giovedì 10 gennaio 2013

Thursday's child

La trama (con parole mie): nuovo weekend in arrivo e nuove previsioni dei due bloggers più controversi e contrapposti della rete, il vecchio sperimentatore e sempreverde Ford ed il giovane statico incartapecorito Cannibal Kid.
Questa settimana proseguiremo con il trend positivo di inizio anno, pochi film inutili made in Italy presenti all'appello ed un paio di proposte almeno sulla carta interessanti: saranno state in grado di mettere almeno per una volta d'accordo i due acerrimi rivali o la rubrica si rivelerà il consueto valzer di provocazioni tra i nostri due antieroi?
Ai posteri l'ardua sentenza.


"Cannibale, pensavo seriamente di scritturarti per il mio prossimo film: Come te nessuno mai, e meno male!"

 Quello che so sull'amore di Gabriele Muccino


Il consiglio di Cannibal: quello che so su Ford è che un pirla!
Dopo i pessimi La ricerca della felicità e Sette anime, a Hollywood non si sa bene perché hanno voluto dare una terza possibilità a Gabriele Muccino. E questa volta, per fortuna, dovrebbe essere anche l’ultima.
Non è che mi faccia piacere parlare male, del Muccino senior. A me i suoi primi 4 film italiani non sono neanche dispiaciuti ma, da quando se n’è andato in America, oltre a fare film schifosi, sembrava dovesse essere il Salvatore del cinema italiano nel mondo. E invece…
Quello che so sull’amore ha avuto una gestazione difficile, Muccino per il nervoso nel girarlo è ingrassatissimo e ora il film negli USA si sta rivelando un floppone. Dal trailer non faccio fatica a capire il perché. Sembra una muccianata delle peggiori. Di quelle che potrebbero essere peggio persino dei suoi ultimi film. E allora, sia io che Ford saremo pronti a bottigliarlo come si deve. Soprattutto a Ford farebbe bene, visto che ultimamente l’ho visto un po’ più rammollito e immuccinato del solito…
Il consiglio di Ford: quello che so su Cannibal è che non capisce una fava di Cinema...
... tranne che rispetto a Muccino, che ha realizzato qualcosa di decente con gli esordi, e poi si è bevuto il cervello alimentandolo ad ego finendo negli States a fare il santone finto Inarritu del Cinema italiano. Questo film non promette nulla di buono, tanto che non sprecherò neppure una bottigliata e lascerò la visione al mio antagonista, che così avrà l'inizio d'anno che si merita!

"E quindi tu saresti Cannibal!? Embè, io sono Leonida!"
Cloud Atlas di Tom Tykwer, Andy Wachowski, Lana Wachowski

 

Il consiglio di Cannibal: guardatelo, solo se volete farvi venire un gran mal di testa.
Di solito non me ne frega niente di quello che pensa Mr. Ford, ahahah.
Questa volta sono però davvero curioso di sapere la sua opinione su Cloud Atlas. Un film incasinato, incasinatissimo, firmato da Tom Tykwer (Lola Corre) insieme ai fratelli Wachowski (Matrix). Sia l’uno che gli altri autori di pellicole che in un’epoca ormai lontana mi erano piaciute parecchio e che sulla carta potevano avere realizzato il mio genere di film. Invece, Cloud Atlas non mi è piaciuto per niente. Voglio quindi sapere se Ford, che già aveva sputato addosso all’ottimo Matrix, avrà il coraggio di riabilitare i Wachowski proprio ora che hanno realizzato un pasticcio clamoroso come questo.
E, se già a me un film come questo ha fatto venire un gran mal di testa, chissà se a vederlo la testa di Ford non è addirittura esplosa…
Recensione cannibale in arrivo a breve. Quella di Ford forse, se è sopravvissuto alla complessa visione.
Il consiglio di Ford: Cannibale è volato tra le nuvole spinto da un colpo troppo energico di Ford.
Ero molto curioso di scoprire cosa sarebbe stato dello scontro Ford/Cannibale a seguito della visione di questo film: quando vidi il trailer la prima volta pensai che sarebbe stato vittima delle mie peggiori bottigliate, e invece la visione è stata assolutamente esaltante. Il Cinema della meraviglia per l'Inception dei Wachowski non più fratelli ma fratello e sorella. Non lasciatevi ingannare dal disorientamento iniziale: questo film è uno spettacolo in tutti i sensi.
Recensione fordiana domani!
  
"E tu saresti Cannibal!? Mi manda Ford per tatuarti a punta di spada!"

Asterix e Obelix al servizio di sua Maestà di Laurent Tirard


Il consiglio di Cannibal: Ford al servizio di sua Maestà Cannibal.
Viva il cinema francese, ma abbasso queste porcherie francesi.
Non ho visto gli episodi precedenti di questa versione in carne e ossa delle avventure di Asterix e Obelix e non ho intenzione di cominciare ora.
Gerard Depardieu che se ne rimanga in Russia dal suo amicone Putin e se ne vada pure affan…
Il consiglio di Ford: Cannibal al servizio di Ford come sguattero per il Saloon!
Non mi sono mai avvicinato neppure con un bastone a questa serie che mi è sempre parsa vomitevole, e non comincerò certo adesso. Tipico film da Feste uscito fuori tempo massimo che meriterebbe di non
essere neppure distribuito: almeno quanto Cannibale non meriterebbe di avere uno spazio in rete! Ahahahahahaha!

    
"E questo sarebbe Cannibal in salmì!? Ci aspettavamo molto meglio!"

A Royal Weekend di Roger Michell


Il consiglio di Cannibal: a royal weekend, lontano da questo film.
Di questo film non ne so molto e, sinceramente, non mi frega nemmeno saperne più di tanto. Mi sembra una roba sui nobili inglesi alla Downton Abbey o alla Il discorso del re di quelle per cui il mio interesse è pari a quello per un incontro di wrestling. Il fatto che ci sia Bill Murray, uno che di solito lavora con registi interessanti, non mi basta. Lo lascio volentieri come visione da ora del tè a Mrs. Ford.
Il consiglio di Ford: un royal weekend? Bevute, wrestling e un bel po’ di pane e salame!
Memore di quella ciofeca de Il discorso del re - che riuscì a mettere d'accordo in negativo perfino il sottoscritto e Felix Aggiustatutto Kid - passo volentieri una visione da salotto radical chic finto alternativo di mezza età delle peggiori, e mi godo al contrario l'attesa per la Royal Rumble, uno degli eventi più importanti del wrestling annuale. Per non parlare dell'attesa per l'arrivo del Fordino, ormai questione di giorni!

"Ho messo sotto Cannibal chi!? Beh, poco male, non mi pare una grande perdita!"

La scoperta dell’alba di Susanna Nicchiarelli


Il consiglio di Cannibal: ma la scoperta del cinema, quello vero, in Italia no?
Era già qualche mese che non vedevo Margherita Buy in una nuova produzione italiana di quelle che tanto volentieri mi perdo. Cominciavo quindi ad essere preoccupato che non fosse più l’attrice nevrotica di una volta. Così come quando non sento Ford sputare fuori qualche castroneria delle sue per qualche giorno e mi preoccupo che cominci a capirne qualcosa di cinema, invece probabilmente ha solo avuto dei problemi con la tecnologia.
La tecnologia è il vero nemico di Ford, mica io.
Tornando al film, se il mio fioretto per l’anno nuovo era quello di dare maggiore fiducia al cinema italiano, già solo vedendo il trailer di un film come questo, con la solita nevrotica Margherita Buy, mi passa la voglia. La pellicola poi è tratta da un romanzo di Walter Veltroni. Come politico non è che mi sia mai piaciuto molto (anche se in confronto ad altri…), però come persona lo rispetto, se non altro per la sua passione cinematografica. Non so se la fa ancora, ma curava anche una sua rubrica su Ciak. Come scrittore non ho idea di come sia, ma a questo punto sono quasi curioso di sapere cosa è venuto fuori da un film tratto da un suo libro. Ho detto quasi curioso. Più quasi che curioso.
Dite che anche Ford è appassionato di cinema e quindi dovrei rispettare di più pure lui?
Mah, quello al massimo potrebbe rientrare tra i miei buoni propositi. Non per il 2013, ma per il duemilacredici!
Il consiglio di Ford: la scoperta dell'acqua calda... Cannibale non capisce nulla di Cinema!
Ammetto di essere piacevolmente sorpreso da questo inizio anno: in due settimane, soltanto un paio di film italiani inutili distribuiti in sala. Speriamo di continuare così, in modo da poterci concentrare solo ed
esclusivamente sulle pellicole che valgano davvero la pena - ed il tempo - di una visione.
Che poi saranno le stesse che il Cannibale sconsiglierà! Ahahahahaha!

"Hey tu, Cannibal, levale le mani di dosso!"

29 commenti:

  1. certo il trailer e il fatto che sia tratto da veltroni sono deterrenti un po' tosti, ma a me cosmonauta era piaciuto parecchio. chissà

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cosmonauta in effetti era carino assai. Soprattutto il corto che lo precedeva! :)

      Elimina
    2. uh, il corto era bellissimo!

      Elimina
    3. Dovrò recuperare questo corto, anche se onestamente per il resto i deterrenti sono tostissimi! :)

      Elimina
  2. "visione da salotto radical chic finto alternativo di mezza età"? ah ah ah! in quanto portatrice abbastanza sana di mezza età ti faccio inorridire dicendoti che vado a vederlo stasera, A Royal Weekend. Solo perchè non riesco ad incastrare Cloud Atlas con orari e impegni delle altre due peppie di mezza età amiche mie, per il quale ci tocca aspettare fino a martedì! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io te lo sconsiglierei. Ma non voglio abbatterti troppo le aspettative. Aspetto di sapere com'è andata!

      Elimina
    2. Guarda, me le ha già abbattute la recensione di curzio maltese, quindi sono preparatissima.
      Perché tu forse non lo sai, ma sono molto più masochista di quello che sembro.

      Elimina
  3. Cloud Atlas stasera o domenica al massimo.Il resto può allegramente bruciare su una pira di buona vecchia celluloide.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giocher, attendo con ansia la tua opinione in merito.
      Sappilo.

      Elimina
  4. Poteva impegnarsi un po' di più chi ha realizzato la locandina di "La scoperta dell'alba", persino io avrei potuto fare di meglio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fede, tranquilla: il film non dev'essere tanto meglio! ;)

      Elimina
  5. Cloud Atlas se trovo qualcuno che mi accompagna a questa prova di forza per la salute mentale!
    A Royal Weekend magari, ma niente da fare dalle mie parti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Babol, Cloud Atlas è una ficata.
      A Royal weekend mi pare molto, molto meno interessante. ;)

      Elimina
  6. Come ho già scritto dall'altra parte, rispetto per Cloud Atlas. Questa volta sono dalla tua parte :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Frank, tu sì che ne capisci, mica come il Cannibale! Ma questo già si sapeva! :)

      Elimina
  7. Cloud Atlas non possiamo nemmeno chiamarlo film. Che accozzaglia di nulla.
    L'unica cosa divertente è cercare di capire quali attori si "nascondo" dietro il trucco.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. seee..per tirarci al bersaglio! ;)

      Elimina
    2. Suggerisco, caro Giocher, un tiro al bersaglio con le bottigliate: tanto il Cannibale è ormai abituato e a quanto pare Mareva vuole seguire le sue orme! ;)

      Elimina
    3. Facciamo che mi bendate. Così rendiamo il tutto ancor più al cardiopalma!

      Elimina
    4. Al massimo ci bendiamo io e Giocher, così la tensione sale ancora di più.
      E poi scusa, non vorrai rubare il ruolo di prima donna al Cannibale!?

      Elimina
    5. Brava! Perchè poi si offende e si chiude in cameretta per altri trent'anni! Ahahahahahaah!

      Elimina
  8. Ammazza me lo bocciate così Il discorso del Re? ;-) Comunque al di la dei film ora, Ford, Augurissimi per l'imminente arrivo. Che bello...^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Valentina, muchas gracias! :)
      Per quanto riguarda i film, Il discorso del re era proprio una ciofechina!

      Elimina
  9. Ma la Buy, secondo te, fa un film ogni 15 giorni perchè?
    secondo me perchè deve sempre fare la stessa parte e poco gli costa...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gae, non saprei. Io, ormai, la salto a piè pari! :)

      Elimina
  10. Io Cloud Atlas l'avrei abolito solamente per la presenza di quel fastidiosissimo Tom Hanks, a questo punto aspetto la tua recensione domani però.
    Per quanto riguarda Muccino... meglio che non mi esprima, veramente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tom Hanks è irritante, e su questo siamo d'accordo.
      Ma il film vale la pena, eccome!

      Muccino dritto dritto nel cassonetto dell'umido, invece! ;)

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...