giovedì 18 aprile 2013

Thursday's child

La trama (con parole mie): altra settimana di uscite ed altra settimana di profonda desolazione. Poco altro - o quasi - da dire, purtroppo per tutti noi cinefili e spettatori.
Fortunatamente ci sono sempre le Blog Wars a tirarci su il morale. E i continui battibecchi tra il sottoscritto e Peppa Kid.

"Quello è il Cannibale!? Lo centro al primo colpo!"
Scary Movie 5 di Malcolm Lee


Il consiglio di Cannibal: Ford sì che è Scary
Io sono un patito dei film parodia. I primi due episodi della serie di Scary Movie sono fantastici e con gli altri due ho riso progressivamente sempre meno, ma ho comunque riso. Però adesso mi sa che stanno raschiando il fordo. Già in giro c’è il penoso Ghost Movie, ora pure qui si prende di mira la serie di Paranormal Activity, iniziata nel 2007…
Non è che sono arrivati un pochino in ritardo con ritmi che ricordano le lumache fordiane?
Il consiglio di Ford: Scary Cinema.
Ho sempre guardato con sospetto a robetta come questa, e normalmente quando voglio farmi quattro risate preferisco buttarmi su Kevin Smith, Edgar Wright o qualche tamarrata anni ottanta, piuttosto che sciropparmi cose di questo genere.
Lascio dunque felicemente tutto il pacchetto teen a Peppa Kid, che di certo ne sarà più felice.

Il volto dello spettatore medio al cospetto della recente programmazione italiana.
Attacco al potere - Olympus Has Fallen di Antoine Fuqua


Il consiglio di Cannibal: Ford has fallen, ma lo sapevamo già
Ucci ucci, sento odore di fordianucci. Questo Olympus Has Fallen mi sa tanto di roba un po’ action, un po’ politica, un po’ tanto fordianata. In una settimana tragica come questa può anche apparire come una cosa quasi decente, ma si può evitare comunque tranquillamente. Anche perché un attacco a Ford è molto più divertente di un Attacco al potere.
Il consiglio di Ford: Cannibal has fallen at the end of the Blog War.
Fuqua è un tamarro patinato di quelli da manuale, dunque già parte con un discreto vantaggio, qui al Saloon.
Come se non bastasse, quest'ammmereganata mi pare una versione ipertrofica e cinematografica di un episodio di 24, in bilico tra attacchi al Presidente, Nord coreani impazziti - questa cosa clamorosamente vicina al vero - e sparatorie come se piovesse.
In un periodo di magra come quello che stiamo attraversando, potrebbe quantomeno divertire e lasciare libero il rutto in una serata senza pretese.

"Non preoccuparti, ci penso io a portarti in salvo dal Coniglione!"
Nella casa di Francois Ozon


Il consiglio di Cannibal: (non entrate) nella casa di Ford
Ozon è un regista discontinuo ma comunque interessante e il cinema francese recente è spesso interessante, a parte alcune pellicolette importate in queste settimane dai nostri distributori soltanto per convincerci del contrario.
Questo misterioso Nella casa si preannuncia quindi con una gran facilità come il film della settimana. E attenzione perché potrebbe essere una delle poche piacevoli sorprese dell’ultimo periodo. Per trovarne invece qualcuna di spiacevole, il consiglio è quello di avventurarsi nella casa cinematografica (?) di Ford: WhiteRussian. Ma attenti a quello che potrete trovare al suo interno!
Il consiglio di Ford: attacco alla casa (o al Casale) del Cannibale
Ozon, che nel corso degli anni a volte mi sono ritrovato ad amare ed altre a trovare fastidiosamente radical chic, nel deserto penoso di questi ultimi mesi di uscite potrebbe rappresentare una vera boccata d'acqua fresca in attesa di tempi migliori.
Film della settimana con ogni probabilità, in grado di mettere d'accordo perfino i due antagonisti più antagonisti della blogosfera reduci del primo round di una selvaggia Blog War.

Il vecchio Ford e Peppa Kid nel pieno di una delle loro pause di riflessione.
Passione sinistra di Marco Ponti


Il consiglio di Cannibal: passione sinistra, e non si parla di quella di Ford per il wrestling o per il brutto cinema e nemmeno di quella per il brutto cinema con attori wrestler
Questo Passione sinistra sembra piazzarsi nel filone innocuo della commedia italiana a tematica vagamente politica. Solito scontro tra stereotipi sulla destra e sulla sinistra che potrebbe regalare anche qualche risata (1 o 2, non di più), però il regista e sceneggiatore è Marco Ponti, quello del caruccio Santa Maradona, e quindi potrebbe anche essere uno dei pochi film italiani degni di una (mezza) visione degli ultimi tempi. Niente di imperdibile, comunque, al contrario della doppia Blog War su attori/attrici attualmente in corso tra me e Ford. Molto più intrigante di qualunque sfida tra sinistra e destra.
Il consiglio di Ford: passione sinistra, ovvero quella che Peppa Kid condivide con Lars Von Trier per le fighe di legno.
Ricordo i tempi dell'uscita in sala di Santa Maradona, ormai più di una decina d'anni fa, quando si pensava che Marco Ponti sarebbe stato un volto nuovo e convincente del Cinema italiano. Poi sono arrivate cose trascurabili come A/R - Andata e ritorno e l'inevitabile declino, culminato con questo Passione sinistra, che mi attira più o meno quanto un consiglio in fatto di donne del Cannibale.
Lascerò, dunque, che sia lui a sciropparselo in attesa di tempi migliori - che comincio a dubitare arriveranno mai -.

"Ora chiamo er Bufalo e je faccio sistemare Katniss Kid!"
Sono un pirata, sono un signore di Eduardo Tartaglia


Il consiglio di Cannibal: Ford è un pirata, ma non un signore
Giorgia Suina, ehm Surina e Francesco Pannofino in una commediola che si direbbe una sorta di anti-cinepanettone. Anche se poi magari naufraga dalle parti del vero cinepanettone…
Io che sono un signore, lascio a quel pirata di Ford il piacere di scoprirlo!
Il consiglio di Ford: Ford è un pirata, Cannibal Kid una signorina
Non contenti di proporci Passione sinistra, i distributori italiani confezionano un bel regalo per noi spettatori proponendo l'ennesima inutile commedia con il sempre più presente Pannofino, che da idolo in Boris sta cominciando a diventare troppo presente ed indigesto.
Rimbalzo dunque ogni tentativo di Peppa Kid di lasciare che sia io a sciropparmelo e rigiro a lui la patata bollente. Ammesso che così si possa chiamare questa roba bollita già in partenza.

"Dici che Ford e Cannibale ci bottiglieranno?" "Secondo me di sicuro!"
Sheer di Ruben Mazzoleni


Il consiglio di Cannibal: sheer potrebbe non essere una shiit
Sul sito MYmovies sotto il titolo Sheer si specifica: “Il nuovo film di Ruben Mazzoleni.”
Al che mi sono chiesto: “Sti cazzi, esce un nuovo film di Ruben Mazzoleni e nessuno mi dice niente?”
Poi dopo qualche secondo ho realizzato: “Ma chi cazzo è, Ruben Mazzoleni???”.
Girato a New York con stile Sundance, devo dire che guardando il trailer non sembra manco un film italiano. Infatti è una produzione americana e di italiano c’è solo il regista, un caso di cervello in fuga dal nostro paese.
Il caso di Ford invece è diverso: quello è solo un cervello fuggito dalla sua testa, non dall’Italia…
Il consiglio di Ford: New York, sola andata.
Per quanto il trailer della nuova, "attesissima" pellicola di Ruben Mazzoleni - ma chi sarà mai, poi!? - non sia da buttare come ci si aspetterebbe, non credo proprio che i pochi che tenteranno la visione si troveranno di fronte la rivelazione del momento.
Anzi, ci sono buone probabilità che tutto finirà in una tempesta di bottigliate.
Considerato l'andazzo delle uscite, preferisco fare finta di nulla e recuperare qualcosa di vecchio e decisamente più valido - almeno sulla carta -.

"Basta bere leggero. Ora ti offro un White Russian come si deve!"
Il ministro - L’esercizio dello Stato di Pierre Schoeller


Il consiglio di Cannibal: se fossi un ministro eviterei di fare uscire film del genere
Se Nella casa sembra un film francese di quelli da non perdere, questo figura invece tra quelli che se uno si perde non succede niente. Come i post di Ford che ormai sono uno la replica dell’altro. Eh cambia un po’ reportorio, Jimmy Bobo Ford!
Il consiglio di Ford: L'esercizio del Saloon consiste nel prendere spesso e volentieri a bottigliate il Cannibale.
Sono davvero sconvolto del fatto che, ultimamente, oltre ad una qualità infima delle uscite, ci ritroviamo a dover fare il conto con un numero di proposte esageratamente alto, tanto da farmi rimpiangere i tempi in cui si poteva far parlare di bei film perfino al mio antagonista, mentre al momento ci siamo ridotti a stuzzicarci tra noi per evitare di pensare alle alternative dei distributori.
Se continua così, dovremo inventarci una Blog War a settimana per mantenere alto l'umore.

"Ford, tieniti pronto: entro qualche secondo oscureremo Pensieri Cannibali!"

Treno di notte per Lisbona di Bille August
 
 
Il consiglio di Cannibal: no no no (tre-no)
Film svizzero-portoghese dal cast di alto livello: Jeremy Irons, Melanie Laurent, Charlotte Rampling, Christopher Lee, Bruno Ganz, l’ottimo Jack Huston di Boardwalk Empire. Si preannuncia piuttosto interessante…
Poi ho visto il trailer e mi ha messo addosso una tristezza infinita e mi sono chiesto: “Dove sono capitato? A Lisbona o su WhiteRussian?”.
Il consiglio di Ford: invece di andare al Cinema, prendete un low-cost e andate a Lisbona, che merita!
Saltando a piè pari un titolo che pare noioso perfino per un esperto di film noiosi come il sottoscritto, prendo questo spazio per darvi un consiglio turistico: se potete, fatevi un bel weekend a Lisbona, una città fantastica, decadente e torbida come solo i grandi porti sanno essere. Sarà un'esperienza che vi ricorderete tutta la vita.

Katniss Kid ed il vecchio Ford al momento di impaginare la rubrica.
 Nina di Elisa Fuskas


Il consiglio di Cannibal: nein
Non tutti i film italiani vengono per nuocere. O forse sì?
Nina dal trailer non pare nemmeno una ciofeca assoluta e poi c’è Diane Fleri che con quel neo sulla faccia e con il suo accento franscese a me fa impassire!
Non credo sarà ‘na roba imperdibile, però il cinema italiano recente ci ha proposto ben di peggio…
Il consiglio di Ford: Ni-No.
Affrontare questa rubrica ormai divenuta interminabile sta diventando un'impresa per la quale neppure le forze congiunte del sottoscritto e del Coniglione potrebbero bastare: e sempre più spesso, anche quando i film proposti non sembrano poi completamente da buttare, non ci sono altre energie se non quelle che permettano di passare oltre e sperare per il meglio in occasione del weekend successivo.

"Quante volte devo ripetertelo, Cannibal!? Con te non ci esco!"
Razzabastarda di Alessandro Gassman


Il consiglio di Cannibal: si parla per caso della razza fordiana?
Esordio alla regia del raccomandato Alessandro Gassman, che già non mi è mai piaciuto come attore, mi sa tanto di porcheria finto autoriale o, per dirla con snobistiche parole fordiane: radical-chic.
Gassman avrà girato il suo personale L’odio e riuscirà a smentirmi?
Faccio il bastardo e dico che ne dubito…
Il consiglio di Ford: razzadiscellerati, questi distributori.
Alessandro Gassman, che si può tranquillamente sognare di poter essere all'altezza del padre, fa il suo esordio dietro la macchina da presa con un film che mi pare più radical chic perfino dei consigli del mio antagonista.
Secondo voi preferirò cimentarmi con questa visione o passarmi una serata con il Fordino?

"Peppa, tu e Ford dovete stare molto attenti, quando sparate i vostri giudizi senza capo ne cosa a proposito di Cinema italiano!"
Bomber di Paul Cotter


Il consiglio di Cannibal: bombardiamo tutti Ford!
Ma Bomber non è il film con l’idolo fordiano Bud Spencer e l’idolo cannibale Jerry Calà?
No, si tratta di un film britannico addirittura del 2009 che racconta di un ottantenne (interpretato dalla rivelazione Mr. James Ford al suo esordio come attore) che vuole tornare in Germania.
Non si sa bene perché abbiano deciso di distribuirlo solo ora, comunque mi sa che di libide in questo film e più in generale in questa settimana ce ne sarà ben poca.
Il consiglio di Ford: andatevi a recuperare Bomber, quello vero.
L'unico merito di questo recupero inspiegabile dei distributori è stato quello di stimolare la voglia di recuperare quello che è stato uno dei cult assoluti della mia infanzia, nonchè, forse, il più bello tra i film con il mitico Bud Spencer.
Dunque fingerò che sia stato quello ad uscire, ed approfitterò per un post-amarcord in proposito.

Bud Ford e Jerry Kid.

19 commenti:

  1. Mamma mia...forse "L'olimpo è caduto", giusto così, per rilassarsi un pò...il resto è una vera schifezza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A quanto pare Ozon merita, per il resto nebbia assoluta! :)

      Elimina
  2. Scusate bimbi, ma l'ultimo film di Rob Zombie non lo prendete in considerazione? Fate bene perchè fa schifo, però è uscito, eh? :)
    Sheer l'ho visto (più o meno, che a un certo punto mi sono addormentata) in anteprima a dicembre, alla presenza del regista, che è un torinese trapiantato a NY. Ha una splendida fotografia in b/n e non è così pessimo. Insomma, per quello che ho visto prima di addormentarmi...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Poison, Sheer mi sa di roba super radical che mi evito volentieri, mentre il vecchio Rob esce il 24, quindi siamo sul pezzo! :)

      Elimina
  3. Ozon senza dubbio, qualche chance per Gassman jr. Secondo me la cosa peggiore è il treno di (yawn) notte (ronf) per ehm Lisbzzzzzzz...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Più o meno è la stessa reazione che ho avuto io leggendone! Ahahahahaha! ;)

      Elimina
  4. vedo che la doppia blog war ti sta proprio sfinendo.
    questa settimana nel fare le didascalie non hai nemmeno fatto finta di impegnarti... :D

    e comunque: Nella casa film imperdibile!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mea culpa. È finito a scriverle alle 5 del mattino e si sa che i vecchietti come noi hanno bisogno di riposarsi per dare il meglio di sé!

      Cmq il mio commento vero é: quando arriverà una settimana cinematografica da libidine doppia libidine libidine con i fiocchi?

      Elimina
    2. Peppa, effettivamente con Julez si è fatto tardi, e dato che non ho più l'età, preparare il post alle cinque del mattino ha limitato le mie capacità mentali ben più delle tue proposte balzane! ;)

      Elimina
  5. io me ne vedrò qualcuno...
    ieri ho visto "L'ipnotista" ed ho capito perché gli scandinavi non devono fare cinema

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Patalice, ti ricordo che tra gli scandinavi c'è gente come Bergman, quindi non la sparerei così grossa! ;)

      Elimina
  6. credo di buttarmi con "Nella casa" sperando bene!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pare sia una bomba, mi ci butterò anche io!

      Elimina
  7. nella casa stra-vince!
    comunque di questa settimana sembrano interessanti Bomber e Il Ministro. devo ammettere che sono incuriosito pure da Razzabastards e Passione sinistra.
    Attacco al potere me lo sparerò di sicuro, prima o poi :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Frank, sei praticamente l'unico che ha trovato spunti interessanti in quest'ennesima settimana fiacca: mitico! :)

      Elimina
  8. Attacco al potere sembrerebbe una bella tamarrata come piace a noi, e il trailer spacca di brutto.
    ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho anche io quest'impressione, Fratello! Speriamo bene! :)

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...