lunedì 5 settembre 2011

High school Cannibal

La trama (con parole mie): e quando tutti pensavano che la torrida estate avesse messo ko anche i due rivali per antonomasia della blogosfera, ecco che il sottoscritto Ford ed il sempre fastidioso Cannibale danno fuoco alle polveri per un nuovo capitolo delle loro Blog Wars.
Film a tematica musicale e musical veri e propri scenderanno dunque in campo pronti a darsi battaglia all'ultima nota: sfortunatamente per le vostre orecchie - e non solo - quest'oggi tocca al mio antagonista, ma non disperate troppo.
In fondo, domani è un altro giorno, quello della decina fordiana.


Ecco Cannibale - l'ultimo a destra - e la sua classe pronti a deliziarci con un nuovo capitolo delle loro avventure musicali.

Pensavate, o meglio speravate, che non saremmo più tornati, eh? E invece no! Dopo la pausa estiva, la nuova Blog War affronta una tipica accoppiata vincente, un po’ come figa & motori, Tom & Jerry, Cannibal Kid & Mr. James Ford, ovvero: cinema & musica, nell’accezione più ampia del termine. Sono stati compresi quindi sia i musical, che le pellicole in qualche modo riguardanti il mondo delle scene musicali e dei suoi protagonisti. Quindi “Tu gust is megl che uan” potrebbe essere il motto ideale per le Blog Wars in generale, ma in particolare per questa.

Se l’anzionotti Mr. Ford come vedrete è andato sul tradizio(a)nale, al suo solito, io mi sono invece sbizzarrito con qualunque cosa, da Eminem a Judy Garland, dai Joy Division ai Beatles, dal rap al glam, dal musical classico a quello moderno, da Bjork fino alla disco.
Alcune delle mie pellicole magari non vi piaceranno dal punto di vista musicale, altre dal punto di vista cinematografico; ognuna però vi farà immergere in un particolare mondo sonoro, visivo, sociale che va vissuto, compreso e ascoltato.
Quindi adesso su il volume, yo, perché parte la decina cannibal musical!
Cannibal Kid

1. Velvet Goldmine (1998) di Todd Haynes


Cannibal Kid Quando penso a un film che riesce a ricreare un’intera scena musicale alla perfezione, non mi vengono in mente le pellicole di Ford ma questo. Di cosa parla? Velvet Goldmine tratta del glam rock anni ’70 e in particolare del rapporto sonoro ma anche affettivo tra David Bowie e Iggy Pop; il Duca Bianco però non si è ritrovato del tutto nella sua rappresentazione (soprattutto per i riferimenti omosessuali) e allora per i personaggi sono stati utilizzati i nomi fittizi di Brian Slade e Curt Wild.
Anche senza l’approvazione ufficiale di Bowie, la pellicola riesce comunque ad essere un tuffo magnifico in quel periodo da un punto di vista musicale, attraverso una colonna sonora pazzesca con contributi di alcuni membri di Radiohead, Placebo e Pulp, oltre a pezzi d’annata di Brian Eno, Roxy Music e T-Rex, ma anche da un punto di vista socio-culturale. Cos’è il glam? Guardate questo film e capirete.
Strepitoso poi il cast, con la rivelazione Jonathan Rhys-Meyers, uno scatenato Ewan McGregor e un Christian Bale come al solito trasformista.
Una meraviglia cinematografica e musicale, cui nemmeno Ford può andare contro.
Pezzo cult: Shudder To Think “Hot One” 
MrJamesFord Sarà il relax estivo, sarà che voglio essere buono e non aggredire da subito il mio deboluccio antagonista, sarà che questo film è stato nella mia decina fino all'ultimo, ma non posso che concordare con il Cannibale.
Una pellicola luccicante ed affascinante con protagonisti ispiratissimi e perfetta nel rappresentare uno stile ed un epoca unici.
CK Come al solito, Ford non può fare altro che concordare con me e inchinarsi al mio cospetto. E, già che c’è, se mi dà pure una lustratina alle scarpe mi fa un favore…

Scappiamo, prima di dover assistere al resto della decina cannibalesca!
JF I tuoi mocassini da barca abbinati alla polo salmone non ti sfioro neanche col pensiero. Anzi, già che siamo in tema, direi che potrei dare una lucidata alle scarpe da lavoro facendole incontrare con i tuoi pantaloni firmati.
CK Almeno me le prendo, ma lo faccio mantenendo sempre un impeccabile stile! :)



2. Almost Famous - Quasi famosi (2000) di Cameron Crowe


CK Rimaniamo negli anni ’70, con un’altra storia che come Velvet Goldmine riunisce due mie grandi passioni: musica & giornalismo. Almost Famous è una storia di formazione on the road ambientata nel corso del tour di una band sul punto di esplodere, i fittizi Stillwater, e al suo interno sprigiona tutta la magia del rock’n’roll e della scoperta di un mondo nuovo (e forse anche di se stessi). Ci sono dialoghi memorabili, personaggi favolosi (dal Lester Bangs di Philip Seymour Hoffman alla Zooey Deschanel che inizia il fratellino al rock), le dinamiche di amicizia e rivalità all’interno di una band, LA Groupie per eccellenza Penny Lane interpretata da una magnifica Kate Hudson, e un sacco di scene storiche, a partire da una Tiny Dancer da brividi cantata in coro da tutto il bus.
Come fare a non inserire una pellicola del genere in una lista musicale, lo sa solo Ford…
Pezzo cult: Elton John “Tiny Dancer”
JF Altro buon film per un inizio niente male da parte del Cannibale, che finalmente mette da parte tutte le sue gigionerie da radical chic e tira fuori una storia pane e salame con parecchie scene di culto. Evidentemente la mia influenza comincia ad avere effetti benefici su questo scellerato, almeno in parte.
Unica nota stonata: il giornalismo. Che tipo di legame potrebbe avere con il mio antagonista!?!? 
CK Macchè tua influenza, questo film lo amavo già da molto prima di avere la sfortuna di incrociare te e il tuo vecchio sorpassato pensiero da Almost Ford.
JF A quel tempo, io l'avevo già visto almeno una decina di volte. Dopotutto, tra noi soltanto uno viene dagli anni settanta.

"Bye bye Cannibale! A mai più rivederci!"
CK E intanto nella tua lista non l'hai messo, preferendo inserire cose che mi hanno provocato violenti conati di vomito, come vedremo domani...
JF Evidentemente queste cose, invece di essere solo film carini, sono opere sconvolgenti che raggiungono l'intento di stupire come quelle del tuo amico Von Trier!



3. 8 Mile


CK Un film sui primi passi di Eminem, certo, e anche una fotografia nuda e cruda della scena rap della Detroit anni ’90, è vero, ma soprattutto un’ottima storia in cui chiunque, anche chi non sopporta’hip-hop, si può riconoscere: una storia di riscatto personale, sociale e artistico fatta a suon di parole e di rime, proprio come in queste Blog Wars.
E allora se era dai tempi delle sfide musicali che non c’era più stata una battaglia a colpi di rap, ecco per fortuna mia (e sfortuna vostra) che 8 Mile mi serve l’occasione su un piatto d’argento, quindi ecco la mia nuova canzone per l’estate.
Pezzo cult: Eminem “Lose Yourself”

Danza Kid-uro
Sta roba si balla più della Danza Kuduro
Ford piange uè uè con Via col vento ma poi si finge duro
io me la rido hi hi perché non me ne frega un tubo
anche se i suoi film so’ peggio di un cazz in culo
Oi oi oi, oi oi oi
Danza Kiduro
Ford vaffanculo!
Oi oi oi, oi oi oi
Danza Kiduro
Cannibal pure tu fanculo!

Sono tornato dalle vacanze esultate, puttanazze
questo è il singolo dell’estate, su ‘ste casse
a Mr. Ford ne ho date tante, con le mazze
perché i suoi film son più fastidiosi, delle tasse
E non bastava Tremonti con la riforma fiscale
ci tocca pure Ford con le sue visioni da centro sociale
fa tanto il figo con il cinema classico e banale
ma un’altra sua pellicola a me potrebbe risultare fatale

Oh cioè, ma l’avete visto Solaris?
è un film più freddo di Clooney con la Canalis
Per non parlare di West Side Story
t’è piaciuto? Allora per me tu sei proprio fuori

Oi oi oi, oi oi oi
Danza Kiduro
Ford vaffanculo!
Oi oi oi, oi oi oi
Danza Kiduro
Cannibal fanculo!
Ti spacco la cabeza
Mentre bevi una cerveza
Non ti invito a bailar
Perché te quiero solamente matar

Las manos arriba cintura sola
traducción: i film fordiani so’ proprio ‘na sola!
Le mie rime ti fan tremare le chiappe del culo?
E adesso ballati ‘sta cazzo di danza Kid-uro!

Oi oi oi, oi oi oi
Danza Kiduro
Ford vaffanculo!
Oi oi oi, oi oi oi
Danza Kiduro
Cannibal fanculo!
"Ti prego, Gesù, non farmi più sorbire la robaccia che propone Cannibale!"
JF Neanche il tempo di concedere il beneficio del dubbio, ed ecco che Cannibale subito rovina tutto con un film sì carino, sì con una colonna sonora ottima, sì con sfide rappate degne delle migliori Blog Wars, ma niente più che una visione passeggera, e soprattutto una di quelle pellicole che questa copia poco tosta del Joker guarda soltanto per la presenza dell'attricetta di turno che lo stimola in un senso molto poco cinematografico.
Ad ogni modo, per non essere da meno, ecco qui la mia hit dell'estate, ovviamente riadattata per l'occasione:

On the Ford
Hey Ford!

Cannibal è tornato,
noi che speravamo avesse telato!
Tutti stanno dalla parte di Ford!
Tutti stanno dalla parte di Ford!

Se volete festeggiare,
sapete con chi dovete stare!

Sono stupito!
Il Cannibale parla, e non si succhia il dito!
Ford è Inception, non c'è storia,
a Donnie Darko rubo la memoria,
caro Kid, stai bene attento,
in quattro e quattr'otto sei dentro Memento,
e io sono contento,
qui la musica pompa, mentre tu sei spento.
Se ne capisci guardi i film di Ford!
Se vuoi sbronzarti bevi i drink di Ford!
Pane e salame? Allora sei come Ford!
Goditela con Ford!
Tamarreggia con Ford!
Non esitare col bicchiere
butta giù tutto a dovere!
Cavalca l'onda e folleggia con Ford!
E' il tuo compleanno? Festeggia con Ford!
Vuoi viaggiare? Organizza Ford!
Brasile, Marocco,
Ibiza, Parigi
L. A., New York,
dal Nilo al Tamigi!

Certo ora sai che da Ford stai meglio che mai!
Da Cannibale, più resti e più piangerai!
Certo ora sai che da Ford stai meglio che mai!
Da Cannibale, certo tu ti deprimerai!

Lalalalalalalalalalalalala
Tutti stanno dalla parte di Ford!
CK Evito di commentare le tue bestemmie sulla povera compianta Brittany Murphy, perché dovrei venire lì a farti una qualche mossa di wrestling di cui in questo momento non ricordo il nome (sarà forse perché, come tutto il resto della popolazione mondiale, non seguo il wrestling?), e dico solo che sei ridicolo come la tua canzoncina e come quella chiappona di J.Lo! E, a colpi di tormentoni estivi idioti, chiedo: Shimbalaiê, Ford chi cazzo è?
JF Meglio se non vieni, perchè una bella Sweet chin music non te la leverebbe nessuno! E a parte il fatto che Shimbalaiè è un'ottima canzone, io ti dico che ormai il buon Cannibale ha senso soltanto in un parodico video sulla "Friday night" passata.
CK Shimbalaiè fa proprio caghè! (il resto del commento è comprensibile solo a voi pochi wrestler-nerd rimasti)
JF Guarda che il riferimento a Friday night era per il video di Katy Perry che tu tanto adori, razza di scellerato!
CK La canzone si chiama Last Friday Night e, per una volta che fai una citazione decente, se non la fai nemmeno bene per me diventa impossibile capire quello che vuole dire la tua mente distorta...
JF Scusa, ma la tua mente geniale non riesce a cogliere anche le citazioni parziali!?!?



4. The Last Days of Disco (1998) di Whit Stillman


CK Se La febbre del sabato sera con Tony Manero ci aveva accompagnato nel periodo d’oro della Disco music, questo The Last Days of Disco ci accompagna invece verso la sua inevitabile discesa (e la discesa è sempre più affascinante), e lo fa rievocando i primi anni Ottanta e l’emergere degli yuppie in una maniera fresca e leggera, proprio come la Disco music. Una pellicola che danza leggiadra insieme a una strepitosa Chloë Sevigny e a una Kate Beckinsale in versione super disco bitch sulle note di tutti i classici del genere, con dialoghi ironici ed evitando di spingere il pedale sul dramma, ricreando un’atmosfera magica e dal fascino irresistibile. Sì, proprio come la Disco music. Una roba che tu con la tua pesantezza e i tuoi mattonazzi country mica puoi capire, Ford.
Pezzo cult: Carol Douglas “Doctor’s Orders”
JF Ed ecco che comincia l'inesorabile declino della lista cannibalesca.
Un filmetto insulso, abulico, con protagonisti irritanti ed una storia che prende più o meno quanto un triangolare calcistico estivo.
Probabilmente Cannibale ancora non ha capito che qui siamo in Champions League.
Quasi il peggiore della selezione, senza dubbio.
Oltretutto, Kid: quando la smetterai di apprezzare un film solo perchè c'è qualche tipa che ti piace!?!?!?
CK Più o meno quando tu la smetterai di apprezzare un film solo perché c’è qualche fustacchione con i muscoli ben in evidenza! Ahahahaahah
E come al solito confermi la tua chiusura mentale, non riuscendo ad andare oltre i paletti del tuo campetto di periferia. Altrochè Champions League.

"Cannibale pensa che questa qui sia un'attrice migliore di Brando: non mi resta che berci su!"
JF Da campetto di periferia sarà paragonare la Sevigny a Brando, ma del resto, mi pare che a livello attoriale capisci più o meno quanto di Cinema.
CK Disse uno che domani ci proporrà il film peggio recitato (e peggio in assoluto) mai visto: Tano da morire... (scusate lo spoiler, però non sono riuscito a trattenermi)
JF In Tano da morire ci sono attori e attrici non professionisti. Purtroppo per lei, invece, la Sevigny, almeno sulla carta, lo è.
CK Sì va bene bravo. Adesso tornatene a dire le preghierine sul sacro altare della tua trinità dell'anti-recitazione Van Damme/Schwarzy/Stallone!
JF Ci vado subito, ti ricordo soltanto che non si tratta di un altare, ma di un bel sacco da riempire di cazzotti!


5. Control (2007) di Anton Corbjin


CK Come solo le migliori pellicole musicali e le migliori biografie in musica riescono a fare, questo film mi ha fatto immergere totalmente nel mondo dei Joy Division, band che prima della visione conoscevo solo per alcune cose e che da lì in poi ho scoperto in tutta la sua breve ma fondamentale discografia. La storia del gruppo, e in particolare del suo cantante e leader Ian Curtis, è fotografata in maniera visivamente perfetta e fedele allo spirito della band attraverso lo sguardo in b/n di Anton Corbijn, anche se la cosa più bella rimangono le loro canzoni.
Love will tear us apart, l’amore ci dividerà, cantava Ian. Mentre nel nostro caso, Ford, è l’odio a unirci.
Pezzo cult: Joy Division “Love Will Tear Us Apart”
JF Curtis è stato già al centro di una discussione piuttosto accesa nel corso delle Blog Wars musicali, mentre questa volta si può quasi dire che sia la salvezza di un film che senza la musica dei Joy Division - importantissima per la scena britannica dei primi anni ottanta, va riconosciuto - sarebbe stato monocorde ed insipido come un the senza zucchero.
La nota "positiva" è che finalmente comincio a riconoscere il mio avversario, tornato ad essere il fighetto senza cuore di sempre nonostante la partenza rock di Velvet Goldmine e Almost famous.
Il Cannibale perde il pelo, ma non il vizio!
CK Stai tranquillo che non lo perderò mai, anzi, non farò altro che peggiorare!
JF E meno male, altrimenti che razza di Blog Wars mettiamo in piedi!?!?



6. Dancer in the dark (2000) di Lars Von Trier


CK Se i miei primi 5 film erano sulla musica in generale, con questi altri 5 entriamo in territori più strettatamente da genere Musical e lo facciamo of course con un musical mooolto particolare e originale, cannibal style, per scappare dalla pallosa tradizione fordiana.
Che Bjork il musical ce l’avesse nelle corde già lo avevamo capito con il video capolavoro It’s oh so quiet di Spike Jonze e qui si conferma alla grande, attraverso un tour de force di sofferenze varie che quel bastardo di Lars Von Trier infligge al suo martoriato personaggio, una donna che sta per perdere la vista ma a cui capitano ulteriori numerose sfighe, da cui riesce ad evadere solo attraverso il canto e il ballo.
Come canta Bjork: “I've seen it all, there is no more to see!” I migliori film musicali sono in questa lista, domani non ci sarà più niente altro da vedere…
L’Antichrist Von Trier ti fa ciao ciao con la manina, Ford. Ah no, ho visto male: ti sta facendo il dito medio!
Pezzo cult: Bjork & Thom Yorke “I’ve seen it all”
JF Ed eccoci arrivati all'apice dell'apoteosi della schifezza della CannibaLista.
Se non ci fosse stato quel cumulo di merda di Antichrist, questo sarebbe stato senz'altro il film da bottigliate estreme più clamorosamente irritante dell'irritante Von Trier, che si può solo compatire, almeno fino a quando continuerà a dire di essere il più grande regista vivente.
Bjork non si discute, ma tutto il resto non è che la consueta sagra del sadismo - mentale e fisico - che piace tanto al buon Lars, che si sarà consumato le mani a furia di pippe pensando alla sua protagonista vessata dal primo all'ultimo minuto.
Per darvi un'idea di questa martellata nei coglioni immensa, ai tempi della sua vittoria a Cannes lo vidi due volte, per cercare di comprenderlo meglio. Mi fece vomitare anche il culo.
Tentai di nuovo un paio d'anni dopo, senza riscontrare cambiamenti negli effetti collaterali.
Al terzo giro ho deciso che di sicuro questo è uno di quei film che amerei tantissimo vedere cancellati dalla Storia del Cinema.
CK Io di certo a nessuno dei tuoi orribili musicarelli darei mai nemmeno una seconda visione. Se invece tu questo l’hai visto addirittura ben 3 volte, direi che in qualche perverso modo Lars Von Trier ha fatto centro pure su di te… Potere del Grande Cinema, quello di irritare e infastidire all’occasione, ma di non lasciare indifferenti.
JF Von Trier con questa robaccia ha fatto di se un centro, più che fare centro: per le mie bottigliate!



7. Rocky Horror Picture Show (1975) di Jim Sharman


CK Film scoperto solo quest’anno grazie a Glee, e a questo punto Ford dirà che lui sono già 36 anni che lo venera eccetera, però l’importante è averlo scoperto e amato: un musical che gioca sullo scontro tra tradizione e modernità in maniera trasgressiva, coraggiosa, eccessiva, ironica, in pratica totalmente divertente. Grande, grandissimo pregio, sono poi le musiche: dalla stupenda Science Fiction (per me una delle canzoni da musical più belle di sempre) alle contagiose Dammit, Janet e The Time Warp, la pellicola si sente che è una meraviglia. Insomma, un film ricco di pregi, ma a te Ford sarà piaciuto solo per la tua fissa per i travestiti travestimenti… Buahahaha!
Pezzo cult: Richard O’Brien “Science Fiction/Double Feature”
JF Il fatto che tu l'abbia amato così tanto mi permette, da gentleman quale sono, di soprassedere al fatto che non l'avessi ancora visto, e soprattutto al fatto che tu l'abbia scoperto solo grazie a Glee.
Niente da dire, comunque. Uno dei musical più geniali di tutti i tempi.



8. Moulin Rouge! (2001) di Baz Luhrmann


CK Moulin Rouge! ha reinventato il genere musical, portandolo via a colpi di mash-up musicali e trovate geniali dalle paludi della noiosa tradizione, quella tanto amata da Ford. Strano quindi abbia apprezzato pure lui un film tanto rivoluzionario, forse per una volta avrà provato l’assenzio anziché il suo solito white russian…
Pezzo cult: Nicole Kidman & Ewan McGregor “Elephant Love Medley”
JF L'assenzio mi piace molto, perchè come per il Cinema, anche sull'alcool mi confronto senza problemi con sapori differenti, invece di chiudermi nella mia torre d'avorio come il signor Cannibale.
Ad ogni modo, direi che questo film stupisce entrambi, pur se in modi diversi, dato che sono ancora incredulo che Kid possa aver apprezzato un film totalmente, inesorabilmente romantico pregno di quel romanticismo vecchio stile come questo.

Festeggiamo! Finalmente il Cannibale ha inserito un film decente!
CK Sapori differenti? A me sembra invece che se un film non è vecchio stile e pane e salame, non lo calcoli nemmeno… Eccezion fatta per questo Moulin Rouge!, che tu confondi per uno sterile omaggio alla classicità, quando invece il suo obiettivo è piuttosto farla a pezzi e creare un musical nuovo e totalmente distante da quello del passato. Obiettivo peraltro centrato in pieno, un po’ come la demolizione cannibale dei castelli di sabbia costruiti dal bambino Ford.
JF A me pare invece una sorta di celebrazione del romanticismo, che come tutti sanno, eccetto il troppo giovane Cannibale, è roba dell'ottocento. Più o meno il secolo fordiano, no!?
CK Vedo che ormai ti dai del vecchio da solo. Il mio compito qui direi quindi che è terminato. Adesso me ne volo via come Mary Poppins, cantando "Basta un poco di Cannibal e il Ford va giù..."
JF Il tuo compito non terminerà mai, Mary. Quindi torna pure qui a fare un altro pò di polvere.



9. Across the Universe (2007) di Julie Taymor


CK Quando vai a prendere qualcosa che è di patrimonio universale per un sacco di persone, come la musica dei Beatles, il rischio di scadere nella banalità è giusto dietro l’angolo. Questo Across the Universe invece gioca con le canzoni dei Fab Four in maniera originale, personale, andando a raccontare non solo un’epoca storica, ma anche una storia. Dentro ci sono i Beatles, la forza delle loro canzoni e degli anni ’60, ma c’è pure altro: la forza dei suoi personaggi (oltre a una forza visiva notevole), per un film universalmente bello. Ma ormai sappiamo bene quanto Mr. Ford sia allergico al bello.
Pezzo cult: Evan Rachel Wood “It Won’t Be Long”
JF Sarà originale, personale e tutto quello che vuoi, ma è più statico e monocorde di Schwarzenegger in Conan il barbaro.
Con le meravigliose canzoni dei Fab Four si poteva fare decisamente di meglio, escludendo le star - Bono e Cocker inguardabili - e puntando sull'inventiva e la varietà - le scene migliori, infatti, sono quelle in cui si osa un pò di più, come il reclutamento per il Vietnam o il quadro/strawberry -, cercando di stravolgere il più possibile gli arrangiamenti.
Che invece paiono realizzati per un musical scolastico.
Giusto giusto per i bambini piccoli piccoli.

Forza, tutti con Bono in gita a Casale Monferrato!
CK Statico e monocorde? Ma se ogni scena è un mondo a parte più di tutti i tuoi filmucoli messi insieme! Ma troppe visioni barbariche di Conan devono ormai averti irrimediabilmente rovinato il benché minimo senso della realtà…
JF Almeno il buon Conan avrebbe preso a spadate Bono, che invece qui mi devo puppare insieme al resto del peggio del finto alternativismo. Quasi quasi mi fai diventare repubblicano davvero! Ahahahahahah!
CK Tu SEI repubblicano!
JF Io no, forse ti confondi con l'ormai tuo grande amico Kid Rock!
CK Non è colpa mia: voi tamarri vi somigliate tutti ed è dura distinguere uno dall'altro...



10. Il mago di Oz (1939) di Victor Fleming


CK E chiudiamo a sorpresa con la tradizione, con un musical classico eppure parecchio inventivo e originale. Un film che ci accompagna alla fine dell’arcobaleno attraverso la strada di mattoni gialli e tutta una serie di canzoni, avventure e personaggi magici e incantati.
E alla fine ci ritroviamo tutti a cantare: “Ding dong the Ford is dead, the wicked Ford is dead!”
Pezzo cult: Judy Garland “Somewhere Over The Rainbow”
JF Come diceva Ozzy Osbourne: "No rest for the wicked!"
Il vecchio Ford tornerà alla ribalta come un Rotante, mangiando tutto l'arcobaleno dei piccoli cannibali in lacrime!
CK Siamo talmente in lacrime che in festa continuiamo a canticchiare senza sosta:
“Ding dong the Ford is dead, the fuckin’ wicked Ford is dead!”

"Le avversità sono alle spalle! La decina cannibalesca è finita!"
JF Ed io rispondo, alla Bon Jovi, "dead or alive": il succo è che di questo Ford voi cannibali non potete fare a meno!
CK Oddio, Bon Jovi! Uno più tamarro, trash e sorpassato allo stesso tempo proprio non potevi tirarlo fuori...
JF Bon Jovi mitico, altrochè! Pezzi storici che ancora oggi non stancano neanche un pò!
CK Prima che cominci a dichiarare che i Nickelback sono il più grande gruppo del mondo direi di chiuderla qui. E voi lettori cominciate a tremare all'idea di quali razza di musical possa aver tirato fuori uno che considera Bon Jovi un Dio della musica...


32 commenti:

  1. hey ragazzi, ma questi sono i migliori film musicali di sempre!

    ah già, è la mia lista...
    :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una merda mi pare esagerato, un pò come l'esaltazione del Cannibale dall'altra parte! ;)

      Elimina
    2. guarda sarà che odio il rap, che odio eminem, ma sto film l'ho trovato di uno squallore unico, il bello è che all'epoca certi critici dissero che l'interpretazione di Eminem era superlativa, da oscar (ti giuro lessi queste cose) e che in futuro avrebbe fatto grandi cose nel cinema, ahahhah si s'è visto dopo sta roba è sparito dal cinema e per fortuna direi, che rimanga a fare la sua "musica" XD

      DI sto film salvo solo Kim Basinger, sempre bellissima

      Elimina
    3. La Basinger superlativa, hai ragione, ma trovo che anche Eminem si sia difeso bene.
      Per il resto, sarà che ho lavorato per anni in un negozio di dischi, ma trovo che nell'ambito del rap si possano trovare album davvero importanti.

      Elimina
    4. non lo metto in dubbio, ci sono anche un paio di artisti del suddetto genere (Ice T e Ice Cube) che se la cavano bene non a caso entrambi hanno duettato anche con gruppi metal, Ice T con gli Slayer e Motorhead, Ice Cube con i Korn se non erro, però appunto il genere non mi piace e Eminem mi sembra molto costruito a tavolino, poi boh magari sbaglio ammetto che l'unica musica che ascolto è il metal (e hard rock) quindi forse non sono molto indicato per giudicare altri generi ;-)

      Elimina
    5. Ti consiglio, da frequentatore del genere, Black sunday dei Cypress Hill, un disco pazzesco.

      Elimina
  2. Cannibale, vedo che il tuo ego già sconfinato non ha certo imparato a contenersi, durante le vacanze! ;)

    RispondiElimina
  3. Ce ne sono di veramente mitici "Almost Famous" su tutti (per me che venderei l'anima per esser stato chitarrista in quegli anni lì). Ma tutti godibili a loro modo (Dancer In The Dark se vuoi provare il magone, Moulin Rouge per le serate senza troppo impegno, eccetera) bello bello

    RispondiElimina
  4. Gae, comprendo il tuo apprezzamento da chitarrista e i complimenti a Moulin rouge, ma il "bello bello" per la lista di Cannnibale e il magone per Dancer in the dark proprio no! ;)

    RispondiElimina
  5. *marco
    eh già, hai proprio ragione.
    tu sì che ne capisci, mica come il proprietario di questo blog/saloon in cui sono finito nemmeno io so come...
    non ti conosco personalmente, però devi essere davvero un grande!

    *el gae
    thanx!

    *mr. ford
    ford, smettila di ascoltarti dancing in the dark del boss e riconosci la grandezza di dancer in the dark!

    RispondiElimina
  6. Due Cannibali al prezzo di uno!?!?
    Potrebbero essere troppo anche per Lars Von Trier!

    RispondiElimina
  7. si ma non c'è Jesus Christ Superstar, il non plus ultra dei musical...

    però ci sono Rocky Horror Picture Show (capolavoro), Almost Famous (altro capolavoro - sono un dio dorato! il top), Moulin Rouge e Velvet Goldmine che rendono onore alla lista.
    Dancer in the dark non saprei giudicarlo come musical (che angoscia!!!), però le canzoni cantate da Bjork nel film sono davvero belle.

    comunque w il rock!!!

    RispondiElimina
  8. Vincent, per il non plus ultra dovrai aspettare domani, con la mia lista. ;)

    Detto questo, w il rock sempre!

    RispondiElimina
  9. Velvet Goldmine, Dancer in the Dark e Il mago di Oz che bellezza!
    Ford, come puoi maltrattare Dancer in the Dark?
    :)
    The Rocky Horror Picture Show non l'ho ancora visto purtroppo, ma vedrò di recuperare assolutamente.
    Però non c'è Singing in the rain. Non è solo un classico, ma un evergreen divertentissimo e gioioso.

    RispondiElimina
  10. Secondo me, i film musicali o sono dei film magnifici( vedi il numero 5 e 7) o sono delle emerite cagate( vedi tutti gli altri numeri).

    RispondiElimina
  11. Dancer in the Dark manco se m'ammazzano (Von Trier è un pazzo furioso), Il mago di Oz, Moulin Rouge, Rocky Horror, Almost Famous belllissimi tutti in modo differente, ma io Moulin Rouge lo avrei messo nei film d'amore. 8 Mile mi è piaciuto assai, ma non lo considero un film musicale.Gli altri non li ho visti.

    RispondiElimina
  12. Alma, Dancer in the dark lo maltratterò a vita! ;)
    Recupera il Rocky horror, quello sì che è un musical come si deve!

    Stepharon, io non stroncherei proprio tutti gli altri, anzi: a Control preferisco Moulin rouge, Velvet goldmine e Almost famous!

    RispondiElimina
  13. Newmoon, santa donna, non posso che concordare su Dancer in the dark.
    Ad ogni modo, se vuoi una lista davvero fantastica, aspetta di vedere la mia, domani! ;)

    RispondiElimina
  14. ne ho visti pochi, tra questi. spaccano oz e rocky horror. però ha ragione vincent. se manca jc superstar manca tanto.

    RispondiElimina
  15. Ciku, tranquilla.
    Per Jesus Christ e i titoli che veramente spaccano basterà tornare domani, per la mia lista! ;)

    RispondiElimina
  16. *mr. ford
    visto che uno solo non ti bastava, lo so quest'estate ti son mancato, beccati il doppio cannibale!

    *vincent
    ma jesus christ è più sorpassato di mr. ford e dei suoi idoli musicali anni '80 alla bon jovi! :D

    *stepharon
    a me i film musicali in generale piacciono parecchio. a parte quelli di ford di domani :)

    *new moon
    direi tutto sommato un buon bilancio!

    *ciku
    io oooodio jesus christ (superstar)!

    RispondiElimina
  17. Non proprio il mio genere, ma qualcuno l'ho visto.
    Devo ancora recuperare il rocky horror.
    Mea culpa.

    Across the universe visivamente bellissimo ma piuttosto piatterello come emozioni e trama.
    8 mile non è un musical, anche se è un buon film.
    E Notorius è decisamente meglio di Eminem, è come paragonare Zidane a Maradona.

    (Sì, lo ammetto, voglio litigare un po' con Cannibale.)
    ;)

    RispondiElimina
  18. *dembo
    grandi tutti e 4, però io preferisco nettamente eminem & zidane.
    d'altra parte anche a livello cinematrografico 8 mile dà parecchia strada (per non usare un'altra parola) al film notorious...

    e così ho sistemato pure te insieme al tuo compare ford! :)

    RispondiElimina
  19. ho il dvd di Dancer in the dark.

    RispondiElimina
  20. Come dal cannibale..un Busby Berkeley per uno, non fa' male a nessuno, questo è dal film "Footlight Parade" del 1933.
    http://youtu.be/6I3yAeyDsVQ
    Dal minuto 2.53 è uno spettacolo.

    RispondiElimina
  21. Dembo, hai riassunto in poche righe tutta la pochezza stilistica di Cannibale.
    Noi sì, che siamo veri pibe de oro! Mica come l'uomo testata - che oltretutto è anche francese, ulteriore punto a suo sfavore! -!
    E Notorius straccia Eminem pure da morto!
    Ad ogni modo, se vuoi trovare musical e film musicali fichissimi aspetta domani, quando posteremo la mia lista!

    Bert, faccio finta di non aver sentito. Altrimenti mi tocca rifilarti un Samoan Spike. :)

    Cannibale, non potrai mai e poi mai e poi mai sistemare me e il mio fratellino Dembo. Sei già finito. ;)

    RispondiElimina
  22. Harmonica, bellissimo!
    Non l'avevo mai visto, stupendo davvero.
    Forse sarà troppo Classico per Cannibale! Ahahahahahah!

    RispondiElimina
  23. *dembo
    notorious aveva un gran difetto: un produttore come puff daddy...

    *harmonica
    sui classici batti alla grande il povero ford!

    *ford
    pure maradona tra gol di mano e bamba non è che sia tutto sto eroe senza macchia...
    comunque la collezione di dvd di bert, tra closer e dancer in the dark, per te dev'essere un po' come la kryptonite. devo trovare il modo di impossessarmene, così ti anniento una volta per tutte buahaahah!

    RispondiElimina
  24. Su questo sono perfettamente daccordo con te.

    RispondiElimina
  25. Cannibale, non cercare inutilmente di arruffianarti Harmonica! Ammetti che odi i Classici e basta! :)
    Ah, Closer e Dancer li spiezzo in due, e poi te li tiro in faccia! ;)

    Fratellino, su cosa sei d'accordo, e con chi!?!?

    RispondiElimina
  26. Con kid, sulla storia di Puffy.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...