venerdì 2 marzo 2012

Last friday night

La trama (con parole mie): ennesima settimana non particolarmente esaltante per le uscite in sala, come al solito radiografata con perizia dal sottoscritto e leggerezza dovuta ad età e lacune cinematografiche da parte del mio antagonista Cannibale.
Certo, tra proposte italiane quasi mai all'altezza e rischi di cadute di registi potenzialmente interessanti, le prospettive non sono affatto buone, ma cosa volete farci? Dobbiamo fare buon viso a cattivo gioco ed accontentarci di quello che arriva.
Un pò come me, quando mi ritrovo a dover scambiare mail su mail con il suddetto rivale per la programmazione di questa rubrica.

"Forza, Cannibale! Diamo fuoco alle pellicole italiane di scarsa qualità!"
 
Henry di Alessandro Piva


Il consiglio di Ford: torniamo alla pioggia di sangue.
Onestamente, la trama di questo ennesimo sottoprodotto italiano non mi pare neppure male. Eppure c'è sempre il fatto che i sottoprodotti italiani, soprattutto se spinti e presentati come sorte di Capolavori, finiscono per insospettirmi più delle usualmente scombinate scelte cinematografiche del mio antagonista.
A meno di particolari sconvolgimenti, passo.
Il consiglio di Cannibal: meglio Henry Potter?
Io con i sottoprodotti italiani c’ho già sempre a che fare, mi riferisco a quel sottoblogger di Ford. Quindi con questo filmetto non mi ritrovo di fronte a qualcosa di nuovo.
Il trailer non lascia sperare niente di buono, un po’ come quando siete in giro su Google e per sbaglio finite su un sitarello di nome WhiteRussian e non vi sembra un granché, poi cominciate a leggere i post e le cose vanno ancora peggio ahahah… Però c’è quella cagna di Corinna di Boris, ovvero Carolina Crescentini, e come al solito mostra pure le zinne (intendo nel film, non nel sito WhiteRussian). Quindi decidete voi se questo può essere un motivo sufficiente per vederlo (intendo ancora il film, non WhiteRussian che è sconsigliatissimo sempre e comunque!).

"Tieni, Cannibale! Questo è da parte di Ford!"
The woman in black di James Watkins


Il consiglio di Ford: Eden Lake dove sei?
L'autore del tesissimo e tostissimo Eden Lake (http://whiterussiancinema.blogspot.com/2011/06/eden-lake.html) torna con una ghost story da grande produzione che non sta raccogliendo i frutti che avevo sperato per questo talentuoso autore.
Sarà colpa del buon Harry Potter!?!?
Forse, ma la mia curiosità in proposito è parecchio scemata.
Che si tratti dell'ennesimo caso di un regista promettente soggiogato dalle major?
Sinceramente spero di no, ma sento odore di bottigliate. Un pò come quando mi trovo a conversare con il Cannibale.
Il consiglio di Cannibal: The Potter in black? Brrrrr, che paura!
Uh, questo film non vedo l’ora di vederlo, giusto per massacrare ancora un po’ quell’odioso di un Harry Potter che da quando è finita la saga un po’ mi manca.
Non è vero.
Grazie a Ford, una volta tanto fonte di una news interessante e non dei suoi soliti aneddoti da pensionato, scopro però che il regista è quello di Eden Lake e quindi potrebbe non essere la solita cazzatona. Però al giorno d’oggi il nome del regista non è una garanzia sufficiente, vedi le ultime fatiche (per noi spettatori) di Spielberg, Cronenberg, Almodovar e Scorsese… E poi la cosa che potrebbe spaventarmi di più in questo film mi sa che non saranno le atmosfere gotiche, bensì l’interpretazione di Radcliffe Potter!

"Ti ho riconosciuto! Tu sei Cannibal Potter!"
50 e 50 di Jonathan Levine


Il consiglio di Ford: può essere che sia anche 100.
Questo film, già cult per numerosissimi bloggers - tra i quali spicca anche il mio antagonista - ha tutta l'aria di poter diventare il titolo della settimana e non solo.
Un cast che mi ispira e appare ispirato, un tema scomodo affrontato con sregolatezza, e la capacità di far ridere tenendoci pronti a sfoderare i lacrimoni.
Dunque, per una volta, mi schiero con il Cannibale, e vi dico: guardatevelo senza badare alle probabilità!
Il consiglio di Cannibal: da vedere al 100%
Uno dei film più belli di questo inizio d’anno, già da me abbondantemente osannato qui http://pensiericannibali.blogspot.com/2012/01/5050-hey-ci-stai-fifty-fifty-con-me.html
50/50 è un dramma che riesce a essere commedia, o forse una commedia che riesce a essere dramma.
Guardatelo e non ve ne pentirete! Le probabilità che non vi piaccia sono di 1 su 100, e questo 1 su 100 potrebbe essere il solito Ford rompipalle di turno…

"Cannibale, forse è meglio se i capelli te li lasci tagliare da Ford!"

Safe House - Nessuno è al sicuro di Daniel Espinosa


Il consiglio di Ford: nessuno è al sicuro, soprattutto da film come questo!
Il buon Denzellone, nel corso della sua carriera, è stato protagonista allo stesso modo di pellicole memorabili - Inside man, Philadelphia, He got game - e di altre decisamente dimenticabili.
Safe house ha tutta l'aria di poter entrare senza troppi problemi nel club delle seconde, accompagnato da schifezze mortali come Unstoppable.
Se proprio, dunque, volete farvi del male con una copia scialba del già non eccelso Training day, accomodatevi pure.
Ma sarà come scegliere il Cannibale al posto di Ford. Ahahahahahah!
Il consiglio di Cannibal: cazzata di sicuro
Action-spy-thriller che negli Usa sta riscuotendo un ottimo successo, a me sa di probabile Fordata pazzesca. Ovvero un film tutto inseguimenti, salti ed esplosioni già visto e stravisto.
E comunque Training Day era una discreta figata e, per parafrasare Denzellone in quel film: Ford Kong non è un cazzo in confronto a me!

"Ho ascoltato i consigli del Cannibale, e sono finito a chiedere l'elemosina!"

Gli sfiorati di Matteo Rovere


Il consiglio di Ford: un film così, non lo sfioro neanche con un fiore. Ma con le bottigliate, eccome!
Ennesima proposta italiana che garantisce scarsa qualità.
Si continua a cercare di imitare registi europei di talento e successo sfornando schifezze finto alternative come questa finendo per affossare sempre di più una realtà che qualche decennio fa era la più florida del mondo in ambito cinematografico.
E non solo.
La dolce vita è proprio finita.
Il consiglio di Cannibal: prova a sfiorarmi Ford, e scatta la denuncia!
Il cast di questa ennesima uscita italiana (ben 4 questa settimana!) non è malaccio. Una volta detto questo, il film ha altissime probabilità di essere comunque una di quelle visioni utili per quando voglio massacrare una pellicola come si deve. E in quel caso non è che la sfioro con le mie critiche, ma sono pronto a distruggerla in maniera spietata con la stessa semplicità quasi irrisoria con cui faccio fuori il mio nemico pubblico numero 1 Ford.

"Cannibale, è inutile che continui a provarci: non ti sfioro neanche col pensiero!"
  
Posti in piedi in paradiso di Carlo Verdone


Il consiglio di Ford: io in piedi non ci sto, me ne resto seduto a casa.
Ormai il buon Verdone - che pure da queste parti gode di una discreta stima - non azzecca un film da cinque o sei anni buoni, e i tempi de I compagni di scuola o Bianco, rosso e Verdone sembrano tramontati da un pezzo.
Questa ennesima commediola in versione crisi pare la caricatura di qualche porcata made in Muccinolandia.
Ne faccio anche a meno.
Il consiglio di Cannibal: il Paradiso tu vivrai se i consigli di Cannibal seguirai
Carlo Verdone non realizza film davvero validi da un po’, personalmente l’ultimo che mi ha convinto in pieno è stato Sono pazzo di Iris Blond addirittura del 1996, però comunque il Carletto Bianco, rosso e Fordone riesce a sfornare pellicole sempre (o quasi) almeno dignitose. Non un film da correre a vedere al cinema, a meno che ao’ non siate Verdoniani sfegatati, però prima o poi una visione gliela si può anche concedere.
Per te Ford comunque di posti a sedere ce ne saranno sempre. In Paradiso? No. Al cinema? Nemmeno. Su un aereo? No, finisci dietro nello scomparto animali. All’Inferno? Oh yes! buah ahh ahh

"A Micaè, è arrivato Ford!" "Non vedevo l'ora, ero stanca di avere il Cannibale sempre a ronzarmi attorno!"

Cesare deve morire di Paolo e Vittorio Taviani


Il consiglio di Ford: non doveva essere "Cannibale deve morire"? No? Siete sicuri?
Ironizzando sulla sorte del mio antagonista - che, ahimè, dovrò tenermi buono essendo il più valido per il ruolo sulla piazza - direi che vado incontro alla seconda pellicola più interessante della settimana, premiata con l'Orso d'oro a Berlino ed in grado di mescolare il sociale - i detenuti di Rebibbia - e Shakespeare - che, come tutti sappiamo, tranne forse il Cannibale, non è proprio l'ultimo degli stronzi -.
Un tentativo lo vale tutto.
Se poi le aspettative non dovessero essere soddisfatte, potrete sempre farvi un giro gratis qui da me.
Il consiglio di Cannibal: voglio Ford tra i detenuti di Rebibbia!
Su chi sia l’ultimo degli stronzi, io una mezza idea ce l’avrei…
Ma di certo non è Shakespeare, benché filmetti come Anonymous abbiano pure il coraggio di avanzare questa ipotesi.
Dei fratelli Taviani non ho mai visto nessun film e questo, complice l’Orso d’oro berlinale, potrebbe essere il primo. Dalle immagini che ho guardato mi sembra una pellicola potenzialmente molto ben girata, non il solito esperimento neorealista di quelli che fanno impazzire Ford e sbadigliare me. Quindi le premesse per una visione interessante ci sono.
E non sto nemmeno a dire che Ford deve morire, perché chi non ha amato un film come The Tree of Life dev’essere già morto dentro uahahah!

"Se devo dare una ripassata al Cannibale non ti do una mano, te ne do due!"

16 commenti:

  1. Credo mi fionderò su 50/50 di cui ho letto solo bene e cercherò di vedere anche quello dei Taviani, anche se non è proprio il genere che prediligo ha vinto l'Orso d'oro e una chance la merita di sicuro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Joy, credo saranno anche le mie visioni di questa settimana.

      Elimina
  2. Peccato sia a Barcellona e ti perda questo esaltante fine settimana cinematografico :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pesa, è un peccato essere tornato da Barcellona! ;)

      Elimina
  3. Anche qeusta settimana le proposte interessanti non mancano (50/50 e i Taviani)..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perso, mi paiono le uniche degne di nota.

      Elimina
  4. Ma almeno Daniel Radcliffe è un po' cresciuto? No, perché se è sempre il solito nanetto non si può proprio vedere. Quel cazzo di hobbit!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è cresciuto. Si è solo stempiato, ed ha un accenno di barba. ;)

      Elimina
  5. 50/50 sarà sicuramente il migliore della settimana, dopotutto c'è Gordon Levitt di mezzo!

    Affanculo Verdone, rivoglio quello di Borotalco diamine!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lorant, concordo in pieno.
      Su entrambe le posizioni.

      Elimina
  6. curiosa di vedere 50/50 e cesare deve morire. passo decisamente verdone...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo passo anche io.
      Ormai sono anni che è bollito.

      Elimina
  7. Voglio vedere assolutamente 50 e 50, ma figuriamoci se da me lo mettono...che odio! The Artist è uscito solo ieri, grazie agli Oscar vinti, altrimenti aspetta e spera.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Melinda, non devo essere certo io a suggerirti dove trovare i film che non ti mettono in programmazione, vero!??!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...