed il pareggio mi pare un risultato tutto sommato giusto.
Ho gradito poco l'arbitraggio che, soprattutto nel primo tempo, è stato giusto quel tantino a favore della squadra di casa. Ma ci hanno pensato i tenaci greci, che prima hanno mostrato di che pasta sono fatti rimontando il gol subito, e poi hanno mostrato di che pasta sono fatti fallendo il rigore decisivo.


Repubblica Ceca - Russia (1-4)


La Russia cala il primo poker dell'Europeo strapazzando la povera Repubblica Ceca di uno dei miei idoli anni novanta, il capitano Rosicky, senza neppure dare l'impressione di fare troppa fatica.
Certo, gli avversari erano tutto tranne che temibili, e occorrerà vedere cosa accadrà da ora in avanti, ma l'impressione che la Russia possa replicare l'exploit di quattro anni fa è tutto fuorchè campata in aria.


GRUPPO B


Olanda - Danimarca (0-1)

 
Prima sorpresona del torneo, con lo scivolone della squadra forse tecnicamente più forte, fermata dal palo e dalla doccia fredda ricevuta da un'avversaria coriacea e tenace come la Danimarca, vincitrice a sorpresa della competizione nell'ormai lontano 1992.
Gli Orange continuano ad essermi simpatici, essendo ormai diventati gli specialisti numero uno della sconfitta sul filo di lana superandoci alla grandissima grazie alla finalissima degli ultimi Mondiali. 
Il tempo di rifarsi, per Van Persie e soci, non manca, ma ora dovranno considerare che la prossima e decisiva sfida sarà da giocarsi con i sempre temibili panzer tedeschi.

Germania - Portogallo (1-0)


Questo è stato il match del Destino, agli occhi del sottoscritto.
Siamo nel pieno del secondo tempo, e Gomez - già marcatore nella finale persa dal suo Bayern in Champions League -, fino a quel momento poco incisivo, è sul punto di uscire per essere sostituito da Klose, quando il quarto uomo non si avvede della richiesta della panchina tedesca, e l'azione prosegue.
Proprio nel ribaltamento di fronte successivo, l'attaccante inzucca il gol vittoria contro un Portogallo che, nonostante Cristiano Ronaldo, non da l'impressione di poter fare così tanta strada, specie considerata la fame di rivalsa che ora attanaglierà l'Olanda.


GRUPPO C


Spagna - Italia (1-1)

 
Devo dire che non mi aspettavo un esordio tutto sommato così convincente della Nazionale, considerata la scarsa fiducia che nutro per un gruppo tutto sommato privo di veri fuoriclasse come il mio idolo Roberto Baggio ai tempi delle notti magiche. Gol firmato Di Natale, ma che in realtà andrebbe attribuito a Pirlo, autore di una giocata stratosferica, ed illusione di clamorosa vittoria sui Campioni del Mondo durata credo tre minuti, prima del pareggio spagnolo e della conseguente sofferenza fino all'ultimo secondo.
Balotelli inguardabile, specie quando pensa di essere al campetto o che, in quanto Balotelli, abbia diritto ad una corsia preferenziale verso il gol dove i difensori avversari restano a guardargli il deretano mentre trotterella verso la porta.
Momento cult in tribuna: la moglie di Napolitano che chiede al Presidente "Ma chi è questo?", e lui che risponde imbarazzato "Michel Platini", e di nuovo "Chi!?!?", e con l'imbarazzo che cresce una reiterata conferma "Michel Platini". Impagabile.

Croazia - Irlanda (3-1)
 

Nubi minacciose si addensano sul pomeriggio di giovedì, quando gli Azzurri incontreranno questi croati che non saranno dei fenomeni ma che appaiono cattivi abbastanza per fare polpette di una squadra perennemente indecisa come la nostra. Speriamo bene.
Intanto mi dispiace per l'Irlanda - uno dei miei paesi preferiti -, anche sfortunata - la carambola sulla testa di Given è stata a dir poco clamorosa -, e per il Trap, che comunque ha già regalato la sua perla "europea": travolto da un giocatore croato a bordo campo e trascinato a terra, allunga sportivamente la mano all'avversario per poi smadonnare come un porco non appena il suddetto gli gira le spalle. Peccato che, tempo due secondi due, il ragazzone croato si giri per stringere la mano al mister ancora una volta. Impagabile 2.0.


GRUPPO D


  Francia - Inghilterra (1-1)


Con mio sommo dispiacere, la squadra al top della mia lista delle bottigliate - la Francia, ovviamente - non ha esordito con una sconfitta, ma confido nelle prossime partite per ritrovarmi a festeggiare la dipartita dalla competizione dei nostri odiatissimi cugini transalpini.
Non che questa Inghilterra mi stia tanto più simpatica, ma quando la Francia scende in campo, automaticamente le sue avversarie acquistano punti su punti agli occhi del saloon e del suo gestore.


Ucraina - Svezia (2-1)



Seconda sorpresona dell'Europeo.
L'Ucraina - contestatissima per le scelte del suo governo -, secondo Paese organizzatore, sorprende la statuaria Svezia e si porta decisamente in vantaggio nel girone. 
Curioso il tabellino dei marcatori: Ibrahimovic porta in vantaggio gli uomini Ikea, Shevchenko ribatte con una doppietta portando a casa il risultato.
In casa Milan, dove si punta sempre sulla linea verde e sui giovanissimi, hanno pensato bene di liberarsi al volo di Thiago Silva per fare cassa e riavere Sheva in maglia rossonera.


MrFord


"Grazie Sheva, ora posso finalmente puntare ad una squadra con una rosa competitiva."
   

19 commenti:

  1. non per dire, ma la mia versione dell'europeo è nettamente migliore! :D

    e comunque forza inghilterra e forza francia ahahah!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Solo perchè metti un sacco di donne seminude!?!? ;)

      Detto questo, se parliamo di Cinema, dico anche io forza Francia e forza Inghilterra.
      Ma in quanto a calcio, neanche morto. Soprattutto per i nostri malefici cugini.

      Elimina
    2. Irriverent Escapade12 giugno 2012 21:40

      Mi metto a rischio di bottigliate....ma a me diverte moltissimo l'Europeo di Cannibal.
      E poi, esci allo scoperto, non nutri fiducia negli Azzurri, solo perche' troppi fra loro sono bianconeri !!!

      Elimina
    3. Che brutta persona questo Cannibal. U.U

      VAI ITALIA!!!!

      Elimina
    4. Irriverent, non nutro fiducia negli azzurri perchè manca un simbolo come il buon Baggino, che peraltro mette d'accordo anche me e il Cannibale! :)

      MMS, quanto hai ragione! E pensa che io me lo devo sopportare quotidianamente! :)

      Elimina
    5. Però, voglio aggiungere una cosa: ricordiamoci che Balotelli è un ventunenne e che, forse, lo si è fatto crescere nel modo sbagliato a livello professionale (ma anche a livello umano). Lo si è fatto credere un dio da quando esordì con l'Inter, dunque, è ovvio che, alla prima opportunità da "solo lui e la porta" vada nel pallone (lol) poiché carico dell'enorme macigno di cui è stato caricato. Io la penso così: è un bimbetto. Nulla a che vedere con gente come Welbeck o simili.

      Elimina
    6. Concordo in pieno, MMS.
      Balotelli avrebbe bisogno di un mentore tosto e con le palle quadrate pronto a riportarlo sulla Terra a suon di calci nel culo. ;)

      Elimina
  2. Ma và figurati se il milan vende silva per sheva...o è vera e me la sono persa sta notizia?

    Italia convincente tutto soomato secondo me, il fraseggio della spagna fa paura ma anche noi abbiamo provato a fare gioco, l'idea gli va riconosciuta.
    Poi la squadra è giovine, si farà...

    Ho sentito balotelli (che secondo me è FORTISSIMO) lamentarsi del fatto che nessuno gli aveva chiamato l'uomo alle spalle
    °___°

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fratello, Thiago Silva a quanto pare è stato venduto al PSG, Sheva invece resta dov'è, ma ironizzavo sulla politica di mercato della mia squadra! ;)

      Per il resto, un'Italia discreta, nonostante le sparate ASSURDE di Balotelli.

      Elimina
  3. Partita dopo partita sembra sempre più equilibrato questo Europeo, staremo a vedere. In genere sto dalla parte delle squadre più deboli.
    Fantastico il volo del Trap! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vincent, concordo in pieno. Staremo a vedere che succederà!
      Il volo del Trap è già un cult! :)

      Elimina
  4. mi lancio, passano ai quarti: russia, polonia, olanda, germania, italia,spagna, ucrania e francia....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ivan, vedremo che succederà.
      Ne riparliamo tra qualche giorno!

      Elimina
  5. Pensa un pò, credevo di essere l'unico ad avere il pallino di Rosicki! Idolo totale sopravvalutato e poi smarrito lungo la strada...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tommy boy, Rosicky è un grandissimo!
      Peccato si sia un pò perso con gli anni, perchè a mio parere ai tempi era un fenomeno!

      Elimina
  6. credo che l'Olanda possa dire addio a questi europei. e aggiungerei che il famigerato VAN PERSIE, da me soprannominato VAN MERDIE, ha brillato per 10 secondi, giusto il tempo di fare un gol inutile ai fini del risultato finale. Una danimarca che si fa valere (Agger fa difesa da solo) e un Portogallo partito sottotono ma che potrebbe cmq farcela. Direi basta prendersela con Ronaldo, il ragazzo non ha concluso nulla, è vero, ma rimane pur sempre un campione e soprattutto un bravo capitano. Io non tifo Italia a questi Europei, sono SPAGNA devota ed è per questo che spero vivamente che Del Bosque la smetta di voler giocare come il Barcellona e schieri Torres dal primo minuto. Balotelli...mah...bravo sì, ma Totò è meglio, ne sono sicura. Delusione sia da parte della francia(benzema amore mio che combini?) e inghilterra(la guardo solo per vedere John Terry che è e sempre rimarrà l'unico vero capitano) e delusione anche per Zlatan. Povero il mio amore. Era ucraina contro Ibra, la svezia non esiste. Mentre Sheva è sempre un campione. La germania fa paura ma questo lo sapevamo già. (anche se ora sono tutti Mario Gomez-innamorati mentre prima non se lo cagava nessuno. Io continuo a preferire Ozil.)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Immaginavo che una calciofila come te avrebbe snocciolato un commentone tosto!
      Concordo in pieno su Van Persie, sopravvalutato almeno quanto il nostro Orso Balò.
      Certo, non che io straveda per Di Natale.
      Per me, se giocasse ancora Baggio, riuscirebbe a fare meglio anche adesso. :)
      E sono anche io dell'idea che Ozil sia mooooolto meglio di Gomez.

      Elimina
    2. oh Baggio, se me lo nomini mi fai brillare gli occhi. *_*
      dopo la prestazione di oggi sono sempre piu convinta che in campo ci debba essere un certo IGNAZIO ABATE e soprattutto man of the match per 2 volte non tanto pirlo ma DE ROSSI. davvero, non me lo aspettavo.

      Elimina
    3. Baggio sarà sempre il mio numero uno.
      Non c'è storia.
      Un pò come per l'Italia in questo Europeo. ;)

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...