venerdì 20 aprile 2018

All'inseguimento della pietra verde (Robert Zemeckis, USA/Messico, 1984, 106')




Considerata la trasferta fordiana a Copenaghen per questo weekend, ho deciso di riesumare un cult anni ottanta ed un vecchio post risalente allo scorso settembre, nientemeno.
L'estate e le vacanze - per quanto il rientro in Italia abbia bruscamente trasportato tutti i Ford nell'autunno pieno della Pianura Padana - sono da sempre un'ottima occasione per le visioni disimpegnate ed i recuperi di vecchi cult da godersi sempre con piacere: durante la trasferta spagnola, in una delle serate in cui si finiva senza forze tra oceano e Fordini, è tornato sugli schermi del Saloon uno di quei titoli amati quando ero bambino - insieme al suo sequel, forse apprezzato anche di più -, uno Zemeckis considerato minore ma ancora decisamente divertente, All'inseguimento della pietra verde.
Negli anni d'oro del Cinema d'avventura e di Indiana Jones il regista ed il protagonista e produttore Michael Douglas tentarono la strada del romance nascosto proprio dall'Indy style, riuscendo nell'impresa e costruendo una pellicola ritmata e divertente che, seppur un pò invecchiata, riesce a farsi apprezzare ancora oggi - e che ho associato in più di un passaggio ad un altro cult del periodo, Mr. Crocodile Dundee -, allietando lo spettatore con i siparietti tra i due protagonisti ed una serie di eventi che mescolano una cornice che pare quasi a metà tra l'esplorazione selvaggia, il fascino criminale dell'America Latina contrapposto all'approccio newyorkese di Kathleen Turner ed un giocattolo costruito per divertire e divertirsi come sarà qualche anno dopo qui in Terra dei cachi Puerto Escondido.
Una riscoperta dal sapore decisamente estivo che è stata come una rimpatriata - con bevuta, ovviamente - con qualche vecchio amico, e che ha riproposto - come spesso accade - la nostalgia per un decennio in cui le produzioni leggere ma clamorosamente riuscite abbondavano e non c'erano pretese pseudo autoriali o esagerazioni da marketing di quelle che si incontrano facilmente oggi: non resta che, come un ex Presidente che vuole vivere un'estate senza fine, concedersi, di tanto in tanto, una bella scappata lungo il viale dei ricordi alla ricerca di pietre verdi tra scambi serrati che nascondono una tensione sessuale crescente, passeggiate su ponti decisamente instabili e fughe rocambolesche pronte ad accontentare l'uomo alla ricerca di adrenalina e la donna in attesa dell'avventuriero pronto, un giorno, a passare a prenderla in piena Grande Mela con una barca che aspetta solo di fare il giro del mondo.




MrFord




 

12 commenti:

  1. Per quanto sia sempre stato più uno da Indy, mamma mia quante volte me lo sono visto questo! Non mi è mai più capitato di rivederlo ora, con sguardo più adulto (o presunto tale), però Zemeckis mi piace, dovrei proprio cogliere il tuo spunto per ripassare ;-) Cheers

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io il mio ripasso me lo sono goduto. Quindi consiglio. ;)

      Elimina
  2. Intanto buon Weekend danese!
    Questo è sicuramente uno dei film che ho visto di più da bambina, ero follemente innamorata di Douglas!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io me l'ero visto una marea di volte, ma è stato bello riscoprirlo da adulto!

      Elimina
  3. penso uno dei peggiori Zemeckis... visto le fenomenate cui ci ha abituato.. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me ha fatto decisamente di peggio in tempi recenti. ;)

      Elimina
  4. Come si dice in questi casi, questo è un piccolo grande cult, uno di quei film che non stanchi mai di rivedere ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Verissimo, rivederlo è stato una goduria.

      Elimina
  5. Sul riesumare vecchi post rimasti nel cassetto di norma ti avrei dato dello sfaticato (cosa che comunque sei). Visto che però ogni tanto lo faccio anch'io, e nei prossimi giorni potrei farlo di nuovo, eviterò. :)

    Riguardo al film, da bambino ricordo che l'avevo visto con simpatia, credo, ma non ho nessuna nostalgia nei suoi confronti e oggi non penso me lo rivedrei.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è che ti stai facendo troppo buono nei miei confronti? Devo tornare alle recensioni solo action? ;)

      Elimina
  6. primissimo film che ho registrato nel vcr nel lontanissimo 1993, che ricordi... e in più, sono sempre stata una fan della coppi Douglas/Turner

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, ai tempi erano una coppia che spaccava! :)

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...