venerdì 14 settembre 2012

Last friday night

La trama (con parole mie): neppure il tempo di polemizzare almeno un pò a proposito della Giuria dell'ultimo Festival di Venezia - o dei premi assegnati, o di Malick fischiato - con il mio antagonista numero uno Cannibale ormai noto come la Regina delle suocere, e subito si riparte con i consigli legati alle uscite del weekend, che con il sopraggiungere dell'autunno si fanno decisamente interessanti.
E così, in bilico tra Leoni d'oro e dubbi d'autore, ecco i Batman e Joker della blogosfera tornare a confrontarsi sulle proposte che ci attendono nei prossimi giorni in sala: quali saranno i consigli più sensati? Inutile anche farsi venire dei dubbi!


"Cannibale, vai pure a quel paese insieme al tuo amico Terrence!"

Prometheus di Ridley Scott


Il consiglio di Cannibal: poco promethente
Punto primo, odio la saga di Alien.
Punto secondo, odio quell’alien di Ford.
Punto terzo, pare che questo film abbia fatto cacare persino parecchi fan della serie sci-fi che a me fa solo schi-fi.
Detti tutti questi tre punti, una visione potrei pure dargliela. Perché negarmi la possibilità di fare una bella recensione stronzatur… ehm, stroncatura?
Non sono mica un bonaccione come Ford che vuole sempre parlare bene di tutti. Tranne quando c’è da parlare di film davvero grandi, come The Tree of Life o Melancholia o La guerra è dichiarata, e solo allora si decide a parlarne male. Dimostrando così di essere il blogger cinematografico meno promethente dell’intera rete internet mondiale.
UPDATE: ho visto il film e non mi è nemmeno dispiaciuto del tutto, per 2/3 almeno, perché la parte finale fa pena. Comunque è guardabile, ma chi si aspetta un capolavoro temo rimarrà deluso e, nel caso di Ford, fetuso.
Recensione cannibale prossimamente.
Il consiglio di Ford: di sicuro più promethente dei pareri del Cannibale.
L'ultima fatica di Scott, malgrado gli effettoni, l'hype e il cast davvero niente male, non ha riscosso il successo che tutti i suoi fan speravano oltreoceano, e promethe di essere un ottimo candidato alle
bottigliate, che spesso e volentieri colpiscono quando anche i grandi registi deludono - vedi Malick -.
E Ridley Scott è un grande regista, per quanto ne possa sparlare quella vecchia suocera del Cannibale: in fondo, uno che snocciola cose come I duellanti, il primo Alien - che non è piaciuto solo al Cucciolo
- e Blade runner una chance la merita sempre. Fosse anche solo per prendersi una bella ripassata dal sottoscritto.

"Dannazione, i film proposti dal Cannibale sono sempre più nauseanti!"
Che cosa aspettarsi quando si aspetta di Kirk Jones


Il consiglio di Cannibal: chiedetelo a Ford
Che cosa aspettarsi quando si aspetta?
Ford ne deve sapere qualcosa, visto che al momento è in dolce attesa. Ebbene sì, per seguire in tutto e per tutto le orme del suo idolo Arnold Schwarzenegger, ha fatto come lui in Junior ed è rimasto incinto.
Il padre del nascituro? Secondo il sito di gossip TMZ, potrebbe essere Sylvester Stallone o Jean-Claude Van Damme, ma sembra che anche Mario Balotelli abbia richiesto il test del DNA.
Che cosa aspettarsi invece da un film che si intitola Che cosa aspettarsi quando si aspetta? Se va bene, una commediola scacciapensieri con un cast all-stars. Se va male, cosa più probabile, una schifosa porcheria con un cast all-stars come Capodanno a New York.
Il consiglio di Ford: non aspettatevi che vada a vedere una roba del genere.
A volte mi chiedo come sia possibile che schifezze abominevoli da comparsata di attori in cerca di una sontuosa retribuzione riescano ad essere distribuite ottenendo un successo ben maggiore di film di
qualità. Forse perchè continuano ad esistere personaggi di dubbio gusto come il mio antagonista che appena sentono parlare di operazioni modaiole sono sempre in prima fila con la bava alla bocca come fosse il primo giorno di saldi. Io mi godo la mia dolce attesa facendo finta che titoli come questo non esistano.

"Caro, preferisci sia maschio o femmina?" "Basta che non sia il Cannibale, e sarò l'uomo più felice del mondo!"
È stato il figlio di Daniele Ciprì


Il consiglio di Cannibal: chi vi ha consigliato un film schifoso? È stato il Ford!
È stato il figlio è stato presentato a Venezia e vanta come protagonista Toni Servillo, però…
Mi attira meno di zero o, come si dice dalle mie parti, meno di Ford.
Se proprio si rivelerà una visione bellissima, da non perdere, segnalatemelo. Altrimenti me lo risparmio in scioltezza.
Mi stavo rivolgendo ai magnifici lettori di Pensieri Cannibali e a quelli meno magnifici di WhiteRussian che però potrebbero diventare più magnifici se solo si spostassero su Pensieri Cannibali. Ford, tu invece segnalamelo se a te ha fatto schifo, in tal caso potrebbe risultare un film davvero interessante.
Il consiglio di Ford: chi è più rigido di una vecchia zitella, ha i gusti di una pischella adolescente ed ha reso la critica cinematografica online un giocattolo per il suo ego smisurato? Il Cannibale, of course.
Servillo a parte - che ormai è davvero ovunque e comincia a darmi sui nervi - il film dell'ottimo Ciprì è stato presentato a Venezia con un buon successo, e nonostante in qualche modo rappresenti il tipico film
italiano che potrebbe irritarmi mi ha molto incuriosito, specie se le voci che lo vedono come un erede della grande tradizione del neorealismo si rivelassero fondate.
Dalle mie parti è segnato, come ogni proposta che fa storcere il naso al Cannibale.

"Cucciolo, vieni fuori! Smettila di nasconderti, o ti scateno contro il Ford!"
Gli Equilibristi di Ivano De Matteo


Il consiglio di Cannibal: in equilibrio tra “non lo vedrò mai” e “magari lo vedrò se proprio tutti gli altri film del mondo finiscono”
Altro film italiano proveniente da Venezia. Pure questo non è che mi attizi tanto quanto i pollici di Megan Fox, però mi ispira un pochino di curiosità in più rispetto a È stato il Ford. Ma comunque mi ispira davvero poco e allora, se a Venezia l’hanno presentato nella sezione Orizzonti, a casa mia lo si vedrà lontano lontano, sull’orizzonte.
Ford? Lui nemmeno all’orizzonte. Ho reclutato un branco di Expendables, che in quanto mercenari non si sono fatti scrupoli a “tradirlo” per un pacco di steroidi, in modo da tenerlo il più possibile lontano dalla mia vista.
Il consiglio di Ford: l'equilibrio mentale del Cucciolo eroico è ormai compromesso.
Questo mi pare proprio uno di quei film pubblicizzati tanto per fare dai finti alternativi e presunti geni del Cinema come il mio antagonista dai quali io mi tengo felicemente alla larga, un pò come il Cannibale dal Cinema divertente e spensierato.
Lascio dunque lui e pellicole di questa risma sprofondare oltre l'orizzonte dell'oblio, e passo oltre per cose decisamente più degne di nota.

"Ascolta, devo proprio dirtelo: questo taglio di capelli fa pietà. Somiglia troppo a quello del Cannibale."
Pietà di Kim Ki-duk


Il consiglio di Cannibal: che Ford abbia Pietà di noi
Il recente vincitore della Mostra del Cinema di Venezia è un film che sembra interessante, di certo è il più promethente della settimana. Considerando come il mio rapporto con Kim Ki-duk finora è stato piuttosto soporifero, grazie alla visione di Ferro 3 sponsorizzata proprio da Mr. James Boring, non posso però garantire che il mio entusiasmo sarà pari a quello della giuria di Venezia.
Che poi, a dirla tutta, Michael Mann e gli altri giurati del festival avrebbero voluto dare il Leone d’Oro a The Master dell’immenso Paul Thomas Anderson, salvo poi scoprire che non potevano assegnare più di 2 premi allo stesso film e decidendo così di ripiegare sul film di Kim Chiiiii?-duk.
E adesso Ford, dicci la tua opinione ma abbi Pietà di noi ed evita di raccontarci tutta la tua vita prima di arrivare a parlare del film…
Il consiglio di Ford: abbiate pietà del Cannibale e delle sue discutibili prese di posizione.
Kim Ki-Duk è uno dei registi più importanti che l'Oriente abbia lanciato negli ultimi vent'anni, nonchè l'unico - forse con Bong Joon Ho - a raccogliere l'eredità del primo Kitano. Pietà - o Pieta, come in originale -promette di essere un ritorno alla durezza dei suoi primi lungometraggi, roba da far tremare i mobili molto più dell'ormai perso per strada Park Chan Wook.
Film della settimana - e forse uno di quelli dell'anno - a mani basse, nonostante anche al sottoscritto sia dispiaciuto non veder premiato The master, uno dei titoli più attesi della stagione anche al Saloon.

"Non ho trovato un castoro, ma secondo me al vecchio Mel va bene anche questa!"

31 commenti:

  1. Dal trailer, il film di Scott sembrava parecchio interessante, però poi ho approfondito un po' e devo dire che sembra non convincermi affatto... dovrò vederlo a tutti i costi a questo punto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pesa, anche io sono curioso di scoprire se saranno bottigliate o no per Scott: considerato che non è dispiaciuto al Cannibale, le probabilità aumentano! Ahahahahah!

      Elimina
  2. Direi Scott (che bene o male, anche quando non convince, fa le cose fatte bene). Forse Kim Ki Duk: anche se per vedere cose così c'è da avere lo spirito giusto e la possibilità di non relegarlo ai rari momenti di tranquillità (di solito dopo le 22,30 di sera, dove osano le palpebre)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah! Consiglio da babbo a futuro babbo: schifa i ilm dove parlano di bambini e di parti... prima del parto ma soprattutto dopo. ;)

      Elimina
    2. Scott sarà uno dei prossimi passaggi di casa Ford insieme a Bourne, anche se attendo fervente di recuperare Kim Ki Duk, uno dei più grandi degli ultimi dieci anni.

      Per quanto riguarda i film sull'attesa, mi sa che non scamperò a quest'ultimo, anche perchè Julez è molto curiosa in merito, quindi ci scapperà anche quello, e dovrò fare buon viso a cattivo gioco per farmi perdonare le varie scelte autoriali! ;)

      Elimina
  3. Dalle mie parti è uscito solo Prometheus e, OMGbleagh!, Cosa aspettarsi quando si aspetta.
    Indovina un po' su quale mi fionderò nonostante non sia una fan sfegatata del genere?
    Però mi ispirano anche quello di Ciprì e Pietà, magari li recupero.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Babol, secondo me Cosa aspettarsi quando si aspetta sarà una schifezza colossale, mentre Prometheus potrebbe anche rivelarsi interessante.
      E' stato il figlio anche secondo me è da recuperare, ma il primo della lista resta Pietà.

      Elimina
  4. oh, dopo una settimana decente, vedo che i tuoi didascalisti se ne sono già tornati in vacanza, lasciandoti con le pive nel sacco e a noi con delle vignette che gridano... pietà uahaha :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dici così soltanto perchè Kim Ki Duk ha fatto il culo al tuo amichetto Terrence, ammettilo! ;)

      Elimina
  5. Kim Ki-duk non me lo perdo per nessuna ragione al mondo! Dopo alcuni film un po' sottotono sembra sia tornato alla grande e non vedo l'ora di godermelo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Joy, ti capisco al cento per cento: Kim Ki Duk è uno dei più grandi della "nostra generazione", e ho sentito parlare effettivamente benissimo di questo Pietà, che tutti stanno paragonando ai suoi primi film.
      Magari riuscisse a tornare ai tempi di Bad Guy! ;)

      Elimina
  6. Sono indecisissima su Prometheus (l'h l'ho messa a caso) ma Pietà non me lo voglio perdere. Che ferro3 resta uno dei film più belli visti negli ultimi anni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Kim Ki Duk non me lo perdo neanche io.
      E Prometheus è già pronto per passare sui miei schermi: pochi giorni e lo posto.

      Elimina
  7. La Lopez è di nuovo incinta? Non ne ha già fatti due di film così? Le altre le vedo piccole e sfuocate, ma non ho avuto il coraggio di ingrandire la locandina..
    Aspetto la recensione, se avrai il coraggio di guardarlo, voglio proprio ridere ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Considerato che Julez era molto curiosa rispetto all'argomento, mi sa tanto che passerà da queste parti.
      Sto già preparando le bottigliate. ;)

      Elimina
    2. Benissimo, se ti servono altre bottiglie, le recupero dal cassonetto (sono prevenutissima) e te le passo!

      Elimina
    3. Difficile che rimanga senza bottiglie, comunque tengo buono l'eventuale supporto!

      Elimina
  8. dalle mie parti o mangi la minestra Scott o zompi la finestra...

    RispondiElimina
  9. Prometheus sarà sicuramente una delle mie prossime visioni anche se ci spero veramente poco. Mi incuriosisce molto pure quello di Ciprì. Su quello di De Matteo ancora non ho pareri poiché non ho letto niente e non ho visto manco il trailer. Per Ki-duk ho invece bisogno dello stato mentale giusto. Quello delle gravidanze mi attira poco, ma non escludo una visione domestica nel futuro.
    Comunque credo si possa affermare che la stagione sia ripartita alla grande!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero anche io che la stagione sia ripartita bene! Prometheus sarà uno dei prossimi insieme a Bourne, seguiranno Bellocchio e Kim Ki Duk.
      Poi il resto.

      Elimina
  10. corri sul mio blog, sei stato nominato! baci, pa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pa, sono passato, ma non ho capito cosa devo fare!

      Elimina
  11. Prometheus lo vedrò, mangio la fantascienza con il pane e quindi...per il resto evito i film con: Bobulova, Buy, Finocchiaro, Littizzetto, Cucciari (anche se le ultime quattro non sono presenti nei film presentati, fa sempre bene rinfrescarsi la memoria).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Harmonica, dici giusto!
      Intanto anche io spero di vedere - magari stasera - Prometheus!

      Elimina
  12. Dovrei procedere anch'io con "Prometheus", anche se ammetto che non è propriamente quello lo sci-fi che mi fa impazzire. Vorrei più che altro rendermi conto in sala del lavoro fatto dal buon Ridley, l'uomo a cui devo comunque TUTTO per l'ineguagliabile "Blade Runner".

    Detto questo, mi interrogo: ma perché la faccia di Valerio Mastandrea è sempre più devastantemente TRISTE ogni giorno che passa?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cioè perché quest'uomo langue?

      Elimina
    2. Defez, secondo me langue perchè ha visto troppi film consigliati dal Cannibale! Ahahahahahahah! ;)

      Elimina
    3. Harmonica, sicuramente si sfonda di canne, ma secondo me c'entra anche il Cannibale. ;)
      Oppure ha visto l'ultimo di Malick a Venezia! Ahahahahahah!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...