lunedì 15 maggio 2017

Legion - Stagione 1 (FX, USA, 2017)




Quando, lo scorso anno, qui in casa Ford ci imbattemmo nell'allora osannatissimo Mr. Robot sperando di andare incontro ad una delle sorprese migliori della stagione del piccolo schermo, restammo clamorosamente delusi: il risultato, noia mortale a parte, fu l'abbandono del titolo più o meno a metà della stagione, nella speranza che una situazione del genere - specie per un prodotto incensato a più non posso - non si ripetesse mai più.
Quand'ecco comparire Legion.
Gli avventori di vecchia data del Saloon ben sanno quanto ami i supereroi a causa del mio passato da lettore e sceneggiatore di fumetti, quanto piacere mi faccia vedere l'esplosione che questo tipo di prodotti ha avuto negli ultimi anni - andando addirittura in sovraesposizione, a dirla tutta -, e quanto bene possa volere agli eroi o antieroi outsiders, lontani dalla divinità di Thor e compagnia e più vicini a noi poveri cristi comuni mortali.
In questo senso, alcuni tra gli esempi di outsiders meglio riusciti sono senza dubbio dati dai mutanti, perseguitati e reietti per la maggior parte della loro carriera cinematografica e non solo: Legion, outsider tra gli outsiders, dunque, aveva davvero tutte le carte in regola per trovare il mio pieno sostegno.
Purtroppo, però, è bastato il pilota per capire che l'avventura non sarebbe stata affatto rose e fiori: troppa carne al fuoco, un abuso totale di situazioni apparentemente folli, personaggi al limite dell'insopportabile - a partire da Legion stesso -, una confezione molto bella in pieno stile anni settanta bruciata da un'atmosfera da pesantissimi anni novanta e soprattutto una capacità di rendere il tutto lento, soporifero e pesante come raramente ne avevo viste prima.
Nel corso dei quattro episodi passati su questi schermi prima di decidere, di comune accordo con Julez - che pure inizialmente era stata ottimista -, di abbandonare la nave, credo infatti di aver infranto il record personale di piccole penniche nel corso della visione che avevo settato proprio con Mr. Robot, pur essendo quest'ultimo avvantaggiato dal fatto che fosse nato e "cresciuto" come una visione da pranzo/cena: un pasticcio dal piglio pseudo autoriale ed intellettuale all'interno del quale non pare esserci un filo conduttore logico preciso, o qualcuno che possa creare il legame necessario allo spettatore per empatizzare con la proposta e nutrire ed alimentare il desiderio di buttarsi sull'episodio successivo.
Ancora una volta, dunque, la domanda principale rimbalzata tra noi Ford nel corso della visione è stata principalmente quella legata al perchè un mappazzone come questo possa essere stato incensato neanche si stesse parlando di Breaking Bad, o Stranger Things: in questo per ora molto spento duemiladiciassette, forse i radical stanno preparando qualche colpo a sorpresa per farmi giungere a fine anno con un numero di proposte adatte alle classifiche del peggio ben superiore a quelle che finiranno nelle liste del meglio.
Liste che Legion, con tutti i suoi poteri, non riuscirà, da queste parti, a vedere neppure da lontano.
O con l'occhio della mente.




MrFord




 

18 commenti:

  1. Mr. Robot mi era piaciuto, diciamo, ma non ho proseguito (almeno per ora). Di questo ho visto solo il pilot e, per quanto ben diretto, l'ho trovato lungo e pesante. Non ho avuto voglia di andare avanti. Con American Gods, diosanto, peggio di peggio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io non avevo voglia dopo il pilot, ma Julez ha voluto tentare. Ma non abbiamo potuto fare altro che arrenderci. E meno male. ;)

      Elimina
  2. Mr Robot a me piace tanto, e Legion anche di più, certo è un po' lento e confuso, ma andando avanti migliora eccome, se ti sei fermato al pilot hai sbagliato, se hai visto tutte e non t'è piaciuta, probabilmente hai sbagliato ugualmente...comunque i gusti son gusti e va bene così ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho visto quattro episodi, e mi sono sfracellato le palle così tanto che ti assicuro, non penso di aver fatto una scelta migliore nell'abbandonarlo da quando ho scelto di abbandonare Mr. Robot. ;)

      Elimina
  3. Bocciato in pieno anche sulla Teiera. C'è di molto meglio: ora stiamo seguendo Better Call Saul e taboo e poi è iniziato Fargo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Assolutamente d'accordo.
      C'è davvero un sacco di meglio, in giro, di un pippone finto figo come questo. ;)

      Elimina
  4. Il pilot di Legion è stato una figata pazzesca! Bisogna essere proprio folli per non rendersene conto. ;D

    Con gli episodi successivi il mio entusiasmo si è un po' spento, però questa serie nel complesso è molto ma molto meglio di quanto si vede di solito a tematica supereroistica. Certo che chi si aspetta le solite banali e prevedibili sequele di effetti speciali e combattimenti come te inevitabilmente resta deluso...

    Comunque il paragone con Mr. Robot ci sta tutto. Altra serie discontinua ma ricca di spunti interessanti che però naturalmente per essere seguita richiede uno sforzo mentale maggiore rispetto ai filmacci con Stallone cui sei abituato di solito, uahahah :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Più che uno sforzo mentale, uno sforzo a livello di rottura di coglioni.
      E per me Legion, come Mr. Robot, vanno fuori scala. ;)

      Elimina
  5. Un pilot interessante, però sì, anch'io mi sono stufato presto, a volte anche la sorpresa stufa, specie se così cerebrale e priva di emozione. American Gods invece sto alla terza puntata, non gli avrei dato una lira, e invece è un coraggioso adattamento del romanzo, fedelissimo nello spirito e visivamente straordinario. Punterei su quello fossi in te, anche se è uno show che ha bisogno di "fede".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di American Gods sto leggendo solo malissimo, non so se avrò il coraggio di provarci, nonostante il romanzo mi fosse piaciuto molto.

      Elimina
  6. Zio Pino Mister James al fottuto Ucicinemas seimiladuecento sale vicino a casa mia non fanno vedere nè Kusturica nè this beautiful fantastic.
    E per Malick doppia sala. Ma vaffanculo.

    E poi mi dicono che non devo scaricare la robba da torrent.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma scusa, Bill, tu pensavi che in un UCI avrebbero dato Kusturica o This beautiful fantastic!?
      Illuso. ;)

      Elimina
  7. bottigliate? Il pilot è super intrigante!! andando avanti ha dei difetti, ma il filo conduttore in realtà c'è eccome e ti porta fino al finale...
    Poi mi è piaciuto il desiderio di raccontare, più che una storia di buoni e cattivi, le relazioni. Se ci fai caso ogni personaggio ha una relazione d'amore difficile da difendere. I protagonisti che non possono toccarsi, i due personaggi in uno, la capa che aspetta il ritorno del marito...

    E lo dice quella che le ha abbandonate tutte le serie sui supereroi.
    Ne scriverò. Appena riesco :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come scrivevo a Cannibal poco sopra, a me è sembrato solo l'ennesimo pippone finto autoriale.
      Gran rotture di palle e grandi lotte per non dormire. ;)

      Elimina
  8. Io con Legion ho avuto un rapporto diverso da chi lo osannava già dal pilot: tante penniche pure per me e il rischio noia. Poi però la sceneggiatura ha iniziato a ingranare, la serie ha preso una sua struttura, e allora sì mi sono esaltata e sono rimasta conquistata.
    Ti direi di provare ad andare avanti, ma visto che anche con Mr. Robot non siamo stati d'accordo, è un rischio che non voglio correre ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho provato arrivando a metà della stagione, ma non ce l'ho fatta.
      Anzi, ho tirato un sospiro di sollievo. ;)

      Elimina
  9. Anche al Khalasar ha vinto la noia.Io forse qualche puntata di più avrei provato a guardarla,ma dopo l'abbandono del Khal alla seconda,ho preferito concentrarmi su altro.
    Mi piaceva molto l'idea del mutante trattato da malato di schizofrenia...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'idea di base è interessante, peccato che la serie sia davvero un concentrato di noia terribile.

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...