martedì 26 dicembre 2017

Ford Awards 2017: le serie (N°30-21)







Bagordi del Natale alle spalle, iniziamo a cavalcare le Festività con le prime dieci posizioni della "ingrassata" chart dedicata alle serie televisive, che dai venti titoli presenti lo scorso anno passa ai trenta di questo, vincendo di fatto sul Cinema per crescita, qualità e varietà.
Come di consueto, non sarà una classifica legata ai titoli proposti nel corso di questo duemiladiciassette per la prima volta, o di stagioni programmate in questi ultimi dodici mesi, quanto più che altro di produzioni passate sugli schermi del Saloon, recenti oppure no che siano.


N°30: CHANNEL ZERO

 

Apre le danze, in attesa che la seconda e decisamente ben accolta stagione passi dal Saloon, Channel Zero, antologica dal sapore horror che rispolvera almeno in questo caso atmosfere da anni settanta ed inquietudine prima ancora che reali spaventi. Non perfetta, a tratti troppo dilatata, ma incredibilmente d'atmosfera.


Recuperata con un ritardo abissale rispetto ai tempi della sua programmazione, questa mini targata HBO è parsa perfetta in un anno in cui la figura della donna è stata spesso al centro dell'attenzione mediatica. Una vicenda attuale nonostante la cornice fornita dal secolo scorso, due grandissime interpretazioni di Kate Winslet e Evan Rachel Wood e tante emozioni.

N°28: THE OA


Acclamata da molti come un Capolavoro, posta in cima alle classifiche di altrettanti lo scorso anno e giunta sugli schermi del Saloon con l'inizio del duemiladiciassette, The OA è senza dubbio una proposta coraggiosa e dal grande fascino, ma che purtroppo ho trovato piuttosto debole in termini di sostanza. Solo il futuro riuscirà - forse - a dirmi se si è trattato di fumo negli occhi o di un colpo di genio.

N°27: WESTWORLD

 

Altra serie che lo scorso inverno aveva fatto letteralmente impazzire appassionati e blogger, e che sulla carta aveva tutte le componenti per conquistarmi, dal West ai colpi di scena, dalla violenza alla filosofia mista all'azione. Eppure, come per The OA, qualcosa non mi ha convinto fino in fondo, quasi come fosse una cosa finta e non sentita come gli androidi portati in scena.

N°26: BALLERS

 

Di nuovo HBO, con una delle conferme più gradite per il sottoscritto: lo Spencer Strasmore di Dwayne Johnson/The Rock prosegue nella sua corsa per quello che è, almeno ai miei occhi, l'erede insieme a Bojack Horseman di Californication. Una seconda stagione più malinconica e meno chiassosa della prima, ma una garanzia.


Giunto sugli schermi di casa Ford portandosi dietro l'astio del sottoscritto per aver scippato molti Globes ad uno dei miei personali favoriti lo scorso anno, The night of, il lavoro di Susanne Bier per HBO si è rivelato solido e tosto come un buon racconto di spie deve essere. 
Non sarà un titolo destinato ad essere ricordato per sempre, ma una visione la vale tutta.

N°24: THE EXORCIST


Nato dalla costola di un film più che cult, questa produzione è riuscita nella non facile impresa di apparire credibile anche all'interno di un genere difficilissimo come l'horror, troppo spesso e volentieri bistrattato da autori e produttori. In attesa della seconda stagione posso considerare questo viaggio inquietante abbastanza da essere vissuto, se il genere vi è proprio.


 

Se, dal punto di vista cinematografico - ma avremo modo di parlarne nei prossimi giorni - la Terra dei cachi ha passato un pessimo duemiladiciassette, per quanto riguarda le serie televisive è riuscita comunque a portare sullo schermo alcune proposte decisamente interessanti.
Rocco Schiavone, con le sue rotture di coglioni in scala e vicende che ricordano i tempi di Blunotte di Carlo Lucarelli, convince ed avvince anche grazie ad un sempre solido Marco Giallini.

N°22: SHAMELESS

 

I Gallagher sono sacri, in casa Ford.
Sarà che anche noi siamo abbastanza casinisti, o che sappiamo bene quali scossoni emotivi può riservare la Famiglia.
Pur se non al loro meglio, il mitico clan di Frank spacca sempre.

N°21: RAY DONOVAN

 

Chiude la prima decina della classifica un altro prodotto molto fordiano e legato alla Famiglia rimasto ai box per troppo tempo e recuperato con ben tre stagioni negli ultimi mesi.
Tanto alcool, lacrime e sangue ma anche speranza ed un pò di follia: quello che piace a noi del Saloon.


TO BE CONTINUED...

10 commenti:

  1. Per me Westworld meritava più considerazione, comunque spero in una seconda ancor più bella ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo spero anch'io, anche perchè considerate critiche e aspettative, a me non aveva convinto al cento per cento.

      Elimina
  2. ...aspetto il to be continued...
    perché c'è parecchio da guardare, ed ho un sacco di tempo da riempire Fordino

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero allora che troverai quello che cerchi.
      Ad ogni modo, di Fordino ce n'è solo uno: io al massimo sono il Ford vecchio. ;)

      Elimina
  3. Molte serie erano in posizioni più alte da me lo scorso anno, e se Ray Donovan è diventato un po' troppo serioso e l'ho abbandonato per lasciar posto ad altro, mi hai ricordato che Rosso Schiavone non l'ho più recuperato, troverò il tempo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me Ray piace proprio per il suo essere com'è. Continuerò appena possibile.
      Per il resto, Schiavone una visione la merita.

      Elimina
  4. Ci sono più serie interessanti qui che nella top 20. E la cosa non mi stupisce molto... ;)

    Mettere The OA così in basso, dietro a cose ignobili, è un crimine contro l'umanità. A questo punto facevi più bella figura a non inserirla del tutto.

    Di Channel Zero mi è piaciuta la seconda stagione, che a te invece probabilmente non esalterà...

    Ci sono poi cose così fuori dal tempo come Mildred Pierce che rappresentano un recupero con un ritardo abissale persino per i tuoi standard.
    Il prossimo anno ci sarà anche Pappa e ciccia, non la stagione revival, ma proprio la prima stagione? XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Peccato che non mi piacciano le sit com, altrimenti avrei anche potuto recuperarlo, quello! ;)

      Detto questo, OA è carino, ma sopravvalutato come quasi tutte le cose che esalti! ;)

      Elimina
  5. E comunque Jennifer Lawrence finora è la cosa migliore delle tue classifiche.
    Che sia un presagio per un primo posto di Madre! tra i film dell'anno???

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai che non potrà mai essere così, vero!? ;)

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...