martedì 10 gennaio 2017

Golden Globes 2017



In tutta onestà, l'anno scorso approcciai il post dedicato ai Golden Globes con una gioia quasi incontrollabile: a prescindere da tutti gli altri premiati, infatti, Stallone si era appena portato a casa il premio come migliore attore non protagonista per Creed, una cosa che per tutti i suoi detrattori, Cannibale in primis, appariva non solo come fumo negli occhi, ma praticamente fantascienza.
Quest'anno, invece, la situazione è piuttosto diversa.
Per prima cosa, in ambito cinematografico non ho ancora avuto modo di visionare praticamente nulla - se non l'ottimo Hell or high water, purtroppo rimasto a secco -, mentre per quanto riguarda le serie televisive sono rimasto stupito - e non in positivo - per la vittoria di The Crown, una produzione che mi pare pomposa e conservatrice così tanto da farmi quasi desiderare un premio a qualche roba finto alternativa e finto giovane di quelle che piacciono tanto al mio già citato rivale: in un anno che ha visto salire alla ribalta cose come Stranger Things, la conferma di Narcos o la strepitosa The night of, si poteva fare certamente meglio.
La curiosità, invece, di affrontare The night manager, l'altro titolo uscito trionfatore dalla nottata, sale e non poco: considerato che inizialmente l'avevo saltato a piè pari senza colpo ferire, temo che a questo punto dovrò quantomeno concedere a questa sorpresa - almeno per me - il beneficio del dubbio.
Ma le cronache sono e saranno tutte per La la land, musical realizzato da Damien Chazelle che già a Venezia aveva raccolto consensi quasi unanimi ed ora si impone come una delle pellicole must see dell'anno, nonchè candidato forte per gli Oscar e le posizioni più alte delle classifiche dicembrine di molti di noi bloggers: non posso dire altro se non che sono molto, molto curioso di affrontarlo.




Ed ora, per onore di cronaca e dato che non c'è due senza tre, grazie a Cannibal Kid al quale ho prontamente rubato copiaincollando, ecco la lista completa dei premiati:


Miglior film drammatico
Moonlight di Barry Jenkins
Miglior attrice drammatica
Isabelle Huppert per Elle
Miglior attore in un film drammatico
Casey Affleck per Manchester by the Sea
Miglior attrice non protagonista in un film
Viola Davis per Fences (Barriere)
Miglior attore non protagonista in un film
Aaron Taylor-Johnson per Animali notturni
Miglior commedia o musical
La La Land di Damien Chazelle
Miglior attrice in una commedia o musical
Emma Stone per La La Land
Miglior attore protagonista di una commedia o musical
Ryan Gosling per La La Land
Miglior regista
Damien Chazelle per La La Land
Miglior film straniero
Elle di Paul Verhoeven (Francia)
Miglior film animato
Zootropolis
Miglior sceneggiatura
Damien Chazelle per La La Land
Miglior canzone originale
City of Stars di La La Land (Justin Hurwitz, Benj Pasek, Justin Paul)
Migliore colonna sonora
La La Land (Justin Hurwitz)
Miglior serie tv drammatica
The Crown
Miglior attrice in una serie drammatica
Claire Foy per The Crown
Miglior attore in una serie drammatica
Billy Bob Thornton per Goliath
Miglior serie commedia o musicale
Atlanta
Miglior attrice in una serie musical o commedia
Tracee Ellis Ross per Black-ish
Miglior attore in una serie musical o commedia
Donald Glover per Atlanta
Miglior serie o film per la tv
American Crime Story: The people vs O.J. Simpson
Miglior attrice in una serie o film per la tv
Sarah Paulson per American Crime Story

Miglior attore in una miniserie
Tom Hiddleston per The Night Manager

Miglior attrice non protagonista in una serie
Olivia Colman per The Night Manager

Miglior attore non protagonista in una serie
Hugh Laurie per The Night Manager


MrFord                                                                                                          




8 commenti:

  1. E' vero, quest'anno curiosamente non abbiamo ancora visto quasi nessuno dei film premiati. E allora viva "La la land", pur col beneficio d'inventario. Però, a me personalmente, l'aver dimenticato un film come "Jackie" fa un po' piangere il cuore...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ho ancora visto nessuno dei due, non essendo un "veneziano", ma spero che entrambi, a prescindere dai premi, mi stupiscano in positivo.

      Elimina
  2. La La Land e Manchester by the sea non vedo l'ora di vederli. Elle mica l'ho capito tanto, eh, però mi fa piacere per l'inaspettata Huppert. oonlight ha medie altissime, ma so che al Festival di Roma non è piaciuto particolarmente: così, tra cast all black, droghe e omosessualità, mi sembra un calderone che più da Oscar non si può. The Crown ho provoto a vederlo: fatto benissimo, ma io e il period drama non ci prendiamo proprio. Mi dispiace per gli sconfitti. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La vittoria di The Crown ha lasciato di stucco anche me, mentre sui film siamo in linea, Elle compreso.

      Elimina
  3. Che cannibalata di post! ;)

    Ora però mi tocca chiederti i diritti per lo sfruttamento del mio elenco dei vincitori, che a mia volta avevo scopiazzato da qualche altra parte. XD

    Quest'anno i premi dei Golden Globe sono sembrati più sensati, non c'è stato uno scivolone come la ancora oggi incomprensibile decisione di premiare Stallone, ma per quanto riguarda le serie tv drama piuttosto deludenti. Sarebbe stato mooolto meglio premiare qualcosa di finto alternativo. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sulle serie siamo assolutamente d'accordo, purtroppo.
      Meno male che Stallone e la sua vittoria, invece, resteranno sempre come un monito. ;)

      Elimina
  4. Io mi sono commossa nel vedere sly con Apollo alla premiazione.ancora non mi capacito del suo Oscar mancato l'anno scorso. Se lo meritava tutto.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...